Note sulla versione di Adobe Experience Platform

Data di rilascio: 11 novembre 2020

Nuove funzioni in Adobe Experience Platform:

Aggiornamenti alle funzioni esistenti:

Migrazione Adobe Experience Platform Data Lake

Durante la migrazione del Data Lake da Gen1 a Gen2, gli utenti saranno in grado di leggere dal Data Lake, ma tutte le funzionalità che scrivono nel Data Lake saranno influenzate. Ad Adobe, gli amministratori di sistema contatteranno per discutere in dettaglio l’impatto della migrazione e per confermare le date e le ore di migrazione per specifiche organizzazioni IMS.

Per ulteriori informazioni, leggere il Guida alla migrazione a Data Lake.

Access control

Experience Platform leva finanziaria Adobe Admin Console profili di prodotto per collegare gli utenti con autorizzazioni e sandbox. Le autorizzazioni controllano l’accesso a una varietà di funzionalità di Platform, tra cui la modellazione dei dati, la gestione dei profili e l’amministrazione di sandbox.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Autorizzazioni In Admin Console, la scheda all’interno di un Platform il profilo di prodotto ti consente di personalizzare quali Platform sono disponibili per gli utenti collegati a tale profilo. Le categorie di autorizzazioni disponibili includono: Modellazione dati, Gestione dati, Gestione dei profili, Identity Management, Monitoraggio dei dati, Amministrazione delle sandbox, Destinazioni, Acquisizione dei dati, Data Science Workspace, Servizio query e Governance dei dati.
Accesso alle sandbox La Autorizzazioni in una scheda Platform il profilo di prodotto può concedere agli utenti l’accesso a sandbox specifiche. Vedi la sezione su sandbox qui sotto per ulteriori informazioni.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione panoramica sul controllo degli accessi.

Offer Decisioning

Offer Decisioning è un servizio applicativo integrato con Experience Platform. Ti consente di sfruttare Platform per offrire ai clienti la migliore offerta ed esperienza possibile in tutti i punti di contatto al momento giusto.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Libreria di offerte centralizzata Interfaccia in cui puoi creare e gestire i diversi elementi che compongono le offerte e definirne regole e vincoli.
Motore di decisione dell’offerta Il motore di decisione dell’offerta sfrutta Platform dati e Real-time Customer Profiles, insieme alla Libreria offerte, per selezionare l’ora esatta, i clienti e i canali a cui verranno distribuite le offerte.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Offer Decisioning documentazione.

Sandboxes

Experience Platform è progettato per arricchire le applicazioni di esperienza digitale su scala globale. Le aziende spesso eseguono più applicazioni di esperienza digitale in parallelo e devono provvedere allo sviluppo, al test e alla distribuzione di queste applicazioni, garantendo al contempo la conformità operativa. Per far fronte a questa necessità, Experience Platform fornisce sandbox che suddividono un singolo Platform in ambienti virtuali separati per sviluppare e sviluppare applicazioni di esperienza digitale.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Sandbox di produzione Experience Platform fornisce una singola sandbox di produzione che non può essere eliminata o reimpostata. Il numero totale di sandbox disponibili, produzione e non produzione, è determinato dalla licenza acquisita.
Sandbox non di produzione È possibile creare più sandbox non di produzione per un singolo Platform , che consente di testare le funzioni, eseguire esperimenti e creare configurazioni personalizzate senza influire sulla sandbox di produzione.
Switcher sandbox In Experience Platform l’interfaccia utente, il commutatore sandbox nell’angolo in alto a sinistra dello schermo consente di passare da una sandbox all’altra tramite un menu a discesa. Il commutatore sandbox fornisce anche una funzione di ricerca che consente di filtrare tra le sandbox disponibili.
x-sandbox-name header Tutte le chiamate a Experience Platform Ora le API devono includere i nuovi x-sandbox-name intestazione, il cui valore fa riferimento a name attributo della sandbox in cui avrà luogo l’operazione.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione panoramica sulle sandbox.

Data Prep

Data Prep consente ai data engineer di mappare, trasformare e convalidare i dati da e verso Experience Data Model (XDM).

