Note sulla versione di Adobe Experience Platform

IMPORTANT
In preparazione alla disponibilità generale della funzione Audience Portal, Adobe Experience Platform sta aggiornando l’utilizzo di “tipi di pubblico” e “segmenti” all’interno del sistema e della documentazione.
  • Pubblico: un set di persone, account, famiglie o altre entità che hanno in comune caratteristiche e/o comportamenti specifici.

  • Definizione di segmento: in Adobe Experience Platform, le regole utilizzate per descrivere le caratteristiche o il comportamento chiave di un pubblico target. Questo termine era precedentemente noto semplicemente come “segmento”.

  • Segmento: separazione dei profili in tipi di pubblico. Il termine “segmento” è ora utilizzato esclusivamente come verbo.

  • Segmentazione: identificazione e articolazione delle caratteristiche dei profili che verranno raggruppati per produrre un set di risultati, ad esempio un pubblico.

Di conseguenza, nell’interfaccia utente di Adobe Experience Platform, vedrai che “Segmenti” è stato sostituito da “Tipi di pubblico” per riflettere questo nuovo percorso di creazione e gestione del pubblico.

Data di rilascio: 24 maggio 2023

Aggiornamenti alle funzioni esistenti in Adobe Experience Platform:

Dashboard dashboards

Adobe Experience Platform fornisce più dashboard attraverso le quali è possibile visualizzare approfondimenti importanti sui dati della tua organizzazione, acquisiti durante le istantanee giornaliere.

Funzione
Descrizione
Rettifica dei diritti di licenza

La dashboard Utilizzo licenze e i dati delle singole licenze per la clientela sono stati aggiornati per risolvere le discrepanze precedenti tra i diritti di licenza registrati negli ordini di vendita e quelli riportati originariamente nella dashboard Utilizzo licenze di Experience Platform. Gli aggiornamenti dei dati delle singole licenze avverranno in più fasi tra giugno 2023 e l’11 giugno 2023. I valori di utilizzo effettivi rimarranno accurati.

Experience Platform fornisce diverse funzionalità per gestire il volume di utilizzo:

Per ulteriori informazioni sulle dashboard, tra cui come concedere le autorizzazioni di accesso e creare widget personalizzati, consulta la panoramica sulle dashboard.

Raccolta dati data-collection

Adobe Experience Platform fornisce una suite di tecnologie che consente di raccogliere i dati sull’esperienza del cliente lato client e inviarli alla rete Edge di Adobe Experience Platform, per arricchirli, trasformarli e distribuirli a destinazioni Adobe o non Adobe.

Funzioni nuove o aggiornate

Funzione
Descrizione
Estensione API Conversions Twitter
L’estensione per l’inoltro degli eventi Twitter Conversions API consente di inoltrare i dati evento lato server, in tempo reale, per le conversioni di eventi utilizzando l’API Conversions Twitter.
Assistenza nel percorso degli elementi dati
Determinare il percorso dell’elemento dati all’interno dell’Estensione core ora è più facile che mai. Questo miglioramento fornisce un modulo guidato per aiutarti a selezionare e formattare il percorso corretto dell’elemento dati.

Per ulteriori informazioni sulle raccolte dati, consulta la panoramica sulle raccolte dati.

Governance dei dati data-governance

La governance dei dati di Adobe Experience Platform è una serie di strategie e tecnologie utilizzate per gestire i dati della clientela e garantire la conformità a normative, restrizioni e criteri applicabili all’utilizzo dei dati. Svolge un ruolo chiave all’interno di Experience Platform a vari livelli, tra cui catalogazione, derivazione dei dati, etichettatura dell’utilizzo dei dati, criteri di accesso ai dati e controllo degli accessi ai dati per le azioni di marketing.

