Note sulla versione

Questa pagina elenca tutte le nuove funzionalità e i miglioramenti introdotti per Journey Orchestration.
Puoi anche consultare gli Aggiornamenti alla documentazione più recenti.

Versione di giugno 2021

Integrazione Adobe Campaign Classic

L’integrazione con l’integrazione Adobe Campaign Classic è ora GA. Ti consente di inviare e-mail, notifiche push e SMS utilizzando le funzionalità di messaggistica transazionale v7 o v8 di Adobe Campaign.

La connessione tra le istanze Journey Orchestration e Campaign viene impostata per Adobe al momento del provisioning.

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Miglioramenti

  • Per le origini dati esterne, ora viene definita automaticamente una regola di limitazione di 15 chiamate al secondo. Ulteriori informazioni
  • Gli editor di espressioni semplici e avanzate ora supportano il formato data XDM.
  • Nella schermata elenco percorsi è stato aggiunto un nuovo filtro. Ora puoi filtrare per tipo di percorso: Unitary event o Segment qualification. Ulteriori informazioni
  • Per i percorsi live, nella schermata delle proprietà del percorso vengono ora visualizzate la data di pubblicazione e il nome dell’utente che ha pubblicato il percorso. Queste informazioni sono disponibili anche quando si copiano i dettagli tecnici del percorso. Ulteriori informazioni

Versione di aprile 2021

Miglioramenti

  • Nella schermata Configurazione evento della modalità di test, ora viene visualizzato un menu a discesa per i campi che richiedono un’enumerazione. È sufficiente selezionare uno dei valori disponibili. In questo modo si evitano errori quando si attiva l’evento se è definito un valore errato. Ulteriori informazioni

Versione di marzo 2021

Miglioramenti

  • È stato aggiunto un nuovo stato ai percorsi. Quando un percorso termina o viene chiuso manualmente, il suo stato passa da Closed a Finished 30 giorni dopo la chiusura. Questo ti permetterà di identificare più facilmente i percorsi inattivi, assicurandoti al contempo che tutti gli individui ancora presenti abbiano il tempo di finire il percorso. Ulteriori informazioni
  • Nei riquadri a destra delle attività dei percorsi 2D, i campi di sola lettura ora sono nascosti per impostazione predefinita. Questa semplificazione dell’interfaccia ti aiuterà a configurare le attività più facilmente. Per visualizzarli, fai clic sull'icona Mostra campi di sola lettura, disponibile nell'angolo in alto a sinistra del riquadro di configurazione dell'attività. Ulteriori informazioni
  • In modalità di test, nella schermata Configurazione evento, il campo Chiave utilizzato per definire l’ID del profilo di test è stato rinominato Identificatore profilo per una migliore esperienza utente. Ulteriori informazioni.
  • Per gli eventi di reazione, la durata del timeout può ora essere impostata solo tra 40 e 30 giorni. Quando si esegue il test di un percorso che utilizza un evento di reazione, il metodo di test Wait time predefinito e il valore minimo sono ora 40 secondi. Ulteriori informazioni.

Versione di febbraio 2021

Aggiorna attività profilo

Questa nuova attività di azione ti consente di aggiornare un profilo Adobe Experience Platform esistente con informazioni provenienti dall’evento, da un’origine dati o utilizzando un valore specifico.

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Altri miglioramenti

  • Ora, durante la configurazione di un evento, solo i campi obbligatori per la convalida XDM sono preselezionati per impostazione predefinita. Questi campi non possono essere deselezionati.
  • Nella palette percorso è stato aggiunto un nuovo filtro. Consente di visualizzare solo gli ultimi cinque eventi e azioni utilizzati, oltre a quelli predefiniti. Questo è specifico per ogni utente. Per impostazione predefinita, vengono visualizzati tutti gli elementi. Ulteriori informazioni
  • Quando si avvia un nuovo percorso, gli elementi che non possono essere eliminati nell’area di lavoro come primo passaggio sono ora nascosti. Questo riguarda tutte le azioni, l'attività della condizione, l'attesa e la reazione.
  • Nella parte sinistra dell’editor di espressioni avanzate, le funzioni sono ora raggruppate in una sezione Funzioni alla fine dell’elenco.

