Guida per utenti di Adobe Analytics

Ultimo aggiornamento: 2024-02-23
  • Argomenti:
  • Basics
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • User

Se la tua organizzazione inizia a utilizzare Adobe Customer Journey Analytics, noterai alcune somiglianze e differenze tra Adobe Analytics e Customer Journey Analytics. Questa pagina illustra tali differenze per facilitare il passaggio alla nuova implementazione e al nuovo flusso di lavoro di reporting. Inoltre, fornisce alcune risorse aggiuntive sui nuovi concetti e ulteriori passaggi affinché il percorso dell’analista risulti più semplice ed efficace.

Diverse funzioni di Customer Journey Analytics sono state rinominate e riprogettate per allinearsi agli standard di settore. Alcuni termini che sono stati aggiornati includono segmenti, suite di rapporti virtuali, classificazioni, attributi cliente e nomi di contenitori. Le limitazioni di eVar e prop sono state superate grazie a dimensioni e metriche personalizzate flessibili.

Cosa non è cambiato

Molte delle funzioni di reporting che conosci restano invariate.

  • Puoi continuare a usare la potenza di Analysis Workspace per analizzare i dati. Workspace funziona ancora come nell’ambiente Adobe Analytics tradizionale.
  • La stessa versione di Dashboard di Adobe Analytics è disponibile e funziona in modo simile in Customer Journey Analytics e Adobe Analytics.
  • Report Builder ha una nuova interfaccia e funziona su MS Windows, MacOS e la versione web di Excel. (Prima di questa versione di Report Builder, non era possibile utilizzarlo su Mac, se non veniva eseguito su VMware.) Questa versione non supporta ancora la richiesta di dati AA tradizionale.

Modifiche alle funzioni di reporting

Puoi accedere a molti più dati cross-channel da analizzare. Ad esempio, puoi creare un progetto Workspace che analizza le prestazioni di più canali, purché questi set di dati vengano acquisiti dalla tua organizzazione e inclusi nelle visualizzazioni dati utilizzate dal Customer Journey Analytics (vedi "Modifiche all’architettura dei dati", di seguito).

Vista Origini dati che mostra visualizzazioni multicanale

Modifiche all’architettura dei dati

Il Customer Journey Analytics ottiene i dati da Adobe Experience Platform. Experience Platform permette di centralizzare e standardizzare i dati e i contenuti dei clienti da qualsiasi sistema o canale, e applica la data science e l’apprendimento automatico al fine di migliorare la progettazione e l’erogazione di esperienze personalizzate.

In Experience Platform, i dati dei clienti vengono memorizzati come set di dati, costituiti da uno schema e da batch di dati. Per ulteriori informazioni su Platform, consulta Panoramica dell’architettura di Adobe Experience Platform.

L’amministratore di Customer Journey Analytics stabilisce connessioni ai set di dati in Experienci Platform. Quindi, utilizzando tali connessioni, crea delle visualizzazioni dati. Le visualizzazioni dati sono concettualmente simili alle suite di rapporti virtuali e costituiscono la base del reporting nel Customer Journey Analytics. Poiché tutti i dati originano da Experience Platform, non serve più ricorrere alle suite di rapporti come contenitori di dati.

Una connessione consente all’amministratore di Analytics di integrare nel Customer Journey Analytics i set di dati da Adobe Experience Platform, inclusi nel video seguente:

Adobe offre diversi modi per inserire i dati in Adobe Experience Platform, inclusi quelli della suite di rapporti tramite il connettore di origine di Analytics o l’SDK web. È possibile combinare in Experience Platform le implementazioni esistenti da diverse suite di rapporti. Le connessioni e le visualizzazioni dati basate su questi set di dati possono combinare dati che in precedenza esistevano in suite di rapporti separate.

Modifiche al concetto di suite di rapporti virtuali

La funzione Data views riprende il concetto delle attuali suite di rapporti virtuali e lo espande per abilitare ulteriori controlli sui dati, grazie alle connessioni. Con queste modifiche, impostazioni generali quali fuso orario e intervalli di timeout della sessione diventano configurabili e retroattive. A livello di report o di visualizzazione dati, inoltre, è possibile personalizzare singole impostazioni di variabili, come attribuzione e scadenza. Queste impostazioni sono retroattive e non distruttive.

Il selettore delle suite di rapporti, in alto a destra, ora consente di scegliere tra le visualizzazioni dati disponibili:

data-view-selector

Per ulteriori informazioni su questo concetto, consulta Casi d’uso per le visualizzazioni dati.

Modifiche al concetto di eVar e prop

I concetti di eVars, props e events in Adobe Analytics tradizionale non esistono più in Customer Journey Analytics. In Adobe Analytics, si utilizzano eVar e prop per memorizzare descrizioni di contenuti, clienti, campagne e così via, mentre con gli eventi si possono contare elementi quali ricavi, iscrizioni o lead generati. In Customer Journey Analytics è possibile accedere a entrambi questi tipi di dati, dalla barra a sinistra di Analysis Workspace, rispettivamente da Dimensioni o Metriche.