Nuove funzioni

Funzione
Descrizione
Deprecazione dell’etichettatura a livello di campo del set di dati
La possibilità di applicare etichette ai singoli campi è stata spostata dai set di dati agli schemi. Questo consente di centralizzare la gestione delle etichette dei campi a monte per la governance dei dati, il consenso e il controllo degli accessi. Le etichette dei campi del set di dati applicate in precedenza saranno temporaneamente supportate tramite l’interfaccia utente di Experience Platform. Eventuali etichette per i campi del set di dati esistenti devono essere migrate manualmente alle etichette per i campi dello schema entro il 31 maggio 2024. Per ulteriori informazioni sulla migrazione delle etichette, consulta la guida end-to-end sulla governance dei dati.

Per ulteriori informazioni sulla governance dei dati, consulta la panoramica sulla governance dei dati.

Acquisizione dei dati data-ingestion

Adobe Experience Platform offre un set completo di funzioni per acquisire qualsiasi tipo e latenza di dati. Puoi acquisire utilizzando le API Batch o Streaming, le origini create da Adobe, i partner di integrazione dei dati o l’interfaccia utente di Adobe Experience Platform.

Funzioni aggiornate

Funzione
Descrizione
Disponibilità in versione beta dei modelli di acquisizione dei dati
I modelli di acquisizione dei dati forniscono agli architetti e agli ingegneri di dati modelli standard e strumenti di automazione per accelerare il processo di acquisizione dei dati, tra cui la creazione di schemi e set di dati e la configurazione delle regole di mappatura. I modelli di acquisizione dei dati sono attualmente disponibili per le origini Marketo Engage, Salesforce e Microsoft Dynamics. Per ulteriori informazioni, consulta la guida sull’utilizzo dei modelli nell’interfaccia utente.

Per ulteriori informazioni sull’acquisizione dei dati, consulta la panoramica sull’acquisizione dei dati.

Destinazioni (aggiornato il 31 maggio) destinations

Destinations sono integrazioni predefinite con piattaforme di destinazione che consentono l’attivazione diretta dei dati da Adobe Experience Platform. Puoi utilizzare le destinazioni per attivare i dati noti e sconosciuti per campagne di marketing cross-channel, campagne e-mail, pubblicità mirata e molti altri casi d’uso.

Nuove destinazioni

Destinazione
Descrizione
Categorie di interesse Mailchimp
Mailchimp è una popolare piattaforma di automazione del marketing e un servizio di marketing via e-mail utilizzato dalle aziende per gestire e parlare con i contatti (clientela o altre parti interessate) utilizzando mailing list e campagne di marketing via e-mail. Utilizza questo connettore per ordinare i contatti in base ai loro interessi e preferenze.

Funzionalità nuove o aggiornate

Funzionalità
Descrizione
Disponibilità generale della personalizzazione basata su attributi tramite le destinazioni Adobe Target e Personalizzazione personalizzata.
Sfrutta gli attributi del profilo in tempo reale per distribuire personalizzazioni web e mobili individuali, tramite Adobe Target o altre destinazioni di personalizzazione personalizzate in Experience Platform. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione dedicata e le Domande frequenti.
Supporto di Destination SDK per il raggruppamento dei tipi di pubblico esportati in base al criterio di unione.
Quando crei una destinazione basata su file con Destination SDK, ora puoi configurare il raggruppamento dei tipi di pubblico esportati in uno o più file, in base al criterio di unione.

Inoltre, è ora possibile includere l’ID e il nome del criterio di unione nei nomi dei file esportati, utilizzando le macro dei modelli dedicati.

Per ulteriori dettagli su come utilizzare il parametrosegmentGroupingEnabled e le nuove macro dei modelli di nome file, consulta la documentazione sulla configurazione in batch.
Includere il file manifest nelle esportazioni nelle destinazioni di archiviazione cloud beta
È ora possibile includere un file JSON manifesto che contiene informazioni sulla posizione di esportazione, sulle dimensioni di esportazione e altro ancora durante l’esportazione dei dati nelle sei destinazioni beta dell’archiviazione cloud: (Beta) Amazon S3, (Beta) BLOB di Azure, (Beta) Archiviazione Azure Data Lake Gen2, Data Landing Zone (Beta), (Beta) Google Cloud Storage, SFTP (beta).