Nuove funzioni

Funzione Descrizione
Operazioni iterative Data Prep Mapper ora supporta l'esecuzione di operazioni iterative su una gerarchia.
Funzione Mapper Data Prep Mapper ora ha la capacità di not copia un attributo dall'origine all'XDM di destinazione.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Data Prep panoramica.

Data Science Workspace

Data Science Workspace utilizza l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per creare informazioni dai tuoi dati. Integrato in Adobe Experience Platform, Data Science Workspace consente di fare previsioni utilizzando i contenuti e le risorse di dati nelle soluzioni Adobe. Uno dei modi in cui Data Science Workspace ottiene questo risultato è attraverso l'uso di JupyterLab. JupyterLab è un'interfaccia utente basata sul Web per Project Jupyter ed è strettamente integrato in Adobe Experience Platform. Offre agli scienziati dei dati un ambiente di sviluppo interattivo con cui lavorare Jupyter blocchi appunti, codice e dati.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
JupyterLab Modello di Generatore di ricette Aggiornamento delle versioni e dell'utilizzo del notebook per le ricette. Python L'immagine di base di ML Runtime è stata aggiornata per utilizzare Python 3.6.7 e a Conda ambiente esclusivamente.

Per ulteriori informazioni, leggere il documento su creazione di una ricetta utilizzando Jupyter Notebooks.

Destinations Servizio

In Real-time Customer Data Platform, le destinazioni sono integrazioni predefinite con piattaforme di destinazione che attivano i dati per tali partner in modo semplice.

Nuove destinazioni

Destinazione Descrizione
Braccio Braze è una piattaforma completa di coinvolgimento dei clienti che offre esperienze rilevanti e memorabili tra i clienti e i marchi che amano.
Microsoft Bing La destinazione Microsoft Bing consente di eseguire campagne digitali di retargeting e mirate per il pubblico in Microsoft Display Advertising.
Il banco commerciale Il Trade Desk è una piattaforma self-service per gli acquirenti di annunci che esegue il retargeting e campagne digitali mirate per il pubblico tra le varie fonti di visualizzazione, video e inventario mobile.

Nuove funzioni

Funzione Descrizione
Aggiornamenti UX dettagli destinazione Il flusso di lavoro di destinazione di Real-time CDP ora include il monitoraggio in linea per vedere quali attivazioni batch hanno avuto successo. Questa funzione consente agli utenti di risolvere i problemi direttamente nel flusso di lavoro per le destinazioni batch tramite avvisi e un dashboard di monitoraggio per tenere traccia degli errori nella pipeline di elaborazione.
Crittografia file Per le destinazioni basate su file, gli utenti possono ora aggiungere la crittografia ai file esportati.
Pianificazione dei file Per le destinazioni di archiviazione cloud e basate su e-mail, gli utenti possono creare un’esportazione una tantum o istantanee giornaliere.
Campi obbligatori Gli utenti possono contrassegnare i campi come obbligatori, garantendo l’esportazione solo dei campi contenenti il campo obbligatorio.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Panoramica sulle destinazioni.

Intelligent Services

I servizi intelligenti consentono agli analisti e ai professionisti del marketing di sfruttare la potenza dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento automatico nei casi d’uso della customer experience. Questo consente agli analisti di marketing di impostare previsioni specifiche per le esigenze di un'azienda utilizzando configurazioni a livello di business senza la necessità di conoscenze scientifiche dei dati.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Set di dati di Consumer Experience Events (CEE) La creazione di un set di dati CEE supporta ora l’aggiunta di campi di identità al set di dati con l’Editor schema. Attribution AI e Customer AI utilizzano l’identità principale per combinare gli eventi.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione su aggiunta di campi di identità a un set di dati nella guida alla preparazione dei dati di Intelligent Services .

