Note sulla versione per le versioni precedenti

Note sulle versioni precedenti di Target, incluse le note di rilascio per Target Standard/Premium, la piattaforma Target e le librerie Target JavaScript (at.js).

Le note sulla versione vengono ordinate in ordine decrescente per mese e anno di rilascio.

NOTA

Consulta Note sulla versione di Target (corrente) per informazioni sulle versioni di Target del mese corrente (piattaforma e Target Standard/Premium).

Note sulla versione - 2021

at.js 2.6.1 (16 agosto 2021)

  • Correzione di un bug relativo all’errore “Nessun artefatto nella cache disponibile per la modalità ibrida” quando si utilizzano le decisioni sul dispositivo.

Target node.js SDK 2.2.0 (11 agosto 2021)

  • Aggiunta raccolta dati di telemetria SDK
  • Codegen openapi del client API di consegna automatica

Per ulteriori informazioni su questa versione e sulle versioni precedenti, consulta il Change log nella documentazione dell’SDK node.js di Target su Github.

Target Standard/Premium 21.8.1 (10 agosto 2021)

Questa versione di manutenzione contiene molti miglioramenti al back-end, tra cui la seguente modifica visualizzata dal cliente:

  • È stato risolto un problema a causa del quale i rapporti per le attività Auto Personalization create nel Compositore esperienze basato su moduli facevano riferimento alle offerte eliminate nei rapporti. Questo problema causava la visualizzazione di un messaggio di tipo: “Si sono verificati dei problemi nel recupero dei dati per questo rapporto. Se il problema persiste, contatta l’Assistenza clienti Adobe.” (TGT-41028)

API di consegna di Target (3 agosto 2021)

Questo rilascio contiene i seguenti miglioramenti:

  • Il limite per i parametri mbox è stato aumentato a 100 parametri. Il limite precedente era di 50 parametri. (TNT-41717)

  • Il limite per categoryId è stato aumentato a 256 caratteri. Il limite precedente era di 128 caratteri.

  • Sono stati aggiunti i seguenti dettagli di Adobe Audience Manager (AAM) all’API di consegna:

    • AAM UUID: ID interno di AAM utilizzato per identificare in modo univoco un utente.
    • dataPartnerId: ID per un partner dati.
    • dataPartnerUserId: ID utente fornito da un partner dati.

    In precedenza, l’API di consegna comprendeva solo dcsLocationHint e blob. (TNT-41644)

Target Standard/Premium 21.6.1 (30 giugno 2021)

Questa versione contiene le nuove funzioni e i miglioramenti seguenti. I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzione Dettagli
Analytics for Target (A4T) Facendo clic sul collegamento “Visualizza in Analytics” sulla pagina Rapporti da un’attività che utilizza Analytics come origine per la generazione di rapporti (A4T), ora viene aperto Analysis Workspace. In precedenza, il collegamento apriva la funzione di generazione rapporti di Analytics. (TGT-36959)

Python SDK 1.0.0 (16 giugno 2021)

È ora disponibile il nuovo SDK Python Adobe Target con funzionalità di decisioning sul dispositivo. Questa nuova aggiunta rafforza la suite di SDK lato server per Target. Questi SDK facilitano l’integrazione con Target e velocizzano il time to value, nel linguaggio che preferisci. Le integrazioni lato server stanno diventando una scelta popolare dato che il mercato si sta spostando verso un mondo senza cookie in cui i dati di prime parti sono preziosi. Gli SDK di Target sono disponibili nei linguaggi di programmazione più diffusi sul mercato (Python, Java, JavaScript, C# / .Net).

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di Python SDK nella guida degli SDK di Adobe Target.

Target Standard/Premium 21.5.1 (7 giugno 2021)

Questa versione include i seguenti miglioramenti:

Funzione Dettagli
Badge Premium API Recommendations per Ricerca catalogo Cerca nel catalogo di prodotti e contenuti Recommendations a livello di programmazione tramite API per identificare gli elementi che corrispondono a un criterio di ricerca e semplificare l’amministrazione del catalogo.
Limitazioni e note:
  • La ricerca nel catalogo tramite API non è supportata per gli ambienti con più di 2.000.000 elementi.
  • I risultati della ricerca nel catalogo tramite API vengono aggiornati più rapidamente dei risultati della ricerca nel catalogo tramite l’interfaccia utente di Target. La ricerca nel catalogo nell’interfaccia utente di Target può richiedere tempo aggiuntivo per riflettere i risultati più recenti.
Per ulteriori informazioni, consulta Ricerca di entità nella guida delle API di Adobe TargetRecommendations.

Questa versione di manutenzione include le seguenti correzioni.

  • È stato risolto un problema che causava la modifica dell’area di lavoro predefinita in un’altra area di lavoro durante l’aggiornamento della pagina Tipi di pubblico. (TGT-38871)
  • È stato risolto un problema in Amministrazione > Implementazione che a volte causava il seguente messaggio di errore: “La mbox globale potrebbe non essere sincronizzata. Prova a salvarla di nuovo.”

Badge Adobe Experience Platform Web SDK Adobe Experience Platform Web SDK versione 2.5.0 (1° giugno 2021)

Questa versione di Platform Web SDK include il supporto per i seguenti elementi:

Funzione Dettagli
Supporto dei reindirizzamenti con Analytics for Target (A4T) Platform Web SDK ora supporta i Targetreindirizzamenti quando si utilizza A4T.
Per ulteriori informazioni, consulta Analytics per l’implementazione di Target .

at.js versione 2.5.0 (13 maggio 2021)

Questa versione di at.js include i miglioramenti e le modifiche seguenti:

Questa versione rimuove anche il supporto per Microsoft Internet Explorer 10, Internet Explorer 11 e tutte le versioni precedenti. Microsoft Edge continua a essere supportato in at.js 2.5.0 e versioni successive.

Target Standard/Premium 21.4.1 (19 aprile 2021)

Questa versione contiene le nuove funzioni e i miglioramenti seguenti. I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzione Dettagli
Supporto del decisioning sul dispositivo per at.js
(Data non ancora annunciata)
Il decisioning sul dispositivo consente agli addetti al marketing e agli sviluppatori di rilasciare esperienze sperimentali e personalizzazioni sul browser di un utente con latenza pressoché pari a zero.
Per ulteriori informazioni, consulta Decisioning sul dispositivo per at.js.
Premium Operatori basati su elenco per regole di filtro delle entità Target Recommendations supporta nuovi operatori basati su elenco per le regole di filtro delle entità. (TGT-39234)
I nuovi operatori includono:
  • È contenuto nell’elenco
  • Non è contenuto nell’elenco
  • L’elenco contiene un elemento in
  • L’elenco non contiene un elemento in
  • L’elenco contiene tutti gli elementi in
  • L’elenco non contiene tutti gli elementi in
Per ulteriori informazioni, consulta “Operatori disponibili” in Utilizzare regole di inclusione dinamiche e statiche.

Questa versione include le seguenti correzioni.

  • È stato risolto un problema che impediva la sincronizzazione di un’attività dopo la modifica del pubblico in Tutti i visitatori. (TGT-40259)
  • È stato risolto un problema che impediva la duplicazione delle offerte quando vengono utilizzate in posizioni diverse nelle attività Automated Personalization anche se l’opzione Non consentire duplicati è abilitata. (TGT-39567)
  • È stato risolto un problema che impediva il caricamento corretto della pagina Amministrazione > Configurazione Scene7. (TGT-39918)
  • È stato risolto un problema che causava il mapping delle proprietà sull’area di lavoro errata. (TGT-39869)
  • È stato risolto un problema che causava un caricamento infinito se la richiesta non riusciva dopo la modifica dell’ambiente durante la creazione di un’esclusione di consigli. (TGT-39948)

at.js 2.4.1 (23 marzo 2021)

Questa release di at.js è una versione di manutenzione e include i miglioramenti e le correzioni seguenti:

  • È stato risolto un problema a causa del quale targetPageParams veniva incluso nelle richieste mbox. targetPageParams deve essere incluso solo nelle richieste pageLoad. (TNT-40247)
  • È stato risolto un problema relativo agli oggetti globali del documento e della finestra nell’estensione Adobe Experience Platform Launch, sostituendo con riferimenti diretti le dipendenze degli oggetti globali Platform Launch. (TNT-37124)

Modifiche all’indirizzo IP per i server di elaborazione dei feed Consigli (16 marzo 2021)

Gli indirizzi IP del server di elaborazione dei feed di Target Recommendations sono stati aggiornati il 16 marzo 2021. Per ulteriori informazioni, consulta Indirizzi IP utilizzati dai server di elaborazione dei feed Consigli.

Target Standard/Premium 21.2.1 (9 marzo 2021)

Questa versione di manutenzione include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche.

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

  • È stata aumentata la dimensione dell’offerta consentita (TGT-38304):

    Tipo Limite precedente Nuovo limite
    HTML 256 KB 1024 KB
    Offerte visive dall’interfaccia utente di Target 64 KB 1024 KB per ogni esperienza
    Tramite API 512 KB 1024 KB
  • I rapporti Insights di personalizzazione per le attività Targeting automatico (AT) e Automated Personalization (AP) ora vengono prodotti ogni giorno. Puoi scegliere un rapporto che fornisce Segmenti automatizzati o Attributi importanti per gli ultimi 15, 30 e 60 giorni. Le opzioni di 45 giorni e 90 giorni sono state rimosse per consentire l’esecuzione giornaliera delle altre impostazioni dell’intervallo di lookback. (TGT-39472)

  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione della dipendenza corrente al clic del cliente su Modifica dipendenza nella pagina Obiettivi e impostazioni di un’attività. (TGT-39340)

  • È stato risolto un problema che si verificava durante l’aggiornamento della Libreria pubblico di un’area di lavoro. Prima dell’aggiornamento, vengono visualizzati i tipi di pubblico per l’area di lavoro attualmente selezionata. Dopo l’aggiornamento, venivano visualizzati l’Area di lavoro predefinita e i relativi tipi di pubblico. L’area di lavoro corrente e i relativi tipi di pubblico ora persistono dopo l’aggiornamento. (TGT-38871)

  • È stato risolto un problema che si verificava durante la copia di un’attività Consigli e in seguito modificando l’attività originale con la variazione della sequenza di criteri. La modifica nella sequenza di criteri nell’attività originale veniva erroneamente applicata anche all’attività copiata. (TGT-39155)

  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione di un numero errato di prodotti per le esclusioni nelle attività Consigli. (TGT-39599)

Target Standard/Premium 21.1.1 (19 gennaio 2021)

Questa versione di manutenzione include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche.

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

  • È stato aggiunto un avviso durante la selezione di una metrica Adobe Analytics quando si utilizza Analytics come origine per la generazione di rapporti (A4T) in un’attività Targeting automatico. I modelli di Targeting automatico sono ottimizzati per funzionare con metriche binarie (basate sulla conversione). La selezione di una metrica continua, come i ricavi, potrebbe avere risultati non ottimali e i rapporti Insights di personalizzazione potrebbero non essere accurati. (TGT-38926)
  • È stata aggiunta un’icona di stato nel rapporto Riepilogo targeting automatico per le attività di Targeting automatico che utilizzano A4T. L'icona di controllo verde accanto a ogni esperienza nel rapporto indica che per quell'esperienza è stato generato un modello di apprendimento automatico personalizzato. L'icona dell'orologio indica che non è stato fornito abbastanza traffico per generare il modello. (TGT-38925)
  • I rapporti Segmenti automatizzati e Attributi importanti per le attività di Targeting automatico che utilizzano A4T e le metriche di conversione Analytics vengono generati e hanno lo stesso aspetto di quando si utilizza Target come origine per la generazione di rapporti. (TGT-38931)
  • È stata aggiunta un’opzione di filtro dell’ambiente all’elenco Raccolte per Consigli. (TGT-38353)
  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione del conteggio dei prodotti errato nelle raccolte di Consigli. (TGT-39162)
  • È stato aggiunto il filtro Ultimo aggiornamento a Ricerca nel catalogo per Consigli. (TGT-38340)
  • È stato risolto un problema relativo alla funzione Consigli che causava il blocco della pagina Crea sequenza dopo la modifica del settore verticale. (TGT-38160)
  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti di rimuovere un pubblico da un’offerta in un’attività Automated Personalization (AP). (TGT-39058)
  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione errata dell’intervallo di tempo (date di inizio e di fine) nelle schede Informazioni pubblico per alcuni clienti. (TGT-39150)
  • È stato risolto un problema che impediva ad alcuni clienti di visualizzare l’elenco delle attività nell’Area di lavoro predefinita. (TGT-38526)

at.js 2.4.0 (14 gennaio 2021)

Questa versione di at.js è una versione di manutenzione che include i miglioramenti e le correzioni seguenti:

  • È stato aggiunto il supporto per l’ID di piattaforma/profilo unificato agli ID cliente dell’API Delivery.
  • È stata corretta l’iniezione di tag di stile non valida.

Note sulla versione - 2020

Target Standard/Premium 20.10.1 (27 ottobre 2020)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità:

Funzione Dettagli
Decisioning sul dispositivo Le attività di decisioning sul dispositivo consentono sia agli addetti al marketing che agli sviluppatori di prodotti di distribuire personalizzazioni basate sulla sperimentazione e sull’apprendimento automatico dall’interno del dispositivo di un utente, su canali diversi, con latenza pressoché pari a zero.
Velocità e prestazioni sono importanti, in termini di approfondimenti sul cliente e soddisfazione degli utenti.
Le attività di decisioning sul dispositivo consentono di compilare istruzioni chiave di personalizzazione e sperimentazione nei tipi di attività Test A/B e Targeting esperienza (XT), sotto forma di “artefatti di ottimizzazione”, ossia oggetti JSON caricati sul dispositivo del cliente tramite la rete CDN. Inoltre, poiché il decisioning sul dispositivo si collega in modo nativo con i prodotti Adobe Experience Cloud, gli utenti di Target ricevono analisi rapide e iterazioni di esperienze più veloci.
Per ulteriori informazioni, consulta *Decisioning sul dispositivo.

Questa versione include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti:

  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione di Incremento medio e intervallo di affidabilità e Affidabilità nella generazione di rapporti Auto-Target per la riga Totale. Le misurazioni vengono visualizzate correttamente per tutte le singole esperienze. (TGT-37301)

  • È stato risolto un problema che ha interessato la generazione di rapporti Targeting automatico per gli utenti di Adobe Target Premium dal 15 settembre alle 2:30 (PDT) al 6 ottobre alle 9:25 (PDT). Quando si visualizzavano i rapporti per le metriche di conversione interessate (configurate utilizzando l’opzione “Visualizzazione di una pagina” o “Clic su una mbox”), i tassi di conversione non venivano riportati correttamente. Al momento non è presente alcun problema di consegna noto. Per informazioni su come risincronizzare e correggere la generazione di rapporti, consulta Generazione rapporti di Targeting automatico nella sezione Problemi risolti in Problemi noti e problemi risolti.

  • È stata aggiunta la colonna selezionabile Ultimo aggiornamento nella tabella Ricerca nel catalogo e il filtro Ultimo aggiornamento. Questo miglioramento consente di risparmiare tempo e lavoro: non è più necessario aprire ogni singolo elemento per vedere quando è stato aggiornato per l’ultima volta, ed è possibile filtrare in base alla data dell’ultimo aggiornamento degli elementi.

    Illustrazione della colonna e del filtro Ultimo aggiornamento

  • Sono stati effettuati aggiornamenti per rendere l’interfaccia utente di Target compatibile con le linee guida per l’accessibilità dei contenuti web 2.0, criteri di successo di livello A e AA (WCAG 2.0 AA). (TGT-34384 e TGT-24679)

  • Miglioramenti all’informativa sulla sicurezza dei contenuti (Content Security Policy, CSP). (TGT-37035)

  • È stato introdotto un modo per specificare il codice cliente come parametro per i clienti che utilizzano CNAME. (TNT-38571)

  • È in corso il trasferimento della documentazione di Adobe Experience Cloud a Experience League. Nel mese di ottobre, tutte le note sulla versione, gli articoli, i video e i tutorial verranno trasferiti dalla posizione corrente in docs.adobe.com a Experience League. In questo modo tutti i contenuti di apprendimento, supporto autonomo, abilitazione e community saranno accessibili da un’unica posizione. Questa modifica non richiede alcun intervento da parte tua: tutti i collegamenti esistenti verranno reindirizzati a Experience League. All’inizio di questo passaggio, le note sulla versione verranno aggiornate di conseguenza.

Target Standard/Premium 20.9.1 (30 settembre 2020)

Questa versione di manutenzione include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • Sono state migliorate la navigazione e la funzionalità per gli utenti che utilizzano solo la tastiera. (TGT-34487, TGT-34516, TGT-34517, TGT-34514)
  • Sono state aggiunte etichette nell’interfaccia utente per aiutare gli utenti che utilizzano tecnologie per l’accessibilità. (TGT-34500, TGT-34501, TGT-34502, TGT-24504)
  • È stato migliorato il contrasto di testo e colori per immagini e testo nell’interfaccia utente. (TGT-34513)

Target Standard/Premium 20.8.3 (15 settembre 2020)

Funzione Dettagli
Icona Premium Supporto di Analytics for Target (A4T) per le attività di Targeting automatico Le attività di Targeting automatico ora supportano Analytics for Target.
Questa integrazione consente di utilizzare l’algoritmo di machine learning per il targeting automatico per scegliere l’esperienza migliore per ogni visitatore in base a profilo, comportamento e contesto.
Se hai già implementato A4T per l’utilizzo con attività di test A/B e Targeting esperienza, è tutto pronto.
Per ulteriori informazioni, consulta Supporto A4T per attività di allocazione automatica e targeting automatico.

Target Standard/Premium 20.8.2 (10 settembre 2020)

Funzione Dettagli
Icona Premium Controllo degli slot di consigli entro sequenze di criteri Le sequenze di criteri ora consentono di controllare il numero di slot raggruppati per ogni criterio di consigli, consentendo di combinare e abbinare diversi tipi di elementi o diverse logiche degli algoritmi.
Per ulteriori informazioni, consulta Creare sequenze di criteri.

Target Standard/Premium 20.8.1 (2 settembre 2020)

Questa versione include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti:

  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione di errori durante il caricamento delle nuove pagine Amministrazione dopo il passaggio a un’organizzazione. (TGT-37730)
  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione del codice client errato nella pagina Amministrazione e implementazione. (TGT-37849)
  • È stato risolto un problema che a volte impediva agli utenti di utilizzare le funzioni di modifica nel Compositore esperienza visivo dopo il suo corretto caricamento. (TGT-37162)
  • È stato risolto un problema che impediva il caricamento delle pagine in Compositore esperienza visivo e Compositore esperienza avanzato anche se l’estensione VEC Helper era installata. Questo era dovuto a cambiamenti in Google Chrome 80+. Scarica l’estensione VEC Helper aggiornata. (TGT-37893)
  • È stato risolto un problema che a volte impediva agli utenti di scaricare at.js dalla pagina Amministrazione e implementazione dopo il cambio di organizzazione. (TGT-37668)
  • Il pulsante di download di at.js ora è disattivato durante il caricamento per impedire a Target di inviare più richieste se gli utenti fanno clic più volte. (TGT-37633)
  • È stato risolto un problema nelle attività Targeting esperienza (XT) a causa del quale le esperienze visualizzavano il messaggio “recupero risultati” per un periodo di tempo prolungato. (TGT-37684)
  • Sono state migliorate la navigazione e la funzionalità per gli utenti che utilizzano solo la tastiera. (TGT-34479 e TGT-34473)
  • Sono state aggiunte etichette nell’interfaccia utente per aiutare gli utenti che utilizzano tecnologie per l’accessibilità. (TGT-34480)
  • È stato migliorato il messaggio di errore visualizzato quando si elimina un riquadro di visualizzazione mobile attualmente utilizzato in un’attività. Il messaggio di errore ora recita: “Questo riquadro di visualizzazione è attualmente associato a una o più attività. Per eliminarlo, rimuovilo da tali attività.” (TGT-37030)
  • Nel Compositore esperienza visivo è stato aggiunto il supporto necessario per consentire il tracciamento dei clic su un selettore css che corrisponde a più di un elemento nella pagina. (TGT-37323)
  • È stato risolto un problema che impediva ad alcuni utenti di visualizzare l’elenco Attività. Veniva visualizzato il seguente messaggio di errore: “Impossibile recuperare i suggerimenti URL.” L’errore si verificava per gli utenti che utilizzano un ritorno a capo in FirstName (FirstName/r/n) nel sistema di back-end Adobe. (TGT-37330)
  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti di visualizzare la pagina Attività se il nome dell’area di lavoro (specificato in Adobe Admin Console for Enterprise) contiene un apostrofo. (TGT-37709)
  • È stato risolto un problema nelle attività Allocazione automatica durante la selezione delle metriche di ottimizzazione e conversione, a causa del quale un messaggio di errore chiedeva agli utenti di selezionare una suite di rapporti, anche se ne era già stata specificata una. (TGT-37689)
  • È stato risolto un problema che a volte causava la visualizzazione di una pagina di metriche vuota in Obiettivi e impostazioni se vi si ritornava dopo essere passati alla pagina Targeting. (TGT-37691)
  • È stato risolto un problema che causava un valore errato dell’ultima modifica per i criteri Recommendations. (TGT-37666)
  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione degli ID mbox nell’elenco a discesa mbox, invece dei nomi mbox. (TGT-37739)

at.js 2.3.2 (24 luglio 2020)

Questa versione di at.js è una versione di manutenzione e include la correzione seguente:

  • È stato corretto un bug a causa del quale uno script o un codice aggiungeva proprietà predefinite alla finestra o al documento.

Target Standard/Premium 20.7.1 (27 luglio 2020)

Questa versione include le seguenti modifiche:

Aggiornamento dell’interfaccia utente nella sezione Amministrazione

Stiamo gradualmente riscrivendo l’intera interfaccia utente di Target utilizzando un nuovo stack tecnologico per poter offrire prestazioni migliori, ridurre il tempo di manutenzione necessario per il rilascio di nuove funzioni e migliorare l’esperienza di utilizzo in tutto il prodotto. La prima sezione aggiornata è la sezione Configurazione, che è stata rinominata Amministrazione.

Come parte di questo aggiornamento, potrai eseguire facilmente molte azioni utilizzando le pagine della sezione Amministrazione, ad esempio:

  • Scarica l’ultimo file at.js dalla scheda Implementazione (Amministrazione > Implementazione).
  • Personalizza le impostazioni di at.js e verifica facilmente le modifiche (Amministrazione > Implementazione).
  • Modifica le impostazioni di generazione rapporti avanzate, ad esempio la valuta e il fuso orario predefiniti, gli indirizzi IP da escludere dai rapporti, ecc. (Amministrazione > Generazione rapporti)
  • Offusca gli indirizzi IP dei visitatori per motivi di privacy (Amministrazione > Implementazione)
  • Visualizza l’elenco esistente di utenti per area di lavoro e i relativi ruoli, prima di gestirli in Adobe Admin Console (Amministrazione > Utenti).
  • Cerca e filtra tutte le tabelle nella sezione Amministrazione.

Per ulteriori informazioni, consulta Panoramica sull’amministrazione di Target.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti:

  • È stato risolto un problema a causa del quale le preferenze del sito non venivano mantenute dopo l’aggiornamento. (TGT-37239)
  • È stato risolto un problema che impediva il corretto funzionamento di Inserisci dopo > Immagine con immagini SVG (Scalable Vector Graphics). (TGT-37242)
  • È stato risolto un problema a causa del quale gli utenti con il ruolo Editore non potevano eliminare le bozze di attività. (TGT-37358)
  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti di modificare un’attività quando si selezionava Tutte le mie aree di lavoro. (TGT-37276)

Target Standard/Premium 20.5.1 (17 giugno 2020)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Supporto di Analytics for Target (A4T) per le attività di Allocazione automatica Le attività di Allocazione automatica ora supportano Analytics for Target.
Questa integrazione ti consente di utilizzare la funzionalità multi-armed bandit di Allocazione automatica per indirizzare il traffico verso esperienze vincenti, utilizzando al tempo stesso una metrica di obiettivo di Adobe Analytics e/o funzionalità di reporting e analisi di Adobe Analytics.
Se hai già implementato A4T per l’utilizzo con attività di test A/B e Targeting esperienza, è tutto pronto.
Per ulteriori informazioni, consulta Supporto di A4T per attività di allocazione automatica e targeting automatico.
Token di risposta per il metodo di allocazione del traffico per le attività di Targeting automatico e Automated Personalization Sono stati aggiunti due token di risposta alle attività di Targeting automatico e Automated Personalization per consentire di determinare se un visitatore ha ricevuto una particolare esperienza a seguito dell’assegnazione al traffico “di controllo” o “mirato”.
  • experience.trafficAllocationId restituirà 0 se un visitatore ha ricevuto un’esperienza dal traffico “di controllo” e 1 se un visitatore ha ricevuto un’esperienza dalla distribuzione del traffico “mirata”.
  • experience.trafficAllocationType restituirà “di controllo” o “mirato”.
Per ulteriori informazioni sul controllo rispetto al traffico di destinazione, consulta Selezionare il controllo per un’attività Automated Personalization o Targeting automatico.
Ruolo Editore Questo nuovo ruolo è simile al ruolo Osservatore corrente, che consente di visualizzare le attività, ma non di crearle o modificarle. Tuttavia, il ruolo Editore è anche autorizzato ad attivare le attività.
Per ulteriori informazioni, vedi:
Supporto di A4T in Analysis Workspace
25 giugno 2020
Analytics for Target (A4T) ora è supportato in Analysis Workspace. Il pannello Analytics for Target (A4T) consente di analizzare le attività e le esperienze Adobe Target in Analysis Workspace.
Per ulteriori informazioni, consulta Rapporti in Analytics in Generazione di rapporti per A4T e Pannello Analytics for Target (A4T) nella Guida agli strumenti di Analytics.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

  • È stato risolto un problema a causa del quale, nella definizione dell’attività, veniva memorizzata la metrica “visitors” invece di “UniqueVisitors”. (TGT-37098)
  • È stato risolto un problema nell’interfaccia utente di Target a causa del quale la barra di scorrimento verticale non funzionava correttamente nella pagina Tipi di pubblico. (TGT-36968)

Versioni di at.js 1.8.2 e at.js 2.3.1 (15 giugno 2020)

Nelle librerie at.js Target sono stati apportati i miglioramenti e le correzioni seguenti:

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
at.js 1.8.2 Questa versione di at.js è una versione di manutenzione e include la correzione seguente:
  • È stato risolto un problema che si verificava con l’utilizzo di CNAME e Edge override, at.js 1.x poteva creare il dominio del server in modo errato, causando un errore nella richiesta di Target. (TNT-35064)
Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione at.js.
at.js 2.3.1 Questa release di at.js è una versione di manutenzione e include i miglioramenti e le correzioni seguenti:
  • L’impostazione deviceIdLifetime ora può essere sostituita tramite targetGlobalSettings. (TNT-36349)
  • È stato risolto un problema che si verificava con l’utilizzo di CNAME e Edge override, at.js 2.x poteva creare il dominio del server in modo errato, causando un errore nella richiesta di Target. (TNT-35065)
  • È stato risolto un problema che si verificava durante l’utilizzo delle estensioni Target Launch v2 e Adobe Analytics Launch, a causa del quale Target ritardava la chiamata di Analytics sendBeacon. (TNT-36407, TNT-35990, TNT-36000)
Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione at.js.

Modifiche in API v2 per lo stato di Batch profili (14 maggio 2020)

A partire dalla versione del 20 maggio, lo stato di Batch profili restituirà solo i dati di errore a livello di riga (i dati di successo non verranno restituiti). Inoltre, gli ID profilo con errore verranno restituiti dall’API.

Risposte API precedenti e nuove:

ProfileBatchStatus Api
http://<<edge>>/m2/<<client>>/profile/batchStatus?batchId=<batchid>

Attualmente la risposta si presenta così:

<response>
 
    <batchId>samplebatch-1585929692655-59449976</batchId>
 
    <status>complete</status>
 
    <batchSize>164</batchSize>
 
    <profile>
 
        <id>1514187733806-729395</id>
 
        <status>success</status>
 
    </profile>
 
    <profile>
 
        <id>1573612762055-214017</id>
 
        <status>success</status>
 
    </profile>
 
    <profile>
 
        <id>some profile id</id>
 
        <status>failed</status>
 
    </profile>
 
</response>

Dopo il 4 maggio, la risposta sarà:

<response>
 
    <batchId>samplebatch-1585929692655-59449976</batchId>
 
    <status>complete</status>
 
    <batchSize>164</batchSize>
 
    <profile>
 
        <id>some profile id</id>
 
        <status>failed</status>
 
    </profile>
 
</response>

Target Standard/Premium 20.4.1 (6 maggio 2020)

Questa versione include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti:

  • È stato risolto un problema che qualificava in modo errato un tipo di dispositivo e browser per un pubblico. (TGT-36266)
  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione dei dati del rapporto su schermi con una larghezza inferiore a 963 pixel. (TGT-36549)
  • È stato risolto un problema che impediva il corretto rendering dei rapporti di Personalizzazione automatica. (TGT-36619)
  • È stato risolto un problema che consentiva la selezione di metriche non compatibili nelle attività di Allocazione automatica e Targeting automatico che utilizzano Analytics for Target (A4t). (TGT-36646)
  • È stato risolto un problema che impediva la corretta visualizzazione di alcune opzioni nel Compositore esperienza visivo. (TGT-36571)
  • È stato risolto un problema nell’interfaccia utente di Target a causa del quale altre anteprime di offerte Consigli visualizzavano il contenuto modificato dopo che un utente aveva sostituito il contenuto in una singola esperienza. (TGT-36053 e TGT-36894)
  • È stato risolto un problema che impediva ad alcuni utenti di eliminare elementi da un catalogo Consigli. (TGT-36455)
  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti di salvare criteri Consigli in un’attività multipagina. (TGT-36249)
  • È stato risolto un problema che causava la scomparsa dei pulsanti di scelta dell’origine dati comportamentale quando si modificavano i criteri per una seconda volta consecutiva. (TGT-36796)
  • È stato risolto un problema a causa un algoritmo Consigli visualizzava il messaggio “recupero dei risultati” per un periodo prolungato. (TGT-36550 e TGT-36551)
  • Sono state aggiornate numerose stringhe dell’interfaccia utente per diverse lingue.

