Note sulla versione di Adobe Experience Platform

Data di rilascio: 28 luglio 2021

Aggiornamenti alle funzioni esistenti in Adobe Experience Platform:

Data Science Workspace

Data Science Workspace utilizza l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per creare informazioni dai tuoi dati. Integrato in Adobe Experience Platform, Data Science Workspace consente di fare previsioni utilizzando i contenuti e le risorse di dati nelle soluzioni Adobe.

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Aggiornamenti alla libreria e al sistema operativo Data Science Workspace ha apportato importanti aggiornamenti alla libreria e al sistema operativo per migliorare funzionalità e usabilità. Questo include JupyterLab 1.2.20, Python 3.7, Pandas 1.2.4, Tensorflow 2.4.1 con supporto CUDA 11 e CUDNN 8 e altro ancora. Per scoprire come visualizzare le librerie disponibili in JupyterLab, visita la sezione librerie supportate nella documentazione di panoramica dei notebook JupyterLab .

Per informazioni più generali su Data Science Workspace, consulta la Panoramica di Data Science Workspace.

Flussi di dati

In Platform, i dati vengono acquisiti da diverse sorgenti, analizzati all’interno del sistema e attivati in un’ampia gamma di destinazioni. Platform facilita il processo di tracciamento di questo flusso di dati potenzialmente non lineare grazie alla trasparenza dei flussi di dati.

I flussi di dati sono una rappresentazione dei processi che spostano i dati in Platform. Questi flussi di dati sono configurati tra diversi servizi e consentono di spostare i dati dai connettori di origine ai set di dati di destinazione, dove vengono quindi utilizzati dal servizio Identity e dal profilo cliente in tempo reale prima di essere infine attivati nelle destinazioni.

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Dashboard delle destinazioni Ora puoi utilizzare il dashboard di monitoraggio per monitorare i flussi di dati per le destinazioni. Per ulteriori informazioni, leggi l'esercitazione sulle destinazioni di monitoraggio nell'interfaccia utente

Per informazioni più generali sui flussi di dati, consulta la panoramica dei flussi di dati. Per ulteriori informazioni sulle destinazioni, consulta la panoramica delle destinazioni.

Destinazioni

Le destinazioni sono integrazioni preconfigurate con piattaforme di destinazione che consentono l’attivazione diretta dei dati da Adobe Experience Platform. Puoi utilizzare le destinazioni per attivare i dati noti e sconosciuti per le campagne di marketing cross-channel, le campagne e-mail, la pubblicità mirata e molti altri casi d’uso.

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Esportazioni di file incrementali più rapide È ora possibile pianificare esportazioni incrementali di file per destinazioni basate su file ogni 3, 6, 8 e 12 ore. La modifica della pianificazione dell’esportazione dei file per i segmenti già salvati non è attualmente supportata. Per riesportare i segmenti con una pianificazione diversa, devi creare una nuova istanza di destinazione. Si tratta di una limitazione che verrà affrontata nelle prossime versioni.
Supporto per le chiavi di deduplicazione Elimina più record dello stesso profilo nei file di esportazione selezionando una chiave di deduplicazione. È possibile selezionare un singolo spazio dei nomi o fino a due attributi di schema XDM come chiave di deduplicazione.

Experience Data Model (XDM)

Experience Data Model (XDM) è una specifica open-source progettata per migliorare la potenza delle esperienze digitali. Fornisce strutture e definizioni comuni per i dati sotto forma di schemi, che consentono a qualsiasi applicazione di comunicare con i servizi di Platform.

Funzione Descrizione
Filtro dell'industria delle telecomunicazioni Quando si aggiungono gruppi di campi a uno schema nell'interfaccia utente, è ora possibile filtrare in base al settore delle telecomunicazioni. Per visualizzare un modello dati consigliato per i casi d'uso per le telecomunicazioni, vedere il diagramma ERD (entity Relationship Diagramma) del settore delle telecomunicazioni.

Per informazioni generali su XDM in Platform, consulta la Panoramica del sistema XDM.

Servizio query

Query Service offre la possibilità di utilizzare SQL standard per eseguire query sui dati in Adobe Experience Platform, supportando diversi casi d’uso di analisi e gestione dei dati. È uno strumento senza server che ti consente di unire i set di dati dal Data Lake e acquisire i risultati della query come nuovo set di dati da utilizzare nel reporting, in Data Science Workspace o per l’inserimento nel Profilo cliente in tempo reale.

È possibile utilizzare Query Service per creare ecosistemi di analisi dei dati, creando un’immagine dei clienti attraverso i loro diversi canali di interazione. Questi canali possono includere sistemi di punti vendita, web, mobili o CRM.

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Query pianificate È ora possibile pianificare le query in Platform utilizzando l’editor delle query. Per ulteriori informazioni, leggi la documentazione su Query Editor.

Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione del servizio query.

Fonti

Adobe Experience Platform può acquisire dati da sorgenti esterne e allo stesso tempo strutturare, etichettare e migliorare tali dati utilizzando i servizi Platform. È possibile acquisire dati da diverse sorgenti, come applicazioni di Adobe, archiviazione basata su cloud, software di terze parti e il sistema CRM in uso.

L’Experience Platform fornisce un’API RESTful e un’interfaccia utente interattiva che consente di impostare facilmente le connessioni sorgente per vari provider di dati. Queste connessioni di origine ti consentono di autenticare e connettersi a sistemi di archiviazione esterni e servizi CRM, impostare i tempi di esecuzione dell’acquisizione e gestire il throughput di inserimento dei dati.

Funzione Descrizione
Sorgenti beta che si spostano in GA Le seguenti origini sono state promosse dalla versione beta a GA:
Salesforce Marketing Cloud (Beta) È ora possibile connettersi ad Experience Platform Salesforce Marketing Cloud utilizzando l’ API Flow Service o l’interfaccia utente. Per ulteriori informazioni, consulta la Salesforce Marketing Cloud panoramica del connettore .

Per ulteriori informazioni sulle origini, consulta la panoramica origini.

In questa pagina