Versione di gennaio 2021

Quando si seleziona uno schema nella configurazione dell’evento, vengono selezionati solo i campi obbligatori per consentire la corretta ricezione dell’evento da parte del Journey Orchestration. Ulteriori informazioni

Gli attributi delle proprietà del percorso sono ora disponibili nell’editor di espressioni semplici. Ulteriori informazioni

Sono stati aggiunti due nuovi attributi di proprietà del percorso (sandboxName e OrganizationId). Ulteriori informazioni

Per allinearsi agli SLA di Adobe Campaign Standard, una regola di limite pari a 13 chiamate al secondo viene ora definita automaticamente per le azioni di Adobe Campaign Standard non appena viene impostata l’integrazione con Adobe Campaign Standard. Ulteriori informazioni

La durata del timeout dell’evento viene ora specificata più chiaramente nel percorso di timeout. Ulteriori informazioni

Le funzioni getListItem e split sono state aggiunte all’elenco delle funzioni disponibili nell’editor di espressioni avanzate. Questo offre ulteriori possibilità nei casi di utilizzo del calcolo delle stringhe.

Versione di novembre 2020

Passaggio da un percorso a un altro

Una nuova attività di azione ti consente di inviare singoli utenti da un percorso all’altro. L’attività Jump ti consente di:

  • semplificare la progettazione di percorsi molto complessi suddividendoli in più
  • creare percorsi basati su modelli di percorso comuni e riutilizzabili

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata e video tutorial.

Utilizzo delle proprietà del percorso nell’editor delle espressioni

Nell’editor di espressioni avanzate, abbiamo aggiunto una nuova categoria nell’elenco dei campi e delle funzioni. Si tratta delle informazioni recuperate dal sistema dai percorsi in tempo reale, ad esempio l’ID percorso o gli errori specifici rilevati. Questo vi darà più possibilità quando si costruiscono i vostri percorsi. Ad esempio, potrai avvisare i sistemi di terze parti in caso di errori riscontrati in una condizione o in un’azione.

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Eventi basati su regole (beta)

È ora disponibile un nuovo metodo per configurare gli eventi in modo più semplice, senza utilizzare un ID evento: gli eventi basati su regole valutano se l'evento deve essere attivato in base a una condizione. È comunque possibile utilizzare il metodo esistente, ora denominato "generato dal sistema". Questa funzione, testata tra un numero limitato di clienti tramite il programma Alpha, è ora disponibile in versione beta per tutti i clienti.

Altri miglioramenti

Sono state aggiunte limitazioni durante la creazione di nuove versioni di un percorso. Queste limitazioni evitano modifiche troppo drastiche nel percorso per mantenere una certa coerenza tra le versioni. Ulteriori informazioni

L'attività Qualificazione del segmento non può più essere utilizzata in un percorso che include attività messaggio di Campaign Standard. Questa restrizione protegge l’integrità delle istanze Adobe Campaign Standard. In effetti, l’utilizzo della qualificazione dei segmenti può causare picchi giornalieri di invio dei messaggi che sovraccaricano i messaggi transazionali Campaign Standard. Ulteriori informazioni

Versione di ottobre 2020

Timeout evento

Ora puoi configurare un timeout per un evento in modo che un percorso ascolti un evento solo durante un certo periodo di tempo. Per ottenere questo risultato, non è più necessario aggiungere un’attività Wait in parallelo al percorso dell’evento .

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Altri miglioramenti

  • Quando pubblichi una nuova versione di un percorso, la versione precedente termina automaticamente e passa allo stato Chiuso. Ulteriori informazioni

Versione di settembre 2020

Aggiornamenti per la disponibilità generale

Miglioramenti all’attività condizione

Quando aggiungi condizioni al percorso, ora puoi definire un’etichetta. Se utilizzi più condizioni in un percorso, questo ti consente di identificarle più facilmente.