Target at.js (25 marzo 2020)

Sono disponibili le seguenti nuove versioni delle librerie JavaScript at.js di Target:

  • versione at.js 2.3.0
  • versione at.js 1.8.1

Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione at.js.

Target Standard/Premium 20.2.1 (23 marzo 2020)

Questa versione include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti:

  • È stato risolto un problema che impediva ai clienti di selezionare una raccolta durante la ricerca in un catalogo. (TGT-36230)

  • È stato risolto un problema in cui un criterio creato tramite API ma a cui non si fa riferimento da alcuna attività creata nell’interfaccia utente di Target poteva essere eliminato erroneamente dall’interfaccia utente. (TGT-35917)

  • Sono stati implementati miglioramenti relativi alla sicurezza Content Security Policy (CSP). (TGT-36190)

  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione di “NaN%” se si scorreva la barra della percentuale di ponderazione degli attributi fino all’estremità destra. (TGT-36211)

  • Sono stati risolti alcuni problemi di localizzazione, per la corretta visualizzazione del testo dell’interfaccia utente in varie lingue.

  • È stato standardizzato l’elenco delle metriche disponibili dalle attività di Adobe Analytics for Target (A4T), rendendo obsolete le metriche di Adobe Analytics non supportate nella versione corrente delle API di Adobe Analytics. Questo ci consentirà di estendere il supporto A4T nelle future versioni di Adobe Target.

    Sono state apportate le seguenti modifiche:

    • “Tempo medio trascorso su pagina” è stato sostituito da “Tempo medio trascorso nel sito”. Per tutte le attività che utilizzano questa metrica per l’obiettivo principale, alla successiva modifica dell’attività, verrà selezionato “Tempo medio trascorso nel sito” (nota: misurato in minuti anziché in secondi) come metrica dell’obiettivo principale.
    • “Visitatori” è stato sostituito da “Visitatori univoci”. Per tutte le attività che utilizzano questa metrica per l’obiettivo principale, alla successiva modifica dell’attività verrà selezionato “Visitatori univoci” come metrica dell’obiettivo principale.
  • Le metriche seguenti sono state dichiarate obsolete e non possono più essere selezionate come metrica dell’obiettivo principale durante la creazione di una nuova attività A4T.

    Metriche obsolete Metriche di sostituzione consigliate
    Visitatori giornalieri, Visitatori orari, Visitatori mensili, Visitatori trimestrali, Visitatori settimanali, Visitatori annuali Visitatori univoci
    Profondità media della visita n/d. Non suggerito come metrica di obiettivo principale
    Bot n/d. Non suggerito come metrica di obiettivo principale
    Frequenza arresti anomali mobile, Lunghezza media sessione precedente mobile, Classifica media app store mobile, Frequenza arresti anomali prestazioni app mobile, Valutazione media app store mobile n/d. Non suggerito come metrica di obiettivo principale
  • Quando accedi ad Adobe Experience Cloud, trovi la nuova navigazione dell’intestazione. Assomiglia molto alla navigazione precedente, con la barra nera nella parte superiore, ma offre i seguenti miglioramenti:

    • Passaggio più semplice tra le diverse organizzazioni Identity Management System (IMS) o verso una soluzione diversa.

    • Guida utente migliorata: i risultati della ricerca includono i risultati provenienti dalla documentazione di Target, dai forum della community e nuovi contenuti video, che consentono di accedere più facilmente a più risorse per ottenere il massimo da Target. Inoltre, è stato aggiunto un meccanismo di feedback direttamente nel menu Aiuto con cui puoi segnalare eventuali problemi o inviarci le tue idee.

    • È stata migliorata la funzionalità di feedback NPS (Net Promoter Score), in modo che la modalità di sondaggio non disturbi il flusso di lavoro.

    • Flusso di accesso migliorato. In precedenza, tutti i clienti di Target arrivavano alla pagina di destinazione di Target dopo aver fatto clic sull’icona Target nell’intestazione. Tale pagina consentiva quindi ai clienti di procedere con Target Standard/Premium, Search&Promote o Recommendations Classic, come illustrato di seguito:

      Pagina di destinazione

      Abbiamo eliminato questa pagina di destinazione per tutti i nostri clienti. Ora puoi sempre passare direttamente alla pagina Elenco attività facendo clic sull’icona Target nella nuova barra di navigazione dell’intestazione.

      Se utilizzi Recommendations Classic, puoi passare direttamente alla soluzione oppure puoi farlo dal collegamento breve creato nella scheda Consigli, come illustrato di seguito:

      Collegamento profondo Recommendations Classic

      Se utilizzi Search&Promote, devi passare direttamente all’URL di Search&Promote (https://center.atomz.com/center/?ims=1). Il percorso per raggiungere Search&Promote dall'interno di Adobe Target è stato rimosso completamente.

    • Le notifiche per Target non sono attualmente disponibili nel menu a discesa Notifiche nell’intestazione.

    NOTA

    Con l’introduzione della nuova barra di navigazione, noterai anche alcune modifiche URL. Tutti i precedenti collegamenti impostati come segnalibro o preferiti continuano a funzionare, ma ti invitiamo a salvare come segnalibro i nuovi collegamenti, per accedervi più rapidamente.

Target Standard/Premium 20.1.1 (4 febbraio 2020)

Target Standard/Premium 20.1.1 è una versione di manutenzione e include miglioramenti generali e di back-end. Sono inoltre incluse le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema a causa del quale il campo del server di tracciamento di Adobe Analytics risultava vuoto nella pagina Obiettivi e impostazioni per le attività esistenti di Adobe for Target (A4T). (TGT-35960)
  • È stato risolto un problema nell’interfaccia utente che impediva la visualizzazione della selezione nel secondo elenco a discesa durante la creazione di un pubblico per l’affinità tra categorie. (TGT-36098)

Note sulla versione - 2019

SDK Java di Target versione 1.1.0 (16 dicembre 2019)

  • È stato aggiunto il supporto per la configurazione proxy in seguito al contributo open source di @hisham-hassan.

SDK Java di Target versione 1.0.1 (11 novembre 2019)

Il seguente problema è stato risolto nella versione 1.0.1:

  • Invio di ID di dati supplementari in una richiesta Target anche quando non è presente alcun cookie API visitatore.

Piattaforma Target (31 ottobre 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
SDK Java L’SDK Java di Target consente di implementare Target lato server. Questo SDK Java consente di integrare facilmente Target con altre soluzioni Adobe Experience Cloud come Adobe Experience Cloud Identity Service, Adobe Analytics e Adobe Audience Manager.
L’SDK Java introduce alcune best practice e semplifica l’integrazione con Target tramite l’API di consegna, in modo che i team di progettazione possano concentrarsi sulla logica di business. Di seguito sono riportate le funzioni principali introdotte nell’ultima versione:
  • Supporto per preacquisizione e notifiche che consentono di ottimizzare le prestazioni tramite la memorizzazione in cache.
  • Supporto per l’ottimizzazione delle prestazioni quando si dispone di un’integrazione ibrida di Target sia sulle pagine web che sul lato server. Stiamo introducendo un’impostazione denominata serverState che viene compilata da esperienze recuperate tramite il lato server, in modo che at.js 2.2 non effettuerà più una chiamata aggiuntiva al server per recuperare le esperienze. Questo approccio ottimizza le prestazioni di caricamento delle pagine.
  • Supporto per il recupero di attività create dal Compositore esperienza visivo tramite l’SDK Java, reso possibile dalla nuova API di consegna.
  • Open source, in modo che gli sviluppatori possano contribuire all’SDK Java di Target.
Per ulteriori informazioni sull’SDK Java di Target, consulta l’articolo Server-Side Optimization with the new Target Java SDK, nell’Adobe Tech Blog.

Target Standard/Premium 19.10.2 (31 ottobre 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Icona Premium Attributi con più valori A volte è necessario utilizzare un campo con più valori. Prendi in considerazione gli esempi seguenti:
  • Offri dei film agli utenti. Un dato film ha più attori.
  • Vendi biglietti per concerti. Un dato utente ha più band preferite.
  • Vendi vestiti. Una camicia è disponibile in più taglie.
Per gestire i consigli in questi scenari, puoi trasmettere dati con più valori alla funzione Consigli di Target e utilizzare operatori speciali con più valori.
Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzare attributi con più valori.

Target Standard/Premium 19.10.1 (22 ottobre 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Icona Premium Consigli basati sugli utenti
(24 ottobre 2019)
Consiglia gli articoli in base alla cronologia di navigazione, visualizzazione e acquisto di ogni visitatore. Questi articoli sono generalmente presentati al visitatore come “Consigliati per te”.
Questi criteri ti consentono di fornire contenuti ed esperienze personalizzati sia ai visitatori nuovi che a quelli di ritorno. L’elenco dei consigli è ponderato rispetto all’attività più recente del visitatore, viene aggiornato durante la sessione e diventa sempre più personalizzato man mano che il visitatore naviga sul sito.
Per ulteriori informazioni, consulta “Consigli basati sugli utenti” in Criteri/Algoritmi.

Navigazione in Adobe Experience Cloud

  • Quando accedi a Adobe Experience Cloud, trovi la nuova navigazione dell’intestazione. Assomiglia molto alla navigazione precedente, con la barra nera nella parte superiore, ma offre i seguenti miglioramenti:

    • Passaggio più semplice tra le diverse organizzazioni Identity Management System (IMS) o verso una soluzione diversa.

    • Guida utente migliorata: i risultati della ricerca includono i risultati provenienti dalla documentazione di Target, dai forum della community e nuovi contenuti video, che consentono di accedere più facilmente a più risorse per ottenere il massimo da Target. Inoltre, è stato aggiunto un meccanismo di feedback direttamente nel menu Aiuto con cui puoi segnalare eventuali problemi o inviarci le tue idee.

    • È stata migliorata la funzionalità di feedback NPS (Net Promoter Score), in modo che la modalità di sondaggio non disturbi il flusso di lavoro.

    • Flusso di accesso migliorato. In precedenza, tutti i clienti di Target arrivavano alla pagina di destinazione di Target dopo aver fatto clic sull’icona Target nell’intestazione. Tale pagina consentiva quindi ai clienti di procedere con Target Standard/Premium, Search&Promote o Recommendations Classic, come illustrato di seguito:

      Pagina di destinazione

      Abbiamo eliminato questa pagina di destinazione per tutti i nostri clienti. Ora puoi sempre passare direttamente alla pagina Elenco attività facendo clic sull’icona Target nella nuova barra di navigazione dell’intestazione.

      Se utilizzi Recommendations Classic, puoi passare direttamente alla soluzione oppure puoi farlo dal collegamento breve creato nella scheda Consigli, come illustrato di seguito:

      Collegamento profondo Recommendations Classic

      Se utilizzi Search&Promote, devi passare direttamente all’URL di Search&Promote (https://center.atomz.com/center/?ims=1). Il percorso per raggiungere Search&Promote dall'interno di Adobe Target è stato rimosso completamente.

    • Le notifiche per Target non sono attualmente disponibili nel menu a discesa Notifiche nell’intestazione.

    NOTA

    Queste funzioni verranno implementate gradualmente, e non saranno subito disponibili per tutti i clienti. Nel corso delle prossime settimane, presenteremo queste funzioni a partire dal rilascio di Target Standard/Premium 19.10.1 (22 ottobre 2019).

    Con l’introduzione della nuova barra di navigazione, noterai anche alcune modifiche URL. Tutti i precedenti collegamenti impostati come segnalibro o preferiti continuano a funzionare, ma ti invitiamo a salvare come segnalibro i nuovi collegamenti, per accedervi più rapidamente.

at.js versioni 2.2 e 1.8 (10 ottobre 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
at.js versione 2.2
e
at.js versione 1.8
Novità di queste versioni di at.js:
  • Prestazioni migliorate quando si utilizzano sia Experience Cloud ID Service (ECID) v4.4 che at.js 2.2 o at.js 1.8 sulle pagine web.
  • In precedenza, l’ECID effettuava due chiamate di blocco prima che at.js potesse recuperare le esperienze. Questa funzione è stata ridotta a una singola chiamata, il che migliora notevolmente le prestazioni.
Per usufruire di questi miglioramenti delle prestazioni, effettua l’aggiornamento a at.js 2.2 o at.js 1.8 insieme alla libreria ECID v4.4.
at.js 2.2 fornisce:
  • serverState: impostazione disponibile in at.js v2.2+ che può essere utilizzata per ottimizzare le prestazioni della pagina quando viene implementata un’integrazione ibrida di Target. Per integrazione ibrida si intende l’utilizzo sia di at.js v2.2+ sul lato client che dell’API di consegna o di un SDK Target sul lato server per distribuire le esperienze. serverState consente a at.js v2.2+ di applicare le esperienze direttamente dal contenuto recuperato sul lato server e restituito al client come parte della pagina trasmessa.
    Per ulteriori informazioni, consulta “serverState” in targetGlobalSettings.

Piattaforma Target (9 ottobre 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
SDK di Node.js versione 1.0 SDK di Node.js di Target consente di implementare Target lato server.
L’SDK di Node.js consente di integrare facilmente Target con altre soluzioni Experience Cloud, come il servizio Adobe Experience Cloud Identity, Adobe Analytics e Adobe Audience Manager.
L’SDK di Node.js introduce alcune best practice e semplifica l’integrazione con Adobe Target tramite la nostra API di consegna, in modo che i team di progettazione possano concentrarsi sulla logica di business. Di seguito sono riportate le funzioni principali introdotte nell’ultima versione:
  • Supporto per preacquisizione e notifiche che consentono di ottimizzare le prestazioni tramite la memorizzazione in cache.
  • Supporto per l’ottimizzazione delle prestazioni in caso di integrazione ibrida di Target sia sulle pagine web che sul lato server. Stiamo introducendo l’impostazione serverState che verrà compilata da esperienze recuperate tramite il lato server, in modo che at.js 2.2 non effettuerà più una chiamata aggiuntiva al server per recuperare le esperienze. Questo approccio ottimizza le prestazioni di caricamento delle pagine.
  • Supporto per il recupero di attività create dal Compositore esperienza visivo tramite SDK di Node.js, reso possibile dalla nuova API di consegna.
  • Open source, in modo che i tuoi sviluppatori possano contribuire all’SDK di Node.js.
API di consegna È disponibile in produzione un endpoint API di consegna completamente nuovo (/v1/delivery?lang=it). Le funzioni principali sono:
  • Un endpoint per il recupero di esperienze per una o più mbox
  • Recupero delle attività create dal Compositore esperienza visivo tramite l’API
  • Supporto per il nuovo oggetto Viste, utilizzato per applicazioni a pagina singola e applicazioni mobili

Target Standard/Premium 19.9.2 (30 settembre 2019)

Questa versione di manutenzione include i seguenti miglioramenti:

  • Diverse correzioni di sicurezza, compreso l’aggiornamento di sicurezza dell’editor Rich Text (RTE) nel Compositore esperienza visivo. (TGT-35383)
  • È ora possibile aggiungere offerte Consigli a elementi diversi da DIV (ad esempio P, UL, H1), oltre a DIV, nelle attività di test A/B e di Targeting esperienza. (TGT-34333)
  • Le notifiche degli eventi (icona a forma di campanello nell’interfaccia utente di Target) non sono più disponibili. Presto sarà disponibile un nuovo look per le notifiche.

Target Standard/Premium 19.9.1 (10 settembre 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Icona Premium Autorizzazioni Enterprise Con la versione di Target di settembre 2019, le Autorizzazioni Enterprise forniranno ai clienti i seguenti controlli di accesso:
  • Possibilità di scegliere le aree di lavoro a cui applicare l’integrazione.
  • Possibilità di applicare un ruolo all’integrazione Adobe I/O: Approvatore, Editor o Osservatore.
Per istruzioni dettagliate e ulteriori informazioni, consulta Consentire alle integrazioni Adobe I/O di accedere alle aree di lavoro e assegnare ruoli.

Target Standard/Premium 19.7.1 (24 luglio 2019)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità e miglioramenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Badge Premium
Consigli in attività di Test A/B e Targeting esperienza
Lo stato di un’offerta (algoritmo) di tipo Consigli viene visualizzato nella pagina Panoramica per le attività Test A/B e Targeting esperienza che contengono offerte di tipo Consigli. Gli stati includono: Risultati pronti, Risultati non pronti ed Errore di feed. (TGT-33649)
Consulta Consigli come offerta.
Supporto per il tracciamento tra domini diversi per at.js 2.0+ tramite la libreria Experience Cloud ID (ECID) In precedenza, il tracciamento tra domini diversi non era supportato in at.js 2.x. Con questa versione, i clienti che usano at.js 2.0 o versioni successive possono utilizzare il tracciamento tra domini diversi tramite la libreria ECID. Per il corretto funzionamento del tracciamento tra domini diversi, la libreria ECID deve essere installata sulla pagina insieme at.js 2.0 o versione successiva. È necessario utilizzare la libreria Experience Cloud ID 4.3.0+.
Consulta Supporto del tracciamento tra più domini in at.js 2.x.
Supporto di Target per Apple ITP 2.1 e ITP 2.2 tramite la libreria Experience Cloud ID (ECID) 4.3 I clienti di Target ora possono mitigare Apple ITP 2.1 e ITP 2.2 sfruttando il programma di certificazione CNAME di Adobe.
Con questa versione, Target introduce un’integrazione diretta con la libreria ECID 4.3, che sfrutta un cookie lato server per mitigare ITP 2.1 e ITP 2.2. Si consiglia vivamente ai clienti di Target di implementare la libreria ECID 4.3+ insieme alla libreria JavaScript di Target per mitigare eventuali versioni future di ITP. La libreria ECID continuerà a essere migliorata per offrire una soluzione solida per i criteri dei cookie in continua evoluzione introdotti dai browser.
Consulta Apple Intelligent Tracking Prevention (ITP) 2.x.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

  • È stato risolto un problema che impediva la cancellazione dei valori di esclusione nelle attività Consigli durante l’aggiunta di valori duplicati. (TGT-34996)
  • Ora puoi rimuovere una progettazione in un’attività Consigli dalla pagina Targeting (passaggio 2 del flusso di lavoro guidato in tre parti). Per poter rimuovere una progettazione, devono essere selezionate più di una progettazione. (TGT-35118)
  • È stato risolto un problema a causa del quale, per alcuni clienti, le schede dei criteri personalizzate non venivano caricate correttamente nell’interfaccia utente di Target o non potevano essere modificate. (TGT-35170)

at.js versione 2.1.1 (24 luglio 2019)

Questa release di at.js è una versione di manutenzione e include i miglioramenti e le correzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

  • È stato risolto un problema a causa del quale venivano attivati più beacon quando si utilizzava la metrica Tracciamento dei clic nella pagina Obiettivi e impostazioni nel Compositore esperienza visivo. (TNT-32812)
  • È stato corretto un problema a causa del quale triggerView() non poteva eseguire il rendering delle offerte più di una volta. (TNT-32780)
  • È stato corretto un problema relativo a triggerView() per fare sì che la richiesta contenga informazioni Experience Cloud ID (ECID). (TNT-32776)
  • È stato risolto un problema a causa del quale la notifica triggerView() non veniva attivata nonostante l’assenza di visualizzazioni salvate. (TNT-32614)
  • È stato risolto un problema che provocava un errore a causa dell’utilizzo di decodeURIcomponent e si verificavano problemi se l’URL conteneva un parametro di stringa query non valido. (TNT-32710)
  • Il flag beacon ora è impostato su “true” nel contesto di richieste di consegna inviate tramite l’API Navigator.sendBeacon(). (TNT-32683)
  • È stato risolto un problema che, per alcuni clienti, impediva la visualizzazione delle offerte Consigli sui siti web. I clienti potevano vedere i contenuti delle offerte nella chiamata API per la consegna, ma l’offerta non veniva applicata al sito web. (TNT-32680)
  • È stato risolto un problema di funzionamento imprevisto del tracciamento dei clic tra più esperienze. (TNT-32644)
  • È stato risolto un problema che impediva ad at.js di applicare la seconda metrica dopo un errore nel rendering della prima metrica. (TNT-32628)
  • È stato risolto un problema nel passare mboxThirdPartyId utilizzando la funzione targetPageParams, a causa del quale il payload della richiesta non veniva incluso nei parametri della query o nel payload della richiesta. (TNT-32613)
  • È stato risolto un problema a causa del quale, nei browser basati su Chromium (incluso Google Chrome), venivano bloccate le risposte alle notifiche di visualizzazione o clic. (TNT-32290)

Per informazioni su questa versione e sulle versioni precedenti di at.js, consulta Dettagli della versione di at.js.

Target Standard/Premium 19.6.1 (26 giugno 2019)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità e miglioramenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo Nuove opzioni del menu del compositore esperienza visivo: quando fai clic su un elemento di pagina nel Compositore esperienza visivo, un menu mostra le opzioni disponibili per tale tipo di elemento.
  • Ora puoi utilizzare l’opzione Stili > Sfondo per cambiare l’immagine e il colore di sfondo per l’elemento selezionato. (TGT-15001)
Consulta Stili in Opzioni del Compositore esperienza visivo.
Miglioramenti apportati al tracciamento dei clic: è stata migliorata la procedura per configurare il tracciamento nel Compositore esperienza visivo e Compositore esperienza visivo per applicazione a pagina singola.
  • Quando selezioni gli elementi da usare nel tracciamento dei clic, i nomi di tutti gli elementi disponibili vengono visualizzati nel pannello Modifiche a destra, rendendo più facile e veloce la selezione degli elementi desiderati.
  • Nella pagina Obiettivi e impostazioni del flusso di lavoro guidato in tre parti per le attività viene visualizzato il numero di elementi selezionati per il tracciamento dei clic. Se passi il cursore sopra questo numero vengono visualizzati i nomi di tutti gli elementi selezionati. (TGT-33878)
Consulta Tracciamento dei clic.
Compositore esperienza visivo per app a pagina singola (SPA VEC) Flusso di lavoro guidato: un nuovo flusso di lavoro guidato consente di comprendere in che modo configurare le impostazioni delle regole di consegna pagina per eseguire correttamente un’attività per l’app a pagina singola. (TGT-33718)
Consulta Compositore esperienza visivo per app a pagina singola.
Modifiche apportate alla funzione Clona: ora puoi definire una modifica utilizzando il Compositore esperienza visivo per app a pagina singola e quindi clonarla per utilizzarla in altre viste nell’app a pagina singola. (TGT-33882)
Consulta Compositore esperienza visivo per app a pagina singola.
Badge Premium Automated Personalization e Targeting automatico Specificare come controllo un’esperienza specifica: è possibile selezionare un’esperienza da utilizzare come controllo durante la creazione di un’attività Personalizzazione automatizzata e Targeting automatico. Questa funzione ti permette di indirizzare tutto il traffico di controllo a una specifica esperienza, in base alla percentuale di allocazione del traffico configurata nell’attività. Puoi quindi valutare i rapporti sulle prestazioni del traffico personalizzato rispetto al traffico verso l’esperienza di controllo. L’opzione di controllo corrente (esperienza distribuita in modo casuale) continuerà a essere disponibile. (TGT-32801, TGT-26572 e TGT-26571)
Consulta Selezionare il controllo per un’attività di Automated Personalization o Targeting automatico. Tieni presente che per questa funzione è presente un problema noto corrente.
Rapporti Approfondimenti personalizzazione: la denominazione intuitiva degli attributi quando un visitatore visualizza contenuti specifici in una posizione specifica fornisce informazioni più significative. (TGT-33421 e TGT-34957)
Consulta Raccolta di dati per gli algoritmi di personalizzazione Target.
Badge Premium Consigli È possibile utilizzare l’opzione Consiglia articoli acquistati in precedenza durante la creazione della logica Articoli visualizzati di recente. (TGT-34030)
Per ulteriori informazioni, consulta Articoli visualizzati di recente in “Creare criteri”.
Criteri per cookie SameSite di Google Chrome Google ha recentemente annunciato che, a partire da Chrome 76, il cui rilascio è previsto per il 30 luglio 2019, gli sviluppatori devono specificare esplicitamente quali cookie possono funzionare tra siti web diversi e quali cookie possono tracciare gli utenti.
Nel settore si fanno grandi progressi nella creazione di un web più sicuro per i consumatori, e Target conferma il suo impegno costante nel distribuire esperienze personalizzate rispettando e superando le aspettative dei visitatori sulla privacy.
Consulta Criteri per cookie SameSite di Google Chrome.

at.js versione 2.1.0 (3 giugno 2019)

Siamo felici di annunciare le seguenti funzionalità in at.js 2.1.0:

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Supporto di Adobe Opt-in Adobe Opt-in è un metodo per semplificare le integrazioni delle soluzioni Adobe con le piattaforme di gestione del consenso.
Per ulteriori informazioni su Adobe Opt-in, consulta Privacy e Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD).
Conformità allo standard di settore CSP at.js non utilizza più eval() per eseguire JavaScript.
Registrazione Analytics lato client Fornisce ai clienti pieno controllo su come desiderano inviare dati analitici ad Adobe Analytics, lato client o lato server.
Per ulteriori informazioni, consulta Registrazione Analytics lato client in Prima dell’implementazione.
Invio di notifiche Consenti agli sviluppatori di inviare notifiche quando un’esperienza viene riprodotto dal codice anziché utilizzando applyOffer() o applyOffers().
Per ulteriori informazioni, consulta adobe.target.sendNotifications(options).
Dimensioni file ridotte Dimensione di at.js è stata ridotta di circa il 24%. Le dimensioni ridotte del file migliorano le prestazioni di caricamento delle pagine e riducono il tempo necessario al download di at.js sulla pagina.
Aggiornamenti della documentazione di at.js Per un elenco completo degli articoli aggiornati in seguito al rilascio di at.js 2.1.0, consulta le voci del 3 giugno 2019 in modifiche Modifiche alla documentazione.

Target Standard/Premium 19.5.1 (21 maggio 2019)

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Aggiornamenti delle funzioni

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo per app a pagina singola (SPA Compositore esperienza visivo) Il Compositore di esperienze visive SPA include i seguenti miglioramenti per permetterti di lavorare in modo più rapido ed efficiente:
  • Facendo clic su un’azione nell’app a pagina singola, viene evidenziato l’elemento del sito dove l’azione verrà applicata. Ogni azione del Compositore esperienza visivo creata in una visualizzazione presenta quattro icone corrispondenti: Informazioni, Modifica, Sposta ed Elimina. La nuova funzionalità Sposta di questa versione consente di spostare l’azione in un evento di caricamento pagina o in qualsiasi altra visualizzazione già esistente nel pannello delle modifiche. (TGT-33746)
  • Potrai eseguire molte azioni prima che la pagina si carichi nel Compositore esperienza visivo, anche qualora non possa essere caricata completamente (ad esempio, se il codice personalizzato non è più operativo). Nell’interfaccia utente di Target, le azioni che possono essere modificate solo dopo il caricamento del sito risultano disabilitate. (TGT-33851 e TGT-34149)
Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza visivo per app a pagina singola.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

  • Le icone della barra degli strumenti vengono visualizzate correttamente dopo aver annullato il caricamento di una pagina nel Compositore esperienza visivo. Se non è possibile eseguire azioni specifiche finché non è stato completato il caricamento della pagina, le icone della barra degli strumenti associate sono disattivate. (TGT-33811)

Target Standard/Premium 19.4.2 (30 aprile 2019)

Questa versione include i miglioramenti, le modifiche e le funzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Aggiornamenti delle funzioni

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo I seguenti miglioramenti introdotti nel Compositore esperienza visivo permettono di lavorare in modo più rapido ed efficiente:
  • La funzione percorso DOM è ora disponibile quando si imposta il tracciamento dei clic.
    Per ulteriori informazioni, consulta Tracciamento dei clic.
  • Il pannello Stili consente di visualizzare o modificare il valore degli stili esistenti per l’elemento selezionato. Inoltre, è possibile aggiungere ulteriore formattazione.
    Per accedere al pannello Stili, fai clic su un elemento di pagina nel Compositore esperienza visivo, quindi su Modifica > Stili.
    Il pannello Stili viene visualizzato sul lato destro del Compositore esperienza visivo. Il pannello contiene un elenco di stili che consente di modificare o aggiungere formattazione all’elemento selezionato. Se hai familiarità con l’utilizzo di Cascading Style Sheet (CSS) o se ricevi del codice dallo sviluppatore, un editor CSS in tempo reale consente di visualizzare le modifiche e aggiungere stili.
    Per ulteriori informazioni, vedi Stili in Opzioni del Compositore esperienza visivo.
  • L’editor Rich Text supporta ora elementi HTML5 nidificati.
    Le specifiche HTML5 consentono nuove combinazioni di tag per la nidificazione. La versione precedente dell’editor Rich Text non supportava la nuova nidificazione di tag consentita dalle specifiche HTML5. Di conseguenza, tutti gli elementi nidificati selezionati nel Compositore esperienza visivo non venivano gestiti correttamente, generando modifiche HTML indesiderate. (TGT-33618)
    Per ulteriori informazioni, consulta Modifica testo/HTML nelle opzioni del Compositore esperienza visivo.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

  • È stato migliorato il flusso di lavoro quando si eliminano le risorse nel Compositore esperienza visivo. Le risorse eliminate vengono rimosse dalla libreria delle offerte e da Scene7 (se applicabile). Le risorse eliminate non vengono più visualizzate nei risultati di ricerca. (TGT-31981)

  • Adesso puoi eliminare le cartelle delle risorse anche se contengono immagini (cartelle non vuote). (TGT-33265)

    In precedenza, non era possibile eliminare una cartella non vuota dalla libreria delle offerte immagini di Target (Offerte > Offerte immagini). Avresti ricevuto la notifica “La cartella non è vuota!” se avessi tentato di eliminare la cartella dall’interfaccia utente. Con questa funzione, stiamo aggiungendo la funzionalità di eliminazione della cartella per rimuovere un’intera cartella contenente un numero qualsiasi di risorse e sottocartelle. Questa funzione è disponibile anche nell’interfaccia di Target e di Adobe Experience Cloud Assets.

    • Le cartelle non vuote nella libreria Offerta immagini possono essere eliminate. Se le immagini contenute nella cartella non sono indicate in nessuna attività, l’intera cartella e il relativo contenuto vengono eliminati. Se in un’attività vi sono riferimenti ad alcune immagini, vengono eliminate tutte le immagini senza riferimenti, mentre vengono mantenute quelle con riferimenti e le cartelle che le contengono.
    • Il rendering delle offerte immagini nel selettore delle risorse immagine risulta più rapido ed efficiente.