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Dettagli della destinazione delle pagine collegate in precedenza.

Correzioni di problemi e miglioramenti

  • È stato corretto un limite nella destinazione di archiviazione cloud SFTP (Beta), a causa del quale gli utenti non potevano personalizzare il valore del parametro di porta. Il valore ora è modificabile quando si imposta una connessione di destinazione SFTP (Beta) tramite l’API o l’interfaccia utente.

Per informazioni più generali sulle destinazioni, consulta la panoramica sulle destinazioni.

Experience Data Model (XDM) xdm

XDM è una specifica open-source che fornisce strutture e definizioni comuni (schemi) per i dati inseriti in Adobe Experience Platform. Aderendo agli standard XDM, tutti i dati sull’esperienza cliente possono essere incorporati in una rappresentazione comune per fornire approfondimenti in modo più rapido e integrato. Puoi ottenere approfondimenti importanti dalle azioni della clientela, definire i tipi di pubblico della clientela attraverso i segmenti e utilizzare gli attributi della clientela a scopo di personalizzazione.

Componenti XDM aggiornati

Tipo di componente
Nome
Descrizione
Gruppo di campi
(Multiplo)
Diversi campi per l’Elemento offerta sono stati aggiornati per rimuovere una doppia gerarchia dallo schema.
Gruppo di campi
Profilo individuale potenziale cliente XDM
L’opzione partnerProspect per i tag di metadati è stata aggiunta alla classe Profilo individuale potenziale cliente XDM.
Tipo di dati
(Multiplo)
Sono stati aggiunti diversi campi per il tipo di dati Informazioni sui dettagli dei contenuti multimediali.
Tipo di dati
Informazioni sui dettagli della sessione
È stato aggiunto un nuovo campo per indicare se si è verificato un reindirizzamento.
Gruppo di campi
Dettagli dell’interazione di Media Analytics
È stato aggiunto un nuovo campo relativo al reporting sui contenuti multimediali.

Per ulteriori informazioni su XDM in Platform, consulta la Panoramica sul sistema XDM.

Identity Service identity-service

Adobe Experience Platform Identity Service offre una panoramica completa della clientela e del relativo comportamento, collegando le identità attraverso diversi dispositivi e sistemi e consentendo di offrire esperienze digitali personali ed efficaci in tempo reale.

Funzioni aggiornate

Funzione
Descrizione

Supporto per gli ID partner nelle applicazioni Adobe Experience Cloud

badge informative
Beta
Gli ID partner sono ora disponibili in Identity Service. Gli ID partner sono identificatori utilizzati dai partner di dati per rappresentare le persone. In Real-time Customer Data Platform, gli ID partner vengono utilizzati principalmente per l’attivazione del pubblico estesa e l’arricchimento dei dati. Gli ID partner non sono memorizzati nel grafico delle identità. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione sui tipi di identità.

Per ulteriori informazioni su Identity Service, consulta la panoramica su Identity Service

Servizio query query-service

Il Servizio query consente di utilizzare SQL standard per eseguire query sui dati in Adobe Experience Platform.data lake Puoi unire qualsiasi set di dati dal data lake e acquisire i risultati della query sotto forma di nuovo set di dati da utilizzare nel reporting, in Data Science Workspace o da acquisire nel profilo cliente in tempo reale.

Funzioni aggiornate

Funzione
Descrizione
Calcolo delle statistiche a livello di colonna per i set di dati ADLS
Il comando ANALYZE TABLE è stato esteso con il comando SQL COMPUTE STATISTICS. È ora possibile calcolare le statistiche per un sottoinsieme di un set di dati ADLS o per determinate colonne all’interno di tale set di dati. Per ulteriori informazioni, consulta la guida al calcolo delle statistiche dei set di dati.

