Google Customer Match connection

Panoramica

Google Customer Matchlets consente di utilizzare i dati online e offline per raggiungere e coinvolgere nuovamente i clienti nelle proprietà di Google possedute e gestite, ad esempio: Search, Shopping, Gmail, e YouTube.

Destinazione Customer Match di Google nell’interfaccia utente di Adobe Experience Platform

Casi di utilizzo

Per comprendere meglio come e quando utilizzare la destinazione Google Customer Match, di seguito sono riportati alcuni esempi di casi d’uso che i clienti Adobe Experience Platform possono risolvere utilizzando questa funzione.

Caso d'uso n. 1

Un marchio di abbigliamento atletico vuole raggiungere i clienti esistenti attraverso Google Search e Google Shopping per personalizzare offerte e articoli in base ai loro acquisti precedenti e alla cronologia di navigazione. Il marchio dell’abbigliamento può acquisire indirizzi e-mail dal proprio CRM all’Experience Platform e creare segmenti dai propri dati offline. Quindi, possono inviare questi segmenti a Google Customer Match da utilizzare in Search e Shopping, ottimizzando le spese pubblicitarie.

Caso d'uso n. 2

Un'importante azienda tecnologica ha lanciato un nuovo telefono. Per promuovere questo nuovo modello di telefono, stanno cercando di sensibilizzare i clienti sulle nuove caratteristiche e funzionalità del telefono ai clienti che possiedono i modelli precedenti dei loro telefoni.

Per promuovere il rilascio, caricano gli indirizzi e-mail dal loro database CRM in Experience Platform, utilizzando gli indirizzi e-mail come identificatori. I segmenti vengono creati in base ai clienti che possiedono modelli di telefono precedenti. Quindi i segmenti vengono inviati a Google Customer Match, in modo che l'azienda possa eseguire il targeting dei clienti attuali, dei clienti che possiedono modelli di telefono precedenti e di clienti simili su YouTube.

Governance dei dati per le destinazioni Google Customer Match

Alcune destinazioni in Experience Platform hanno determinate regole e obblighi per i dati inviati o ricevuti dalla piattaforma di destinazione. Sei responsabile di comprendere i limiti e gli obblighi dei tuoi dati e come li utilizzi in Adobe Experience Platform e nella piattaforma di destinazione. Adobe Experience Platform fornisce strumenti di governance dei dati per aiutarti a gestire alcuni di questi obblighi di utilizzo dei dati. Ulteriori informazioni sugli strumenti e i criteri di governance dei dati.

Identità supportate

Google Customer Match supporta l’attivazione delle identità descritte nella tabella seguente. Ulteriori informazioni su identità.

Identità di destinazione Descrizione Considerazioni
GAID Google Advertising ID Seleziona questa identità di destinazione quando l’identità di origine è uno spazio dei nomi GAID.
IDFA Apple ID per gli inserzionisti Seleziona questa identità di destinazione quando l’identità di origine è uno spazio dei nomi IDFA.
phone_sha256_e.164 Numeri di telefono in formato E164, con hash con l'algoritmo SHA256 Sia il testo normale che i numeri di telefono con hash SHA256 sono supportati da Adobe Experience Platform. Segui le istruzioni riportate nella sezione Requisiti di corrispondenza ID e utilizza rispettivamente i namespace appropriati per il testo normale e i numeri di telefono con hash. Quando il campo di origine contiene attributi senza hash, seleziona l'opzione Applica trasformazione per fare in modo che Platform hash automaticamente i dati all'attivazione.
email_lc_sha256 Indirizzi e-mail con hash con l’algoritmo SHA256 Gli indirizzi e-mail con hash SHA256 e di testo normale sono supportati da Adobe Experience Platform. Segui le istruzioni riportate nella sezione Requisiti di corrispondenza ID e utilizza rispettivamente i namespace appropriati per gli indirizzi e-mail in testo normale e con hash. Quando il campo di origine contiene attributi senza hash, seleziona l'opzione Applica trasformazione per fare in modo che Platform hash automaticamente i dati all'attivazione.
user_id ID utente personalizzati Seleziona questa identità di destinazione quando l’identità di origine è uno spazio dei nomi personalizzato.