    Per ulteriori informazioni, consulta Operazioni con il contenuto della libreria. (TGT-32897)

  • Abbiamo migliorato il rendering delle offerte immagini nel selettore di Assets. La visualizzazione e la selezione delle offerte immagini sono ora più veloci ed efficienti. (TGT-32897)

  • Abbiamo migliorato la gestione dei reindirizzamenti agli URL quando si annulla il caricamento di una pagina nel Compositore esperienza visivo. (TGT-33815)

  • Dopo aver selezionato una raccolta di consigli dal selettore delle raccolte, ora si deve fare clic sul pulsante Salva. Questo flusso di lavoro è in linea con gli altri flussi di lavoro all’interno di Target. (TGT-33205)

  • È stato risolto un problema a causa del quale una piccola serie di rapporti Approfondimenti restituiva tassi di conversione dello 0% invece dei tassi di conversione effettivi. (TNT-32125)

Target Standard/Premium 19.4.1 (15 aprile 2019)

Questa è una versione di manutenzione e include la seguente modifica:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

  • L’interfaccia utente di Adobe Experience Cloud è stata aggiornata per riflettere le modifiche a livello di branding e prodotto. (TGT-33546, TGT-33272 e TGT-33331)

Target Standard/Premium 19.3.1 (29 marzo 2019)

Questa versione include i miglioramenti, le modifiche e le funzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo I seguenti miglioramenti introdotti nel Compositore esperienza visivo permettono di lavorare in modo più rapido ed efficiente:
  • Ora è possibile annullare il caricamento di un sito Web nel Compositore esperienza visivo per sbloccare la modifica di un’attività. Questo miglioramento è utile, ad esempio, se desideri apportare una piccola modifica a un’attività, rivederne le impostazioni o aggiungere del codice personalizzato, senza attendere che il sito venga caricato. (TGT-31288)
    Consulta Annullare il caricamento di una pagina all’interno del Compositore esperienza visivo.
  • Potrai eseguire molte azioni prima che la pagina si carichi nel Compositore esperienza visivo, anche qualora non possa essere caricata completamente (ad esempio, se il codice personalizzato non è più operativo). Nell’interfaccia utente di Target, le azioni che possono essere modificate solo dopo il caricamento del sito risultano disabilitate. (TGT-31288, TGT-31611 e TGT-32602)
    Consulta Modificare una pagina durante il suo caricamento o dopo il suo mancato caricamento.
  • Ora nel Compositore esperienza visivo viene visualizzato il percorso DOM, per consentirti di selezionare facilmente l’elemento appropriato durante la creazione o la modifica delle esperienze. (TGT-13422)
    Consulta Navigare tra gli elementi utilizzando il percorso DOM.

at.js versione 2.0.1 (19 marzo 2019)

Questa è una versione di manutenzione e include i miglioramenti e le correzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

  • È stata risolta una situazione di tipo “race condition” nel codice di polling DOM che causava eccezioni JavaScript per alcuni clienti. (TNT-31869)
  • Le notifiche di rendering delle visualizzazioni sono state disaccoppiate dai gestori di eventi di tracciamento dei clic. Inizialmente, Target non inviava notifiche se non era possibile allegare gestori di eventi di tracciamento dei clic a una visualizzazione riprodotta. Target invia ora una notifica della visualizzazione anche quando non vengono trovati elementi di clic. (TNT-31969)
  • È stato risolto un problema per cui il flag di reindirizzamento dell’evento della richiesta riuscita era sempre impostato su true. (TNT-31907)
  • È stato risolto un problema che causava la registrazione con successo dell’azione di riorganizzazione del Compositore esperienza visivo, anche quando mancavano elementi. (TNT-31924)
  • È stato risolto un problema che causava la mancata inclusione del token di proprietà delle Autorizzazioni Enterprise per alcuni clienti. (TNT-31999)
NOTA

AdobeSe hai bisogno del supporto per le funzioni di Opt-In per i requisiti del Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), devi attualmente utilizzare at.js 1.7.1. Il supporto Opt-in non è al momento disponibile in at.js 2.x.

at.js versione 1.7.1 (19 marzo 2019)

Questa è una versione di manutenzione e include la seguente correzione:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

  • È stata risolta una situazione di tipo “race condition” nel codice di polling DOM che causava eccezioni JavaScript per alcuni clienti. (TNT-31869)

Modifiche alla piattaforma (19 febbraio 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
at.js versione 2.0.0
19 febbraio 2019
at.js 2.x è ora disponibile.
La versione più recente di at.js offre set di funzioni avanzati che consentono all’azienda di eseguire personalizzazioni su tecnologie lato client di nuova generazione. Questa nuova versione si concentra sull'aggiornamento di at.js per garantire interazioni in sintonia con le applicazioni a pagina singola.
Di seguito sono riportati alcuni vantaggi dell’utilizzo di at.js 2.x che non sono disponibili nelle versioni precedenti:
  • La capacità di memorizzare nella cache tutte le offerte al caricamento di pagina per ridurre più chiamate al server a una singola chiamata al server.
  • Migliora enormemente le esperienze degli utenti finali sul sito, in quanto le offerte appaiono immediatamente tramite la cache senza l’implementazione di chiamate al server tradizionali.
  • Una semplice riga di codice e una configurazione per sviluppatori una tantum per consentire agli esperti di marketing di creare ed eseguire attività A/B e di esperienza (XT) tramite il Compositore esperienza visivo sulle applicazioni a pagina singola.
at.js 2.x introduce le seguenti nuove funzioni:
  • getOffers()
  • applyOffers()
  • triggerView()
Le seguenti funzioni sono state rese obsolete con l’introduzione di at.js 2.x:
  • mboxCreate()
  • mboxDefine
  • registerExtension()
Per ulteriori informazioni, consulta Aggiornamento da at.js 1.x a at.js 2.x e Funzioni di at.js.
Nota: se hai bisogno del supporto di Adobe Opt-In per i requisiti del Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), al momento devi utilizzare at.js 1.7.0. Il supporto di Opt-in non è disponibile in at.js 2.x.
at.js versione 1.7.0
14 febbraio 2019
È disponibile at.js 1.7.0.
Questa versione include il supporto di Adobe Opt-in. Adobe Opt-in è un metodo per semplificare le integrazioni delle soluzioni Adobe con le piattaforme di gestione del consenso.
Per ulteriori informazioni su Adobe Opt-in, consulta Privacy e Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD).
Questa versione risolve anche un problema in cui Target potrebbe sostituire i parametri degli URL reindirizzati con parametri provenienti dall’URL di reindirizzamento.
Nota: se hai bisogno del supporto di Adobe Opt-in per i requisiti RGPD, al momento devi utilizzare at.js 1.7.0. Il supporto di Opt-in non è disponibile in at.js 2.x.
Per un elenco di tutte le versioni, consulta Dettagli sulle versioni di at.js.

Target Standard/Premium 19.2.1 (19 febbraio 2019)

Questa versione include i miglioramenti, le modifiche e le funzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo per app a pagina singola Il compositore esperienza visivo (VEC) per app a pagina singola (SPA) consente agli addetti al marketing di creare test e di personalizzare contenuti nelle SPA in modalità fai-da-te senza dover dipendere sempre dagli sviluppatori. Il Compositore esperienza visivo può essere utilizzato per creare attività nei framework più popolari, come ad esempio React e Angular. (TGT-27916)
Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza visivo per app a pagina singola e Integrazione delle applicazioni a pagina singola.
Oltre all’articolo precedente, sono presenti molti argomenti relativi ad applicazioni a pagina singola e at.js che trattano di questa funzione e come implementarla. Per ulteriori informazioni, consulta Modifiche alla documentazione.
Compositore esperienza visivo I seguenti miglioramenti introdotti nel Compositore esperienza visivo permettono di lavorare in modo più rapido ed efficiente:
  • Sono ora disponibili le opzioni Inserisci prima e Inserisci dopo nel Compositore esperienza visivo durante l’inserimento dei frammenti esperienza AEM. Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo. (TGT-32385)
  • L’estensione Adobe Target VEC Helper per il browser Google Chrome consente di caricare i siti web in modo affidabile nel Compositore esperienza visivo (VEC), per creare e verificare rapidamente le esperienze web. Consulta Estensione VEC Helper. (TGT-32746)
Badge Premium
Consigli in attività di Test A/B e Targeting esperienza
Ora puoi includere consigli all’interno di test A/B (tra cui Allocazione automatica e Targeting automatico) e attività Targeting esperienza. Questo apre a funzionalità tutte nuove, ad esempio:
  • Contenuto relativo e non relativo a consigli di test e targeting all’interno della stessa attività.
  • Facile sperimentazione con il posizionamento di consigli sulla pagina, tra cui l’ordine di più consigli.
  • Invio automatico di traffico all’esperienza di consigli con le prestazioni migliori tramite Allocazione automatica.
  • Assegnazione dinamica di visitatori a esperienze di consigli su misura in base ai singoli profili tramite Targeting automatico.
Per iniziare, crea un’attività Test A/B o Targeting delle esperienze tramite il Compositore esperienza visivo e utilizza l’azione Inserisci prima, Inserisci dopo o Sostituisci con per aggiungere consigli a un’esperienza. (RECS-6166)
Per ulteriori informazioni, consulta Consigli come offerta.
Badge Premium
Supporto di autorizzazioni Enterprise nelle API di Target
Le API dell’amministratore Adobe Target ora sfrutteranno appieno le stesse funzionalità di autorizzazioni Enterprise disponibili nell’interfaccia utente di Target. Dal 21 febbraio 2019, gli amministratori di sistema possono accedere ai dati dei rapporti in modo programmatico, nonché creare e gestire attività, offerte e pubblico in qualsiasi area di lavoro. In precedenza, queste azioni erano disponibili solo nell’area di lavoro predefinita. Il supporto per le attività di Automated Personalization (AP) sarà disponibile in una versione futura.
Nota: esiste un problema noto relativo a questa funzionalità.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

  • Per migliorare la sicurezza, Target ora evita di accedere endpoint di metadati Amazon Web Services (AWS) durante il caricamento del Compositore esperienza visivo. (TGT-33129)

Modifiche alla piattaforma (gennaio 2019)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Targeting
25 gennaio 2019
Apportate modifiche al modo in cui il targeting abbina la funzione confronti “equals” con valori non decimali e decimali restituiti da script di profilo o da qualsiasi altra origine di input, come parametri mbox, parametri di profilo, ecc.
Per ulteriori informazioni, consulta Domande frequenti su Target e tipi di pubblico.
Script di profilo
17 gennaio 2019
Per motivi di prestazioni, si consiglia di restituire un valore restituito non superiore ai 256 caratteri.
Per un valore di ritorno Stringa, se la dimensione del valore restituito supera i 2048 caratteri, il sistema disabilita lo script.
Per un valore di ritorno Array, se la dimensione dei valori concatenati dell’array supera i 2048 caratteri, il sistema disabilita lo script.
Per ulteriori informazioni sui limiti dei caratteri e altri limiti (dimensioni dell’offerta, pubblico, profili, valori, parametri, ecc.) che influenzano le attività e altri elementi in Target Consulta Limiti.
at.js
16 gennaio 2019
at.js 1.6.4 è una versione di manutenzione e risolve i seguenti problemi:
  • È stata corretta una situazione di tipo “race condition” critica in Microsoft Internet Explorer 11 che causava l’applicazione di offerte duplicate. (TNT-31374)
  • Risolto un problema che comprometteva il tracciamento dei clic in caso di offerta predefinita con un click-token e offerte HTML. (TNT-31493)
  • Esteso il cookie mboxEdgeCluster con ogni richiesta di Target. Questa opzione si utilizza solo quando mboxEdgeOverride è attivo. (TNT-31485)

Target Standard/Premium 19.1.1 (22 gennaio 2019)

Questa versione include i miglioramenti, le modifiche e le funzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Badge Target Premium
Autorizzazioni Enterprise supporto in API Target
Le API dell’amministratore Adobe Target ora sfrutteranno appieno le stesse funzionalità di autorizzazioni Enterprise disponibili nell’interfaccia utente di Target. A partire dal 21 febbraio 2019, gli amministratori di sistema potranno accedere ai dati dei rapporti in modo programmatico, nonché creare e gestire attività, offerte e pubblico in qualsiasi area di lavoro. In precedenza, queste azioni erano disponibili solo nell’area di lavoro predefinita. Il supporto per le attività di Automated Personalization (AP) sarà disponibile in una versione futura.
Badge Target Premium
Consigli: filtrare raccolte ed esclusioni per ambiente (gruppo di host)
Adesso puoi visualizzare in anteprima il contenuto delle raccolte ed esclusioni di Consigli per un ambiente selezionato (gruppo di host).
In precedenza, quando si visualizzava una raccolta o un’esclusione, gli elementi visualizzati erano risultati per il gruppo di host predefinito (specificato in Consigli > Impostazioni > Gruppo host predefinito).
Adesso, quando crei o aggiorni una raccolta o un’esclusione, puoi utilizzare il selettore Ambiente per scegliere l’ambiente di cui visualizzare i risultati in anteprima. Il nuovo filtro Ambiente ti consente di risparmiare tempo e fatica, perché non dovrai più passare alla pagina Impostazioni per selezionare il gruppo di host predefinito adeguato prima di creare o modificare raccolte ed esclusioni.
Nota: dopo aver modificato l’ambiente selezionato, fai clic su Cerca per aggiornare i risultati restituiti.
Il nuovo filtro Ambiente è disponibile nelle seguenti posizioni nell’interfaccia utente Target:
  • Ricerca nel catalogo (Consigli > Ricerca nel catalogo)
  • Finestra di dialogo Crea raccolta (Consigli > Raccolte > Crea nuova)
  • Finestra di dialogo Aggiorna raccolta (Consigli > Raccolte > Modifica)
  • Finestra di dialogo Crea esclusione (Consigli > Esclusioni > Crea nuova)
  • Finestra di dialogo Aggiorna esclusione (Consigli > Esclusioni > Modifica)

Per maggiori informazioni, vedi i seguenti argomenti:(TGT-20622)

Miglioramenti, correzioni e modifiche

  • Risolto un problema che causava la disattivazione del pulsante Salva quando l’utente accedeva tramite la finestra di dialogo di accesso alla scadenza della sessione durante la modifica di un pubblico. (TGT-32722)

Note sulla versione - 2018

Piattaforma (15 novembre 2018)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

at.js 1.6.3

È ora disponibile la versione 1.6.3 di at.js.

  • I selettori sono ora in sequenza CSS se contengono ID o classi CSS che iniziano con una cifra, due trattini o un trattino seguito da una cifra (ad esempio #-123). (TNT-31061)

  • Risolto un problema introdotto con at.js 1.6.2 per cui le offerte del Compositore esperienza visivo di diverse attività che si applicavano allo stesso selettore CSS non rispettavano la priorità delle attività. (TNT-31052)

  • Corretto un problema con il timeout di una promessa in ambienti in cui non era presente alcun supporto nativo per le promesse. (TNT-30974)

  • L’acquisizione e la segnalazione dei problemi ora avviene correttamente tramite l’evento di rendering del contenuto non riuscito. In precedenza, il sistema poteva segnalare la corretta esecuzione di JavaScript anche in caso contrario. (TNT-30599)

Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

Target Standard/Premium 18.11.1 (12 novembre 2018)

La versione di Target Standard/Premium del 12 novembre include miglioramenti di back-end, correzioni e modifiche. I rapporti di Approfondimenti personalizzazione saranno disponibili il 14 novembre.

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

Rapporti Approfondimenti personalizzazione

Nota: disponibile il 14 novembre 2018.

Sono disponibili due rapporti specializzati per gli utenti di attività di Automated Personalization (AP) e Targeting automatico (AT):

  • Segmenti automatizzati: i vari visitatori rispondono in modo diverso alle offerte/esperienze nell'attività di AP/AT. Questo rapporto mostra come i diversi segmenti automatizzati definiti dai modelli di personalizzazione di Target rispondono alle offerte/esperienze dell'attività.

  • Attributi importanti: nelle varie attività, i vari attributi possono essere più o meno importanti per il modo in cui il modello decide di effettuare la personalizzazione. Questo rapporto mostra gli attributi principali che hanno influenzato il modello e la loro importanza relativa.

Consulta Rapporti Approfondimenti personalizzazione.

Target Standard/Premium 18.10.1 (24 ottobre 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

(I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

Esperienze

È ora possibile copiare un'esperienza in un'attività di Targeting esperienza (XT) così da poter apportare modifiche minori senza dover ricreare l'esperienza da zero. Questa funzionalità era già disponibile per i test A/B. (TGT-31504)

Consulta Creare esperienze.

Offerte nelle attività di Automated Personalization (AP)

Nella versione di settembre 2018 è stato aggiunto un miglioramento che consente di filtrare le offerte in base ai gruppi di rapporti. È ora possibile filtrare le Offerte non assegnate così da poter assegnare un gruppo di rapporti a un'offerta attualmente non assegnata ad alcun gruppo di rapporti. (TGT-31882)

Consulta Creare un'attività di Automated Personalization.

Origine per la generazione di rapporti per le attività

In Amministrazione > Compositore esperienza visivo, è possibile selezionare l’origine per la generazione di rapporti sulle attività, in Target o Adobe Analytics . È inoltre possibile selezionare l'origine per la generazione di rapporti per ogni attività.

A partire da questa versione, è necessario tenere presenti alcune importanti considerazioni sul flusso di lavoro quando si sceglie l'origine per la generazione di rapporti in Preferenze o per attività.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • Migliorata la gestione dei tipi di pubblico eliminati in Adobe Audience Manager (AAM) a cui si fa riferimento nelle attività di Target. (TGT-23338)

    • Se un pubblico è stato eliminato in AAM, viene visualizzata un'icona di avviso sia nell'elenco Tipi di pubblico sia nel selettore dei tipi di pubblico. Un suggerimento nell'interfaccia utente indica inoltre che il pubblico è stato eliminato in AAM.
    • Se si tenta di combinare più tipi di pubblico con un pubblico eliminato o se si tenta di salvare un'attività che fa riferimento a un pubblico eliminato, viene visualizzato un messaggio di avviso.

    Consulta Informazioni sui tipi di pubblico.

  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti in determinate circostanze di creare un’attività quando Adobe Analytics era selezionato come origine per la generazione di rapporti nella pagina Amministrazione. Gli utenti visualizzavano il messaggio “Seleziona una suite di rapporti” anche se non veniva data la possibilità di selezionarla. (TGT-31968)

Piattaforma (19 ottobre 2018)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

at.js 1.6.2

Questa è una versione di manutenzione e risolve il seguente problema:

  • Risolto un problema che portava a un ciclo “async” infinito in alcuni siti clienti.

Importante: in aggiunta, la versione 1.6.2 di at.js contiene tutti i miglioramenti e le correzioni inclusi nelle versioni 1.6.1 e 1.6.0 di at.js. Queste versioni non sono più disponibili per il download. Si consiglia di eseguire l'aggiornamento alla versione 1.6.2 se si utilizza la versione 1.6.1 o 1.6.0.

Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

Target Standard/Premium 18.9.1 (26 settembre 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

Offerte nelle attività di Automated Personalization (AP)

  • È ora possibile utilizzare più offerte dalla stessa posizione in un gruppo di esclusione. Per un numero elevato di esclusioni (nell’ordine delle migliaia), si noterà inoltre il caricamento più rapido della finestra di dialogo Gestione contenuto e della pagina di anteprima durante la creazione di un'attività di Automated Personalization (AP). (TGT-31329) Vedi Gestire le esclusioni.

  • È ora possibile filtrare le offerte in base ai gruppi di rapporti. (TGT-31643) Vedi Creazione di un'attività di Automated Personalization.

Compositore esperienza visivo

È stata aggiunta un'azione Inserisci prima al (VEC). Essa è simile all'opzione esistente Inserisci dopo. Quando si seleziona un elemento nella pagina, è possibile fare clic su Inserisci prima e scegliere se si desidera inserire un'immagine, un HTML o un testo. L’elemento inserito viene visualizzato prima dell’elemento selezionato. (TGT-30473) Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • L’aspetto delle schede Criteri è stato aggiornato per essere più intuitivo e facile da usare. (TGT-30469)
  • Miglioramenti delle prestazioni nell'interfaccia utente per un caricamento più rapido delle pagine.

Target Standard/Premium 18.8.1 (21 agosto 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

Rapporti Approfondimenti personalizzazione

Accedi a rapporti specializzati per le attività di Automated Personalization e Targeting automatico:

  • Segmenti automatizzati: scopri come diversi segmenti automatizzati definiti dai modelli di personalizzazione di Target rispondono alle offerte o esperienze della tua attività.

  • Classifica attributi modello: scopri i principali attributi che hanno influenzato i modelli di personalizzazione di Target e l’importanza relativa di ciascun attributo.

Nota: questa funzione sarà presto disponibile. Resta in attesa per un annuncio della data esatta in cui questa funzione sarà pronta per l'uso.

Consulta Rapporti Approfondimenti personalizzazione.

Compositore esperienza visivo

  • Puoi ancorare il pannello Modifiche in verticale lungo il lato dell’interfaccia di Target oppure in orizzontale lungo il bordo inferiore.

    Consulta Modifiche.

  • Le varie azioni del Compositore esperienza visivo sono state raggruppate per offrire maggiore rapidità ed efficienza. (TGT-30472)

    Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

  • Grazie alla finestra di modifica più grande puoi modificare le offerte in modo più efficiente. (TGT-31052)

Suggerimenti

Per sfruttare al massimo Adobe Target, scopri di più sulle sue funzioni e come sfruttarle. La funzionalità Suggerimenti viene visualizzata nella pagina Elenco attività e fornisce collegamenti a video, casi d'uso, blog, documentazione e molto altro ancora. Diventa un utente esperto di Target!

Consulta Suggerimenti.

Serie di webinar sui fondamenti di Target

Partecipa alla nuova serie di webinar sui fondamenti di Target, una serie Customer Success offerta dalla community.

Il prossimo webinar, Best Practices in Reporting & Value Socialization, è in programma per il 22 agosto 2018 dalle 8 alle 9 (PDT).

Guarda la serie di webinar sui concetti di base di Target.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • Abbiamo aggiunto diversi miglioramenti per rendere Target ancora più sicuro. (TGT-31090, TGT-31089, TGT-31143)

Target Standard/Premium 18.7.1 (25 luglio 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

Attività A/B e di targeting esperienza (XT)

Modifica ed elimina le esperienze direttamente dal diagramma di attività. Ora puoi passare al Compositore esperienza visivo (VEC) per un'esperienza specifica o eliminare un'esperienza direttamente dal diagramma.

Consulta:

(TGT-30229)

Tipi di pubblico

Confronta un attributo di profilo con un altro attributo di profilo anziché con un numero statico.

Consulta Creazione di un pubblico di confronto di attributo di profilo.

(TGT-28406)

Codice personalizzato

Il “codice personalizzato” è ora disponibile nel pannello “Aggiungi modifiche” anziché nella scheda. Puoi anche aggiungere ulteriori codici personalizzati e assegnare facoltativamente un nome a ciascuno di essi. (TGT-28504)

Consulta Modifiche.

Consigli

  • Visualizza un elenco di attività che fanno riferimento a criteri selezionati sulla relativa scheda Criteri. La scheda elenca le attività attive e inattive. (TGT-27672)

  • Dal diagramma attività, le schede Criteri ora mostrano quando i risultati sono pronti per essere visualizzati. (TGT-27673)

    Consulta Criteri.

Modelli di esperienza

I modelli Adobe Target Experience sono esempi di offerte precodificate con ingressi configurabili utilizzabili in Target per eseguire alcuni casi comuni di utilizzo del percorso di classe. Questi modelli di esperienza sono disponibili gratuitamente per gli sviluppatori e i rivenditori come punto di partenza per eseguire alcuni casi comuni di utilizzo esterno in Adobe Target (tramite il Compositore esperienza visivo o il Compositore esperienza basato su modulo). La personalizzazione potrebbe essere necessaria per l'integrazione con l'architettura della pagina web o della piattaforma.

Consulta Modelli di esperienza.

Serie di webinar sui fondamenti di Target

Partecipa alla nuova serie di webinar sui fondamenti di Target , una serie Customer Success offerta dalla community.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • Per migliorare l'utilizzo, sono state aumentate le dimensioni di Editor RTF. (TGT-24775)
  • I diagrammi nel passaggio di Target (passaggio 2 del workflow guidato in tre fasi) per le attività di Automated Personalization (AP) e test multivariato (MVT) sono stati riprogettati secondo i progetti utilizzati per le attività A/B, Targeting esperienza (XT) e Consigli. (TGT-30712)
  • Il valore della metrica per il rapporto di generazione del percorso di test multivariato (MVT) è ora più uniforme ai valori di altre metriche, che vengono arrotondati a due posizioni decimali. (TGT-30921)

Version 1.5.0 di at.js (22 giugno 2018)

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

at.js

È ora disponibile la versione 1.5.0 di at.js.

Nota: i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

  • I dettagli dell'evento a richiesta riuscita contengono il flag di reindirizzamento. Questo flag può essere utilizzato per determinare se la pagina verrà reindirizzata a un URL diverso. Se desideri conoscere l'URL, abbonati a at-content-rendering-redirect. (TNT-29834)

  • È stato risolto un problema che ha causato il mancato funzionamento di window.targetGlobalSettings.enabled con un'eccezione di esecuzione se è stato impostato su falso. (TNT-29829)

  • È stato risolto un problema che ha causato un errore durante il caricamento nel Compositore esperienza visivo se si utilizza il codice personalizzato per una richiesta mbox globale di abilitazione e si nasconde il corpo. (TNT-29795)

  • È stato aggiunto il supporto per screenOrientation, devicePixelRatio e webGLRenderer. Questi nuovi parametri di richiesta di Target vengono utilizzati per iPhone X e altri sistemi di rilevamento dispositivi moderni. Per ulteriori informazioni, consulta Mobile. (TNT-29781)

  • È stato risolto un problema per cui il suggerimento di posizione di Adobe Audience Manager (AAM) non veniva sempre inviato. (TNT-29695)

  • Per i browser che lo supportano, at.js 1.5.0 passa a MutationObserver per la votazione del selettore. Le versioni precedenti a at.js 1.0.0 utilizzavano un polyfill MutationObserver, che si è dimostrato problematico. Per evitare problemi di polyfill, la versione 1.5.0 utilizza il seguente pseudo codice per decidere quale meccanismo di programmazione utilizzare:

    if MutationObserver is supported scheduler = MutationObserver else if document is visible scheduler = requestAnimationFrame else scheduler = setTimeout

Target Standard/Premium 18.6.1 (20 giugno 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzionalità/Miglioramento Descrizione

Compositore esperienza visivo

Quando fai clic su un azione nel Pannello delle modifiche, il Compositore esperienza visivo automaticamente scorre la pagina web ed evidenzia l'elemento corrispondente. Non è più necessario scorrere manualmente la pagina per trovare l'elemento HTML interessato dalla modifica.

(TGT-30441)

Browser supportati

È stato aggiunto Microsoft Edge come browser supportato per l'interfaccia utente di Target e per la distribuzione dei contenuti.

Per ulteriori informazioni, vedi. Browser supportati (TGT-14102)

Consigli

Il criterio Articoli visualizzati di recente ora restituisce risultati specifici per un dato ambiente . Se due siti appartengono ad ambienti diversi e un visitatore passa da un sito all’altro, ciascun sito mostra solo gli articoli visualizzati di recente per il sito appropriato. Se due siti si trovano nello stesso ambiente e un visitatore passa tra di essi, il visitatore vedrà gli stessi elementi visualizzati di recente per entrambi i siti.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • La riga Backup di download CSV dei Consigli ora ha "*" davanti (doppie virgolette che racchiudono un asterisco) invece di * (un singolo asterisco).
  • La riga dei Più venduti/Più visualizzati nel file CSV scaricabile dei Consigli non ha più una virgola davanti.

Modifiche alla piattaforma di Target (19 giugno 2018)

Questa versione include i seguenti miglioramenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

  • La lista dei dispositivi è stata aggiornata per includere i più recenti modelli di cellulare. È stata aggiunta la capacità di distribuire contenuto con targeting a specifici modelli di iPhone usando il Device Marketing Name o Device Model.

    I clienti che usano SDK mobile non hanno necessità di utilizzare questa funzione. I clienti che utilizzano at.js devono fare l'upgrade alla versione 1.5.0 di at.js.

    Per ulteriori informazioni, consulta Mobile. (TNT-26714, TNT-28288)

API per il download di Target (5 giugno 2018)

Puoi usare l'API per il download dei consigli per scaricare i consigli in un file CSV che può essere visualizzato in un editor di fogli di calcolo o di testo. Per migliorare la sicurezza, a partire dal 5 giugno 2018, Target bloccherà le richieste HTTP e autorizzerà solo quelle HTTPS.

Target Standard/Premium 18.5.1 (22 maggio 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzione Descrizione

Rapporti

  • Puoi salvare fino a dieci diversi predefiniti del rapporto di una singola attività dopo averla configurata come desiderato (metriche, pubblico, impostazioni avanzate e così via). Tutti gli utenti di Target possono visualizzare, modificare ed eliminare i vari predefiniti, a prescindere da chi li ha creati. (TGT-21268)

  • Puoi configurare un rapporto di attività individuale come desideri e poi salvare tale configurazione come predefinita/impostazione preferita. Questa è la vista che compare quando vedi che il rapporto dell'attività sta avanzando. (TGT-10082)

  • Segnalazioni e messaggi all'interno dei rapporti ti premettono di sapere se uno o più tipi di pubblico, metriche, gruppi ospite o esperienze sono state cancellate dal rapporto precedentemente configurato. La segnalazione o il messaggio ti indica di scegliere un altro pubblico, metrica, gruppo ospite o esperienza da preimpostare nuovamente. (TGT-29424)

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Predefinito di Target in Impostazioni dei rapporti.

Script di profilo

  • Puoi visualizzare schede a comparsa di script di profilo simili come schede informative. Queste schede informative sullo script di profilo ti permettono di visualizzare l’elenco delle attività che si riferiscono allo script di profilo selezionato, insieme ad altri metadati utili. (TGT-28253)

    Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Visualizzazione delle schede di informazioni sugli script di profilo in Attributi degli script di profilo.