Attribution AI

Nell’ambito di Intelligent Services, Attribution AI è un servizio di attribuzione algoritmica multicanale che calcola l’influenza e l’impatto incrementale delle interazioni dei clienti rispetto a risultati specifici.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Collegamento alla sorgente dati Il collegamento all’origine del set di dati originale può essere visualizzato e navigato dalla barra a destra di un’istanza di servizio selezionata.
Modifica nome istanza Ora puoi modificare il nome di un’istanza di Attribution AI esistente.
Clona istanza Copia la configurazione dell'istanza del servizio attualmente selezionata e consente le modifiche.
Modificare i parametri di configurazione dell’istanza Ora puoi modificare la configurazione di un’istanza di Attribution AI esistente se non ha ancora iniziato il punteggio.
Punteggio unico Ora puoi attivare il punteggio del modello ad hoc nelle istanze di Attribution AI.
Passare alle colonne È ora possibile configurare colonne aggiuntive che verranno aggiunte ai file di punteggio di output non elaborati per aggiungere dimensioni aggiuntive alle visualizzazioni degli strumenti BI.
Attivazione e disattivazione delle istanze Ora puoi attivare e disattivare la formazione e il punteggio pianificati dei modelli di Attribution AI.
Tracciamento dei diritti Puoi trovare la quantità totale di approfondimenti di attribuzione utilizzati dal tuo account nel contenitore di istanze di creazione.
Suddivisione per posizione dei punti di contatto Un nuovo grafico di informazioni che fornisce un’analisi dei punti di contatto in base alle posizioni dei percorsi di conversione.
Percorsi di conversione principali Un nuovo grafico di insights si trova nella scheda Analisi percorso . Il grafico contiene un elenco dei primi cinque percorsi di conversione che mostrano la sequenza di punti di contatto dei canali di marketing che hanno portato al maggior numero di conversioni.
Efficienza dei punti di contatto Fornisce informazioni approfondite sulle tre variabili più importanti per le quali il modello misura l’efficacia dei punti di contatto. Le variabili sono il rapporto tra percorsi positivi e negativi toccati, l’efficienza dei punti di contatto e il volume dei punti di contatto.

Per ulteriori informazioni, leggere il Panoramica di Attribution AI.

Customer AI

Customer AI, come parte di Intelligent Services, fornisce agli addetti al marketing il potere di generare previsioni sui clienti a livello individuale con spiegazioni. Con l’aiuto di fattori influenti, Customer AI può dirvi cosa è probabile che faccia un cliente e perché. Inoltre, gli esperti di marketing possono trarre vantaggio dalle previsioni e dalle informazioni di Customer AI per personalizzare le esperienze dei clienti servendo le offerte e i messaggi più appropriati.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Collegamento alla sorgente dati Il collegamento all’origine del set di dati originale può essere visualizzato e navigato dalla barra a destra di un’istanza di servizio selezionata.
Modifica nome istanza Puoi modificare il nome di un’istanza di Customer AI esistente.
Modificare i parametri di configurazione dell’istanza Ora puoi modificare la configurazione di un’istanza di Customer AI esistente se non ha ancora avviato un punteggio.
Clona istanza Copia la configurazione dell'istanza del servizio attualmente selezionata e consente le modifiche.
Tracciamento dei diritti Puoi trovare la quantità totale di profili valutati da Customer AI per il tuo account nel contenitore di istanze di creazione.
Obiettivo di previsione La flessibilità nella creazione di un obiettivo di previsione è stata aumentata con nuove opzioni per prevedere se qualcosa "si verificherà" o "non si verificherà". Inoltre, sono state aggiunte le opzioni per prevedere se "tutti" gli eventi si verificano o "uno qualsiasi" gli eventi che si verificano quando vengono utilizzati più eventi.
Drilldown dei fattori influenti I blocchi di fattori influenti principali della tendenza ora contengono drill-down. I drill-down sono un riepilogo di livello più approfondito dei valori per ciascuno dei fattori influenti principali all’interno di un bucket di propensione.

Per ulteriori informazioni, leggere il Panoramica di Customer AI.