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Aggiornamenti Alpha

Miglioramenti all’attività dei segmenti di lettura

Sono stati apportati i seguenti miglioramenti all'attività Read segment :

  • I percorsi basati su segmenti ora vengono visualizzati, al di sopra dell’area di lavoro, un promemoria del tipo di pianificazione del percorso. Puoi fare clic su questo promemoria per accedere al menu di configurazione della pianificazione.

  • È stata migliorata la granularità dei registri della modalità di test per visualizzare lo stato di avanzamento dell’esportazione del segmento.

Versione di agosto 2020

Aggiornamenti per la disponibilità generale

Il payload degli eventi di qualificazione dei segmenti ora contiene le seguenti informazioni contestuali, che è possibile utilizzare in condizioni e azioni: il comportamento (entrata, uscita), il timestamp della qualificazione e l’ID del segmento. Ulteriori informazioni

Aggiornamenti Alpha

Attività attivazione segmento

Sono stati apportati i seguenti miglioramenti all’attività attivazione segmento:

  • Il nome dell’attività è stato modificato in “Leggi segmento”.

  • La configurazione dell’utilità di pianificazione del percorso è stata rimossa dalle proprietà dell’attività. Ora è accessibile direttamente dalle proprietà del percorso, in una sezione dedicata che verrà visualizzata se un’attività Leggi segmento è stata rilasciata nell’area di lavoro.

  • Ora puoi testare il percorso su un profilo unitario e monitorare l’avanzamento del profilo nel percorso utilizzando il flusso visivo.

Eventi basati su regole

Sono stati apportati i seguenti miglioramenti agli eventi basati su regole:

  • Ora puoi sfruttare tutti i dati dell’evento comportamentale di Adobe Analytics che già acquisisci e trasferisci in Platform per attivare i percorsi e automatizzare le esperienze per i clienti. Ulteriori informazioni

  • Ora, quando attivi un evento basato su regole in modalità di test, puoi visualizzare direttamente la condizione dell’ID evento. Inoltre, è stata aggiunta una descrizione del comando accanto a ciascun campo che fa parte della valutazione delle regole. Ulteriori informazioni

  • La schermata di definizione degli eventi basati su regole è stata riorganizzata per migliorare l’esperienza. Ulteriori informazioni

Rilascio Alpha - Luglio 2020

Il programma Alpha offre funzioni che sono attualmente in fase di test per un numero limitato di clienti. Questo ci permette di migliorare il nostro prodotto in base al feedback ricevuto. Le funzioni non sono disponibili per tutti i clienti di Journey Orchestration.

Interfaccia utente migliorata

La navigazione all’interno dei menu di Journey Orchestration è stata migliorata per fornire un’interfaccia coerente con Adobe Experience Platform:

  • I menu sono stati spostati dalla parte superiore al lato sinistro dell’interfaccia.

  • Le funzionalità di amministrazione sono state raggruppate in un’unica dashboard.

Attività attivazione segmento

L’attività attivazione segmento consente di fare in modo che tutti i singoli utenti appartenenti a un segmento Adobe Experience Platform entrino in un percorso. L’entrata in un percorso può essere eseguita una volta o su base regolare.

Eventi basati su regole

Abbiamo semplificato la configurazione degli eventi di esperienza. Stiamo introducendo un nuovo metodo che non richiede l’uso di un ID evento. Ora quando configuri l’evento in Journey Orchestration puoi definire un evento basato su regole. Ulteriori informazioni

Versione secondo trimestre - giugno 2020

Miglioramenti dell’integrazione di Adobe Experience Platform

Sono stati apportati i seguenti miglioramenti all’integrazione di Adobe Experience Platform:

  • Una nuova attività consente di ascoltare le entrate/uscite dei segmenti Adobe Experience Platform per consentire alle persone di accedere a un percorso o proseguire in esso. Ulteriori informazioni