Tipi di pubblico

  • La creazione di tipi di pubblico personalizzati ora permette di usare il parametro mbox direttamente senza dover per forza specificare il nome mbox. Il nome dell’elemento mbox è ora facoltativo. Questa modifica consente di utilizzare parametri da più elementi mbox o di fare riferimento a un parametro che non è ancora stato registrato nella rete Edge. In alternativa, puoi applicare un filtro o sul parametro mbox con il nome mbox.

    Questo miglioramento è stato esteso anche ai criteri dei consigli, promozioni dei consigli e regole del test di esempio.

Per ulteriori informazioni, consulta Parametri personalizzati.

Consigli

  • Durante la selezione dei criteri di consigli nel compositore esperienza basato su moduli, è ora disponibile un collegamento diretto alla scheda dei criteri selezionati per poter modificare in modo semplice e veloce i criteri. (TGT-28483)

    Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza basato su moduli.

  • Ora per creare i criteri e le promozioni della funzione Consigli e le regole per il test dei modelli è possibile utilizzare il parametro mbox direttamente senza che sia necessario specificare il nome mbox. Il nome dell’elemento mbox è ora facoltativo. Questa modifica consente di utilizzare parametri da più elementi mbox o di fare riferimento a un parametro che non è ancora stato registrato nella rete Edge. In alternativa, puoi applicare un filtro o sul parametro mbox con il nome mbox.

    Questo miglioramento è stato esteso anche alla creazione di tipi di pubblico personalizzati.

    Per ulteriori informazioni, consulta Domande frequenti sui consigli.

  • L'interfaccia utente delle schede di progettazione dei consigli è stata aggiornata.

  • La documentazione API per la funzione Consigli di Target (Target Recommendations API) è disponibile sul sito Adobe I/0 Adobe Target (https://www.adobe.io/apis/experiencecloud/target/docs/getting-started.html).

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • È stata aggiornata l’interfaccia utente per il passaggio 2 del flusso di lavoro guidato in tre fasi, per creare o modificare un test A/B oppure un’attività Targeting esperienza (XT) o Consigli. (TGT-18911)

Target Standard/Premium 18.4.1 (25 aprile 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzione Descrizione

Frammenti di esperienza di Adobe Experience Manager (AEM)

I frammenti di esperienza creati in AEM possono essere utilizzati nelle attività di Target per combinare la facilità d'uso e la potenza di AEM con le potenti capacità di intelligenza automatizzata (AI) ed apprendimento automatico (ML) di Target per testare e personalizzare le esperienze su grande scala. 

AEM riunisce tutti i contenuti e le risorse in una posizione centrale per alimentare la tua strategia di personalizzazione. AEM consente di creare facilmente contenuti per desktop, tablet e dispositivi mobili in un'unica posizione senza scrivere codice. Non è necessario creare pagine per ogni dispositivo: AEM regola automaticamente ogni esperienza utilizzando il contenuto.

Target consente di fornire esperienze personalizzate in scala su una combinazione di approcci di apprendimento automatico basati sulle regole e guidati da intelligenze automatizzate che incorporano variabili comportamentali, contestuali e offline.Con Target puoi facilmente impostare ed eseguire attività di test A/B e multivariati per determinare le offerte, i contenuti e le esperienze migliori.

La funzione Frammenti esperienza rappresenta un enorme passo avanti per la collaborazione tra i creatori e i manager di contenuti ed esperienze, e i professionisti di personalizzazione e ottimizzazione che usano Target per conseguire risultati di business.

Per ulteriori informazioni, consulta Frammenti esperienza AEM.

Rapporti

  • Puoi ora ricaricare un rapporto per aggiornarne la visualizzazione di tabelle e grafici senza ricaricare l’intera pagina, la configurazione o l’intervallo di date. (TGT-28125)

    Per ulteriori informazioni, consulta Impostazioni dei rapporti.

  • Il calendario nei rapporti contiene ora degli intervalli di date predefiniti, come ad esempio Ultimi 7 giorni, Ultimi 15 giorni e così via. (TGT-29171)

    Per ulteriori informazioni, consulta Impostazioni dei rapporti.

  • La larghezza della colonna della vista tabella è stata modificata per ridurre lo scorrimento orizzontale quando vengono applicate più metriche. (TGT-26575)

Localizzazione dell’interfaccia utente

L’interfaccia utente di Target è ora disponibile nelle seguenti lingue:

  • Cinese semplificato

  • Cinese tradizionale

  • Coreano

  • Italiano

  • Portoghese

Tipi di pubblico

Durante la creazione di un pubblico personalizzato basato su un parametro mbox, mboxParameter non richiede più di specificare mboxName . Il nome dell’elemento mbox è ora facoltativo. Questa modifica consente di utilizzare parametri da più elementi mbox o di fare riferimento a un parametro che non è ancora stato registrato nella rete Edge. (TGT-25807)

Nota: questa funzionalità è visibile nell’interfaccia utente di Target ma è attualmente disabilitata. Questa funzionalità verrà presto abilitata (data da comunicarsi).

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • Transport Layer Security (TLS) è tra i protocolli di sicurezza distribuiti più ampiamente ed è oggi utilizzato per i browser web e per altre applicazioni dove i dati devono essere scambiati in modo sicuro all’interno di una rete. Adobe possiede degli standard di sicurezza e conformità che richiedono la chiusura dei protocolli più vecchi e l’utilizzo di TLS 1.2 per poter avere la versione in uso più aggiornata e più sicura. A partire dalla versione 18.4.1 di Target (25 aprile 2018), Adobe Target farà dei passi avanti per avvicinarsi alla crittografia TLS 1.2 ed eliminare completamente il supporto per la crittografia TLS 1.0 entro il 12 settembre 2018. È importante che esamini a fondo le specifiche e pianifichi le modifiche per una transizione senza problemi. Per ulteriori informazioni, consulta Modifiche alla crittografia TLS.
  • È stata migliorata l’interfaccia utente delle schede Criteri dei consigli, per migliorarne la fruibilità. (TGT-27829)

at.js (3 aprile 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

at.js

È ora disponibile la versione 1.3.0 di at.js. Per ulteriori informazioni, consulta Scarica at.js e Dettagli della versione di at.js.

  • I seguenti nuovi eventi sono disponibili per facilitare il tracciamento, il debug e la personalizzazione dell’interazione con at.js:

    • LIBRARY_LOADED

    • REQUEST_START

    • CONTENT_RENDERING_START

    • CONTENT_RENDERING_NO_OFFERS

    • CONTENT_RENDERING_REDIRECT

    Per ulteriori informazioni, consulta Eventi personalizzati at.js.

  • È possibile integrare una richiesta at.js con parametri aggiuntivi provenienti da provider di dati. Aggiungi i provider di dati a window.targetGlobalSettings nella chiave dataProviders .

    Per ulteriori informazioni, consulta “Fornitori dati” in targetGlobalSettings().

  • Le richieste at.js ora utilizzano GET, ma passeranno a POST quando la dimensione dell’URL supererà i 2048 caratteri. La nuova proprietà urlSizeLimit consente di aumentare questo limite, se necessario. Questa modifica consente di allineare Target at.js ad AppMeasurement, che utilizza la stessa tecnica.

  • Target ora impone che venga utilizzata la chiave mbox nella funzione adobe.target.applyOffer(options). Questa chiave era già richiesta in passato, ma Target ora ne impone l’utilizzo per garantire la corretta convalida di Target e il corretto utilizzo di questa funzione da parte dei clienti.

    Per ulteriori informazioni, consulta adobe.target.applyOffer(options).

  • at.js offre una funzionalità migliorata per il tracciamento di eventi e clic. at.js utilizza navigator.sendBeacon() per inviare i dati di tracciamento degli eventi; se navigator.sendBeacon() non è supportato, si basa su richieste XHR sincrone. Questa alternativa riguarda principalmente Internet Explorer 10 e 11 e alcune versioni di Safari. Con iOS 11.3, in Safari verrà aggiunto il supporto di navigator.sendBeacon().

  • at.js ora può renderizzare le offerte anche quando una pagina viene aperta nelle schede in background. Alcuni utenti di Target hanno riscontrato problemi quando requestAnimationFrame() è stato disattivato a causa del comportamento di limitazione del browser per le schede in background.

  • In questa versione sono stati aggiunti svariati miglioramenti a livello di prestazioni, tra cui call stack più brevi durante l’ispezione di un profilo CPU in Chrome.

  • at.js 1.3.0 non supporta più la consegna di contenuti in Microsoft Internet Explorer 9. Per un elenco dei browser supportati, consulta Browser supportati . Da adesso in poi, tutte le richieste vengono eseguite tramite XMLHttpRequest con supporto CORS, senza richieste JSONP. Questa modifica migliora notevolmente la sicurezza.

Target Standard/Premium 18.3.1 (20 marzo 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzione Descrizione

Attributo di popolarità “Entità”

Novità: 22 marzo 2018

Ora puoi impostare la popolarità in base all’attributo Entità nel flusso esistente quando un attributo personalizzato è selezionato come chiave.

Dopo aver selezionato la chiave desiderata (in questo caso, un attributo di profilo personalizzato), per “Logica consigli”, puoi scegliere due nuove opzioni:

  • Articoli più visualizzati

  • Articoli più venduti

Tipi di pubblico

Quando visualizzi la scheda a comparsa delle definizioni dei tipi di pubblico (ad esempio, dalla Libreria tipi di pubblico), puoi vedere altre attività che fanno riferimento allo stesso pubblico. In questo modo puoi evitare di intervenire accidentalmente sulle attività mentre modifichi i tipi di pubblico.

In precedenza, quando tentavi di eliminare un pubblico a cui facevano riferimento alcune attività, un messaggio di avvertenza ti informava che non era possibile eliminare un pubblico a cui fanno riferimento un massimo di 10 attività.

Per ulteriori informazioni, consulta I tipi di pubblico.

Rapporti

Le informazioni su incremento e limiti nei rapporti sono più complete e utili, con una descrizione che specifica come avviene il calcolo dei limiti. (TGT-28729)

Per ulteriori informazioni, consulta Incremento medio, limiti di incremento e intervallo di confidenza.

Attività di Automated Personalization (AP) e Targeting automatico

Puoi trovare ulteriori indicazioni nell’interfaccia utente e nell’Aiuto per allocare in modo più efficace le percentuali di traffico nelle attività di Automated Personalization (AP) e Targeting automatico.

Per ulteriori informazioni, consulta Determinazione dell’allocazione del traffico e Creazione di un’attività di Automated Personalization.

Consigli: regole di inclusione, raccolte ed esclusioni per Criteri personalizzati

Adesso puoi aggiungere filtri in tempo reale all’output dei criteri personalizzati. Ad esempio, puoi limitare gli articoli consigliati a quelli della categoria o del marchio preferito dal visitatore. Così puoi combinare calcoli offline e filtri in tempo reale.

Con l’aggiunta delle regole di inclusione ai Criteri personalizzati, i consigli non sono più statici ma diventano dinamici, in base agli interessi del visitatore.

  • Adesso puoi configurare i Criteri personalizzati, come altri criteri nei consigli.

  • Puoi utilizzare raccolte, esclusioni e inclusioni (incluse le regole speciali per Prezzo e Inventario) proprio come per tutti gli altri criteri. Le raccolte e le esclusioni erano già supportate. Con questa versione sono state aggiunte le inclusioni.

Per ulteriori informazioni, consulta Criteri.

(TGT-28488)

Consigli: regole di inclusione, raccolte ed esclusioni per i criteri “Visualizzati di recente”

Puoi filtrare gli articoli visualizzati di recente in modo che vengano visualizzati solo gli articoli con uno specifico attributo. Ad esempio, nel caso di una multinazionale con più linee di business, un visitatore potrebbe visualizzare gli articoli in più siti della stessa società. In questo caso, puoi limitare gli articoli visualizzati di recente al solo sito su cui sono stati visualizzati. In tal modo gli articoli visualizzati di recente non saranno visualizzati sugli altri siti della stessa società.

  • Adesso puoi configurare i criteri per la funzione Visualizzato di recente, come gli altri criteri nei consigli.

  • Puoi utilizzare raccolte, esclusioni e inclusioni (incluse le regole speciali per Prezzo e Inventario) proprio come per tutti gli altri criteri. Le raccolte e le esclusioni erano già supportate. Con questa versione sono state aggiunte le inclusioni.

Per ulteriori informazioni, consulta Criteri.

(TGT-22843)

Estensione Target per Adobe Launch

Launch è la soluzione Adobe di nuova generazione per la gestione dei tag. Launch offre ai clienti un modo semplice di implementare e gestire tutti i tag di analisi, marketing e annunci pubblicitari necessari per fornire ai clienti esperienze personalizzate.

Grazie all’estensione di Target puoi implementare rapidamente e facilmente Target nel tuo ambiente.

Per ulteriori informazioni, consulta Implementazione di Target con Adobe Launch.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti, correzioni e modifiche:

  • Quando crei o modifichi attività A/B e Targeting esperienze (XT), Target conserva le informazioni sull’ultima esperienza, pagina o versione di esperienza aperta (tramite la funzionalità per più tipi di pubblico) e, alla successiva apertura dell’interfaccia utente di Target, seleziona la pagina appropriata. (TGT-28225)
  • Sono state apportate delle correzioni di sicurezza per motivi di conformità.

Target Standard/Premium 18.2.1 (15 febbraio 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Adobe Marketing Cloud è stato rinominato e si chiama ora Adobe Experience Cloud.

Experience Cloud è un insieme integrato di soluzioni e servizi di marketing digitali realizzati da Adobe. È anche un'interfaccia intuitiva che ti consente di accedere rapidamente a soluzioni e servizi di base cloud.

Il cambio di nome e le modifiche all'interfaccia utente: Adobe Marketing Cloud è stato rinominato e ora si chiama Adobe Experience Cloud. In aggiunta, noterai delle modifiche dell’interfaccia utente di Target e nel modulo per cambiare soluzione.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include alcuni miglioramenti, correzioni e modifiche di back-end.

Piattaforma di Target (18 gennaio 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

at.js

In at.js 1.2.3 è stato aggiunto il supporto per le offerte JSON. Le offerte JSON sono supportate solo nelle attività create utilizzando il Compositore esperienza basato su moduli. Attualmente le offerte JSON possono essere utilizzate solo tramite chiamate API dirette. Consulta Creare un’offerta JSON.

Altre modifiche

Adesso le regole di esclusione, i cataloghi, le regole di inclusione degli algoritmi e i filtri in fase di esecuzione non sono sensibili alla distinzione maiuscole/minuscole.

Target Standard/Premium 18.1.1 (23 gennaio 2018)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

NOTA

I codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe.

Funzione Descrizione

Tipi di pubblico

  • Ora puoi creare un pubblico con Intervallo di tempo senza date di inizio o di fine. In questo modo puoi utilizzare lo stesso pubblico in più attività (senza creare una copia del pubblico) controllando le date di inizio e di fine a livello di attività. Consulta Intervallo di tempo. (TGT-25975)

  • La funzionalità Copia e modifica è disponibile per il pubblico solo attività: fai clic su Seleziona pubblico > Solo attività, e passa il mouse su un pubblico. In precedenza, questa funzionalità esisteva solo per il pubblico di Librerie. Consulta Creazione di un pubblico per sola attività. (TGT-27410)

  • Il pubblico solo attività può avere lo stesso nome in attività diverse. In precedenza, i nomi duplicati avrebbero comportato l’aggiunta di un timestamp: un pubblico duplicato denominato “Targeting per giorni feriali” verrebbe salvato come “Targeting per giorni feriali-1456732099201”.

    I tipi di pubblico della Libreria continua a richiedere nomi univoci. (TGT-17967)

Rapporti

  • Ora puoi visualizzare gli intervalli di affidabilità per le variabili continue. (TGT-22085)

  • Target ora visualizza i limiti di incremento quando statisticamente significativi nei rapporti.(TGT-27301, TGT-27794 e TGT-26387)

Consulta Impostazioni rapporti.

Offerte

  • Target supporta ora la creazione di offerte JSON nella libreria offerte per l’utilizzo in Compositore di esperienza basata su modulo. Consulta Creare un’offerta JSON. (TGT-27064)

  • Ora puoi visualizzare le attività che fanno riferimento a un'offerta di codice nella scheda pop-up della definizione di ogni offerta. Questa funzionalità non è applicabile alle offerte di immagine. Consulta Offerte. (TGT-26277)

Consigli

Newsletter di Adobe Target Insider

Adobe Target Insider è una newsletter mensile per i membri della community di Adobe Target. Scopri aggiornamenti del prodotto e progetti futuri, suggerimenti e trucchi per la personalizzazione e l’ottimizzazione, storie di successo dai nostri clienti, i prossimi eventi, white paper ricchi di informazioni, articoli di blog e altro ancora. Per saperne di più, leggi la lettera di annuncio.

Iscriviti alla newsletter: ti aiuterà a fornire ai clienti le esperienze eccezionali che sono alla base del successo aziendale.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti per i clienti:

  • Ora puoi scorrere la pagina durante la riorganizzazione delle esperienze al Passaggio 2 del flusso di lavoro guidato in tre passaggi durante la creazione di attività. (TGT-27652)
  • Puoi fare clic con il pulsante destro del mouse su un'attività dall'Elenco attività per aprirla in una nuova scheda. Ad esempio, in Firefox, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'attività desiderata e poi scegli Apri il link in una nuova scheda. (TGT-27409)
  • Miglioramenti delle prestazioni apportate alla Pagina progettazione (Consigli > progettazioni). La velocità per visualizzare e cercare le progettazioni è stata migliorata. (TGT-21792)
  • Adesso at.js è l'opzione di implementazione predefinita per il download. (TGT-24676)
  • La convalida degli URL consente l'utilizzo di doppi trattini. In precedenza, un URL con trattini doppi non poteva essere caricato nel Compositore esperienza visivo. (TGT-28176)
  • Correzioni multiple di localizzazione dell'interfaccia utente per i linguaggi supportati.

Versione 2017

Piattaforma Target (8 novembre 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

at.js

È ora disponibile la versione 1.2.2 di at.js. Per ulteriori informazioni, consulta Scarica at.js.

  • È stato risolto un problema a causa del quale veniva restituito un errore di JavaScript se la libreria di Target era caricata in una pagina che utilizzava la modalità non standard. (TNT-28312)

  • È stato risolto un problema a causa del quale il tracciamento dei clic di Target impediva il corretto funzionamento delle chiamate di raccolta dati di Analytics. (TNT-28261)

  • È stato corretto un problema che impediva il corretto funzionamento di getOffer() params se targetPageParams() restituiva una stringa vuota. (TNT-28359)

  • È stato risolto un problema nella generazione dell’ID di sessione quando si utilizza solo x. (TNT-28361)

Il timeout predefinito per at.js è stato modificato da 15 secondi a 5 secondi.

Se al momento il timeout è impostato a 15 secondi, verrà aggiornato al nuovo valore predefinito di 5 secondi. Se in precedenza era stato impostato un valore diverso, invece, la modifica non verrà applicata.

Target Standard/Premium 17.11.1 (8 novembre 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

Funzione Descrizione

Offerte

Un utente che dispone dell'autorizzazione “Editor” non può modificare un'offerta riferita a un'attività in tempo reale o pianificata.

Nota: se un cliente Target Premium utilizza le autorizzazioni utente Enterprise e seleziona l’opzione Tutte le aree di lavoro, Target applica l’autorizzazione più elevata dell’utente in tutte le aree di lavoro. Se l'autorizzazione più elevata è “Editor”, Target limita la modifica come indicato sopra.

 

Queste restrizioni si applicano a tutte le offerte, non solo a quelle create in Target. (TGT-27276)

Token di risposta

Aggiunti i seguenti parametri incorporati:

  • profile.tntId

  • profile.marketingCloudVisitorId

  • profile.thirdPartyId

  • profile.categoryAffinity

  • profile.categoryAffinities

Per ulteriori informazioni, consulta Token di risposta.

Target Standard/Premium 17.10.1 (25 ottobre 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

Funzione Descrizione

Tipi di pubblico

  • Durante la creazione di un'attività, è possibile creare un pubblico solo attività all'interno del flusso di lavoro guidato in tre passaggi. Questo tipo di pubblico può essere utilizzato in altre posizioni all'interno della stessa attività, ma non viene memorizzato nella Libreria di pubblico per essere usato in altre attività. (TGT-25474)

    Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di un pubblico per sola attività.

  • Per tutte le attività, puoi scegliere una metrica di successo che qualifica l’utente per un determinato tipo di pubblico. In passato, Target identificava gli utenti come idonei per un determinato tipo di pubblico al momento dell’accesso a un’attività. Ora invece puoi scegliere quando valutare il pubblico scegliendo una metrica di successo. (TGT-15805)

Per ulteriori informazioni, consulta Applicare un pubblico di reportistica a una metrica di successo.

Targeting automatico

Offerte

  • Ora puoi visualizzare i dettagli di definizione di un'offerta, senza doverla aprire, tramite una scheda popup direttamente dalla Libreria offerte. (TGT-26377)

    Per ulteriori informazioni, consulta Offerte.

  • Puoi copiare e modificare offerte e cartelle nel Selettore di offerta durante la creazione di un'attività. (TGT-26936)

    Per ulteriori informazioni, consulta Offerte.

Compositore esperienza basato su moduli

Nel Compositore esperienza basato su moduli, i Perfezionamenti sono stati sostituiti da funzionalità di pubblico complete. I perfezionamenti per le attività esistenti sono stati trasferiti ai tipi di pubblico per sola attività. (TGT-13646)

Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Token di risposta

È ora possibile creare token di risposta direttamente da Target senza attendere che vengano creati o importati. In precedenza, era possibile visualizzare solo i token creati tramite API all'interno dell'Interfaccia utente del token di risposta. Le modifiche apportate alla funzione consentono inoltre di evitare duplicati dei token di risposta. (TGT-26534)

Per ulteriori informazioni, consulta Token di risposta.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti per i clienti:

  • È possibile eliminare i tipi di pubblico importati (da Target Classic, Experience Cloud ecc.) dalla Libreria di pubblico. Target avverte se si tenta di eliminare il pubblico di un'attività attiva. (TGT-25171)
  • I tipi di pubblico importati da Target Classic sono ora etichettati come Adobe Target Classic nella libreria Pubblico. In passato, nell’interfaccia utente non vi era distinzione tra Target Standard/Premium e Target Classic. (TGT-27093)
  • Le Raccolte si applicano ora a tutti i criteri (inclusi gli elementi visualizzati di recente). (TGT-26646)
  • Nella libreria Pubblico e nella Libreria delle offerte è possibile filtrare in base all’Area di lavoro (funzione disponibile per gli utenti Target Premium con autorizzazioni per gli utenti Enterprise). (TGT-26813)
  • Sono stati apportati miglioramenti nell'interfaccia utente dei Rapporti per ottimizzare lo scorrimento degli elenchi a discesa dei filtri all'interno delle tabelle e dei posizionamenti. (TGT-23713 e TGT-26819)

Modifiche alla piattaforma Target (13 ottobre 2017)

Modifica Dettagli

at.js

13 ottobre 2017

È ora disponibile la versione 1.2.1 di at.js. Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

  • È stato risolto un problema che impediva a Target di aprire il collegamento in una nuova scheda durante il tracciamento dei clic su un collegamento con target="_blank".

Target Standard/Premium 17.9.1 (25 settembre 2017 e 12 ottobre 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

Funzione Descrizione

Anteprima dell'esperienza mobile

Aggiornamento: 12 ottobre 2017

È ora possibile selezionare più attività di app mobile dall'interfaccia utente e visualizzarle in anteprima sul dispositivo. Questa funzione ti permette di sperimentare diverse modalità di anteprima e controllo qualità senza doverti affidare a particolari generatori di test e simulatori.

Per eseguirla, è necessario scaricare e installare la versione 4.14 (o successiva) appropriata di Adobe Mobile SDK.

Per ulteriori informazioni, consulta Anteprima mobile di Target.

Consegna a dispositivi mobili con funzioni batch e preacquisizione

Aggiornamento: 12 ottobre 2017

Il contenuto di più mbox può essere pre-acquisito in una singola chiamata e memorizzato nella cache locale del dispositivo senza preoccuparsi di come, quando e se l'utente finale vedrà il contenuto.

Per eseguirla, è necessario scaricare e installare la versione 4.14 (o successiva) appropriata di Adobe Mobile SDK.

Per ulteriori informazioni, consulta Preacquisire il contenuto dell’offerta.

Attività

Nel flusso di lavoro di creazione delle attività sono stati apportati i seguenti miglioramenti:

  • Durante la modifica di un'attività, è possibile apportare le variazioni desiderate nel passaggio che stai visualizzando: fai clic sul menu a discesa dal pulsante di menu combinato, quindi seleziona Avanti per passare alla fase successiva; fai clic su Salva e Chiudi per salvare le modifiche e visualizzare la pagina Panoramica dell'attività oppure clicca su Salva per salvare le modifiche e rimanere in tale fase.

    Per ulteriori informazioni, consulta Modifica un’attività o Salva come bozza.

  • Durante la modifica di un'attività, puoi aprire il passaggio desiderato del flusso di lavoro, apportare le modifiche (ad esempio le percentuali di esperienza, il pubblico e così via), quindi salvare o chiudere l'attività senza dover seguire i tre passaggi del flusso di lavoro guidato.

    Per ulteriori informazioni, consulta Modifica un’attività o Salva come bozza.

  • Le opzioni Salva bozza vengono visualizzate nel pulsante di menu combinato quando crei una nuova attività che non è ancora stata salvata o modifichi un’attività già salvata come bozza.

    Per ulteriori informazioni, consulta Modifica un’attività o Salva come bozza.

  • Durante la scelta del destinatario nella fase 2 del flusso di lavoro guidato in tre passaggi, è ora possibile modificare o copiare un pubblico posizionando il cursore sul pubblico desiderato nella finestra di dialogo Scegli pubblico.

Per ulteriori informazioni, consulta Selezionare pubblico.

Generazione di rapporti

Per la generazione rapporti sono disponibili le nuove funzioni e i miglioramenti seguenti:

  • È possibile scegliere la metodologia di conteggio per i grafici del rapporto. Nota che questo non è supportato nelle attività Targeting automatico e Automated Personalization (AP).

    Per ulteriori informazioni, consulta la riga “Metodologia di conteggio” in Impostazioni rapporti.

  • Puoi visualizzare più metriche in un singolo rapporto per le attività A/B con Targeting automatico. (TGT-23464)

    Per ulteriori informazioni, consulta Visualizzare più metriche in un rapporto.

Tipi di pubblico

È ora possibile visualizzare le definizioni dei tipi di pubblico importati da Target Classic o creati tramite API. (TGT-22630)

Per ulteriori informazioni, vedi “Visualizzazione delle definizioni del pubblico” in I tipi di pubblico.

Editor di codice

Il Compositore esperienza basato su moduli e l'editor offerte HTML ora utilizzano lo stesso editor di codice utilizzato dal Compositore esperienza visivo nel codice personalizzato. (TGT-25808)

Questo miglioramento aggiunge le seguenti nuove funzioni quando si utilizza l'editor di codice nel Compositore esperienza basato su moduli e quando si creano offerte HTML:

  • I numeri di riga sono ora visibili per una migliore fruibilità.

  • L’evidenziazione della sintassi ti aiuta a evitare errori di sintassi per le offerte HTML.

Per ulteriori informazioni, consulta Editor di codice.

Geotargeting

È ora possibile utilizzare la latitudine e la longitudine nel geotargeting. (TGT-12129)

Per ulteriori informazioni, consulta Geo.

SDK di node.js

È possibile installare gli SDK di node.js da npm @adobe/target-node-client per implementare ed eseguire facilmente i test lato server sulle applicazioni node.js. Negli SDK di node, il servizio ID visitatore è abilitato per connettere tutti i dati Adobe ed è possibile utilizzare Adobe Analytics come origine per la generazione rapporti (A4T).

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti per i clienti (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

  • Gli utenti con autorizzazioni di Approvatore possono ora generare e attivare token di autenticazione API di profilo. (TGT-24074)

    Per ulteriori informazioni, consulta Impostazioni API di profilo.

  • Quando, durante la creazione di un’attività in Compositore esperienza visivo, l’utente ricarica la pagina, l’URL dell’attività e le proprietà associate vengono mantenuti nell’interfaccia utente. La necessità di ricaricare può verificarsi nel caso in cui l'attività utilizzi un contenuto misto (contenuto protetto e non protetto) o nel caso siano presenti problemi di autorizzazione. (TGT-28230)

  • È stata migliorata la messaggistica quando un'attività utilizza contenuto misto (contenuto protetto e non protetto). Il messaggio fornisce informazioni per consentire agli utenti di eseguire i passaggi necessari per aprire un sito HTTP o un sito con chiamate miste (HTTPS e HTTP). (TGT-26271)

Per ulteriori informazioni, consulta Abilitazione di contenuto misto nel browser.

  • È stato migliorato il flusso di lavoro quando la sessione Target di un utente scade durante la configurazione delle opzioni nelle pagine Amministrazione, Tipi di pubblico e Consigli. Quando l'utente fa clic su Salva viene visualizzato il messaggio di sessione scaduta; effettuando di nuovo il log in, una finestra di dialogo informa l'utente che l'accesso è andato a buon fine e l'interfaccia utente rimane nella stessa pagina di Target senza perdita di dati. (TGT-25557)

Modifiche alla piattaforma Target (27 settembre 2017)

Modifica Dettagli

at.js

27 settembre 2017

La versione 1.2.0 di at.js è ora disponibile in una versione di manutenzione che contiene per lo più correzioni di bug. Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

  • È stato risolto un problema che impediva azioni predefinite per i casi speciali di tracciamento dei clic. (TNT-28089)

  • È stato risolto un problema che impediva a Target di aprire il collegamento in una nuova scheda durante il tracciamento dei clic con un collegamento contenente target="_blank". (TNT-28072)

  • Gli indirizzi IP possono essere utilizzati come dominio dei cookie. (TNT-28002)

  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione momentanea di altro contenuto nelle offerte di reindirizzamento aventi una mbox globale o altre mbox regionali. (TNT-27978)

  • È stato risolto un problema che causava un errore nell’impostazione di attività Targeting esperienza nel Compositore esperienza visivo durante il passaggio da Sfoglia a Componi e viceversa. (TNT-27942)

  • È stata risolta la gestione errata delle classi di stile che causava la visualizzazione momentanea di altro contenuto sugli elementi contrassegnati per il monitoraggio dei clic. (TNT-27896)

  • È stato corretto un problema a causa del quale i parametri mbox globali si mescolavano con gli altri parametri mbox. (TNT-27846)

  • Sono state apportate modifiche per garantire che Handlebar, Mustache e altre librerie di modelli lato client siano gestite correttamente da at.js. (TNT-27831)

  • Sono state apportate modifiche per garantire che sdidParamExpiry sia inizializzato correttamente e passato all’API visitatore. Questa è una regressione che è stata aggiunta a at.js 1.1.0. Non influisce sulle versioni precedenti di at.js. Questa modifica riguarda soltanto i clienti che usano offerte di reindirizzamento e A4T. (TNT-27791)

  • Sono state apportate modifiche per garantire che SCRIPT venga eseguito indipendentemente dal tipo di attributo utilizzato. (TNT-27865)

Targeting esperienza (XT)

21 settembre 2017

Con la versione del 21 settembre, in Target cambierà il modo in cui gli utenti vengono inseriti nelle esperienze di attività di targeting delle esperienze (XT) (campagne Pagina di destinazione in Target Classic). Per tutte le attività nuove ed esistenti sia in Target Standard/Premium che in Target Classic, gli utenti devono soddisfare le regole del targeting delle esperienze su ogni impression per poter continuare a vedere il contenuto dell’esperienza ed essere conteggiati nei rapporti. In precedenza, se l’utente non era più qualificato per alcuna esperienza, avrebbe continuato a vedere il contenuto dell’ultima esperienza per la quale si era qualificato, e ad essere conteggiato nei rapporti per tale esperienza.

