Note sulla versione di Adobe Experience Platform

Data di rilascio: 22 giugno 2022

Aggiornamenti alle funzioni esistenti in Adobe Experience Platform:

Data Science Workspace

Data Science Workspace utilizza l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per scatenare insights dai tuoi dati. Integrato in Adobe Experience Platform, Data Science Workspace consente di fare previsioni utilizzando i contenuti e le risorse di dati nelle soluzioni Adobe. Uno dei modi in cui Data Science Workspace ottiene questo risultato è attraverso l’uso di JupyterLab. JupyterLab è un’interfaccia utente basata sul Web per Jupyter del progetto ed è strettamente integrato in Adobe Experience Platform. Offre agli scienziati dei dati un ambiente di sviluppo interattivo per lavorare con notebook, codice e dati Jupyter.

Funzione Descrizione
JupyterLab Launcher JupyterLab Launcher ora include avviatori per i notebook Spark 3.2. Gli avviatori per notebook Spark 2.4 vengono ora sostituiti dai notebook Spark 3.2 e faranno parte di questa versione.
Spark 3.2 Le nuove ricette Scala (Spark) e PySpark ora utilizzano Spark 3.2
Kernel I notebook Scala (Spark) vengono ora creati tramite il kernel Scala. I notebook PySpark sono ora creati tramite il Kernel Python. Il kernel Spark e PySpark sono obsoleti e sono impostati per essere rimossi in una versione successiva.
Ricette Le nuove ricette PySpark e Spark ora seguono il flusso di lavoro Docker simile alle ricette Python e R.

Per informazioni più generali su Data Science Workspace, consulta la sezione documentazione panoramica.

Destinations

Destinations sono integrazioni predefinite con piattaforme di destinazione che consentono l’attivazione senza soluzione di continuità dei dati da Adobe Experience Platform. Puoi utilizzare le destinazioni per attivare i dati noti e sconosciuti per le campagne di marketing cross-channel, le campagne e-mail, la pubblicità mirata e molti altri casi d’uso.

Funzioni nuove o aggiornate

Funzione Descrizione
(Beta) Supporto Destination SDK per Google Cloud Storage destinazioni basate su file e nomi di file configurabili. È ora possibile utilizzare la Destination SDK per creare le destinazioni di Google Cloud Storage e definire nomi di file personalizzati per i file esportati tramite macro di nomi di file.

Il supporto per la destinazione basata su file in Adobe Experience Platform Destination SDK è attualmente in versione beta. La documentazione e le funzionalità sono soggette a modifiche.
La colonna Segmento nel flusso di dati viene eseguita su destinazioni batch Per il flusso di dati che viene eseguito su destinazioni batch, l’interfaccia utente visualizza ora il nome del segmento associato a ogni esecuzione del flusso di dati. Ulteriori informazioni il flusso di dati viene eseguito su destinazioni batch.

Nuove destinazioni

Destinazione Descrizione
(Beta) Google Ad Manager 360 La Google Ad Manager 360 la connessione abilita il caricamento batch per publisher provided identifiers (PPID) in Google Ad Manager 360, tramite Google Cloud Storage

Questa destinazione è attualmente in versione beta ed è disponibile solo per un numero limitato di clienti. Per richiedere l’accesso al Google Ad Manager 360 contatta il tuo rappresentante di Adobe e fornisci IMS Organization ID.
Medallia Attiva profili per sondaggi Medallia mirati e raccolta di feedback per comprendere meglio le esigenze e le aspettative dei clienti.
Adobe Advertising Cloud DSP Adobe Advertising Cloud Demand-Side Platform (DSP) la destinazione ti consente di condividere segmenti di prime parti autenticati con inserzionisti approvati e gli utenti per l’attivazione della campagna con DSP.

Per informazioni più generali sulle destinazioni, consulta panoramica sulle destinazioni.

Raccolta dati

Adobe Experience Platform fornisce una suite di tecnologie che ti consentono di raccogliere i dati sull’esperienza del cliente lato client e inviarli ad Adobe Experience Platform Edge Network dove possono essere arricchiti, trasformati e distribuiti su destinazioni Adobi o non Adobi.

