Notifiche push transazionali

Potete utilizzare Adobe Campaign per inviare notifiche push transazionali su dispositivi mobili iOS e Android. Questi messaggi vengono ricevuti sulle applicazioni mobili configurate in Adobe Campaign sfruttando l'SDK per dispositivi mobili Experience Cloud.

NOTA

Il canale push è opzionale. Controlla il contratto di licenza. Per ulteriori informazioni sulle notifiche push standard, consultate Informazioni sulle notifiche push.

Per poter inviare notifiche push transazionali, devi configurare Adobe Campaign di conseguenza. Vedere Configurazione di un'applicazione mobile.

Potete inviare due tipi di notifiche push transazionali:

Notifiche push transazionali per un evento

Potete utilizzare Adobe Campaign per inviare notifiche push transazionali anonime a tutti gli utenti che hanno acconsentito alla ricezione di notifiche dall'applicazione mobile.

In questo caso, solo i dati contenuti nell'evento stesso vengono utilizzati per definire la destinazione di consegna. Nessun dato dal database del profilo integrato Adobe Campaign viene utilizzato.

Configurazione di una notifica push transazionale basata su eventi

Per inviare una notifica push transazionale a tutti gli utenti che hanno acconsentito alla ricezione di notifiche dall'applicazione mobile, è innanzitutto necessario creare e configurare un evento con targeting dei dati contenuti nell'evento stesso.

NOTA

Potete ancora personalizzare il contenuto di una notifica push transazionale basata su eventi utilizzando attributi evento (dati dall'evento) e arricchimento dell'evento (dati dal database Campaign). Vedere l'esempio seguente.

L'evento deve contenere i tre elementi seguenti:

  • Un token di registrazione, che è l'ID utente per un'applicazione mobile e un dispositivo. Potrebbe non corrispondere ad alcun profilo del database Adobe Campaign .
  • Un nome applicazione mobile (uno per tutti i dispositivi - Android e iOS). Si tratta dell'ID dell'applicazione mobile configurata in Adobe Campaign che verrà utilizzata per ricevere le notifiche push sui dispositivi degli utenti. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di un'applicazione mobile.
  • Una piattaforma push ("gcm" per Android o "apns" per iOS).

Per configurare l’evento, effettuate le operazioni seguenti:

  1. Quando create la configurazione dell'evento, selezionate il canale Push notification e la dimensione di targeting Real-time event (vedete Creazione di un evento).

  2. Aggiungete i campi all’evento. Questo vi consentirà di personalizzare il messaggio transazionale (vedete Definizione degli attributi dell'evento). In questo esempio, definite i campi "gateNumber", "lastname" e "firstname".

  3. Puoi anche arricchire il contenuto del messaggio. A tal fine, aggiungete i campi dalla tabella collegata alla configurazione dell'evento (consultate Arricchimento dell'evento).

  4. Visualizzate l’anteprima e pubblicate l’evento.

    Quando si visualizza l'anteprima dell'evento, l'API REST contiene gli attributi "registrationToken", "application" e "pushPlatform" che verranno utilizzati per eseguire il targeting della consegna.

    Una volta pubblicato l'evento, viene automaticamente creata una notifica push transazionale collegata al nuovo evento. È ora possibile modificare e pubblicare il messaggio appena creato (vedere questa sezione).

  5. Integrare l'evento nel sito Web (vedere Integrare l'attivazione dell'evento).

Invio di una notifica push transazionale basata su eventi

Ad esempio, una compagnia aerea desidera invitare i propri utenti di applicazioni mobili a passare alla porta d'imbarco pertinente.

L'azienda invierà una notifica push transazionale per utente (identificata con un token di registrazione), utilizzando un'applicazione mobile, tramite un singolo dispositivo.

  1. Passa al messaggio transazionale creato per modificarlo. Vedere Accesso ai messaggi transazionali.

  2. Fai clic sul blocco Content per modificare il titolo e il corpo del messaggio.

  3. Potete inserire campi di personalizzazione per aggiungere gli elementi definiti al momento della creazione dell'evento (consultate Defining the event attribute).

    Per trovare questi campi, fare clic sulla matita accanto a un elemento, fare clic su Insert personalization field e selezionare Context > Real-time event > Event context.

    Per ulteriori informazioni sulla modifica di un contenuto di notifica push, consultate Preparazione e invio di una notifica push.

  4. È inoltre possibile arricchire il contenuto dei messaggi transazionali se si desidera utilizzare informazioni aggiuntive database Adobe Campaign (vedere Arricchimento dell'evento).

  5. Salva le modifiche e pubblica il messaggio. Consulta Pubblicazione di un messaggio transazionale.

  6. Utilizzando l'API REST di Adobe Campaign Standard , inviate un evento a un token di registrazione (ABCDEF123456789), utilizzando un'applicazione mobile (WeFlight), su Android (gcm), contenente i dati di imbarco:

    {
      "registrationToken":"ABCDEF123456789",
      "application":"WeFlight",
      "pushPlatform":"gcm",
      "ctx":
      {
        "gateNumber":"Gate B18",
        "lastname":"Green",
        "firstname":"Jane"
      }
    }
    

    Per ulteriori informazioni sull'integrazione dell'attivazione di un evento in un sistema esterno, vedere Integrare l'attivazione dell'evento.