Tipo di esportazione

Esportazione segmento : esporta tutti i membri di un segmento (pubblico) con gli identificatori (nome, numero di telefono e altri) utilizzati nella Google Customer Match destinazione.

Google Customer Match prerequisiti dell’account

Prima di configurare una destinazione Google Customer Match in Experience Platform, assicurati di leggere e rispettare i criteri di Google per l'utilizzo di Customer Match, descritti nella documentazione di supporto di Google.

Quindi, assicurati che il tuo account Google sia configurato per un Standard o per un livello di autorizzazione superiore. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di Google Ads .

Elenco consentiti

Prima di creare la destinazione Google Customer Match in Experience Platform, assicurati che l'account Google Ads sia conforme alla policy di Customer Match di Google.

I clienti con account conformi vengono automaticamente inseriti nell’elenco Consentiti da Google.

Requisiti di corrispondenza ID

Google richiede che non siano inviate informazioni personali identificabili (PII) in modo chiaro. Pertanto, i tipi di pubblico attivati in Google Customer Match possono essere contrassegnati da identificatori con hash come indirizzi e-mail o numeri di telefono.

A seconda del tipo di ID che trasferisci in Adobe Experience Platform, devi soddisfare i requisiti corrispondenti.

Requisiti di hashing del numero di telefono

Esistono due metodi per attivare i numeri di telefono in Google Customer Match:

  • Inserimento di numeri di telefono non elaborati: è possibile acquisire i numeri di telefono non elaborati in E.164 formato in Platform e questi vengono automaticamente crittografati al momento dell’attivazione. Se scegli questa opzione, accertati di inserire sempre i numeri di telefono non elaborati nello spazio dei nomi Phone_E.164 .
  • Inserimento di numeri di telefono con hash: è possibile pre-hash i numeri di telefono prima dell’inserimento in Platform. Se scegli questa opzione, accertati di inserire sempre i numeri di telefono con hash nello spazio dei nomi PHONE_SHA256_E.164 .
NOTA

I numeri di telefono acquisiti nello spazio dei nomi Phone non possono essere attivati in Google Customer Match.

Requisiti di hash e-mail

Puoi aggiungere hash agli indirizzi e-mail prima di inviarli in Adobe Experience Platform oppure utilizzare indirizzi e-mail in modo chiaro nell’Experience Platform e inserirli Platform all’attivazione.

Per ulteriori informazioni sui requisiti di hashing di Google e su altre restrizioni all’attivazione, consulta le sezioni seguenti nella documentazione di Google:

Per informazioni sull’acquisizione degli indirizzi e-mail in Experience Platform, consulta la panoramica sull’acquisizione batch e la panoramica sull’acquisizione in streaming.

Se scegli di aggiungere l’hash agli indirizzi e-mail da solo, assicurati di soddisfare i requisiti di Google, descritti nei collegamenti di cui sopra.

Utilizzo di spazi dei nomi personalizzati

Prima di poter utilizzare lo spazio dei nomi User_ID per inviare dati a Google, assicurati di sincronizzare i tuoi identificatori utilizzando gTag. Per informazioni dettagliate, consulta la documentazione ufficiale di Google .

Collegati alla destinazione

Per connetterti a questa destinazione, segui i passaggi descritti nel tutorial sulla configurazione della destinazione.

Parametri di connessione

Durante la configurazione di questa destinazione, è necessario fornire le seguenti informazioni:

  • Nome: specificare un nome per la connessione di destinazione
  • Descrizione: fornire una descrizione per la connessione di destinazione
  • ID account: il tuo ID cliente Google. Il formato dell'ID è xxx-xxx-xxxx.
IMPORTANTE
  • L'azione di marketing Combina con PII è selezionata per impostazione predefinita per la destinazione Google Customer Match e non può essere rimossa.

Attiva i segmenti in questa destinazione

Per istruzioni sull’attivazione dei segmenti di pubblico a questa destinazione, consulta Attivare i dati di pubblico per le destinazioni di esportazione dei segmenti in streaming .