  • Grazie alla nuova scheda Segments è ora possibile creare e modificare i segmenti di Adobe Experience Platform senza uscire dall’interfaccia di Journey Orchestration. Ulteriori informazioni

  • Nell’editor delle espressioni semplici, i segmenti di Adobe Experience Platform ora sono elencati direttamente nella struttura di navigazione per consentire una configurazione semplice di condizioni come “questa persona appartiene al segmento A?”. Ulteriori informazioni

  • Ora Journey Orchestration passa automaticamente ad Adobe Experience Platform i passaggi eseguiti nei percorsi. Ciò include i potenziali errori rilevati. Queste informazioni possono essere utilizzate per ottenere rapporti e ai fini di risoluzione dei problemi attraverso l’esecuzione di query sugli eventi del passaggio del percorso o per tutti i percorsi. Ulteriori informazioni

  • Ora Journey Orchestration può essere collegata alle sandbox Adobe Experience Platform, sia di produzione che non di produzione. Le sandbox sono una funzione beta. Ulteriori informazioni

Miglioramenti di designer del percorso e modalità di test

Sono stati apportati i seguenti miglioramenti al designer del percorso e alla modalità di test:

  • È ora possibile copiare e incollare le attività da un percorso all’altro, selezionando 1 o N attività di percorso. Ulteriori informazioni

  • Dopo aver attivato un evento per la creazione di un profilo di test per l’accesso a un percorso, ora potrai vederne i progressi grazie a un flusso visivo colorato. In caso di errore nel percorso, vengono visualizzati anche i dettagli degli errori. Ulteriori informazioni

  • Lo stato di percorso Finished è stato rinominato Closed (no entrance) per riflettere meglio il suo significato.

Altri miglioramenti

Per evitare di inviare un numero eccessivo di chiamate API a sistemi di terze parti, stiamo introducendo una nuova API pubblica per impostare le regole di “limitazione di utilizzo”. Le regole di limitazione di utilizzo consentono di definire un numero massimo di chiamate a un endpoint API per millisecondi. Ulteriori informazioni

Adesso il controllo di accesso consente una maggiore granularità nella gestione degli accessi utente. Disponibilità effettiva: 30 giugno 2020. Ulteriori informazioni

Journey Orchestration è ora disponibile in APAC (datacenter australiano). Disponibilità effettiva: 30 giugno 2020

L’interfaccia Journey Orchestration è disponibile in giapponese.

Versione primo trimestre - marzo 2020

Miglioramenti della modalità di test

Sono stati apportati i seguenti miglioramenti alla modalità di test:

  • Quando un percorso utilizza diversi eventi, adesso puoi attivarli singolarmente da un elenco a discesa, dalla schermata Event configuration (Configurazione dell’evento) della modalità di test. Ulteriori informazioni

  • Quando una o più attività Attendi vengono utilizzate in un percorso, ora puoi impostare la durata di ciascuna in modalità di test. Il tempo predefinito è di 10 secondi. Puoi modificare questo valore usando il parametro Wait time in test (Tempo di attesa nel test), nell’angolo in basso a sinistra. Ulteriori informazioni

  • Nei registri di test, in caso di errore durante la chiamata a un sistema di terze parti, che sia origine dati o azione, adesso vengono visualizzati il codice di errore e la risposta relativa. Ulteriori informazioni
Gestione centralizzata del fuso orario

La gestione del fuso orario è ora centralizzata nel pannello delle proprietà del percorso. Nelle proprietà del percorso sono stati aggiunti due parametri:

  • L’elenco a discesa Timezone (Fuso orario) consente di selezionare un fuso orario specifico. Per impostazione predefinita, viene utilizzato il fuso orario del browser.
  • La casella di controllo Profile Timezone (Fuso orario profilo) consente di usare il fuso orario del profilo di Adobe Experience Platform della persona che accede al percorso, se disponibile. In caso contrario, viene utilizzato il fuso orario specificato nell’elenco a discesa. Questa funzione non è compatibile con i percorsi che utilizzano eventi privi di spazio dei nomi.