Nuove funzioni

Funzione Descrizione
Configurazione del tipo di accesso per i datastreams Quando crei un nuovo datastream, ora puoi selezionare il tipo di richieste che desideri che la rete Edge accetti:
  • Autenticazione mista: Quando questa opzione è selezionata, la rete Edge accetta richieste autenticate e non autenticate. Seleziona questa opzione quando intendi usare l’SDK per web o SDK per dispositivi mobili, insieme al API server.
  • Solo autenticazione: Quando questa opzione è selezionata, la rete Edge accetta solo richieste autenticate. Selezionare questa opzione quando si intende utilizzare solo l'API server e si desidera impedire l'elaborazione di richieste non autenticate da parte del Edge Network.
Proposte di rendering nelle applicazioni a pagina singola senza incrementare le metriche. La nuova aggiunta applyPropositions consente di eseguire il rendering o l'esecuzione di un array di proposizioni da Target nelle applicazioni a pagina singola, senza incrementare il Analytics e Target metriche. Questo aumenta l’accuratezza dei rapporti.
Condivisione di ID da mobile a web e tra domini diversi L’SDK per web di Adobe Experience Platform ora supporta le funzionalità di condivisione degli ID visitatore che consentono di fornire esperienze personalizzate più accuratamente, tra app mobili e contenuti web per dispositivi mobili, e tra domini diversi.
Estensione tag Google Data Layer L’estensione Google Data Layer consente di utilizzare un livello dati Google nell’implementazione dei tag.
Estensione di inoltro evento Conversioni migliorate di Google Ads L’estensione Google Ads Enhanced Conversions ti consente di migliorare le conversioni di Google Ads in tempo reale.
Estensione inoltro evento Mailchimp L’estensione inoltro eventi Mailchimp invia gli eventi all’API marketing Mailchimp che può attivare le e-mail per campagne di marketing, percorsi o transazioni Mailchimp.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione panoramica sulla raccolta dati.

Experience Data Model (XDM)

XDM è una specifica open source che fornisce strutture e definizioni comuni (schemi) per i dati inseriti in Adobe Experience Platform. Aderendo agli standard XDM, tutti i dati sulla customer experience possono essere incorporati in una rappresentazione comune per fornire informazioni in modo più rapido e integrato. Puoi ottenere informazioni utili dalle azioni dei clienti, definire il pubblico dei clienti attraverso i segmenti e utilizzare gli attributi del cliente a scopo di personalizzazione.

Nuovi componenti XDM

Tipo di componente Nome Descrizione
Classe Medicina Una classe di settore sanitario che cattura i dettagli su una sostanza usata per il trattamento medico, in particolare un farmaco o.
Classe Pianificare Classe di settore sanitario che acquisisce i dettagli su un piano medico, ad esempio un piano sanitario o un piano assicurativo.
Classe Provider Una classe di settore sanitario che cattura i dettagli di un fornitore di assistenza sanitaria.
Classe Pagatore Una classe di settore sanitario che cattura i dettagli di una compagnia assicurativa.
Classe Pianificazione eventi live Una classe di settore dello sport e dell'intrattenimento che acquisisce i dettagli di un programma di eventi live, come un programma di concerti itineranti o un programma della squadra sportiva.
Classe Posizione ​ Una classe di settore dello sport e dell'intrattenimento che cattura la posizione di un evento live, come una sala concerti o un'arena sportiva.
Gruppo di campi Medicina sanitaria Un gruppo di campi per Medicina classe che acquisisce i dettagli sul farmaco come nome del marchio, numero di lotto e quantità.
Gruppo di campi Dettagli sul piano sanitario Un gruppo di campi per Pianificare classe che acquisisce dettagli quali rete, tipo e stato attivo.
Gruppo di campi Fornitore sanitario Un gruppo di campi per Provider classe che acquisisce i dettagli di un singolo professionista sanitario o di un'organizzazione di una struttura sanitaria autorizzata a fornire servizi di diagnosi e trattamento sanitari.
Gruppo di campi Dettagli dei membri del settore sanitario Un gruppo di campi per Profilo individuale XDM classe che acquisisce i dettagli di una persona che ha o riceverà un servizio o un'assistenza, ad esempio informazioni di contatto, medico primario e informazioni di piano.
Gruppo di campi Dettagli Sitetool Un gruppo di campi per ExperienceEvent XDM classe che acquisisce le informazioni raccolte da sitetools come chatbot, survey e così via.
Gruppo di campi Acquisto ticket evento live Un gruppo di campi per ExperienceEvent XDM classe che acquisisce la cronologia degli acquisti per i biglietti per un evento live, ad esempio un concerto o una partita sportiva.
Gruppo di campi Programma eventi sportivi e di intrattenimento Un gruppo di campi per Pianificazione eventi live classe che acquisisce ulteriori dettagli sulla pianificazione, come il nome dell'attrazione, gli orari di apertura della porta e altro ancora.
Gruppo di campi Evento di intrattenimento sportivo Un gruppo di campi per Posizione classe che acquisisce ulteriori dettagli sulla sede dell'evento, come la capacità di seduta e le aree di mercato designate (DMA).
Schema globale (Diversi) Sono disponibili nuovi schemi globali per le metriche delle destinazioni per RTCDP Insights. Vedi quanto segue richiesta pull per ulteriori dettagli.