Nel passaggio Pianificazione segmenti , devi fornire l’ ID app quando invii segmenti IDFA o GAID a Google Customer Match.

ID app di Google Customer Match

Per informazioni su come trovare il App ID, consulta la documentazione ufficiale di Google.

Esempio di mappatura: attivazione dei dati sul pubblico in Google Customer Match

Questo è un esempio di mappatura corretta dell'identità durante l'attivazione dei dati sul pubblico in Google Customer Match.

Selezione dei campi di origine:

  • Seleziona lo spazio dei nomi Email come identità di origine se gli indirizzi e-mail utilizzati non sono con hash.
  • Seleziona lo spazio dei nomi Email_LC_SHA256 come identità di origine se hai hashing gli indirizzi e-mail dei clienti durante l’inserimento dei dati in Platform, in base a Google Customer Match requisiti di hashing e-mail.
  • Seleziona lo spazio dei nomi PHONE_E.164 come identità di origine se i dati sono costituiti da numeri di telefono non crittografati. Platform cancellerà i numeri di telefono per conformarsi ai Google Customer Match requisiti.
  • Seleziona lo spazio dei nomi Phone_SHA256_E.164 come identità di origine se hai hashing i numeri di telefono durante l’inserimento dei dati in Platform, in base ai Facebook requisiti di hashing del numero di telefono.
  • Seleziona lo spazio dei nomi IDFA come identità di origine se i dati sono costituiti da Apple ID dispositivo.
  • Seleziona lo spazio dei nomi GAID come identità di origine se i dati sono costituiti da Android ID dispositivo.
  • Seleziona lo spazio dei nomi Custom come identità di origine se i dati sono costituiti da un altro tipo di identificatori.

Selezione dei campi di destinazione:

  • Selezionare lo spazio dei nomi Email_LC_SHA256 come identità di destinazione quando gli spazi dei nomi di origine sono Email o Email_LC_SHA256.
  • Selezionare lo spazio dei nomi Phone_SHA256_E.164 come identità di destinazione quando gli spazi dei nomi di origine sono PHONE_E.164 o Phone_SHA256_E.164.
  • Selezionare i namespace IDFA o GAID come identità di destinazione quando i namespace di origine sono IDFA o GAID.
  • Seleziona lo spazio dei nomi User_ID come identità di destinazione quando lo spazio dei nomi di origine è personalizzato.

Mappatura identità

I dati provenienti da spazi dei nomi senza hash vengono automaticamente hashing da Platform al momento dell’attivazione.

I dati di origine degli attributi non vengono crittografati automaticamente. Quando il campo di origine contiene attributi senza hash, seleziona l'opzione Applica trasformazione per fare in modo che Platform hash automaticamente i dati all'attivazione.

Trasformazione mappatura identità

Verifica che l’attivazione del segmento sia avvenuta correttamente

Dopo aver completato il flusso di attivazione, passa al tuo account Google Ads. I segmenti attivati vengono visualizzati nel tuo account Google come elenchi di clienti. Tieni presente che a seconda della dimensione del segmento, alcuni tipi di pubblico non vengono compilati a meno che non vi siano più di 100 utenti attivi da servire.

Quando mappi un segmento con gli ID mobili IDFA e GAID , Google Customer Match crea un segmento separato per ogni mappatura ID. L'account Google Ads mostra due segmenti diversi, uno per IDFA e uno per la mappatura GAID.

Risoluzione dei problemi

400 Messaggio di errore di richiesta non valida

Durante la configurazione di questa destinazione, potresti ricevere il seguente errore:

{"message":"Google Customer Match Error: OperationAccessDenied.ACTION_NOT_PERMITTED","code":"400 BAD_REQUEST"}

Questo errore si verifica quando gli account cliente non sono conformi ai prerequisiti. Per risolvere questo problema, contatta Google e assicurati che il tuo account sia inserito nell’elenco Consentiti e sia configurato per un Standard o un livello di autorizzazione superiore. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di Google Ads .

Risorse aggiuntive

In questa pagina