Con questa versione tale modifica avverrà automaticamente per tutte le attività esistenti e per ogni nuova attività creata dopo il rilascio. Se desideri continuare con il metodo precedente (prima del 21 settembre), puoi creare il pubblico utilizzando script di profilo in modo che un utente debba soddisfare una condizione solo una volta per continuare a rientrare in tale pubblico in futuro. Quindi, utilizza questo pubblico per ogni esperienza nell’attività.

Target Standard/Premium 17.8.1 (22 agosto 2017)

Funzione Descrizione

Autorizzazioni utente Enterprise per Target Premium

Crea aree di lavoro separate in Target e quindi assegna agli utenti ruoli e autorizzazioni diversi per le singole proprietà digitali.

Per ulteriori informazioni, consulta Autorizzazioni per gli utenti Enterprise.

Consulta Problemi noti e problemi risolti per ulteriori informazioni sull’implementazione.

Modalità controllo qualità

Verifica in modo facile e completo la qualità delle attività tramite collegamenti di anteprima che restano invariati, l’eventuale definizione di un pubblico di destinazione e rapporti di controllo qualità mantenuti separati dai dati delle attività live.

Per ulteriori informazioni, consulta Controllo qualità delle attività.

Miglioramenti, correzioni e modifiche

Questa versione di Target include i miglioramenti, le correzioni e le modifiche seguenti per i clienti (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

  • Ora è possibile visualizzare i dettagli della definizione del pubblico in una scheda a comparsa in diverse aree nell’interfaccia utente di Target, senza aprire il pubblico. Questa funzionalità si applica solo ai tipi di pubblico creati in Target Standard/Premium. (TGT-25772).
  • È ora possibile visualizzare le definizioni dei tipi di pubblico adhoc all'interno della sezione creazione/panoramica dell'attività. (TGT-25570)
  • Le seguenti variabili sono ora disponibili come array Velocity: entiites e entityN.categoriesList.

Modifiche alla piattaforma Target (3 agosto 2017)

Modifica Dettagli

at.js

3 agosto 2017

È ora disponibile la versione 1.1 di at.js. Per ulteriori informazioni, consulta Scarica at.js.

I miglioramenti e le correzioni seguenti sono inclusi nella versione 1.1 di at.js:

  • È stata aggiunta la gestione dei token di risposta. Per ulteriori informazioni, consulta Token di risposta.

  • È stato risolto un problema in modo che document.currentScript polyfill non interferisca con Angular 1.X.

  • Sono state apportate modifiche per garantire che il tracciamento dei clic non interferisca con la proprietà di visibilità. Gli elementi di tracciamento dei clic sono contrassegnati con la classe CSS at-element-click-tracking anziché at-element-marker .

Target Standard/Premium 17.7.3 (3 agosto 2017)

Funzione Descrizione

Token di risposta

I token di risposta consentono di generare automaticamente le variabili ammissibili (ad esempio, gli attributi del profilo) nelle risposte di Target che assegnano attività (ad esempio, visualizza mbox). I token di risposta possono essere utilizzati a scopo di debug o per l'integrazione con provider di terze parti (ad esempio Clicktale).

I token di risposta sono simili ai plug-in del server di Adobe Target Classic e forniscono equivalenza di funzione tra le due soluzioni.

Nota: i token di risposta sono disponibili con at.js 1.1 e versioni successive.

Per ulteriori informazioni, consulta Token di risposta.

Target Standard/Premium 17.7.2 (27 luglio 2017)

Funzione Descrizione

Targeting automatico

La funzionalità Targeting automatico è ora disponibile per tutti i clienti Target Premium.

La funzione Targeting automatico utilizza l’apprendimento automatico avanzato per individuare più esperienze ad alte prestazioni definite dall’addetto al marketing. Inoltre, indica l’esperienza più adatta per ogni visitatore in base al suo profilo cliente individuale e al comportamento dei visitatori precedenti con profili simili, al fine di personalizzare contenuti e favorire le conversioni.

Durante la creazione di un'attività A/B tramite il flusso di lavoro guidato in tre passaggi, è possibile scegliere di allocare il traffico utilizzando l'opzione Targeting automatico per Esperienze personalizzate:

Per ulteriori informazioni, consulta Targeting automatico per esperienze personalizzate.

Target Standard/Premium 17.7.1 (20 luglio 2017)

Funzione Descrizione

Tipi di pubblico

Ora puoi visualizzare i dettagli della definizione di pubblico in vari luoghi dell'interfaccia utente di Target grazie a una scheda popup, senza dover aprire la sezione Pubblico. Questa funzionalità si applica solo ai tipi di pubblico creati in Target Standard/Premium.

Metriche di successo

Precedentemente, Target consentiva la dipendenza da una singola metrica e quella metrica doveva essere raggiunta prima che il suo conteggio incrementasse. È ora possibile fornire dipendenza da più metriche, insieme alla flessibilità necessaria per decidere se la metrica deve essere raggiunta o non raggiunta per incrementare il conteggio.

La funzionalità di dipendenza a metriche multiple non è supportata nei seguenti casi:

  • Attività di Consigli. Questa funzionalità è supportata da tutti gli altri tipi di attività.

  • Se si utilizza Analytics come fonte di Reporting (A4T).

  • Con il tipo di metrica “Visualizzazione di una pagina”.

  • Con il tipo di metrica “Clic su un elemento” per le attività del Compositore esperienza visivo.

Per maggiori informazioni, vedi i seguenti argomenti:

Generazione rapporti (allocazione automatica di test A/B)

È ora disponibile la possibilità di visualizzare più metriche per l'allocazione automatica di attività A/B.

Per ulteriori informazioni, consulta Visualizzare più metriche in un rapporto.

Tipi di pubblico

I tipi di pagina del sito e gli operatori di confronto del pubblico ora corrispondono ai tipi e agli operatori di confronto di Target Classic.

Puoi creare un pubblico delle pagine del sito utilizzando “parametro di query definito dall'utente” o “intestazione definita dall'utente”.

Per ulteriori informazioni, consulta Pagine del sito.

Attività

L'elenco Attività consente ora di filtrare i tipi di attività di Allocazione automatizzata e di Targeting automatico.

Per ulteriori informazioni, consulta Attività.

Criteri e promozioni dei consigli

È ora possibile gestire i valori vuoti durante l'applicazione di filtri per Corrispondenza attributo entità, Corrispondenza attributo profilo e Corrispondenza parametri.

Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzare regole di inclusione dinamiche e statiche.

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti e correzioni di problemi rivolti al cliente: (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

  • È stato migliorato il flusso di lavoro nel caso in cui, durante la creazione o la modifica di un'attività o di un'offerta da parte dell'utente, la sessione di Target risulti scaduta. Quando l'utente fa clic su Salva viene visualizzato il messaggio di sessione scaduta; effettuando di nuovo il log in, una finestra di dialogo informa l'utente che l'accesso è andato a buon fine e l'interfaccia utente rimane nella stessa pagina di Target senza perdita di dati.

    Se durante l'esecuzione di un'azione intermittente in una pagina di Target si verifica un arresto di sessione, l'utente è invitato a eseguire nuovamente l'accesso e viene quindi indirizzato all'ultima pagina da lui modificata nell'interfaccia utente di Target.

  • È stato risolto un problema che causava la perdita delle modifiche del codice personalizzato se, durante la navigazione, l'utente (in caso di modifica delle esperienze, passaggio a un'altra pagina, cambio di pubblico, clic su Avanti ecc.) si fosse dimenticato di salvare le modifiche. All'utente viene ora richiesto di salvare le modifiche. (TGT-23766)

  • Quando un'attività viene archiviata, viene visualizzato il messaggio “archiviazione dell'attività” anziché “aggiornamento dell'attività”. (KB-1517)

  • Il selettore a discesa nelle seguenti posizioni all'interno dell'interfaccia utente di Target è stato sostituito con funzionalità di completamento automatico per migliorarne la velocità e le prestazioni: (TGT-22939)

    • Pagina attività > attività > Passaggio 3 > Selettore suite di rapporti
    • Tipi di pubblico > Crea pubblico > Profilo visitatore
    • Consigli > Creazione feed > se tipo di origine > Analytics > Selettore suite di rapporti
  • È stata migliorata la messaggistica di errore quando un sito dispone di “opzioni X-frame” impostate su SAMEORIGIN e il sito non può essere caricato nel Compositore esperienza visivo. All’utente viene presentato un messaggio in cui si chiede di passare al Compositore esperienza avanzato in Amministrazione > Compositore esperienza visivo. (TGT-17356)

  • In Target Standard/Premium, i rapporti vengono ora visualizzati nel fuso orario del tuo account anziché nel fuso orario del server di Target (US EST). (TGT-24868)

  • Se le attività create in Target vengono aggiornate all'esterno di Target (ad esempio, tramite Adobe I/O), i seguenti attributi di attività vengono importati di nuovo in Target:

    thirdpartyId

    startDate

    endDate

    status

    priority

    marketingCloudMetadata(remoteModifiedBy)

    Questo processo di importazione verrà eseguito quando verrà aperta la pagina attività, con un ritardo massimo di dieci minuti. (KB-1526)

Target Standard/Premium 17.6.2 (22 giugno 2017)

Funzione Descrizione

Attività di Automated Personalization (AP)

  • È possibile creare attività di Automated Personalization utilizzando il Compositore basato su moduli.
  • Nuovi valori di affidabilità per la Automated Personalization

Consigli: criteri e promozioni

È ora possibile creare criteri dinamici e promozioni in base alla corrispondenza degli attributi del profilo e alla corrispondenza di parametri.

Nota: se hai dimestichezza con la configurazione delle regole di inclusione prima della versione di Target 17.6.1 (giugno 2017), noterai che alcune delle opzioni e degli operatori sono cambiati. Vengono visualizzati solo gli operatori applicabili all’opzione selezionata; alcuni altri operatori sono stati rinominati (“corrisponde a” è ora “è uguale a”), per maggiore coerenza e intuitività. Tutte le regole di esclusione esistenti create prima di questa versione sono state automaticamente convertite nella nuova struttura. Non è necessaria alcuna modifica da parte dell’utente.

Miglioramenti dell'Editor di codice del Compositore esperienza visivo

Se il formato della pagina cambia e alcune azioni non possono essere eseguite, ora viene visualizzato un avviso di errore accanto a ogni azione che non può essere elaborata. In precedenza, un errore generale notificava all'utente che la struttura della pagina era cambiata. Ora, invece, l'editor di codice evidenzia ogni azione non riuscita.

Questa versione di Target include i miglioramenti e le correzioni seguenti per il cliente:

  • Prestazioni ottimizzate sui gruppi host e sulle pagine di ricerca di entità consigli.
  • In tutte le sezioni di Target, i messaggi di errore sono più descrittivi, specialmente se correlati agli errori di sincronizzazione.
  • È stato corretto un problema che a volte causava un errore di conteggio sul diagramma di attività nell'interfaccia utente, quando veniva applicata l'eliminazione automatica dei duplicati dopo la creazione di gruppi di esclusione.
  • È stato risolto un problema a causa del quale le inclusioni manuali potevano non venire riportate correttamente nell'interfaccia utente quando veniva modificata un'attività esistente tramite il Gruppo di esclusione.

Target Standard/Premium 17.6.1 (8 giugno 2017)

Funzione Descrizione

Attività di Targeting di esperienza (XT)

La funzionalità drag-and-drop consente di organizzare il pubblico e le esperienze nell'ordine desiderato durante la creazione o la modifica di attività di Targeting di esperienza (XT). I visitatori saranno valutati per le esperienze, nell'ordine dall'alto verso il basso.

Per ulteriori informazioni, consulta Creare esperienze.

Generazione rapporti: A/B, Targeting esperienza e Consigli

Rapporti per le attività A/B, Targeting esperienza e Consigli includono rappresentazioni visive che consentono di visualizzare visivamente l'intervallo di affidabilità e di incrementarlo in modo da poter determinare più accuratamente un vincitore. Passando il mouse sopra le rappresentazioni, puoi vedere i numeri reali. Questa funzionalità non è disponibile per le attività che utilizzano Analytics come origine per la generazione di rapporti (A4T).

Per ulteriori informazioni, consulta Impostazioni dei rapporti.

Attività di Automated Personalization (AP)

È possibile creare Gruppi di esclusione nelle attività AP per escludere automaticamente le esperienze con le offerte designate.

Consigli: criteri e promozioni

(Programmata per essere rilasciata il 22 giugno 2017) È ora possibile creare criteri dinamici e promozioni in base alla corrispondenza degli attributi del profilo e alla corrispondenza dei parametri.

Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzare regole di inclusione dinamiche e statiche.

Nota: se hai dimestichezza con la configurazione delle regole di inclusione prima della versione di Target 17.6.1 (giugno 2017), noterai che alcune delle opzioni e degli operatori sono cambiati. Vengono visualizzati solo gli operatori applicabili all’opzione selezionata; alcuni altri operatori sono stati rinominati (“corrisponde a” è ora “è uguale a”), per maggiore coerenza e intuitività. Tutte le regole di esclusione esistenti create prima di questa versione sono state automaticamente convertite nella nuova struttura. Non è necessaria alcuna modifica da parte dell’utente.

Denominazione delle attività

Prima del salvataggio, viene ora richiesto di assegnare un nome all'attività. Non è possibile salvare un'attività senza un nome.

Nuova posizione del Forum di Target

Il Forum di Target è stato spostato nella nuova Piattaforma di Adobe Community.

Target Standard/Premium 17.4.1 (27 aprile 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Dettagli
Generazione di rapporti

Visualizzazione di più obiettivi/metriche: è ora possibile visualizzare più metriche attività A/B e Targeting esperienza (XT), a eccezione delle attività A/B di allocazione automatica e targeting automatico.

Per ulteriori informazioni, consulta Visualizzare più metriche in un rapporto.

Questa versione di Target si concentra su correzioni back end e include i seguenti miglioramenti e correzioni di problemi rivolti al cliente: (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

  • È stato corretto un problema che causava il malfunzionamento dell'impostazione “Incrementa il conteggio, rilascia l'utente e consenti il reinserimento”, nelle impostazioni avanzate delle attività. (TNT-26556)
  • È stato risolto un problema che impediva la rimozione da Target dei dati degli Attributi dei clienti dopo che questi erano stati aggiornati con NULL nell'interfaccia utente di Experience Cloud. (TNT-26462)

Modifiche alla Piattaforma Target (13 aprile 2017)

Modifica Dettagli

at.js

È ora disponibile la versione 0.9.6 di at.js. Per ulteriori informazioni, consulta Scarica at.js.

I miglioramenti e le correzioni seguenti sono inclusi nella versione 0.9.6 di at.js:

  • Supporto per le offerte di reindirizzamento per A4T. Dopo aver scaricato e installato la versione 0.9.6 di at.js, è possibile utilizzare le offerte di reindirizzamento in attività che utilizzano Adobe Analytics come origine per la generazione di rapporti per Target (A4T). Oltre alla versione 0.9.6 di at.js, l’implementazione deve soddisfare altri requisiti minimi al fine di usare le offerte di reindirizzamento e A4T. Per ulteriori informazioni e importanti informazioni aggiuntive che dovresti conoscere, consulta Offerte di reindirizzamento: domande frequenti su A4T.

  • Prima della versione 0.9.6 di at.js, se l’API visitatore era presente nella pagina e l’impostazione visitorApiTimeout era troppo aggressiva, poteva capitare che i dati MCID non venissero inviati nella richiesta di Target. Questo poteva portare a problemi come la presenza di dati parziali in Analytics durante l’utilizzo di A4T.

    Questo comportamento è stato modificato nella versione 0.9.6 di at.js: anche se l’impostazione visitorApiTimeout è impostata su 1 ms, ad esempio, Target tenterà di raccogliere SDID, server di tracciamento e dati degli ID cliente, per inviarli nella richiesta di Target.

  • È stata aggiunta l’impostazione selectorsPollingTimeout. Per ulteriori informazioni, consulta targetGlobalSettings().

  • Il formato della risposta da getOffer() è stato modificato. Per ulteriori informazioni, consulta adobe.target.getOffer(options).

  • La funzione di log della console è stata aggiunta per le dichiarazioni <!DOCTYPE> non supportate.

  • È stato risolto un problema a causa del quale i plug-in di Target Classic non venivano applicati correttamente quando venivano distribuite offerte multiple predefinite a un singolo mbox. (TGT-22664)

  • È stata migliorata la configurazione dei cookie per i domini di primo livello a due lettere (TLD) per garantire che il cookie mbox venga configurato correttamente per questi domini (ad esempio, test.no, autodrives.ca e così via).

  • L’algoritmo per l’estrazione del dominio di primo livello che deve essere utilizzato quando si salvano i cookie è stato modificato nella versione 0.9.6. di at.js. A causa di questa modifica, i cookie non possono essere salvati in indirizzi IP. Il più delle volte, gli indirizzi IP vengono utilizzati per scopi di test, ma come soluzioni alternative è possibile utilizzare le voci DNS, regolare il file host in una casella locale.

  • Risolta la gestione delle azioni Sposta e Ridisponi nel caso in cui le proprietà siano valori stringa anziché numeri interi.

Per informazioni su questa versione e sulle versioni precedenti di at.js, consulta Dettagli della versione di at.js.

Target Standard/Premium 17.3.1 (30 marzo 2017 - aggiornato il 13 aprile 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Analytics for Target (A4T)

Offerte di reindirizzamento

Aggiornato il 13 aprile 2017.

È ora possibile utilizzare le offerte di reindirizzamento nelle attività che utilizzano Analytics come origine per la generazione rapporti.

Queste librerie devono essere incluse sia nella pagina con l'offerta di reindirizzamento sia nella pagina a cui il visitatore viene reindirizzato. Come parte di questa modifica, i nuovi parametri URL verranno aggiunti automaticamente agli URL di reindirizzamento se il servizio ID visitatore è implementato nel sito, indipendentemente dal fatto che si stia utilizzando Analytics come origine per la generazione rapporti per quell'attività.

Per ulteriori informazioni, consulta Offerte di reindirizzamento - Domande frequenti su A4T.

Tipi di pubblico

I seguenti miglioramenti sono stati apportati al targeting di pubblico:

  • Ripartizione tra settimana e giorno: è possibile impostare le opzioni di ripartizione settimana/giorno per creare modelli ricorrenti per il targeting di pubblico.

    Per ulteriori informazioni, consulta Intervallo di tempo.

  • Esclusioni nel pubblico combinato: è ora possibile aggiungere regole di esclusione per escludere il pubblico quando si combinano più tipi di pubblico.

    Per ulteriori informazioni, consulta Combinazione di più tipi di pubblico.

Consigli

Promozioni dinamiche: ora i consigli di Target supportano le corrispondenze dinamiche per le promozioni.

Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzare regole di inclusione dinamiche e statiche.

NOTA

La possibilità di visualizzare più metriche in un rapporto, inclusa nella versione 17.3.1 di Target (30 marzo 2017), è stata rimossa a causa di un comportamento imprevisto. Questa funzione sarà nuovamente disponibile in una versione successiva.

Questa versione di Target include i seguenti miglioramenti e correzioni rivolti al cliente:

  • L'interfaccia utente di Target è stata aggiornata per supportare le offerte di reindirizzamento in attività che utilizzano Analytics for Target (A4T) come origine per la generazione rapporti. Questa funzionalità richiederà la versione 0.9.6 di at.js, che sarà disponibile a breve.

  • L'interfaccia utente di Target è stata aggiornata in alcuni punti:

    • Nei rapporti e nelle attività, alcune opzioni (Modifica, Condividi per feed, Visualizza URL di esperienza ecc.) sono ora accessibili facendo clic sull'icona altre opzioni ().

    • Nella Libreria offerte, le offerte ora sono visualizzate come un elenco piuttosto che come schede. Altre modifiche minori dell'interfaccia utente sono state effettuate in tutta l'interfaccia utente della Libreria offerte.

  • Le prestazioni sulle attività degli elenchi di Attività e Pubblico sono significativamente migliorate. Inoltre, i tempi di caricamento dei risultati di ricerca saranno di nuovo molto più veloci.

  • Nel Rapporto del livello di offerta per i rapporti di Automated Personalization, ora “Visualizzazioni” è diventato “Visite”.

  • Target ora supporta il passaggio da un ambiente a un altro (gruppi host) per le attività di Automated Personalization.

  • Le attività di Automated Personalization supportano ora i gruppi host.

Target Standard/Premium 17.2.1 (21 febbraio 2017)

NOTA

Adobe Experience Manager 6.2 con FP-11577 (o versioni successive) supporta ora le implementazioni di at.js con l’integrazione di Adobe Target Cloud Services. Per ulteriori informazioni, consulta Pacchetti di funzionalità e Integrazione con Adobe Target nella documentazione di Adobe Experience Manager 6.2.

Questa versione di Target è incentrata sulla fruibilità e sui miglioramenti delle prestazioni, e include i seguenti miglioramenti e correzioni (i codici tra parentesi sono per uso interno di Adobe):

  • Sono stati aggiunti ulteriori elementi al menu della guida, a cui è possibile accedere dall'angolo superiore destro dell'interfaccia utente di Target. Le nuove opzioni includono: “Blog” e “Video”. L'opzione “Adobe Experience Cloud Status” è ora “Adobe Target Standard/Premium Status”. (TGT-22629)

  • Quando si elimina un pubblico,Target visualizza un elenco di attività che fanno riferimento a quel pubblico. Ora gli utenti possono fare clic su ogni attività nell'elenco per visualizzare la pagina di Riepilogo. (TGT-17997)

  • È stata migliorata la funzione user.activeCampaigns, che restituisce l'ID della campagna per tutte le campagne/attività a cui l'utente è iscritto, anche se non ha interagito con la campagna/attività nella sessione corrente. (TNT-26237)

  • Il pulsante Crea attività nella pagina Attività viene ora attivato prima che tutti i nomi delle attività vengano caricati nell'elenco. Questo miglioramento consente agli utenti di creare nuove attività più velocemente, soprattutto quando l'account ha molte attività configurate. (TGT-21470)

  • È stato implementato il Compositore esperienza avanzato per migliorare il tempo di caricamento dei siti Web che eseguono HTTPS con accesso tramite proxy. Target non recupera più risorse statiche tramite proxy. (TGT-21793)

  • Sono state migliorate le prestazioni sulla pagina Obiettivi e impostazioni, in particolare per il tempo di caricamento nel caso in cui vengano definite metriche multiple per un'attività. (TGT-21654)

  • È stata aggiunta una descrizione nella pagina Obiettivi e impostazioni di tutte le attività che utilizzano Analytics for Target (A4T), per informare gli utenti che non è necessario un server di tracciamento se nelle pagine dell’attività è caricato at.js (versione 0.9.1 o successiva). (TGT-22607)

  • I nomi delle metriche vengono ora visualizzati nella pagina Obiettivi e impostazioni senza che gli utenti debbano espandere ogni singola metrica per visualizzarne il nome per intero. Questo miglioramento consente agli utenti di modificare le metriche più rapidamente e in modo più efficiente. (TGT-21276)

  • È ora possibile applicare le regole di inclusione di Recommendations ai criteri personalizzati (aggiornamento tramite CSV), come per qualsiasi altro criterio. (TGT-21896)

  • È stata migliorata l'interfaccia utente e la fruibilità della pagina Offerte, specialmente quando si creano o gestiscono cartelle e si creano offerte. (TGT-22509 e TGT-22187)

  • È stata migliorata l'esperienza dell'utente nel Compositore esperienza visivo, quando si selezionano gli elementi da nascondere.
    (TGT-22224)

  • È stata migliorata l'esperienza dell'utente durante la creazione di attività utilizzando il Compositore esperienza basato su moduli. Quando si sceglie una posizione mbox, il bordo di convalida rimane evidenziato dopo aver fatto clic su Avanti. (TGT-22221)

  • Sono stati ottimizzati i rapporti scaricati per distinguere tra le offerte attive ed eliminate. (TGT-22449)

  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione di risorse obsolete nell'elenco a scorrimento infinito all'interno dell'interfaccia utente del servizio principale delle Risorse di Experience Cloud. (TGT-19733)

  • È stato risolto un problema a causa del quale nei rapporti CSV scaricati non veniva rispettata l'impostazione dell'ordine estremo. (TGT-21871)

  • È stato risolto un problema a causa del quale gli ordini estremi non venivano contrassegnati correttamente nel rapporto CSV scaricato per i Dettagli dell'ordine. (TGT-22500)

  • È stato corretto un problema che causava l'errata visualizzazione dell'ora ordine nel rapporto CSV scaricato di Campagna audit, anche se il rapporto mostrava la data di ordine esatta. (TNT-26469)

  • È stato risolto un problema che impediva all'opzione Disabilita JavaScript di funzionare correttamente nelle attività multipagina. (TGT-15130)

  • Se utilizzi il Compositore esperienza basato su moduli con una mbox diversa da quella globale creata automaticamente (target-global-mbox) e selezioni una metrica di coinvolgimento come metrica di successo, potrai visualizzare gli incrementi di metrica solo sulle pagine che hanno la mbox utilizzata nell'attività. Ad esempio, se la mbox è homepage_mbox, la metrica Pagine per visita corrisponde al numero di hit per homepage_mbox durante quella visita.

    È comunque possibile aggiungere un’altra posizione all’attività e assegnare la mbox globale a tale posizione, con il contenuto predefinito. Così facendo l’oggetto mbox globale viene collegato all’attività e Target può contare la metrica per la generazione di rapporti.

Modifiche alla piattaforma Target (18 gennaio 2017)

Modifica Dettagli

at.js versione 0.9.4

18 gennaio 2017

La versione 0.9.4 di at.js contiene le seguenti modifiche:

  • I nomi mbox possono ora contenere caratteri speciali, tra cui il simbolo e commerciale (&). (TNT-26144)

    Per ulteriori informazioni, consulta Configurazioni at.js.

  • È stata aggiunta l’impostazione secureOnly che indica se at.js deve utilizzare solo HTTPS o può passare da HTTP a HTTPS in base al protocollo della pagina. Si tratta di un’impostazione avanzata con impostazione predefinita False e può essere bypassata tramite targetGlobalSettings . (TNT-26183)

    Per ulteriori informazioni, consulta targetGlobalSettings().

  • L'opzione Supporto di browser legacy è disponibile nelle versioni 0.9.3 e precedenti di at.js. Questa opzione è stata rimossa nella versione 0.9.4 di at.js.

    Per ulteriori informazioni, consulta Configurazioni at.js.

Per informazioni dettagliate sulle modifiche apportate a ogni versione di at.js, vedi Dettagli sulla versione di at.js.

Target Standard/Premium 17.1.1 (19 gennaio 2017)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Contenuto/offerte

Per le offerte, sono ora disponibili i seguenti miglioramenti:

  • La pagina Contenuti è stata rinominata Offerte. Inoltre, ci sono ora due schede lungo il lato destro per separare le offerte di codice dalle offerte di immagine.

    Se prima di questa versione usavi codici e immagini nella stessa cartella, Target li divide in due cartelle duplicate.

  • Le offerte create tramite Target Classic, Adobe Experience Manager (AEM), Adobe Mobile Services (AMS) e API sono ora visibili nell'interfaccia utente di Target Standard/Premium. Le offerte create in Target Classic sono modificabili in Target Standard/Premium. (TGT-15738)

    Le offerte che sono state aggiornate negli ultimi due anni utilizzando questi metodi saranno visibili in Target Standard/Premium (da gennaio 2015 e oltre).

  • È ora possibile filtrare le offerte per origine e tipo.

Per ulteriori informazioni, consulta Offerte.

È stato apportato il seguente miglioramento al targeting di geolocalizzazione:

  • È ora possibile utilizzare i valori profile.geolocation direttamente come token in offerte, plug-in e così via. (TNT-25967)

Per ulteriori informazioni, consulta Geo.

Generazione di rapporti

Nota: questi miglioramenti non si applicano ai rapporti di Analytics for Target (A4T).

I seguenti miglioramenti di generazione rapporti sono ora disponibili per i rapporti di Target.

  • L'interfaccia utente per i rapporti è stata riprogettata.

  • I rapporti di Target ora hanno un'opzione che permette di reimpostare i dati di generazione rapporti per rimuovere i dati obsoleti. (TGT-5933)

  • Le opzioni di metodologia di conteggio per la generazione rapporti includono Visitatori (impostazione predefinita), Visite e Impression di attività. (TGT-10002)

Per ulteriori informazioni, consulta Impostazioni dei rapporti e Metodologia di conteggio.

I seguenti miglioramenti di generazione rapporti sono ora disponibili per i rapporti CSV scaricabili:

  • Il rapporto CSV a livello di offerta dispone ora di ulteriori dettagli riguardanti ogni offerta. (TGT-18995)

  • Ora i file CSV scaricati a livello di offerta includono sempre i dati dei segmenti di controllo e di destinazione per i rapporti di Automated Personalization. (TGT-22000)

Sono ora disponibili i seguenti miglioramenti riguardanti la generazione rapporti per la sezione Automated Personalization (AP).