Per ulteriori informazioni sui servizi di query, consulta la panoramica sul servizio di query.

Origini sources

Adobe Experience Platform può acquisire dati da origini esterne e consente di strutturarli, etichettarli e migliorarli utilizzando i servizi di Platform. Puoi acquisire dati da diverse origini, ad esempio da applicazioni Adobe, dall’archiviazione basata su cloud, da software di terze parti e dal sistema CRM.

Experience Platform fornisce un’API RESTful e un’interfaccia utente interattiva per impostare facilmente le connessioni di origine per vari provider di dati. Queste connessioni di origine consentono di autenticarti e connetterti a sistemi di archiviazione esterni e servizi di gestione delle relazioni con i clienti, impostare i tempi per le esecuzioni dell’acquisizione e gestire la velocità effettiva di acquisizione dei dati.

Funzioni aggiornate

Funzione
Descrizione
Supporto API per lo streaming di dati da un database Snowflake
Ora puoi inviare dati in streaming da un’Snowflake origine utilizzando l’API Flow Service.
Supporto API esteso per la modalità bozza
È ora possibile mettere in pausa e salvare l’avanzamento durante il flusso di lavoro delle origini quando si utilizza l’API Flow Service in qualsiasi momento. Utilizzo dello stato mode=draft per salvare le connessioni di base, di origine e di destinazione come bozze. Tutte le entità bozza possono essere riesaminate per il completamento in un secondo momento. Per ulteriori informazioni, consulta la guida sull’impostazione delle entità Flow Service in stato bozza.
Disponibilità generale dell’origine Salesforce Marketing Cloud
Il Salesforce Marketing Cloud source è ora in disponibilità generale. Utilizza questa origine per portare i dati di Salesforce Marketing Cloud in Experience Platform.
Aggiornamenti di autenticazione di Google Ads
Ora puoi fornire un ID cliente di accesso al momento dell’autenticazione dell’account di origine Google Ads per recuperare i dati del rapporto da un cliente operativo specifico. Per ulteriori informazioni, consulta la Google Ads documentazione sulle origini.
Aggiornamenti autenticazione Google PubSub
Durante la creazione di un nuovo account, ora puoi definire i privilegi di accesso per l’origine Google PubSub. Utilizza l’autenticazione basata su progetto per consentire l’accesso a livello principale, oppure l’autenticazione basata su argomento e su abbonamento per limitare l’accesso a un particolare argomento e flusso di abbonamento. Per ulteriori informazioni, consulta la Google PubSub documentazione sulle origini.
Nuovi parametri del campo di paginazione per type=PAGE nelle origini self-service (SDK batch)

Ora puoi utilizzare initialPageIndex e endPageIndex durante l’integrazione di un’origine con type=PAGE tramite Batch SDK.

  • initialPageIndex: questo parametro ti consente di definire il numero di pagina da cui inizia la paginazione.
  • endPageIndex: questo parametro consente di stabilire una condizione finale e interrompere la paginazione.

Per ulteriori informazioni su questi nuovi parametri, consulta la documentazione dell’SDK batch di origini self-service.

Supporto dell’interfaccia utente per la modalità bozza
Ora tramite l’interfaccia utente di puoi mettere in pausa e salvare l’avanzamento durante il flusso di lavoro delle origini. Puoi selezionare Salva come bozza durante i dettagli del flusso di dati, la mappatura e la pianificazione del flusso di lavoro per salvarlo come bozza da completare in un secondo momento. Per ulteriori informazioni, consulta la guida sul salvataggio dei flussi di dati come bozze nell’interfaccia utente.

Per ulteriori informazioni sulle origini, consulta la panoramica sulle origini.

recommendation-more-help
76ad3ef1-9c0e-417b-8891-a4c7034d8bac