Per ulteriori informazioni, consulta le sezioni Modifica delle proprietà e Gestione del fuso orario.

Miglioramenti al designer del percorso

È stata migliorata la palette del percorso, posizionata a sinistra rispetto al designer del percorso:

  • Una nuova icona, posta accanto alla barra di ricerca, consente di nascondere o visualizzare gli elementi non disponibili nella palette, ad esempio quelli che utilizzano uno spazio dei nomi diverso rispetto a quelli usati nel percorso. Per impostazione predefinita, gli elementi non disponibili sono nascosti.
  • Quando si utilizza il campo ricerca, ora viene visualizzato il numero di risultati per ogni categoria di attività dell’area di lavoro.
  • È stata migliorata la navigazione tra le diverse categorie di attività.

Nel designer del percorso, ora puoi verificare di aver effettuato l’accesso all’ultima versione del percorso. Queste informazioni vengono visualizzate accanto al numero di versione.

Quando due attività vengono disconnesse, adesso nell’area di lavoro del percorso viene visualizzato un messaggio di avviso.

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dettagliata.

Aiuto contestuale

È ora disponibile un aiuto contestuale nelle diverse schermate dell’elenco di Journey Orchestration (percorsi, eventi, azioni e origini dati). In tal modo, puoi visualizzare una descrizione rapida delle funzionalità correnti e accedere agli articoli e ai video correlati.

Per visualizzare l’aiuto contestuale, fai clic sull’icona posta nell’angolo in alto a destra dello schermo.

Altri miglioramenti

  • Dopo l’introduzione negli Stati Uniti, ora Journey Orchestration è accessibile nell’EMEA. L’applicazione e la documentazione sono disponibili in francese e tedesco.

  • Experience League è ora integrato all’interno del prodotto, il che semplifica l’accesso ai contenuti correlati, consentendoti di trarre il massimo da Experience Cloud. L’accesso diretto alla documentazione di Journey Orchestration è disponibile nella parte inferiore della scheda dell’aiuto. Fai clic inoltre su Guida > Feedback per segnalare i problemi o condividere le tue idee con Adobe.

  • La scelta rapida da tastiera C, che consente di creare un nuovo elemento è ora disponibile in tutte le schermate elenco: percorsi, origini dati, azioni ed eventi. Ulteriori informazioni

  • Ora è possibile eliminare i percorsi interrotti. I rapporti associati a questi percorsi eliminati non saranno disponibili.

  • Durante l’esplorazione dei campi di Adobe Experience Platform (formato XDM), ora viene mostrato il nome visualizzato in aggiunta al nome del campo. Queste informazioni vengono recuperate dalla definizione dello schema di Experience Data Model. Il nome visualizzato alternativo viene mostrato, se disponibile. Questa descrizione semplice e intuitiva, particolarmente utile per i campi eVar, ti consente di identificare più facilmente i campi. Ulteriori informazioni

Versione GA - dicembre 2019

Journey Orchestration è ora disponibile al pubblico.

Crea casi di utilizzo di orchestrazione in tempo reale sulla base dei dati contestuali memorizzati negli eventi o nelle origini dati.

Journey Orchestration consente l’orchestrazione in tempo reale basata su dati contestuali derivati dagli eventi, su informazioni provenienti da Adobe Experience Platform oppure su dati di servizi API di terze parti. Nell’ambito di flussi di più passaggi denominati percorsi, l’applicazione determina le migliori azioni da eseguire in futuro che sono specifiche del consumatore, in base al profilo e ai comportamenti adottati. Tale procedura include sia la tempistica ottimale, sia il tipo di azione, ad esempio la notifica di un sistema di terze parti o l’invio al consumatore di una notifica push tramite le funzionalità di messaggistica transazionali di Adobe Campaign Standard (richiesto). Queste decisioni sono prese sulla base di regole e punteggi Sensei.

🔗Ulteriori informazioni su Journey Orchestration.

Risorse aggiuntive:

In questa pagina