  • È stato migliorato il tempo di caricamento della generazione rapporti per le attività di Automated Personalization.

  • L'intervallo di affidabilità per le variabili continue (metrica di Ricavi e di Coinvolgimento) viene ora visualizzato nei rapporti di riepilogo di Automated Personalization (AP).

Attività

I miglioramenti seguenti sono ora disponibili per le attività di Target:

  • Le attività create in Adobe Mobile Services vengono ora visualizzate all'interno dell'interfaccia utente di Target Standard/Premium. (TGT-10806)

    Per ulteriori informazioni, consulta Attività.

  • Quando si creano test multivariati, è ora possibile escludere più del 10% di esperienze dal test; in questo caso, per effettuare l’analisi è necessario utilizzare la generazione rapporti non in linea. (TGT-21719)

    Per ulteriori informazioni, consulta Esperienze di anteprima per un test multivariato.

  • L'ID della campagna è ora visibile nella pagina Panoramica di ogni attività. Questa funzione è utile per le operazioni API e di risoluzione dei problemi. (TGT-20928)

  • La progettazione delle pagine Conflitti e Registro modifiche è stata migliorata.

  • La lunghezza massima consentita per i nomi di offerta anonimi nelle attività di Automated Personalization (AP) è stata aumentata da 30 a 250 caratteri.

Tipi di pubblico

I seguenti miglioramenti sono ora disponibili per il pubblico:

  • Durante la creazione di destinatari di dispositivi mobili, ora è disponibile l'opzione Nome dispositivo di marketing dall’elenco a discesa.

    Questa modifica consente di scegliere facilmente un nome di modello di dispositivo anziché cercare il numero del modello di dispositivo appropriato. Ad esempio, il nome di marketing del dispositivo Galaxy S7 è “Samsung Galaxy S7 Edge”, mentre il modello del dispositivo è “SM-G9350”. (TGT-18393)

    Per ulteriori informazioni, consulta Mobile.

Consigli

I seguenti miglioramenti sono stati apportati alla funzione Consigli:

  • La linea di risultati dell'Algoritmo di backup è ora inclusa nei file CSV scaricabili Più visualizzati e Più acquistati. Il consiglio di backup inizia con “*,”

  • Gli stati aggiuntivi ti permettono di conoscere il progresso del feed dei consigli.

    Per ulteriori informazioni, consulta Feed.

Compositore esperienza visivo avanzato

Aggiornamento degli indirizzi IP per il Compositore esperienza visivo avanzato.

Se inserisci nell’elenco Consentiti gli indirizzi IP utilizzati per il Compositore esperienza visivo, aggiungi i nuovi indirizzi IP.

Per ulteriori informazioni, consulta Risoluzione dei problemi relativi a Compositore esperienza visivo.

Versione 2016

Target Standard/Premium 16.10.2 (8 novembre 2016)

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Risolto un problema in Recommendations che rendeva impossibile la creazione di feed per ambienti non predefiniti (gruppi di host).
  • Sono state apportate diverse migliorie per ridurre gli errori di sincronizzazione delle attività.
  • Non è più possibile creare offerte di reindirizzamento per attività che utilizzano Analytics for Target (A4T).

Target Standard/Premium 16.10.1 (25 ottobre 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Allocazione automatica: contrassegno per l'esperienza migliore

Ora è più facile individuare l'esperienza migliore in un'attività di allocazione automatica A/B.

Molti addetti al marketing commettono l’errore di dichiarare un’esperienza vincente prima che i risultati indichino chiaramente quale sia l’esperienza migliore.

Quando si utilizza la funzionalità Allocazione automatica del traffico, nella parte superiore della pagina di Target dedicata alle attività appare un contrassegno che indica “Ancora nessun vincitore” finché l'attività non raggiunge il numero minimo di conversioni con sufficiente sicurezza. Quando viene dichiarata l'esperienza migliore, in Target appare la scritta “Vincitore: esperienza X”.

Per ulteriori informazioni, consulta Allocazione traffico automatica e Determinare un vincitore.

Nota: da oggi, le attività di allocazione automatica A/B non sono più supportate in Analytics for Target (A4T). A partire da questa versione, tutte le attività di allocazione automatica A/B con A4T abilitato saranno commutate in modalità Manuale (allocazione del traffico in parti uguali).

Individuare dispositivi mobili tramite gestore di telefonia

Crea un pubblico per i dispositivi mobili sulla base del gestore di telefonia (Verizon, Sprint, AT&T, T-Mobile ecc.). L'opzione Gestore è tra le impostazioni Geo.

Per ulteriori informazioni, consulta Geo.

Generare token di autenticazione mboxTrace dall'interfaccia utente di Target

Abilita gli strumenti avanzati di debug di Target creando un token di autenticazione temporaneo.

Fai clic su Genera token di autenticazione nella pagina Dettagli implementazione (Amministrazione > Implementazione). Potrai aggiungere il parametro risultante agli URL della pagina web per scopi di risoluzione dei problemi.

Per ulteriori informazioni, vedi “Recuperare il token di autorizzazione per gli strumenti di debug” in Risoluzione dei problemi relativi alla distribuzione dei contenuti.

Consigli: sequenziazione di un insieme di criteri

Utilizza insiemi composti da un massimo di cinque criteri pre-creati in una sola esperienza per avere un maggiore controllo sui consigli presentati ai visitatori.

Per ulteriori informazioni, consulta Creare sequenze di criteri.

Consigli: inserimento di promozioni esterne

Aggiungi articoli in promozione e controllane il posizionamento nelle progettazioni dei consigli.

Per ulteriori informazioni, consulta Aggiunta di promozioni.

First Look

Targeting automatico nelle attività A/B

Nota: l'offerta “First Look” è abilitata soltanto per alcuni clienti di questa versione per effettuare test e fornire riscontri.

Indirizza automaticamente le esperienze negli A/B test per fornire ad ogni visitatore l'esperienza più adatta.

Per ulteriori informazioni, consulta Targeting automatico per esperienze personalizzate.

Modifiche alla piattaforma Target (10 ottobre 2016)

Modifica Dettagli

at.js versione 0.9.3

10 ottobre 2016

È ora disponibile la versione 0.9.3 di at.js.

  • Le chiamate mbox si attivano in Microsoft Internet Explorer 11 quando i browser legacy sono disabilitati nelle impostazioni at.js.

  • Il contenuto predefinito viene renderizzato in caso di mancata riuscita di un’offerta remota dinamica (ad esempio, se l’URL non è corretto e genera un errore 404).

  • Garantisce che gli elementi vengano rivelati rapidamente quando è impossibile trovare i selettori di tracciamento clic del Compositore esperienza visivo nel DOM.

Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

Target Standard/Premium 16.9.1 (22 settembre 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Combinare più tipi di pubblico

Combina al volo più tipi di pubblico (tra cui quelli di Adobe Experience Cloud e di Target) durante il flusso di lavoro per la creazione di attività.

Ad esempio, puoi indirizzare tutti i clienti fidelizzati includendo un segmento di Audience Manager specifico per lo status di fidelizzazione e combinarlo con un segmento di Target composto da persone iscritte al tuo programma fedeltà nella sessione corrente, invece di creare un terzo pubblico permanente.

Per ulteriori informazioni, consulta Combinazione di più tipi di pubblico.

Targeting dei visitatori durante un periodo di tempo specifico

Aggiungi la data di inizio e fine del periodo per indirizzare un pubblico.

Per esempio, utilizzando i nuovi tipi di pubblico combinati ad hoc di cui sopra, è possibile indirizzare gli utenti che spendono meno su contenuti specifici nei tre giorni prima del Black Friday e su altri contenuti dopo il Black Friday.

Per ulteriori informazioni, consulta Intervallo di tempo.

Salvare raccolte avanzate

La funzionalità di ricerca nella pagina Contenuto comprende ora cartelle salvate, denominate raccolte avanzate, per risparmiare tempo quando si eseguono ricerche simili.

Per ulteriori informazioni, consulta Ricerca contenuti e crea raccolte avanzate.

Compositore esperienza basato su moduli

Aggiungi un collegamento a un'immagine. Il collegamento può essere di tipo click-through, di destinazione o di arrivo.

Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Miglioramenti

Questa versione include i seguenti miglioramenti:

Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo È stata migliorata la messaggistica di errore.

Problemi noti

  • L’opzione Rendering con JavaScript non è attualmente supportata se viene utilizzata con codice personalizzato nel Compositore esperienza visivo.

Modifiche alla piattaforma Target (settembre 2016)

Modifica Dettagli

at.js versione 0.9.2

21 settembre 2016

È ora disponibile la versione 0.9.2 di at.js.

  • È stata aggiunta un’impostazione optoutEnabled per abilitare o disabilitare la rinuncia a Device Graph. Se questa impostazione è impostata su Vero e il visitatore ha scelto di non aderire al tracciamento, il browser del visitatore non farà nessuna chiamata mbox. Device Graph è attualmente in versione beta. Questa impostazione è inizialmente impostata su Falso, ma deve essere impostata su Vero se si utilizza Device Graph.

  • È stato aggiunto il supporto di CustomEvent per il meccanismo di notifica. In precedenza, il meccanismo di notifica degli eventi at.js non poteva essere utilizzato tramite API DOM standard, come ad esempio document.addEventListener(). Ora è possibile utilizzare document.addEventListener() per sottoscrivere a eventi at.js, come ad esempio eventi di richiesta e di rendering del contenuto.

  • È stato risolto un problema relativo alle offerte create nel Compositore esperienza visivo. Prima di questa versione, Target nascondeva i selettori e li mostrava solo in caso di corrispondenza di tutti i selettori. In at.js 0.9.2 Target mostra i selettori non appena corrispondono.

Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

Target Standard/Premium 16.9.1 (22 settembre 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Combinare più tipi di pubblico

Combina al volo più tipi di pubblico (tra cui quelli di Adobe Experience Cloud e di Target) durante il flusso di lavoro per la creazione di attività.

Ad esempio, puoi indirizzare tutti i clienti fidelizzati includendo un segmento di Audience Manager specifico per lo status di fidelizzazione e combinarlo con un segmento di Target composto da persone iscritte al tuo programma fedeltà nella sessione corrente, invece di creare un terzo pubblico permanente.

Per ulteriori informazioni, consulta Combinazione di più tipi di pubblico.

Targeting dei visitatori durante un periodo di tempo specifico

Aggiungi la data di inizio e fine del periodo per indirizzare un pubblico.

Per esempio, utilizzando i nuovi tipi di pubblico combinati ad hoc di cui sopra, è possibile indirizzare gli utenti che spendono meno su contenuti specifici nei tre giorni prima del Black Friday e su altri contenuti dopo il Black Friday.

Per ulteriori informazioni, consulta Intervallo di tempo.

Salvare raccolte avanzate

La funzionalità di ricerca nella pagina Contenuto comprende ora cartelle salvate, denominate raccolte avanzate, per risparmiare tempo quando si eseguono ricerche simili.

Per ulteriori informazioni, consulta Ricerca contenuti e crea raccolte avanzate.

Compositore esperienza basato su moduli

Aggiungi un collegamento a un'immagine. Il collegamento può essere di tipo click-through, di destinazione o di arrivo.

Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Miglioramenti

Questa versione include i seguenti miglioramenti:

Miglioramento Descrizione
Compositore esperienza visivo È stata migliorata la messaggistica di errore.

Problemi noti

  • L’opzione Rendering con JavaScript non è attualmente supportata se viene utilizzata con codice personalizzato nel Compositore esperienza visivo.

Adobe Target Standard/Premium 16.8.1 (23 agosto 2016)

La versione 16.8.1 di Adobe Target Standard/Premium (23 agosto 2016) prevede le seguenti funzionalità e migliorie:

Funzione Descrizione

Gestione di host e ambiente (gruppo host)

Organizza siti e ambienti di preproduzione per gestirli facilmente e per generare rapporti separati.

Per facilitare la gestione, gli host sono raccolti in ambienti. Gli ambienti preimpostati includono Produzione, Staging e Sviluppo. È inoltre possibile aggiungere nuovi ambienti.

Questa funzionalità è pari a quella di Target Classic.

Per ulteriori informazioni, consulta Host.

Affinità tra categorie

La funzione di affinità tra categorie acquisisce automaticamente le categorie visitate da un utente e calcola l'affinità dell'utente con la categoria in modo che possa essere indirizzata e segmentata. Questo è utile per assicurare che il targeting del contenuto sia rivolto ai visitatori per i quali la probabilità di azione su tali informazioni è più elevata.

Questa funzionalità è pari a quella di Target Classic.

Per ulteriori informazioni, consulta Affinità tra categorie.

Attivare/disattivare il Compositore esperienza avanzato a livello di attività

Attiva/disattiva il Compositore esperienza avanzato a livello di account (si applica a tutte le attività create nell'account) o a livello di singola attività.

Prima, era possibile abilitare/disabilitare il Compositore esperienza avanzato solo a livello di account.

Per ulteriori informazioni, consulta Esperienze.

Automated Personalization: rapporti sulle prestazioni dell’offerta

Scarica un rapporto sulle prestazioni dell’offerta con tutte le metriche di successo dell’attività di Automated Personalization.

Miglioramenti

Questa versione include i seguenti miglioramenti:

Miglioramento Descrizione

Rinnovamento dell'interfaccia utente dell'editor di codice

L'interfaccia utente dell'editor di codice è stata resa più intuitiva e più facile da utilizzare.

Per ulteriori informazioni, consulta Editor di codice.

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Parte del testo dell'interfaccia utente per la funzione Affinità tra categorie appare solo in inglese. Il testo in altre lingue sarà disponibile nella versione di Target di settembre.

Modifiche alla piattaforma Target (luglio 2016)

Modifica Dettagli

at.js versione 0.9.1

14 luglio 2016

È ora disponibile la versione 0.9.1 di at.js.

Per ulteriori informazioni, consulta Dettagli della versione di at.js.

Adobe Target Standard/Premium 16.7.1 (21 luglio 2016)

La versione 16.7.1 di Adobe Target Standard/Premium (21 luglio 2016) prevede le seguenti funzionalità e migliorie:

Funzione Descrizione
Impostazioni prioritarie per le attività

È ora possibile impostare livelli di priorità da 0 a 999 per le attività. Questo permette un controllo più preciso sull'attività da visualizzare quando vengono assegnate più attività allo stesso percorso con lo stesso pubblico.

Questa opzione deve essere attivata in Amministrazione > Generazione rapporti.

L'opzione Priorità a grana fine si applica alle attività di Test A/B, Automated Personalization, Targeting esperienza e Test multivariati.

Per maggiori informazioni, vedi i seguenti argomenti:

Attributi per Consigli con più valori

Da oggi, tutti gli attributi personalizzati della funzione Consigli possono contenere più valori entità.

Per ulteriori informazioni, consulta Attributi di entità personalizzati.

Supporto di offerte dinamiche/remote

In Target Standard/Premium, il contenuto dinamico può far parte di qualsiasi attività basata su moduli. Il contenuto dinamico viene archiviato all'esterno di Target .

Per ulteriori informazioni, consulta Creare offerte remote.

Copiare tipi di pubblico e script di profilo

Da oggi, si può copiare un pubblico esistente e modificarlo per crearne uno simile.

Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di un pubblico.

È inoltre possibile copiare gli script dei profili esistenti.

Per ulteriori informazioni, consulta Attributi del profilo.

Utilizza le classi per determinare i selettori di elementi

Da oggi, i selettori di elementi si possono basare su classi o ID nelle attività di Automated Personalization e Test multivariato. Nelle versioni precedenti, questa opzione era disponibile solo per le attività di Prova A/B.

Per ulteriori informazioni, consulta Selettori di elementi utilizzati nel Compositore esperienza visivo.

Consigli: Somiglianza del contenuto

Utilizza le regole di somiglianza del contenuto per formulare consigli basati su attributi di elemento o file multimediale.

Miglioramento Descrizione

Miglioramenti della reportistica

Da oggi, sui rapporti della metrica di successo che vengono scaricati, compaiono i nomi dei segmenti e delle metriche anziché i loro ID.

Valutare la condizione di entrata mbox su ogni richiesta nelle attività di Automated Personalization

Nelle attività di Automated Personalization, i criteri di immissione (targeting URL, regole di modello, targeting pubblico) vengono valutati per ogni richiesta per una distribuzione più accurata dell’offerta.

Per ulteriori informazioni, consulta Automated Personalization.

Adobe Target Standard/Premium 16.6.1 (16 giugno 2016)

Non sono previste versioni rivolte ai clienti per giugno.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema a causa del quale ad alcuni clienti appariva una schermata bianca quando tentavano di modificare la loro pagina all'interno del Compositore esperienza visivo.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando si seleziona “Disabilita JavaScript” per la pagina A in un'attività multipagina, JavaScript viene disabilitato ovunque, anche se “Disabilita JavaScript” non viene selezionato in altre pagine.

  • Problema con gli URL di anteprima delle esperienze con reindirizzamento. Come soluzione alternativa, fai clic su Configura nel Compositore esperienza, scegli Più tipi di pubblico e aggiungi Tutti i visitatori come unico pubblico. Continua a salvare l'attività. Questo non cambia la distribuzione dell'attività, ma consente il funzionamento dell'anteprima. Questo problema verrà risolto nella versione di luglio di Adobe Target.

  • Nella documentazione viene illustrato il comportamento previsto per la casella di controllo Reindirizza URL. Tuttavia, a causa di un bug, la casella di controllo non appare selezionata come impostazione predefinita. Questo difetto verrà corretto al più presto.

    Per verificare questa opzione in un'attività esistente con un'offerta di reindirizzamento, adotta la seguente soluzione:

    1. Apri il popup per il reindirizzamento a un URL.
    2. Modifica l'URL sostituendolo con uno fittizio e salva.
    3. Modifica nuovamente l'URL fittizio sostituendolo con l'URL di reindirizzamento previsto dalla tua campagna.
    4. Seleziona l'opzione “Includi parametri di query correnti” e salva.

    Se si seleziona l'opzione durante la creazione di una nuova offerta di reindirizzamento, i parametri di query verranno probabilmente inclusi nel reindirizzamento.

    Per le attività create in precedenza, se questa opzione è selezionata nel compositore esperienza dell'attività, il reindirizzamento includerà i parametri della query. Se non è selezionata, i parametri di query correnti non verranno inclusi nel reindirizzamento.

Adobe Target Standard/Premium 16.5.1 (19 maggio 2016)

La versione 16.5.1 di Adobe Target Standard/Premium (19 maggio 2016) prevede le seguenti funzionalità e migliorie:

Funzione Descrizione
Versioni di esperienza

Le versioni destinate a diversi gruppi possono ora essere configurate all'interno di esperienze nelle attività A/B.

Consulta Eseguire il targeting di un’esperienza su più tipi di pubblico.

URL di QA/anteprima

Da oggi, sono disponibili gli URL di anteprima per il Compositore esperienza basato su moduli.

Consulta Visualizzare gli URL esperienza.

Algoritmi personalizzati per i consigli

Le mappature degli algoritmi personalizzati possono essere caricati in un file CSV. Non è più necessario utilizzare l'API basata su XML.

Consulta Caricamento di criteri personalizzati.

Analytics for Target: server di tracciamento Analytics

Per garantire un corretto monitoraggio della reportistica, è necessario specificare un server di tracciamento quando si creano o modificano attività che utilizzano Analytics for Target (A4T). L'esecuzione delle attività esistenti continuerà secondo le impostazioni attuali.

Consulta Utilizzo di un server di tracciamento di Analytics.

Nuovi video didattici

Per aiutarti, sono stati aggiunti i seguenti video didattici:

  • Utilizzo di DTM per passare i parametri alla mbox globale
  • Utilizzo di DTM per distribuire Target
  • Configurazione di un test multivariato
  • Creazione di un'attività A/B
  • Informazioni sui tipi di attività
  • Configurazione delle impostazioni di attività
  • Targeting di un'attività
  • Creazione di un pubblico
  • Utilizzo del pubblico
  • Utilizzo della Libreria di contenuti
  • Utilizzo degli script di profilo
  • Impostazione delle preferenze dell'account
  • Informazioni sulle modalità del Compositore esperienza visivo
  • Creazione e gestione degli utenti di Target
  • Impostazione delle metriche di successo

Miglioramenti dell'interfaccia utente

È stata migliorata l’interfaccia utente per la ricerca nei consigli e il Compositore esperienza visivo.

File CSV scaricabile di Consigli

I file CSV scaricabili dispongono ora di una riga per tutti gli ambienti, inclusi quelli che non hanno consigli sulle entità (ad esempio: # environment: 1724 ).

Miglioramenti

Miglioramento al processo di provisioning di A4T.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando si seleziona “Disabilita JavaScript” per la pagina A in un'attività multipagina, JavaScript viene disabilitato ovunque, anche se “Disabilita JavaScript” non viene selezionato in altre pagine.
  • Problema con gli URL di anteprima delle esperienze con reindirizzamento. Come soluzione alternativa, fai clic su Configura nel Compositore esperienza, scegli Più tipi di pubblico e aggiungi Tutti i visitatori come unico pubblico. Continua a salvare l'attività. Questo non cambia la distribuzione dell'attività, ma consente il funzionamento dell'anteprima. Questo problema verrà risolto nella versione di luglio di Adobe Target.

Nuova libreria di implementazione di Target, at.js 0.8.0 (5 maggio 2016)

at.js è una nuova libreria di implementazione per Target, progettata sia per le tipiche implementazioni web sia per le applicazioni a pagina singola.

Ad esempio, at.js migliora i tempi di caricamento delle pagine per le implementazioni web, migliora la sicurezza e fornisce migliori opzioni di implementazione per le applicazioni a pagina singola.

La libreria at.js include anche i componenti inclusi in target.js, quindi cessano le chiamate a target.js.

Quando implementi at.js, tieni presente quanto segue:

  • I reindirizzamenti del Compositore esperienza visivo non funzionano.
  • Le versioni di Internet Explorer precedenti a 8 non sono supportate.
  • L’implementazione asincrona potrebbe impedire il funzionamento delle integrazioni legacy come il plug-in Test&Target a SiteCatalyst.
  • Tutte le chiamate a Target vengono effettuate tramite XMLHTTPRequest e il contenuto viene restituito tramite JSON.

Adobe Target Standard/Premium 16.4.1 Fix (5 maggio 2016)

  • Da oggi, è possibile scaricare la versione 0.8.0 di at.js dall'interfaccia di Target.

  • Le API di Target sono state modificate. applyOffer ora richiede mbox param [0].

    adobe.target.applyOffer({ 
        "mbox": "target-global-mbox", 
     "params": {"test": "true"}, 
        "selector": ".banner-text", 
        "offer": offer 
    });
    

Adobe Target Standard/Premium 16.4.1 (21 aprile 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Miglioramenti dell'interfaccia utente

L'interfaccia utente è cambiata notevolmente in questa versione. Alcuni dei cambiamenti più evidenti:

  • La navigazione, precedentemente a sinistra, è stata spostata in alto
  • Finestre di dialogo migliorate
  • Flusso di creazione delle attività migliorato

Inoltre, è stata modificata la modalità di selezione delle soluzioni Adobe Experience Cloud, tra cui quella di Target. Per accedere alle soluzioni e ai servizi Experience Cloud, fai clic sull’icona del menu:

Per ulteriori informazioni sull’accesso a Target e sull’impostazione di Target come pagina predefinita dopo il login a Experience Cloud, vedi Accedere a Target da Adobe Experience Cloud.

Le regole di inclusione possono essere disabilitate per i suggerimenti di backup

Quando i suggerimenti di backup sono abilitati, si può scegliere di non applicare le regole di inclusione ai suggerimenti di backup.

Consigli: nuove funzionalità di debug nell’area di testo tramite mboxTrace

L'aggiunta di &mboxTrace a un URL sostituisce, in tale pagina, i consigli con i dettagli di debug, che comprendono informazioni sui consigli presentati, criteri, progettazione, esclusioni, inclusioni, consigli di backup presentati e altro ancora.

API per la funzione Consigli: caricare un CSV per i criteri personalizzati

È possibile caricare un CSV per i criteri personalizzati tramite API.

Questa funzionalità verrà inserita nell'interfaccia utente di Target Premium in una prossima versione.

API per la funzione Consigli: nuove API di progettazione

Le nuove API di progettazione permettono di gestire i progetti delle attività Consigli tramite API.

Personalizzazione automatizzata: metriche di successo dipendenti La funzionalità Automated Personalization supporta ora la capacità di limitare una metrica di successo in modo da conteggiare solamente se una precedente metrica di successo è stata soddisfatta.

Per ulteriori informazioni, vedi Metriche di successo.

Personalizzazione automatizzata: download della visualizzazione riepilogo dei rapporti Da oggi, gli utenti possono scaricare la visualizzazione riepilogo (cioè il confronto tra Controllo e Traffico automatizzato) suddivisa in tutte le metriche di successo disponibili.
Gli attributi del cliente possono essere utilizzati come token nelle offerte

In precedenza, si poteva fare riferimento agli attributi dei clienti negli script di profilo, formattati come crs.get(’< Nome origine dati >.< Nome attributo >’) .

Da oggi, gli attributi sono disponibili come token negli script di profilo e direttamente nelle offerte senza prima richiedere uno script di profilo. Il token deve essere nel formato: $crs. datasourceName . attributeName .

Consulta Token CRS.

Miglioramento del codice personalizzato Il codice personalizzato può ora eseguire il codice JavaScript nel tag <head>. L'esecuzione del codice non attende più che il tag <body> sia presente nel DOM. In precedenza, il selettore era soltanto il primo elemento del tag <body>.
Nuovi video didattici Per aiutarti, sono stati aggiunti alcuni video didattici. Al momento, puoi vedere i video su Compositore esperienza visivo e Compositore esperienza basato su moduli. Saranno aggiunti altri video nelle prossime settimane.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Il problema sulla versione 48 di Chrome che causava un malfunzionamento del Compositore esperienza visivo è stato risolto. Per beneficiare di questa correzione, aggiorna Chrome alla versione 50.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando si seleziona “Disabilita JavaScript” per la pagina A in un'attività multipagina, JavaScript viene disabilitato ovunque, anche se “Disabilita JavaScript” non viene selezionato in altre pagine.

Adobe Target Standard/Premium 16.3.1 (15 marzo 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

First Look:

Nuova libreria di implementazione di Target, at.js

Nota: questa offerta “First Look” è disponibile tramite download API. Sarà disponibile tramite l'interfaccia di Target in una prossima versione. Nel frattempo, è possibile scaricare la libreria at.js, testarla nel proprio ambiente e distribuirla nell'implementazione della produzione di Target.

at.js è una nuova libreria di implementazione per Target, progettata sia per le tipiche implementazioni web sia per le applicazioni a pagina singola.

Ad esempio, at.js migliora i tempi di caricamento delle pagine per le implementazioni web, migliora la sicurezza e fornisce migliori opzioni di implementazione per le applicazioni a pagina singola.

La libreria at.js include anche i componenti inclusi in target.js, quindi cessano le chiamate a target.js.

Quando implementi at.js, tieni presente quanto segue:

  • I reindirizzamenti del Compositore esperienza visivo non funzionano.
  • Le versioni di Internet Explorer precedenti a 8 non sono supportate.
  • L’implementazione asincrona potrebbe impedire il funzionamento delle integrazioni legacy come il plug-in Test&Target a SiteCatalyst.

Metriche di successo dipendenti

Questa funzionalità offre la possibilità di considerare valido il raggiungimento di una metrica di successo da parte di un utente soltanto se questo ha già raggiunto l'idoneità in una metrica di successo diversa.

Per esempio, un test potrebbe cambiare l'immagine protagonista nella homepage. L'addetto al marketing potrebbe voler contare soltanto le conversioni delle persone che hanno fatto clic sull'immagine protagonista. In questo modo, può fissare una metrica di successo per “clic su immagine protagonista nella homepage” e poi un'altra metrica per l'acquisto. Successivamente, l'addetto al marketing potrà aggiungere una regola sulla metrica “acquisto” per assicurarsi che i visitatori abbiano prima raggiunto la metrica di successo “clic su immagine protagonista su homepage”.

Nota: se il targeting di un pubblico è già impostato su una posizione in una metrica di successo, questa funzione non è supportata per tale metrica.

Le Metriche di successo dipendenti sono supportate soltanto nelle attività AB, XT e MVT. Per le attività Automated Personalization e Consigli, la funzione sarà disponibile in seguito.

Per ulteriori informazioni, vedi Metriche di successo.

Miglioramenti alla fruibilità dell'allocazione automatica

Quando il modello per un'attività di allocazione automatica è pronto, dall'interfaccia utente non sono consentite le seguenti operazioni:

  • Impostazione della modalità di Allocazione traffico su Manuale
  • Modifica dell'origine dei rapporti da “Adobe Target” a “Analytics” e viceversa
  • Modifica del tipo di metrica obiettivo
  • Modifica delle opzioni nel pannello “Impostazioni avanzate”

Per la documentazione sull’allocazione automatica, consulta Allocazione automatica del traffico.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando si seleziona “Disabilita JavaScript” per la pagina A in un'attività multipagina, JavaScript viene disabilitato ovunque, anche se “Disabilita JavaScript” non viene selezionato in altre pagine.

  • Su Internet Explorer 10 potrebbero verificarsi alcuni problemi di interfaccia, tra cui visualizzazione momentanea di altri contenuti e possibile lentezza.

  • L'aggiornamento della versione 48 di Chrome ha generato un problema di malfunzionamento del Compositore esperienza visivo su Chrome. Google sta lavorando alla soluzione. Per informazioni, fai riferimento a https://code.google.com/p/chromium/issues/detail?id=582603. Per aggirare questo problema:

    • Utilizza Firefox o Internet Explorer.
    • Abilita il Compositore esperienza avanzato, che può essere configurato dalla scheda Amministrazione > Compositore esperienza visivo.