Componenti XDM aggiornati

Tipo di componente Nome Descrizione aggiornamento
Comportamento Schema della serie temporale È stato aggiunto un tipo di evento di aggiornamento degli stati multimediali.
Gruppo di campi Riserva È stata aggiunta la proprietà relativa al pagamento di un alloggio.
Tipo di dati Informazioni multimediali Sono stati aggiunti i campi stati-start e stati-end .
Estensione Evento di modifica Workfront Sono stati aggiunti due campi utilizzati per memorizzare gli attributi per identificare l’utente e l’ora di un evento di creazione.
Estensione Adobe CJM ExperienceEvent - Dettagli interazione messaggio Sono state aggiunte informazioni su abbonamento, consenso, e-mail personalizzata e dati aggiuntivi nell’oggetto della pagina di destinazione.

Per ulteriori informazioni su XDM in Platform, consulta la sezione Panoramica del sistema XDM.

Servizio query

Query Service consente di utilizzare SQL standard per eseguire query sui dati in Adobe Experience Platform Data Lake. Puoi unire qualsiasi set di dati dal Data Lake e acquisisci i risultati della query come nuovo set di dati da utilizzare nel reporting, in Data Science Workspace o per l’inserimento in Profilo cliente in tempo reale.

Funzioni aggiornate

Funzione Descrizione
Etichettatura dello schema ad hoc Gestisci l’accesso ai dati sensibili applicando etichette ai campi di dati di schemi ad hoc generati automaticamente tramite query CTAS del servizio query. Puoi limitare l’utilizzo di determinati campi, o set di dati, di schemi ad hoc per controllare l’accesso sia a dati personali sensibili che a informazioni personali identificabili. Utilizzando la funzionalità di controllo degli accessi basata sugli attributi, puoi assegnare etichette ai campi dello schema ad hoc tramite l’interfaccia utente di Platform.
FLATTEN impostazione Quando ci si connette a un database tramite strumenti BI di terze parti, il FLATTEN l’impostazione appiattisce le strutture di dati nidificate in colonne separate in cui il nome dell’attributo diventa il nome della colonna contenente i valori della riga. Questo migliora l’usabilità degli schemi ad hoc e riduce il carico di lavoro necessario per recuperare, analizzare, trasformare e creare rapporti sui dati in strumenti BI che non supportano strutture di dati nidificate.

Per ulteriori informazioni sui servizi di query, consulta la Panoramica del servizio query.

Origini

Adobe Experience Platform può acquisire dati da sorgenti esterne e allo stesso tempo strutturare, etichettare e migliorare tali dati utilizzando i servizi Platform. È possibile acquisire dati da diverse sorgenti, come applicazioni di Adobe, archiviazione basata su cloud, software di terze parti e il sistema CRM in uso.

L’Experience Platform fornisce un’API RESTful e un’interfaccia utente interattiva che consente di impostare facilmente le connessioni sorgente per vari provider di dati. Queste connessioni di origine ti consentono di autenticare e connettersi a sistemi di archiviazione esterni e servizi CRM, impostare i tempi di esecuzione dell’acquisizione e gestire il throughput di inserimento dei dati.

Funzione Descrizione
Versione beta di Mixpanel source Ora puoi utilizzare la Mixpanel sorgente per acquisire i dati di analisi dal Mixpanel conto all'Experience Platform. Consulta la sezione Mixpanel documentazione di origine per ulteriori informazioni.

Per ulteriori informazioni sulle sorgenti, consulta la sezione panoramica di origini.

In questa pagina