Real-time Customer Profile

Adobe Experience Platform ti consente di fornire ai clienti esperienze coordinate, coerenti e pertinenti, indipendentemente da dove e quando interagiscono con il tuo marchio. Con Profilo cliente in tempo reale puoi vedere una visualizzazione olistica di ogni singolo cliente che combina dati provenienti da più canali, inclusi dati online, offline, CRM e di terze parti. Profile consente di consolidare i diversi dati dei clienti in una visualizzazione unificata che offre un account actionable e timestamp di ogni interazione con il cliente.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Flusso di lavoro dei criteri di unione aggiornato Platform ha aggiornato la configurazione dei criteri di unione a un nuovo flusso di lavoro graduale. Questo flusso di lavoro consente agli utenti di unire frammenti di dati provenienti da più set di dati Profilo e impostare la priorità per il modo in cui i dati vengono uniti in tali set di dati al fine di creare una visualizzazione completa di ogni singolo utente. Gli utenti possono unire i set di dati di profilo individuali XDM selezionati selezionando il metodo di unione appropriato (timestamp ordered or Dataset) e aggiungendo i set di dati ExperienceEvent ai set di dati di profilo.
Visualizzazione schema unione Nell’interfaccia utente di Experience Platform, gli utenti possono trovare più facilmente informazioni su tutti gli schemi e i set di dati che contribuiscono allo schema dell’unione, nonché attributi chiave di superficie come i campi di identità e relazione. Questi aggiornamenti migliorano la possibilità di risolvere e convalidare la corretta configurazione dei profili, la corretta unione delle identità e il corretto inserimento dei dati.

Per ulteriori informazioni sul profilo cliente in tempo reale, compresi tutorial e best practice per l’utilizzo di Profile dati, leggere Panoramica del profilo cliente in tempo reale.

Sources

Adobe Experience Platform può acquisire dati da sorgenti esterne e allo stesso tempo strutturare, etichettare e migliorare tali dati utilizzando Platform servizi. È possibile acquisire dati da diverse sorgenti, come applicazioni di Adobe, archiviazione basata su cloud, software di terze parti e il sistema CRM in uso.

Experience Platform fornisce un’API RESTful e un’interfaccia utente interattiva che consente di impostare facilmente le connessioni sorgente per vari provider di dati. Queste connessioni di origine ti consentono di autenticare e connettersi a sistemi di archiviazione esterni e servizi CRM, impostare i tempi di esecuzione dell’acquisizione e gestire il throughput di inserimento dei dati.

Nuove fonti

Funzione Descrizione
Shopify È ora possibile connettersi Shopify a Experience Platform utilizzando Flow Service API o interfaccia utente. Consulta la sezione Panoramica del connettore Shopid per ulteriori informazioni.

Funzionalità chiave

Funzione Descrizione
Aggiorna informazioni sulla connessione È ora possibile aggiornare i nomi, le descrizioni e le credenziali delle connessioni batch esistenti utilizzando Flow Service API e interfaccia utente. Per ulteriori informazioni, consulta l’esercitazione su aggiornamento delle connessioni tramite l’API del servizio di flusso e modifica dei dettagli dell’account tramite l’interfaccia utente.
Eliminare le connessioni Le connessioni batch che contengono errori o che sono diventate superflue ora possono essere eliminate utilizzando Flow Service API e interfaccia utente. Per ulteriori informazioni, consulta l’esercitazione su eliminazione di connessioni tramite l’API del servizio di flusso e eliminazione di account tramite l’interfaccia utente.
Mappatura gerarchica È possibile visualizzare in anteprima un file di origine gerarchico, ad esempio JSON o Parquet, durante il processo di acquisizione dei dati. Visualizza l’esercitazione su configurazione di un flusso di dati per i connettori di archiviazione cloud nell’interfaccia utente per ulteriori informazioni.
Supporto API per la mappatura nelle origini streaming È ora possibile utilizzare le API per eseguire funzioni di mappatura con origini streaming.
Supporto API per delimitatori personalizzati per le origini di archiviazione cloud Ora puoi raccogliere file non delimitati da CSV utilizzando le origini di archiviazione cloud. È possibile utilizzare qualsiasi carattere di delimitazione a una singola colonna, ad esempio tabulazione, virgola, barra verticale, punto e virgola o hash, per raccogliere file flat in qualsiasi formato.
Supporto sandbox per il connettore Adobe Audience Manager Il connettore di Audience Manager ora è in grado di riconoscere la sandbox. Gli utenti possono abilitare il connettore per indirizzare i set di dati di Audience Manager alla sandbox di loro scelta (incluse le sandbox non di produzione). La configurazione è limitata a una sandbox per organizzazione IMS.
Miglioramenti UX L’acquisizione basata su file è ora accessibile tramite il catalogo origini.

Per ulteriori informazioni sulle sorgenti, consulta la sezione panoramica di origini.

In questa pagina