Adobe Target Standard/Premium 16.2.1 (18 febbraio 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Targeting dell'inclusione nelle attività per percentuale. Da oggi è possibile limitare le partecipazioni alle attività A/B e multivariate a una percentuale di visitatori o membri del pubblico. Ad esempio, puoi limitare l’accesso al 50% di tutti i visitatori o 45% del pubblico “Californians”.
Supporto di Ricavi, Ordini e Coinvolgimento in Allocazione automatica Da oggi è possibile scegliere metriche su Ricavi (RPV), Ordini e Coinvolgimento come obiettivi per le attività A/B con l'allocazione automatica selezionata. In precedenza, erano supportate solo le metriche di conversione. Consulta Allocazione automatizzata del traffico.
Filtra in base all'origine Da oggi è possibile filtrare l'elenco delle attività in base all'origine in cui sono state create. Le opzioni sono Adobe Target e Adobe Experience Manager. Consulta Attività.
Miglioramenti delle prestazioni di Automated Personalization Automated Personalization è stato riprogettato per funzionare meglio con un gran numero di combinazioni offerta/posizione.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando si seleziona “Disabilita JavaScript” per la pagina A in un'attività multipagina, JavaScript viene disabilitato ovunque, anche se “Disabilita JavaScript” non viene selezionato in altre pagine.

  • Su Internet Explorer 10 potrebbero verificarsi alcuni problemi di interfaccia, tra cui visualizzazione momentanea di altri contenuti e possibile lentezza.

  • L'aggiornamento della versione 48 di Chrome ha generato un problema di malfunzionamento del Compositore esperienza visivo su Chrome. Google sta lavorando alla soluzione. Per informazioni, fai riferimento a https://code.google.com/p/chromium/issues/detail?id=582603. Per aggirare questo problema:

    • Utilizza Firefox o Internet Explorer.
    • Abilita il Compositore esperienza avanzato, che può essere configurato dalla scheda Amministrazione > Compositore esperienza visivo.

Adobe Target Standard/Premium 16.1.1 (28 gennaio 2016)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Miglioramenti dell'interfaccia utente.

L'aspetto degli elenchi Attività e Tipi di pubblico è stato migliorato, così come la funzionalità di ricerca/ordinamento. Ulteriori modifiche dell'interfaccia utente verranno incluse nelle prossime versioni.

Consulta Attività.

Tipi di pubblico “Super”

Utilizza la logica nidificata AND/OR (E/O) nella configurazione dei tipi di pubblico.

Consulta Creazione di un pubblico.

Seleziona gruppi host nei rapporti

I gruppi host sono disponibili nei rapporti.

Nota: questa opzione non è disponibile per la Automated Personalization.

Supporto di Internet Explorer 11

Da oggi, Internet Explorer 11 è supportato dall'interfaccia di Target.

Consulta Browser supportati.

Visualizzare l'intervallo di affidabilità nei rapporti di Target per variabili continue

Visualizza l'intervallo di affidabilità per le metriche di tipo ricavo (RPV, AOV, Vendite, Ordini) e per le metriche di coinvolgimento.

Ad esempio, se RPV = 200,00 e l'intervallo di affidabilità = 50,00, per RPV si dovrebbe ottenere 200,00 +/- 50,00

Questa modifica è applicabile ai test A/B, Targeting esperienza e multivariati.

Consulta Livello di affidabilità e intervallo di affidabilità.

Miglioramento delle regole dell'URL del Compositore esperienza visivo

In precedenza, le regole dell'URL del modello del Compositore esperienza visivo si ponevano in una condizione OR rispetto all'URL della pagina. Ora si può scegliere AND o OR (E/O) quando si specificano più URL. OR (O) è l'impostazione predefinita.

Consigli:

Cambiamento nella codifica della distribuzione globale mbox

Da oggi, nella creazione di un progetto, il progetto HTML viene racchiuso in un elemento <div> per impostazione predefinita.

Per informazioni sulla creazione di una progettazione, consulta Creare una progettazione.

Tecnica di rinforzo dell'apprendimento automatico del Valore ciclo vita (LTV)

Questo nuovo algoritmo si concentra sulla conversione a lungo termine nell'arco di molte sessioni invece che sul miglioramento della conversione nella singola sessione. Questa tecnica è adatta ai siti con molti visitatori di ritorno perché ottimizza il ricavo complessivo dell'intero scambio interattivo con il visitatore.

Consulta Automated Personalization.

Miglioramento: consentito il targeting sui frammenti hash (#)

Da oggi è possibile indirizzare la parte di un URL che segue un hash (#).

Consulta Includere la stessa esperienza su pagine simili e altri argomenti correlati.

Scaricare i rapporti sulle metriche di successo

Scarica un singolo file CSV con tutte le metriche di successo elencate anziché un rapporto del solo obiettivo finale dell'attività.

Consulta Rapporti.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Risolto un problema per cui tutte le attività basate su AEM venivano considerate attività di Targeting esperienza (XT). Ora, AEM utilizza i tipi di attività corretti per le attività A/B e XT.
  • Rimossa un'opzione per l'utilizzo di metriche non di conversione come obiettivo nelle nuove attività con allocazione automatica. Questa opzione sarà nuovamente disponibile in una versione successiva.
  • Risolto un problema che impediva l'eliminazione di uno script di profilo creato in Target Classic da Target Standard.
  • Risolto un problema che racchiudeva un modello non HTML di Consigli in un elemento <div> quando utilizzato in un flusso di lavoro basato su moduli.
  • Risolto un problema che causava il timeout dei calcoli di conflitti in presenza di numerose attività.
  • Risolto un problema per cui il file CSV scaricabile mostrava il rapporto di riepilogo anziché quello delle metriche di successo.
  • Rimosso il messaggio pop-up “ID univoco” che a volte compariva durante la modifica degli elementi.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando “Disabilita JavaScript” è attivato per pageA in un’attività multipagina, JavaScript resta abilitato per tutte le pagine ma la funzionalità rimane disabilitata.

  • Su Internet Explorer 10 potrebbero verificarsi alcuni problemi di interfaccia, tra cui visualizzazione momentanea di altri contenuti e possibile lentezza.

  • L'aggiornamento della versione 48 di Chrome ha generato un problema di malfunzionamento del Compositore esperienza visivo su Chrome. Google sta lavorando alla soluzione. Per informazioni, fai riferimento a https://code.google.com/p/chromium/issues/detail?id=582603. Per aggirare questo problema:

    • Utilizza Firefox o Internet Explorer.
    • Abilita il Compositore esperienza avanzato, che può essere configurato dalla scheda Amministrazione > Compositore esperienza visivo.

Versione 2015

Adobe Target Standard/Premium 15.10.1 (2 novembre 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Allocazione automatica nei test A/B

Ora puoi allocare automaticamente il traffico per aumentare l’incremento complessivo della campagna e scoprire più velocemente le esperienze vincenti. Questo algoritmo aumenta le prestazioni complessive della campagna mantenendo l’integrità di un test A/B.

L’algoritmo si basa su prestazioni misurate (ad esempio il tasso di conversione) e intervalli di attendibilità per produrre una distribuzione del traffico che viene modificata fino a due volte all’ora.

Vantaggi chiave

  • Mantiene l’integrità di un test A/B assicurando che i visitatori rimangano nella stessa esperienza, come avviene in un test manuale.
  • Trova un vincitore statisticamente significativo più velocemente rispetto a un test A/B manuale.
  • Fornisce un maggiore incremento medio della campagna rispetto a un test A/B manuale.
  • Consente di passare a un test manuale in qualsiasi momento.

Consulta Allocazione automatizzata del traffico.

Attributi del cliente

Carica i dati di prima parte, o Attributi del cliente, tramite il servizio di base Experience Cloud e scegli gli attributi da condividere con Target. Questa funzionalità è stata lanciata a marzo per Analytics e ora si integra direttamente con Target.

Ad esempio, puoi utilizzare i dati del cliente quali lo stato di iscrizione (oro, argento ecc.), la cronologia degli acquisti, la destinazione preferita, il negozio di fiducia e così via nel tuo sistema CRM o POS/eCommerce. Ora puoi caricare tali dati su Experience Cloud. Dopo l’autenticazione dell’utente sul tuo sito, Target può abbinare quei dati alle sue abitudini in rete.

Consulta Attributi del cliente.

Selezionando Analytics come origine per la generazione di rapporti per Target, sono disponibili più società.

Quando si seleziona Analytics come origine per la generazione di rapporti per Target, si seleziona la suite di rapporti di Analytics che dovrà ricevere i dati relativi all’attività di Target. Scegli innanzitutto una delle società Analytics associate al tuo account, quindi, seleziona la suite di rapporti idonea all’attività. Puoi selezionare solo le suite di rapporti impostate per la connessione ad Adobe Target. Se non visualizzi la suite di rapporti desiderata, disconnettiti, accedi di nuovo ad Adobe Experience Cloud e riprova. Se la suite di rapporti continua a non essere elencata, contatta l’Assistenza clienti.

Nuove opzioni integrate per la creazione di tipi di pubblico

Sono state integrate alcune nuove opzioni per i tipi di pubblico:

  • Puoi selezionare i visitatori a cui rivolgerti in base alla lingua che usano sul browser. Questo metodo è più preciso del targeting della lingua in base ai dati geografici.
  • Puoi selezionare i visitatori a cui rivolgerti in base alla versione del browser utilizzato, non solo al browser.
  • Ora puoi specificare come target più browser e non più uno solo.

Consulta Opzioni browser.

Consigli

Esclusione degli acquisti passati

Target ora esclude automaticamente dagli articoli consigliati al visitatore quelli che ha già acquistato in precedenza. Questa opzione può essere disabilitata per qualsiasi criterio.

Questa opzione è ora attiva per tutti i criteri predefiniti, compresi quelli utilizzati nelle attività in esecuzione prima di questa versione. Se non desideri escludere gli acquisti precedenti, modifica le attività in oggetto.

Consigli

Ponderazione degli attributi

Le regole di classificazione per i consigli sono cambiate per i criteri. Questa modifica interessa i consigli esistenti.

Utilizza la ponderazione degli attributi per “indirizzare” l’algoritmo. L’addetto al marketing può influenzare l’algoritmo in base a descrizioni importanti o metadati relativi al catalogo dei contenuti. Attribuisci una ponderazione maggiore agli articoli in offerta affinché compaiano più spesso tra i prodotti consigliati. Gli articoli non in offerta non vengono esclusi del tutto, ma sono visualizzati con minore frequenza. È possibile applicare più coefficienti di ponderazione allo stesso algoritmo, e sottoporli a test con traffico suddiviso nel consiglio.

Queste nuove ponderazioni sono automaticamente applicate a tutte le attività.

Consigli

Impostazione dell’ora per l’elaborazione dei feed

Specifica l’orario in cui desidera aggiornare un feed.

Consulta Creazione di un feed.

Consigli

Impostare un feed in modo che non venga mai eseguito

Se non desideri aggiornare un feed, nell’elenco dei feed puoi impostarlo in modo che non venga mai eseguito.

Consulta Creazione di un feed.

Consigli

Impostare un nuovo tipo di criterio in base a Somiglianza contenuti

Criterio basato sugli articoli che può essere utilizzato nelle seguenti modalità:

  • Articoli attuali con attributi simili
  • Ultimo articolo acquistato con attributi simili
  • Attributi personalizzati che corrispondono a un determinato entity.id e utilizzano articoli con attributi simili
  • Ultimo articolo visualizzato con attributi simili
  • Articolo con attributi simili più visualizzato

Nuovi filtri per l’elenco delle attività

Sono stati aggiunti vari filtri per aiutarti a mettere in evidenza le attività che più ti interessa vedere nell’elenco delle attività.

Consulta Attività.

Consigli

Miglioramento: configurazione di criteri per specifici settori

Le opzioni irrilevanti in fase di configurazione sono state eliminate. In passato alcune opzioni di configurazione per settori verticali, come ad esempio Media, non erano sempre rilevanti.

Consigli

Nuovi criteri predefiniti

  • Altri video come questo
  • Altri articoli come questo
  • Altri contenuti come questo
  • Altre presentazioni come questa
  • Altri prodotti come questo

Consulta Criteri.

Miglioramento: maggiori dettagli visualizzati quando si usa Analytics come origine per la generazione di rapporti.

Le informazioni visualizzate per impostazione predefinita in un rapporto Analytics utilizzando A4T corrispondono ora a quelle visualizzate nel rapporto Target.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema in Compositore esperienza globale che impediva di trascinare un angolo per ridimensionare un riquadro di visualizzazione personalizzato.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando “Disabilita JavaScript” è attivato per pageA in un’attività multipagina, JavaScript resta abilitato per tutte le pagine ma la funzionalità rimane disabilitata.

Adobe Target Standard/Premium 15.9.1 (30 settembre 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Compositore di esperienza web mobile

Visualizza il tuo sito come si presenta su vari dispositivi mobili e schermi di diverse dimensioni. Imposta i punti di interruzione del sito reattivo e utilizzali nelle attività di ottimizzazione per assicurarti che vengano visualizzate al meglio su tutti i dispositivi usati dai visitatori.

Consulta Riquadri di visualizzazione mobili per esperienze reattive.

Targeting della posizione nella creazione di attività basate su moduli

Applica il targeting alle posizioni mbox per limitare la visualizzazione dell’attività.

Consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Selezione dei colori di sfondo in Compositore esperienza visivo per attività di Automated Personalization e Test multivariati

Un selettore di colori consente di impostare i colori di sfondo quando si modificano le attività di Automated Personalization e Test multivariati.

Questa funzione era disponibile in precedenza solo per le attività A/B e Targeting esperienza.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Modifica del testo HTML e Rich Text in Compositore esperienza visivo per le attività di Automated Personalization e Test multivariati

Formattazione del testo e HTML in una finestra di tipo Word durante la modifica attività di Automated Personalization e Test multivariati.

Questa funzione era disponibile in precedenza solo per le attività A/B e Targeting esperienza.

Queste azioni offrono funzionalità di modifica di testo Rich Text mediante tag HTML o stili. Le modifiche apportate nell’editor Rich Text su ogni tipo di azione possono essere viste in visualizzazione sorgente, premendo il pulsante HTML nell’editor Rich Text. Gli stili aggiunti dall’editor Rich Text possono interferire con quelli del sito web del cliente. In questo caso l’utente può accedere alla visualizzazione sorgente e cambiare le modifiche per allinearle agli stili del sito.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Consigli

Consigli basati su moduli

Puoi creare le attività di consigli per posizioni esterne al sito tra cui e-mail, console, chioschi ecc.

Consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Consigli

Visualizza nel layout le informazioni sull’articolo chiave

Mostra l’articolo chiave nel layout di progettazione dei consigli.

Automated Personalization

Rapporto basato sulla conversione

Se l’obiettivo di ottimizzazione è una metrica di conversione, il rapporto di Dettagli offerta mostra ora l’impatto delle maggiori variabili predittive negli incrementi e nelle conversioni incrementali. Questo rapporto era in precedenza basato soltanto sui ricavi; questa opzione assicura quindi che anche le attività prive di dati di ricavo possano produrre informazioni rilevanti e fruibili.

Consulta Rapporti per Automated Personalization.

Integrazione e-mail di Adobe Campaign con Target Standard

In precedenza era necessario usare Target Classic per impostare una campagna e-mail mirata tramite Adobe Campaign. Con le due nuove funzionalità disponibili in Target Standard (creazione di attività basate su moduli e offerte di reindirizzamento) è ora possibile impostare una campagna e-mail mirata tramite Adobe Campaign.

Offerte di reindirizzamento nella creazione di attività basate su moduli

I flusso di creazione di attività basate su moduli di Target Standard supporta ora la funzionalità di offerte di reindirizzamento di Target Classic.

Consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Miglioramento: gli URL delle esperienze nelle attività non utilizzano più i cookie nel sito

Gli URL per l’anteprima delle esperienze disponibili a livello di attività sono ora più affidabili. Puoi copiare facilmente gli URL e condividerli con altri membri del gruppo, anche con chi non utilizza Adobe Target.

Nota: gli URL aggiornati delle esperienze funzionano solo per le attività create dopo il 30 luglio 2015. Le attività precedenti continuano a utilizzare la funzionalità di anteprima basata su cookie.

È stato migliorato il supporto per Analytics come origine per la generazione di rapporti per Target

Fai clic per visualizzare il rapporto completo di Analytics direttamente dalla pagina del rapporto delle attività.

Miglioramento delle prestazioni dell’elenco attività

Il caricamento delle attività nell’elenco è molto più rapido. Le funzioni di ricerca e filtraggio sono molto più veloci, in particolare quando l’elenco contiene numerose attività.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione delle suite di rapporti di Target nel selettore, dopo essere stato abilitato per Analytics for Target.
  • È stato risolto un problema che impediva la ricerca di attività per URL.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando “Disabilita JavaScript” è attivato per pageA in un’attività multipagina, JavaScript resta abilitato per tutte le pagine ma la funzionalità rimane disabilitata.

Adobe Target Standard/Premium 15.8.1 (20 agosto 2015)

L’obiettivo di questa versione è quello di offrire pari funzionalità rispetto a Target Classic. Le funzionalità di Target Classic più comunemente usate sono ora disponibili in Target Standard.

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Creazione e modifica degli script di profilo

Gli script di profilo eseguono dei “catcher” per acquisire attributi di profilo per ogni richiesta di mbox. Quando viene ricevuta una richiesta di mbox, Target esegue gli script di profilo pertinenti, determina quale attività deve essere eseguita e visualizza il contenuto appropriato per l’attività e l’esperienza, quindi tiene traccia del successo dell’attività. Questo consente di tenere traccia di informazioni sulla visita: la posizione del visitatore, l’ora del giorno, quante volte ha visitato il sito, se ha effettuato acquisti in passato e così via. Queste informazioni vengono poi aggiunte al profilo del visitatore, in modo da poter monitorare meglio la sua attività sul sito.

Consulta Attributi del profilo .

Intervallo di affidabilità per metriche binarie

I rapporti aggiornati che utilizzano i dati basati su Target mostrano l’intervallo di affidabilità dell’incremento rispetto a quello di controllo.

Consulta Livello di affidabilità e intervallo di affidabilità.

Download dei dati dei rapporti dell’attività per l’esportazione

Scarica i dati in formato .csv per importarli rapidamente in Excel o in altri programmi di analisi dei dati. Questa funzione è compatibile con le attività A/B, Targeting esperienza e Test multivariato.

Consulta Download dei rapporti.

Modifica di testo Rich Text e HTML in Compositore esperienza visivo

Sono disponibili opzioni di formattazione per modificare il testo e contenuti HTML per le attività A/B e Targeting esperienza nel Compositore esperienza visivo. Puoi scegliere font e stile, l’allineamento del testo e altre opzioni standard per la formattazione del testo. Quando modifichi l’HTML, puoi passare dalla visualizzazione del codice alla visualizzazione per modifica Rich Text dell’HTML.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Selezione del colore di sfondo nel Compositore esperienza visivo

Un selettore di colori consente di impostare i colori di sfondo quando si modificano le attività A/B e Targeting esperienza nel Compositore esperienza visivo. Questa opzione non è disponibile se è impostata un’immagine di sfondo.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Archiviazione delle attività

Puoi inviare un’attività all’archivio. Per renderla nuovamente attiva, puoi approvare un’attività archiviata. Per impostazione predefinita le attività archiviate non vengono visualizzate nell’elenco delle attività.

Consulta Attività.

Automated Personalization

Targeting a livello di offerta

Permette agli addetti al marketing di applicare regole di targeting alle offerte in Automated Personalization. Consente di non mostrare offerte specifiche a un determinato gruppo di persone.

Consulta Offerte di Personalizzazione automatizzata di Target.

Funzione Premium Consigli

Mostra il numero di attività che utilizzano una progettazione

Nella libreria delle progettazioni sono indicate quante attività attive e inattive utilizzano ciascuna progettazione.

Funzione Premium Consigli

Visualizzazione del titolo dinamico personalizzato nella progettazione

Scegli un titolo da mostrare con una determinata progettazione. Questo titolo non deve necessariamente corrispondere al titolo visualizzato dai visitatori della pagina.

Funzione Premium Consigli

Token API

Puoi impostare il token API client dalla funzione Premium Consigli.

Miglioramento: URL utilizzati di frequente Quando si immette un URL per un’attività o una nuova pagina di un’attività, un menu mostra gli URL più recenti e più utilizzati.
Nuove opzioni di targeting per dispositivi mobili

È ora possibile eseguire il targeting di più dispositivi mobili senza uno script di profilo.

Consulta Mobile.

Adobe Target Standard/Premium 15.7.1 (30 luglio 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Registro delle modifiche apportate alle attività

Il registro elenca le modifiche apportate a un’attività. Per ogni modifica è riportata l’azione eseguita e l’utente che l’ha eseguita, con relativa marca temporale.

Consulta Registro delle modifiche apportate alle attività.

Attività multipagina

Un’attività multipagina consente di creare una storia su più pagine, con una progettazione specifica per ogni pagina.

Ad esempio, ti può essere utile per testare un’offerta di spedizione gratuita per acquisti superiori a un determinato importo. Vorresti che questa offerta venga visualizzata nella pagina di destinazione, in una pagina di categoria e in alcune pagine di prodotto, ma con dimensioni e posizione diverse in ciascun tipo di pagina. L’offerta dovrà essere prominente sulla home page, quindi proposta di nuovo ma più piccola su altre pagine correlate.

Puoi anche utilizzare un’attività multipagina per definire layout diversi per i siti desktop e mobile non reattivi.

Consulta Attività multipagina.

Creazione di attività basate su moduli

Puoi creare un’attività senza usare il Compositore esperienza visivo. In alternativa, un modulo di permette di scegliere posizioni e offerte. In questo modo le attività di Target Standard possono essere distribuite per e-mail, applicazioni mobili, chioschi e altri luoghi non compatibili con il Compositore esperienza visivo.

Consulta Compositore esperienza basato su moduli.

Metriche di successo configurabili

Opzioni specifiche consentono di determinare come calcolare le metriche di successo. Le opzioni includono il conteggio della metrica per impression o una volta per visitatore, e la possibilità di scegliere se mantenere o meno l’utente nell’attività. Questo equivale alle “opzioni avanzate” per le metriche di successo disponibili in Target Classic.

Consulta Metriche di successo.

Miglioramento: rimozione del limite di Targeting esperienza. Il limite precedente di dieci esperienze in Targeting esperienza è stato rimosso.
Sincronizzazione dei profili in tempo reale per i dati 3rdPartyId Quando un visitatore del sito accede a metà sessione e ottiene un 3rdpartyId, tutti gli attributi di profilo precedentemente caricati associati a tale 3rdpartyId sono immediatamente disponibili. Consulta Profilo visitatore.
Funzione Premium Consigli: ricerca per nome facet È ora possibile eseguire una ricerca per nome facet.
Automated Personalization: rilevamento metriche post-obiettivo

In precedenza Target riavviava un’esperienza una volta raggiunto l’obiettivo di modellazione. Ora gli utenti possono essere mantenuti nell’attività per scopi di tracciamento anche dopo aver raggiunto l’obiettivo di modellazione.

Ad esempio, spesso per aumentare il numero di clic si ricorre a un’attività di Automated Personalization che viene impostata come obiettivo di modellazione. Tuttavia è importante capire in che modo un maggior numero di clic porti alla conversione finale, perciò è essenziale effettuare il tracciamento fino alla conversione finale.

Consulta Automated Personalization.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Analytics come origine per la generazione di rapporti per Target è ora supportato per le attività XT.
  • È stato risolto un problema a causa del quale l’esperienza di controllo visualizzata in Analytics veniva cambiata quando l’attività diventava attiva.
  • È stato risolto un problema in cui i valori dopo # in un URL erano considerati parte del percorso durante la creazione del pubblico o segmento.

Problemi noti

Sono stati segnalati i seguenti problemi:

  • Quando “Disabilita JavaScript” è attivato per pageA in un’attività multipagina, JavaScript resta abilitato per tutte le pagine ma la funzionalità rimane disabilitata.

Adobe Target Standard/Premium 15.6.1 (25 giugno 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Miglioramenti di compatibilità per Compositore esperienza visivo

Una nuova impostazione a livello di account facilita la generazione dei selettori CSS giusti da parte di Target. Ad esempio si può specificare se Target deve utilizzare le classi o gli ID. Ciò migliora la compatibilità con AEM. Questa impostazione può essere disabilitata a seconda per singole attività.

Targeting esperienza supporta Analytics come origine per la generazione di rapporti

Ora si può utilizzare Analytics come origine per la generazione di rapporti per le attività Targeting esperienza.

Automated Personalization: indicazione visiva dello stato del modello

Quando un modello predittivo supera i criteri qualitativi richiesti ed è ritenuto valido, è considerato pronto e viene utilizzato per calcolare un punteggio personalizzato per le decisioni in merito alle offerte. Quando il modello è pronto, l’icona orologio è sostituita da un segno di spunta e Target può iniziare a consegnare contenuti personalizzati. Poiché l’incremento è previsto solo una volta che i modelli sono pronti, l’indicazione visiva consente di impostare la giusta aspettativa. Utilizza il Calcolatore di traffico di Compositore esperienza visivo per ottenere una stima di quando i modelli saranno pronti.

Funzione Premium Consigli: navigazione in Compositore esperienza visivo

Consente di aprire Compositore esperienza visivo in una pagina, quindi di seguire i collegamenti e l’invio di moduli per raggiungere altre pagine del sito, ad esempio il carrello. Una volta raggiunta la pagina da testare, puoi tornare alla modalità “Composizione” di Compositore esperienza visivo per crea le esperienze. Ad esempio, puoi modificare un messaggio nella pagina Spedizione, quindi testarlo rispetto al messaggio predefinito.

Funzione Premium Consigli: ricerca catalogo per facet

Una modalità di ricerca più efficace nel catalogo. Inoltre, consente di limitare più facilmente i risultati della ricerca a set di prodotti molto specifici.

Mostra le campagne esterne nell’elenco delle attività di Target Standard

Puoi visualizzare le campagne di Target Classic nell’elenco delle attività di Target Standard. Se desideri filtrare le campagne di Target Classic e visualizzare solo Target Standard, utilizza il filtro di ricerca “Origine”. Ad esempio, per visualizzare solo le attività di Adobe Target Standard, seleziona il filtro Origine e digita “Adobe Target”. La possibilità di visualizzare le attività create in Recommendations Classic o Adobe Mobile Services verrà aggiunta in una versione futura.

È possibile attivare e disattivare le attività create in altre soluzioni tramite l’interfaccia utente di Target. Per tutte le altre modifiche dovrai modificare le attività nella soluzione di origine.

Per le attività create in altre soluzioni, le informazioni sui tipi di pubblico non sono visibili nella pagina Panoramica. Puoi vedere le informazioni sul pubblico nella soluzione in cui è stata creata l’attività.

Consulta Attività.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Aggiunta di un messaggio per indicare che un’attività non visualizzabile è visibile in Target Classic.
  • È stato risolto un problema che causava un lento reindirizzamento degli URL.
  • È stato risolto un problema che interrompeva le metriche di successo del tracciamento dei clic se nella stessa attività venivano cancellate altre metriche di successo.
  • È stato risolto un problema in cui l’immagine caricata nella progettazione di layout di Consigli non veniva visualizzata correttamente in Compositore esperienza visivo.
  • È stato risolto un problema relativo al calcolatore del traffico nelle attività di Automated Personalization in cui veniva utilizzato il numero di combinazioni anziché la somma delle offerte per le varie posizioni.
  • È stato risolto un problema in cui i parametri mbox non sempre venivano visualizzati nelle schermate di creazione del pubblico.
  • È stato risolto un problema che bloccava gli aggiornamenti sull’anteprima delle progettazioni di layout di Consigli.

Adobe Target Standard/Premium 15.5.1_Hotfix (28 maggio 2015)

Questa versione hotfix include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione della casella Incremento stimato dei ricavi.
  • È stato risolto un problema che impediva la corretta visualizzazione del pulsante Crea attività per alcuni utenti.
  • È stato risolto un problema a causa del quale scompariva la casella di testo Nome attività nel Compositore esperienza visivo durante la modifica di attività A/B e Targeting esperienza.

Adobe Target Standard/Premium 15.5.1 (21 maggio 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Inserimento e modifica di codice personalizzato in Compositore esperienza visivo

Consente di visualizzare, modificare e aggiungere nuove azioni tramite un editor di codice in Compositore esperienza visivo.

Per ulteriori informazioni, consulta Editor di codice.

Aggiunta di JavaScript e CSS a inizio pagina

Puoi aggiungere codice JavaScript alla pagina sotto il tag <body> senza selezionare alcun elemento nella pagina.

Per ulteriori informazioni, consulta Editor di codice.

Nuove opzioni di creazione pubblico

Ora hai a disposizioni le seguenti opzioni di targeting (nella sezione Geo durante la creazione di un pubblico):

  • ISP
  • Dominio di rete
  • Velocità di connessione (opzioni disponibili: banda larga, dial-up, mobile, T1, T3, satellite)

Consulta Tipi di pubblico.

Nuove funzionalità della funzione Premium Consigli

  • Nuova modalità di anteprima per visualizzare le progettazioni di layout con JavaScript

  • La ricerca nel catalogo ora supporta la ricerca libera per la lingua inglese

  • Supporto a livello di account per l’immissione di un URL di base statico da anteporre a tutti i valori entity.thumbnailUrl

Miglioramenti nella funzione Premium Consigli

  • Miglioramenti dell’anteprima progettazione in Compositore esperienza visivo

  • Miglioramenti di layout nelle progettazioni predefinite

  • Raccolta mostrata nel diagramma di targeting

Funzionalità Recommendations Classic ora supportata nella funzione Premium Consigli

  • Rendering di modelli parziale

    Consulta Impostazioni di contenuto.

  • Specifica delle regole di backup per criterio
  • Supporto FTPS per i feed di prodotto
  • Gli algoritmi personalizzati vengono ora visualizzati automaticamente come criteri
  • Reindicizzazione oraria automatica dei cataloghi di prodotti per clienti senza feed

Automated Personalization: aggiunta di collegamenti per controllo qualità

Ora puoi visualizzare in anteprima come si presenteranno le tue esperienze ai visitatori. Puoi visualizzare e condividere collegamenti per le esperienze di Personalizzazione automatizzata sul tuo sito per ottenerne una “anteprima fedele” al di fuori di Compositore esperienza visivo di Target.

Consulta Automated Personalization.

Test multivariati con Analytics: anteprima dell’esperienza dal rapporto Prestazioni

Utilizzando Analytics come origine per la generazione di rapporti per i test multivariati, puoi visualizzare in anteprima le attività di test multivariati dal rapporto Prestazioni.

Test A/B e Targeting esperienza: flusso di creazione attività in tre fasi

Crea attività A/B e di Targeting esperienza in tre passaggi invece di quattro. Questa modifica rende il processo di creazione di queste attività più simile al flusso di lavoro di altre attività, come ad esempio Automated Personalization e Test multivariati.