Se il token di registrazione esiste, l'utente corrispondente riceve una notifica push transazionale con il seguente contenuto:

"Ciao Jane Green, imbarco è appena iniziato! Procedere alla porta B18."

Notifiche push transazionali per un profilo

Potete inviare una notifica push transazionale ai profili Adobe Campaign che hanno effettuato la sottoscrizione all'applicazione mobile. Questa consegna può contenere campi di personalizzazione, ad esempio il nome del destinatario, recuperati direttamente dal database Adobe Campaign .

In questo caso, l'evento deve contenere alcuni campi che consentano la riconciliazione con un profilo del database Adobe Campaign.

Quando si esegue il targeting dei profili, viene inviata una notifica push transazionale per applicazione mobile e per dispositivo. Ad esempio, se un utente Adobe Campaign ha effettuato la sottoscrizione a due applicazioni, questo utente riceverà due notifiche. Se un utente si è iscritto alla stessa applicazione con due dispositivi diversi, riceverà una notifica su ciascun dispositivo.

Le applicazioni mobili a cui un profilo ha effettuato la sottoscrizione sono elencate nella scheda Mobile App Subscriptions di questo profilo. Per accedere a questa scheda, seleziona un profilo e fai clic sul pulsante Edit profile properties a destra.

Per ulteriori informazioni sull'accesso e la modifica dei profili, vedere Informazioni sui profili.

Configurazione di una notifica push transazionale basata su profilo

Per inviare una notifica push transazionale ai profili Adobe Campaign che hanno effettuato l'iscrizione all'applicazione mobile, è innanzitutto necessario creare e configurare un evento per il targeting del database Adobe Campaign .

  1. Quando create la configurazione dell'evento, selezionate il canale Push notification e la dimensione di targeting Profile (vedete Creazione di un evento).

    Per impostazione predefinita, la notifica push transazionale viene inviata a tutte le applicazioni mobili alle quali i destinatari hanno effettuato la sottoscrizione. Per inviare la notifica push a una specifica applicazione mobile, selezionatela nell'elenco. Le altre applicazioni mobili verranno indirizzate in base al messaggio, ma verranno escluse dall’invio.

  2. Aggiungete i campi all'evento, se desiderate personalizzare il messaggio transazionale (consultate Defining the event attribute).

    NOTA

    Per creare un arricchimento è necessario aggiungere almeno un campo. Non è necessario creare altri campi quali Nome e Cognome, in quanto sarà possibile utilizzare i campi di personalizzazione del database Adobe Campaign .

  3. Create un arricchimento per collegare l'evento alla risorsa Profile (vedete Arricchimento dell'evento) e selezionate questo arricchimento come Targeting enrichment.

    IMPORTANTE

    Questo passaggio è obbligatorio per gli eventi basati sul profilo.

  4. Visualizzate l’anteprima e pubblicate l’evento.

    Quando si visualizza l'anteprima dell'evento, l'API REST non contiene un attributo che specifica il token di registrazione, il nome dell'applicazione e la piattaforma push così come verranno recuperati dalla risorsa Profile.

    Una volta pubblicato l'evento, viene automaticamente creata una notifica push transazionale collegata al nuovo evento. È ora possibile modificare e pubblicare il messaggio appena creato (vedere questa sezione).

  5. Integrare l'evento nel sito Web (vedere Integrare l'attivazione dell'evento).

Invio di una notifica push transazionale basata su profilo

Ad esempio, un'azienda aerea desidera inviare un'ultima chiamata per l'imbarco a tutti utenti Adobe Campaign che hanno effettuato l'iscrizione alla propria applicazione mobile.

  1. Passa al messaggio transazionale creato per modificarlo. Vedere Accesso ai messaggi transazionali.

  2. Fai clic sul blocco Content per modificare il titolo e il corpo del messaggio.

    A differenza delle configurazioni basate su eventi in tempo reale, puoi accedere direttamente a tutte le informazioni sul profilo per personalizzare il messaggio. Consulta Inserimento di un campo di personalizzazione.

    Per ulteriori informazioni sulla modifica di un contenuto di notifica push, consultate Preparazione e invio di una notifica push.

  3. Salva le modifiche e pubblica il messaggio. Consulta Pubblicazione di un messaggio transazionale.

  4. Utilizzando l'API REST di Adobe Campaign Standard , inviate un evento a un profilo:

    {
      "ctx":
      {
        "email":"janegreen@email.com",
        "gateNumber":"D16",
      }
    }
    

Per ulteriori informazioni sull'integrazione dell'attivazione di un evento in un sistema esterno, vedere Integrare l'attivazione dell'evento.

L'utente corrispondente riceve una notifica push transazionale che include tutti gli elementi di personalizzazione recuperati dal database Adobe Campaign .

NOTA

Nessun token di registrazione, campo applicazione e campi piattaforma push. In questo esempio, la riconciliazione viene eseguita con il campo e-mail.

In questa pagina