Analytics come origine per la generazione di rapporti è disponibile con la maggior parte dei tipi di attività.

L’attività A/B con Analytics non esiste più. L’opzione di utilizzo di Analytics come origine per la generazione di rapporti è ora disponibile nella pagina Obiettivo e impostazioni per tutti i tipi di attività eccetto Automated Personalization e Targeting esperienza. Di conseguenza non esiste più un tipo separato di attività denominato Test A/B con dati Analytics.

Mostra le campagne esterne nell’elenco delle attività di Target Standard

Puoi visualizzare le campagne di Target Classic nell’elenco delle attività di Target Standard. Se desideri filtrare le campagne di Target Classic e visualizzare solo Target Standard, utilizza il filtro di ricerca “Origine”. Ad esempio, per visualizzare solo le attività di Adobe Target Standard, seleziona il filtro Origine e digita “Adobe Target”. La possibilità di visualizzare le attività create in Recommendations Classic o Adobe Mobile Services verrà aggiunta in una versione futura.

Consulta Attività.

Esportazione del rapporto sugli ordini

Possibilità di esportare e scaricare il rapporto sugli ordini aggiunto ai rapporti di Target.

Beta: incremento e affidabilità in A4T

Incremento e affidabilità sono ora disponibili per metriche standard ed eventi personalizzati di Analytics.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema nella creazione del pubblico in cui la modifica degli operatori provocava l’eliminazione di valori di attributi.
  • Miglioramenti che consentono di selezionare in Compositore esperienza visivo le mbox regionali con codice personalizzato.
  • È stato risolto un problema nella funzionalità Consigli in cui gli attributi con caratteri a doppio byte (per i casi multilingue) bypassavano le regole di inclusione.
  • Tutti i tipi di attività ora supportano nomi di attività fino a 200 caratteri di lunghezza.

Adobe Target Standard/Premium 15.3.1 (26 marzo 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Miglioramenti a Compositore esperienza visivo

I contenuti visualizzati al passaggio del mouse, come i menu a comparsa e i mini-carrelli, possono essere selezionati e modificati in Compositore esperienza visivo.

Consulta Esperienze.

Automated Personalization: Calcolatore del traffico

Il Calcolatore del traffico, precedentemente disponibile solo per il tipo di attività Test multivariato, è ora disponibile per le attività di Automated Personalization.

Consulta Stima del traffico necessario per il successo.

Automated Personalization: anteprima visiva

Puoi visualizzare in anteprima ogni combinazione di contenuti in Compositore esperienza visivo.

Consulta Visualizzare un'anteprima delle esperienze per un test di Automated Personalization (Automated Personalization).

Consigli: miglioramento della visualizzazione del contenuto

Ora puoi visualizzare ogni elemento idoneo alla raccolta o all’esclusione durante la visualizzazione o la modifica della raccolta.

Consigli: miglioramento dei risultati di ricerca

Viene visualizzato il numero totale di elementi corrispondenti a ogni stringa di ricerca.

Caricamento degli attributi cliente in Adobe Analytics

Gli utenti di Analytics che acquisiscono dati di clienti Enterprise in un database CRM (Customer Relationship Management) possono caricarli in Experience Cloud.

Una volta salvati i dati in Experience Cloud, puoi ad esempio creare in Analytics un segmento di pubblico la cui definizione includa gli attributi cliente, e condividere tale pubblico con Target.

Nota: Target non è ancora in grado di utilizzare direttamente gli attributi clienti non elaborati.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Per le attività basate su Analytics for Target, le colonne Incremento e Affidabilità sono ora nascoste per le metriche di Analytics per le quali non è possibile eseguire i calcoli.
  • È stato risolto un problema per cui il formato breve del metatag charset non veniva riconosciuto in Compositore esperienza avanzato

Problemi noti

  • Gli eventi di conversione basati su Target per i test multivariati in Target Standard/Premium non vengono inseriti nei rapporti quando Analytics è utilizzato come origine per la generazione di rapporti per Target. Questo problema verrà risolto al più presto.

Adobe Target 15.2.1 (19 febbraio 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione

Nuovo tipo di attività: Consigli

Mediante le attività Consigli vengono visualizzati automaticamente prodotti o contenuti che potrebbero interessare ai clienti sulla base delle loro precedenti attività. I consigli aiutano a indirizzare i clienti verso elementi rilevanti di cui potrebbero non essere a conoscenza.

La funzionalità Consigli è disponibile come parte della soluzione Target Premium. Non è disponibile in Target Standard senza una licenza Target Premium.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un errore che causava il mancato funzionamento di un’offerta di reindirizzamento quando si rivisitava una pagina.

Adobe Target 15.1.1 (22 gennaio 2015)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Nuovo tipo di attività: Test multivariato

Un testo multivariato fattoriale completo confronta tutte le possibili combinazioni di offerte nelle aree dei contenuti per determinare la combinazione di contenuti ottimale. Nei test multivariati vengono anche indicati quali contenuti in quali aree contribuiscono maggiormente al successo dell’attività. Un uso comune dei test multivariati consiste nell’ottimizzare un’intera pagina dopo aver determinato il layout ottimale tramite un test A/B. Grazie al test multivariato puoi ottimizzare le singole risorse sulla pagina (ad esempio l’immagine principale, i titoli o i contenuti promozionali).

Per un video introduttivo, visita https://my.adobeconnect.com/p2k6u8iiu6l/.

Possibilità di sfogliare pagine ed elementi di pagina in Compositore esperienza visivo

Consente di aprire Compositore esperienza visivo in una pagina, quindi di seguire i collegamenti e l’invio di moduli per raggiungere altre pagine del sito, ad esempio il carrello. Una volta raggiunta la pagina da testare, puoi tornare alla modalità “Composizione” di Compositore esperienza visivo per crea le esperienze. Ad esempio, puoi modificare un messaggio nella pagina Spedizione, quindi testarlo rispetto al messaggio predefinito.

Mediante la modalità di navigazione è inoltre possibile interagire con una pagina per arrivare allo stato giusto, ad esempio spostarsi all’interno di una sequenza di immagini, aprire un mini-carrello o chiudere un elemento a comparsa. Una volta che la pagina è nello stato desiderato, torna alla modalità “Composizione” e crea il test.

Attualmente compatibile con test A/B, Targeting esperienza e test A/B con Analytics.

Consulta Esperienze per ulteriori informazioni.

Targeting di dispositivi mobili Puoi selezionare le opzioni relative ai dispositivi mobili durante la creazione di un pubblico.

Consulta Tipi di pubblico per ulteriori informazioni

Tracciamento dei clic (Automated Personalization)

Ora puoi tenere traccia dei clic in Automated Personalization.

Utility di debugging mboxTrace

Consente di esaminare i dettagli dell’implementazione della pagina di Target e lo stato di distribuzione dell’attività o esperienza, per una migliore risoluzione dei problemi.

Consulta Risoluzione dei problemi relativi alla distribuzione dei contenuti per maggiori informazioni.

Problemi risolti

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • È stato risolto un problema di scorrimento in IE10.

Versione 2014

Adobe Target 14.10.2 (6 novembre 2014)

Questa versione è incentrata maggiormente sulla stabilità del server. Non sono disponibili nuove funzionalità per questo aggiornamento.

Adobe Target 14.10.1 (30 ottobre 2014)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzione Descrizione
Offerte di reindirizzamento Reindirizzano un'esperienza a un URL diverso consentendoti di sottoporre a test una pagina rispetto a un'altra. Consulta Creare un'offerta di reindirizzamento.
Applicare il targeting alle metriche di successo Scegli un pubblico già salvato da applicare a una metrica di successo. Con questa funzione puoi limitare ciò che viene conteggiato dalle azioni per un particolare evento di successo. Un esempio potrebbe essere la limitazione delle conversioni quando l'ordine è superiore a $ 0, oppure il conteggio del successo solo quando un utente visualizza una data pagina nella stessa sessione di accesso all'attività.
Automated Personalization: seleziona e genera rapporti relativi alle metriche RPV/AOV Ora puoi selezionare le metriche RPV e AOV nel flusso di creazione delle esperienze di Automated Personalization. Per ulteriori informazioni sulla creazione di un’attività di Automated Personalization, consulta Automated Personalization.
Controlli delle autorizzazioni migliorati Solo gli utenti con sufficienti autorizzazioni possono modificare i tipi di pubblico.

Questa versione include i seguenti miglioramenti:

  • La pagina della panoramica mostra l'obiettivo dell'attività.
  • Viene visualizzato un avviso quando JavaScript è immesso nella casella di modifica HTML.

Adobe Target 14.9.1 (19 settembre 2014)

Questa versione include i miglioramenti e le funzioni seguenti:

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Consentire l'inserimento e la modifica di JavaScript Aggiunta della possibilità di modificare e inserire JavaScript personalizzati nell'editor esperienze quando si seleziona Modifica HTML nel menu azioni.
Importazione automatica dei tipi di pubblico Quando un utente apre l'elenco dei tipi di pubblico e i tipi di pubblico hanno una durata superiore a 10 minuti, questi vengono automaticamente importati in background.
Incremento della dimensione delle offerte in HTML rispetto a quelle sincronizzabili con Target Classic Limite precedente incrementato da 64 KB a 256 KB.

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Risoluzione del problema che causava l'invio errato di offerte video in Firefox.
  • Risoluzione del problema che impediva a un'azione annullata in Modifica collegamento di essere visualizzata come annullata nel Compositore esperienza visivo.
  • Risoluzione del problema nell'editor esperienze di Automated Personalization che impediva che un'offerta video modificata venisse visualizzata come tale.
  • Risoluzione dell'errore che causava la visualizzazione come pagina bianca in Google Chrome della pagina Collisione di un'attività.

Adobe Target 14.8.1 (21 agosto 2014)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità e miglioramenti:

Funzionalità/Miglioramento Descrizione
Migliore sincronizzazione delle offerte HTML in Target Classic grazie all’aumento del limite di caratteri Limite di caratteri di un'offerta HTML creata in Contenuto aumentato per allinearlo al limite di 256 KB delle offerte HTML, sincronizzato in Target Classic.
Migliorata l'esperienza utente quando si genera un errore nell'editor Esperienze. L'editor Esperienze mostra un messaggio quando le modifiche della struttura DOM nella pagina impediscono il funzionamento dei selettori.

Correzioni

  • Risoluzione di un problema che impediva la generazione del grafico di rapporto durante la navigazione tra attività.

  • Risoluzione di un problema che impediva ai collegamenti selezionati di apparire come tali, quando gli utenti facevano clic su Seleziona collegamento nella pagina Obiettivi e impostazioni.

  • Risoluzione di un problema che impediva a una nuova attività di apparire in Elenco delle attività dopo essere stata attivata nella pagina Panoramica.

  • Risoluzione di un problema che impediva ai clienti di selezionare un collegamento per il tracciamento dei clic.

  • Risoluzione di un problema che consentiva a offerte duplicate di apparire nel rapporto livello dell'offerta.

  • Risoluzione di un problema che impediva l’inserimento di elementi mbox.

  • Risoluzione di un problema che impediva il funzionamento delle conversioni dei clic sul collegamento.

  • Risolto un errore di conversione del tracciamento dei clic che negava target="_blank" functions.

  • Risoluzione di un problema in cui il tracciamento dei clic causava la navigazione fuori dalla pagina.

Adobe Target 14.6.1 (25 giugno 2014)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità:

NOTA

Alcune funzionalità in questa versione sono disponibili solo come parte della soluzione Target Premium.

Funzione Descrizione
Automated Personalization (Target Premium)

Automated Personalization fornisce algoritmi di apprendimento automatico avanzati per distribuire esperienze personalizzate e migliorare i tassi di conversione per le esperienze digitali.

Nota: Automated Personalization è disponibile come parte della soluzione Target Premium. Non è disponibile in Target Standard senza una licenza Target Premium. Se disponi di una licenza Target Standard o Target Premium, utilizza la scheda Target in Adobe Experience Cloud.

Puoi implementare un file sul sito per abilitare la capacità di selezionare qualsiasi contenuto e quindi di creare visivamente e di selezionare opzioni di contenuto aggiuntive per quell'area. Quindi, il sistema di modellazione determina automaticamente quale contenuto distribuire a ogni individuo sulla base di tutti i dati comportamentali del visitatore di cui il sistema dispone. In questo modo è possibile fornire a ogni visitatore un'esperienza personalizzata. L'addetto al marketing non ha bisogno di eseguire un test, di analizzare i risultati e infine di distribuire l'esperienza vincente, prima di ottenere l'incremento derivato dall'ottimizzazione.

Automated Personalization fornisce:

  • Due algoritmi di apprendimento automatico:
    • Foresta casuale
    • Modello di varianza residua
  • Implementazione mediante singola riga di codice con modifica del contenuto WYSIWYG
  • L'obiettivo principale per l'attività utilizza attualmente la Metrica di conversione. Entrate e coinvolgimento sono disponibili come metriche aggiuntive.
  • Connessione al Profilo di marketing principale per una raccolta senza soluzione di continuità dei dati comportamentali anticipati dei visitatori

Consulta Automated Personalization.

Attività multiple su un'unica pagina

Il contenuto da più attività di Target Standard può essere distribuito a una pagina da una chiamata al server di Target.

Nota: questo non influisce sulla priorità di valutazione di Target Classic.

Per informazioni sul modo in cui Target determina l’esperienza da visualizzare quando più attività sono impostate per il targeting della stessa posizione su una pagina, consulta Priorità.

Correzioni

  • Risoluzione di un problema per cui alcuni tipi di pubblico condivisi ed eliminati venivano comunque visualizzati nell'elenco Pubblico.

  • Risoluzione di un errore per cui una imprevista finestra di dialogo Salva veniva visualizzata in Internet Explorer 10.

  • Correzione di un errore di sincronizzazione durante il salvataggio di una campagna.

  • Risoluzione di un problema per cui il pubblico per un'esperienza non veniva visualizzato nei rapporti.

  • Risoluzione di un problema che impediva la corrispondenza tra elenchi delle metriche in Target e Analytics.

  • Risoluzione di un problema che consentiva agli utenti di specificare come mbox globale una mbox utilizzata da Target Standard per la distribuzione dei contenuti HTML. Questo utilizzo della mbox globale influisce negativamente sulla distribuzione dei contenuti e sulla capacità di Target Classic di distribuire più campagne a una singola pagina in una singola richiesta.

  • Risoluzione di un problema per cui elementi rimossi continuavano a essere visualizzati.

Adobe Target Standard 14.5 (28 maggio 2014)

Questa versione include le seguenti correzioni di bug:

  • Risoluzione di un problema per cui l'anteprima di un'esperienza non funzionava come previsto.

Adobe Target Standard 1.7 (28 aprile 2014)

Webinar su Target Standard versione 1.7

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità:

Funzione Descrizione
Reportistica migliorata basata su Adobe Analytics per Adobe Target I clienti di Adobe Analytics possono selezionare Analytics come origine per la generazione di rapporti predefinita durante il processo di configurazione dei test. Non è più necessario selezionare tutte le metriche di successo o i tipi di pubblico che desideri utilizzare per filtrare i risultati. Nella funzione di reporting, puoi selezionare qualsiasi metrica di successo o segmento di pubblico definito in Analytics e applicarlo retroattivamente, per un filtraggio esteso e un'analisi drill-down dei risultati di ottimizzazione.

Nota: per richiedere l’accesso a questa funzione, visita https://www.adobe.com/go/audiences.

Tipi di pubblico in tempo reale con profilo marketing principale Puoi sfruttare il profilo marketing principale che unifica gli ID visitatori e i dati in un unico profilo utilizzabile nelle diverse soluzioni. Una casella di controllo nel processo di creazione dei segmenti in Adobe Analytics consente di rendere disponibile il segmento nella libreria dei tipi di pubblico personalizzati di Adobe Target. Un segmento creato in Analytics o Audience Manager può essere utilizzato per il targeting dei visitatori in Target.

Nota: per richiedere l’accesso a questa funzione, visita https://www.adobe.com/go/audiences.

Tipo di attività targeting delle esperienze Eseguire il targeting di esperienze diverse per tipi di pubblico diversi in una sola attività.

Nota: questo fornisce funzionalità simili alla campagna Pagina di destinazione in Target Advanced.

Test multipagina

Scegli di eseguire un test o un'attività con targeting in una serie di pagine web. Ora puoi distribuire test a ogni pagina di prodotto, o modificare la navigazione globale in ogni pagina del sito. Utilizza un semplice generatore di regole per specificare il gruppo di pagine interessato.

Correzioni di bug

Questa versione include le seguenti correzioni di bug:

  • Risoluzione di un problema che impediva la compressione di target.js da parte di Edge.
  • Risoluzione di un problema nei rapporti che impediva la visualizzazione del conteggio di conversione nella riga Attività per le attività A/B.
  • Risoluzione di un problema per cui un rapporto non più visualizzato dopo un'esperienza con dati veniva eliminato.
  • Creazione di una soluzione alternativa per ignorare in modo automatico un difetto della versione 34 di Chrome che impediva la visualizzazione di pagine con contenuti misti. È ora possibile utilizzare tutte le versioni di Chrome.

Problemi noti

Questa versione include i seguenti problemi noti. Questo problema verrà risolto in un prossimo aggiornamento.

  • Il tracciamento dei clic non funziona sugli elementi che sono stati ridisposti con il Compositore esperienza visivo. Evita di configurare il tracciamento dei clic su elementi ridisposti fino alla correzione di questo bug.
  • Se i tipi di pubblico Geo vengono creati in Target Standard quando la geolocalizzazione è disabilitata in Target Advanced, si verifica un errore di sincronizzazione.
  • Non è possibile scambiare un'immagine quando all'immagine viene fatto riferimento in CSS.
  • Se scambi un'immagine, e quindi la ridimensioni, le esperienze nell'Editor esperienze non vengono visualizzate correttamente.

Adobe Target Standard 1.6 (17 marzo 2014)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità:

Funzione Descrizione
Versioni localizzate disponibili Target Standard è stato localizzato in francese, tedesco, giapponese e spagnolo
Implementazione semplificata Target Standard è stato migliorato per facilitare l'implementazione per gli utenti esistenti di Target Advanced. La nuova implementazione utilizza le mbox globali esistenti per eseguire le attività di Adobe Standard.

Correzioni di bug

Questa versione include le seguenti correzioni di bug:

  • Risoluzione di un problema che, in determinati casi, causava il mancato funzionamento di Rimuovi elemento e Modifica HTML.

Problemi noti

Questa versione include i seguenti problemi noti. Questo problema verrà risolto in un prossimo aggiornamento.

  • Il vincitore funziona solo in base a un obiettivo e non si modifica in base alle metriche selezionate.
  • Il tracciamento dei clic non funziona sugli elementi che sono stati ridisposti con il Compositore esperienza visivo. Evita di configurare il tracciamento dei clic su elementi ridisposti fino alla correzione di questo bug.
  • Se i tipi di pubblico Geo vengono creati in Target Standard quando la geolocalizzazione è disabilitata in Target Advanced, si verifica un errore di sincronizzazione.
  • Non è possibile scambiare un'immagine quando all'immagine viene fatto riferimento in CSS.
  • Il nuovo tipo di mbox viztarget non funziona con l'integrazione di Target Advanced/Adobe Analytics v4, la versione corrente.
  • Nei rapporti, il formato numerico e la valuta indicati nel grafico non corrispondono alla tabella se nelle impostazioni internazionali è impostato un valore diverso dal dollaro.
  • Nella casella di ricerca Tipi di pubblico non sono supportati caratteri non ASCII.
  • Per gli utenti delle versioni spagnola e giapponese, il salvataggio di un'attività dopo aver impostato le date di inizio e di fine determina un errore. È consigliabile salvare senza impostare date di inizio e di fine, e quindi di attivare e interrompere l'attività dalla Panoramica Attività o dalla pagina Elenco attività quando necessario.

Adobe Target Standard 1.5 (25 febbraio 2014)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità:

Funzione Descrizione
Conflitti tra attività

In Target Standard è ora incluso un elenco di collisioni tra attività. Un conflitto tra attività si verifica quando più attività sono configurate per distribuire contenuto alla stessa pagina. Se si verifica una collisione tra attività, è possibile che sulla pagina non venga visualizzato il contenuto atteso, in quanto è stata immessa una diversa attività.

Sono indicate tutte le attività che fanno riferimento allo stesso URL, indipendentemente dall'eventuale targeting di un pubblico in ogni attività.

Se l'attività include collisioni, la scheda Collisioni è disponibile nella pagina di panoramica dell'attività. Apri questa scheda per un elenco delle attività potenzialmente in collisione. Fai clic su un’attività nell’elenco per visualizzarne la pagina di panoramica.

Consulta Conflitti tra attività.

Nuove opzioni di targeting: Profilo, Utente Ora puoi eseguire il targeting dei parametri di profilo e utente. Consultare Tipi di pubblico.
Inserimento di elementi

Ora puoi aggiungere qualsiasi tipo di elemento alla pagina, oltre a modificare il contenuto esistente. Puoi aggiungere testo, codice, elenchi e così via per creare esperienze diverse da testare.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Questa versione include i seguenti problemi noti. Questo problema verrà risolto in un prossimo aggiornamento.

  • Il vincitore funziona solo in base a un obiettivo e non si modifica in base alle metriche selezionate.
  • Il tracciamento dei clic non funziona sugli elementi che sono stati ridisposti con il Compositore esperienza visivo. Evita di configurare il tracciamento dei clic su elementi ridisposti fino alla correzione di questo bug.
  • Se i tipi di pubblico Geo vengono creati in Target Standard quando la geolocalizzazione è disabilitata in Target Advanced, si verifica un errore di sincronizzazione.
  • Non è possibile scambiare un'immagine quando all'immagine viene fatto riferimento in CSS.

Adobe Target Standard 1.4 (20 gennaio 2014)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità e miglioramenti:

Funzione Descrizione
Incremento stimato delle entrate

Con Target puoi stimare l’incremento dei ricavi potenziali se tutti gli utenti visualizzano l’esperienza vincente.

Questa stima calcola il volume dell'incremento ottenuto dall'esperienza vincente e il numero totale di visitatori per tutta la durata del test, mostrando l'incremento potenzialmente realizzabile se ogni visitatore visualizza l'esperienza vincente, in caso di continuità delle tendenze come durante il test.

La precisione della stima dipende da una serie di fattori, inclusi i dati previsionali basati sulla continuità delle tendenze correnti. Si tratta di stime basate sulle prestazioni passate e non devono essere utilizzate a scopo di orientamento finanziario. I risultati futuri possono variare.

Annulla/Ripristina

Consente di annullare le modifiche apportate alle attività durante una sessione di modifica. Inoltre, puoi ripristinare le modifiche annullate.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Sposta elemento

Consente di spostare elementi nella pagina. A differenza di Ridisponi, l'opzione Sposta non muove gli altri elementi per fare spazio all'elemento spostato. Utilizza i tasti freccia per perfezionare lo spostamento.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Ridimensiona elemento

Consente di ridimensionare un elemento nella pagina. Quando selezioni Ridimensiona, una maniglia viene visualizzata in un angolo dell'elemento e consente di trascinare tale angolo per ridimensionare.

Consulta Opzioni del Compositore esperienza visivo.

Eseguire il targeting di una posizione durante la configurazione di un pubblico

Durante la creazione di un pubblico, puoi selezionare una posizione (mbox) e specificarne i parametri.

Consulta Creazione di un nuovo pubblico.

Collegamenti di anteprima (miglioramento)

I collegamenti di anteprima funzionano come previsto.

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Risoluzione dei problemi che impedivano la visualizzazione dei collegamenti di anteprima come previsto.

Questa versione include i seguenti problemi noti. Questi problemi verranno risolti in un prossimo aggiornamento.

  • Se Incremento stimato è abilitato in Target Standard e Target Advanced è impostato su un fuso orario diverso rispetto al browser dell'utente, è possibile che la visualizzazione del valore delle entrate previste nell'elenco Attività o nella barra di stato Rapporti richieda fino a un giorno. Dato che in Visualizzazione rapporti viene utilizzata la data ma non l'ora, i dati vengono visualizzati ma non per l'incremento proiettato.
  • Il tracciamento dei clic non funziona sugli elementi che sono stati ridisposti con il Compositore esperienza visivo. Evita di configurare il tracciamento dei clic su elementi ridisposti fino alla correzione di questo bug.
  • Se i tipi di pubblico Geo vengono creati in Target Standard quando la geolocalizzazione è disabilitata in Target Advanced, si verifica un errore di sincronizzazione.
  • Non è possibile scambiare un'immagine quando all'immagine viene fatto riferimento in CSS.

Versione 2013

Adobe Target Standard 1.3 (19 novembre 2013)

Questa versione include le seguenti nuove funzionalità e miglioramenti:

Funzione Descrizione
Geotargeting Consente di eseguire il targeting per paese, stato, città, CAP o DMA.
Utilizza il Compositore esperienza visivo per ridisporre gli elementi. Puoi ridisporre gli elementi figli all'interno del relativo elemento padre utilizzando il Compositore esperienza visivo.
Visualizza l'anteprima direttamente sul sito. Dopo aver salvato un'attività, puoi visualizzarla in anteprima direttamente sul sito, anche se l'attività non è live. Questo consente di visualizzarne l'aspetto senza distribuirla attraverso iFrame. Puoi copiare i collegamenti in ogni esperienza di test per visualizzare tali esperienze nel browser o per inviarle a membri del gruppo per la visualizzazione. Coloro che visualizzano queste pagine non saranno conteggiati nei rapporti.

Questa versione include le seguenti correzioni:

  • Risoluzione di un problema in cui la metrica di tracciamento dei clic non veniva eliminata da un'attività se l'URL esperienza era stato reimpostato.
  • Risoluzione di un problema in Compositore esperienze che causava per un attimo la visualizzazione dell'esperienza predefinita prima del nuovo contenuto alla navigazione tra le esperienze.

Questa versione include i seguenti problemi noti. Questi problemi verranno risolti in un prossimo aggiornamento.

  • Se i tipi di pubblico Geo vengono creati in Target Standard quando la geolocalizzazione è disabilitata in Target Advanced, si verifica un errore di sincronizzazione.
  • Non è possibile scambiare un'immagine quando all'immagine viene fatto riferimento in CSS.
  • Il tracciamento dei clic non funziona sugli elementi che sono stati ridisposti con il Compositore esperienza visivo. Evita di configurare il tracciamento dei clic su elementi ridisposti fino alla correzione di questo bug.
  • Gli utenti non possono selezionare l'azione Rimuovi per il contenuto incluso in una mbox.

Adobe Target Standard 1.2 (31 ottobre 2013)

Questa versione presenta quattro problemi noti. Questi problemi verranno risolti in un prossimo aggiornamento.

  • In alcuni cluster, la modifica di un'offerta riutilizzabile potrebbe non riflettersi sul sito del cliente per le attività che la utilizzano al di fuori di una mbox.
  • Le immagini scambiate nell'area di una pagina non controllata da una mbox potrebbero causare un errore 404.
  • Quando crei un nuovo pubblico, o ne modifichi e salvi uno esistente, esso non viene visualizzato nell'elenco dei tipi di pubblico fino all'aggiornamento della schermata o alla ricerca del pubblico.
  • Un'offerta HTML eliminata da Target Standard non viene eliminata da Target Advanced.

Questa versione include le seguenti correzioni e miglioramenti:

  • Risoluzione dei molteplici problemi che causavano la mancata sincronizzazione di alcune attività ed esperienze con Target Advanced.

  • Risoluzione di un problema per cui target.js sposta altri script fuori dalla sezione <head> di una pagina.

  • Risoluzione di un problema che causava la copia di alcune risorse di riferimento alla copia di un'attività.

  • Risoluzione di un problema che causava il mancato aggiornamento del contenuto di un'offerta immagine aggiornata in Scene7 e Target Advanced.

  • Risoluzione di un problema in cui l'applicazione di un filtro di ricerca eliminava i tipi di pubblico selezionati in "Audiences for Reporting" (Tipi di pubblico per generazione di rapporti).

  • Grafici migliorati: impostazione predefinita su risultati orari quando un test è live da meno di due giorni.

  • Risoluzione di un problema che causava la mancata copia di un'attività non sincronizzata.

  • Aggiunta funzionalità di input da tastiera ai menu a discesa per la posizione.

  • Miglioramento del messaggio di errore visualizzato all'eliminazione di un'offerta utilizzata in un'attività.

Adobe Target Standard 1.1 (18 ottobre 2013)

Questa versione include le seguenti correzioni e miglioramenti:

  • Risoluzione di un problema che causava la mancata sincronizzazione dell'attività al primo tentativo di sincronizzazione dopo l'aggiunta di esperienze valide a un'attività parziale.
  • Risoluzione di un problema che provocava un errore 500 nel rapporto di riepilogo dopo l'eliminazione e l'aggiunta di un'esperienza.
  • Risoluzione di un problema che causava dati visitatore non precisi quando un visitatore visualizzava più esperienze.
  • L'ora di inizio e di fine dell'attività ora viene sincronizzata correttamente tra Standard e Advanced.
  • Miglioramento della visualizzazione dei contenuti misti.
  • Risoluzione di un problema che causava il malfunzionamento del Compositore esperienza visivo se JavaScript nel codice HTML sostituisce la definizione del browser dell'oggetto JSON.
  • Risoluzione di un problema per cui il numero di attività visualizzato non era corretto in caso di ordinamento in base allo stato.
  • Risoluzione di un problema per cui lo spazio vuoto nel campo Obiettivo non veniva convalidato correttamente.
  • Risoluzione di un problema che causava la creazione di offerte multiple per un singolo in Advanced in caso di scambio dell'immagine.
  • Risoluzione di un problema che causava il mancato funzionamento della ricerca sulle immagini nel selettore contenuto.
  • Correzione di un difetto che invertiva l'ordinamento dell'elenco delle attività in caso di ordinamento per Nome o Stato.
  • Risoluzione di un problema per cui le offerte anonime non venivano eliminate quando non più utilizzate in un'attività.
  • Correzione di un difetto che causava la visualizzazione di un nome di esperienza non corretto in una scheda condivisa durante la modifica di un'attività.
  • Correzione di un difetto cui un'offerta immagine aggiornata non aggiornava correttamente il contenuto in Scene7 e Target Advanced.
  • Risoluzione di un problema in cui la copia di una risorsa immagine includeva risorse collegate a Scene7 che non avrebbero dovuto essere copiate.

In questa pagina