In Customer Journey Analytics sono disponibili elementi schema illimitati, tra cui dimensioni, metriche e campi elenco. Questi sono mappati su elementi schema illimitati, tra cui dimensioni, metriche e campi elenco, in Experience Platform. Tutte le impostazioni relative a visite e attribuzione applicate dopo le regole di elaborazione in Adobe Analytics ora vengono applicate al momento della query in Customer Journey Analytics.

Grazie a questa flessibilità, puoi trovarti in situazioni in cui un singolo campo di schema può essere utilizzato sia come dimensione che come metrica, per supportare diverse esigenze di tracciamento.

Modifiche al concetto di segmenti

Anche se tecnicamente i segmenti non vengono migrati da Adobe Analytics al Customer Journey Analytics, puoi utilizzare lo strumento di migrazione dei componenti per ricreare i segmenti di Adobe Analytics nel Customer Journey Analytics. I segmenti vengono ricreati in Customer Journey Analytics in base alle dimensioni e alle metriche mappate. Per ulteriori informazioni, consulta Preparare la migrazione di componenti e progetti da Adobe Analytics a Customer Journey Analytics.

Non è ancora possibile condividere o pubblicare i filters (segments) da Customer Journey Analytics ad Experience Platform Unified Profile; questa funzionalità è attualmente in fase di sviluppo.

Oltre al cambiamento nel concetto di segmenti, sono stati aggiornati anche i contenitori di segmenti.

  • I contenitori Hit sono diventati contenitori Event. Il Event Il contenitore consente di suddividere le informazioni sulla persona in base ai singoli eventi.
  • I contenitori Visite sono diventati contenitori Session. Il contenitore Session consente di identificare le interazioni con pagine, campagne o conversioni per una specifica sessione.
  • I contenitori Visitatori sono diventati contenitori Person. Il Person il contenitore include ogni sessione ed evento di una persona entro l’intervallo di tempo specificato.

Modifiche al concetto di metriche calcolate

Le metriche calcolate hanno un nome simile in Adobe Analytics e Customer Journey Analytics. Tuttavia, al posto di eVar, prop o eventi, Customer Journey Analytics utilizza qualsiasi elemento schema di Experience Platform. Di conseguenza, le metriche calcolate esistenti non sono compatibili con Customer Journey Analytics. Per trasferire le metriche calcolate di Adobe Analytics a Customer Journey Analytics, guarda il video seguente:

Modifiche alle impostazioni di attribuzione e scadenza delle variabili

Customer Journey Analytics applica tutte le impostazioni di variabile, incluse l’attribuzione e la scadenza, al momento della generazione del rapporto. Queste impostazioni ora risiedono in visualizzazioni dati, e alcune impostazioni di variabili (come l’attribuzione) possono essere modificate nei progetti Workspace.

Una stessa visualizzazione dati può contenere più versioni della stessa variabile. Ad esempio, puoi avere una dimensione Codice di tracciamento che scade dopo 30 giorni, e un’altra che scade alla fine di una sessione. Entrambe queste dimensioni Codice di tracciamento utilizzano gli stessi dati di origine, ma impostazioni di attribuzione diverse.

Inoltre, più visualizzazioni dati possono essere basate sulla stessa connessione. Ad esempio, puoi avere una visualizzazione dati con un timeout di sessione di 30 minuti, e un’altra con un timeout di sessione di 15 minuti. Entrambe vengono elencate nel selettore in alto a destra per consentirti di passare facilmente dall’una all’altra.

Modifiche al concetto di classificazione

Le classificazioni sono diventate “Set di dati di ricerca”. I set di dati di ricerca vengono utilizzati per cercare valori o chiavi presenti nei dati Evento o Profilo. Ad esempio, puoi caricare dati ricerca per mappare gli ID numerici presenti nei dati evento sui nomi dei prodotti. Per un caso d’uso di esempio, vedi Aggiungere dati a livello di account come set di dati di ricerca.

Modifiche al concetto di attributi cliente

Gli “attributi cliente” sono diventati “Set di dati profilo”. I set di dati profilo contengono dati applicati alle persone, agli utenti o ai clienti in Event dati. Ad esempio, consentono di caricare dati riguardanti i tuoi clienti dal sistema CRM aziendale. Puoi scegliere l’ID persona da includere. Per ogni set di dati definito in Experience Platform viene definito anche uno specifico set di uno o più ID persona.

Modifiche al modo in cui Adobe identifica i visitatori

Il Customer Journey Analytics estende i concetti di identità oltre gli ECID per includere qualsiasi ID che desideri utilizzare, inclusi ID cliente, ID cookie, ID di unione, ID utente, codice di tracciamento e così via. Utilizzando un ID con uno spazio dei nomi comune nei diversi set di dati, oppure utilizzando Stitching consente di collegare le persone tra set di dati diversi. Qualsiasi utente che imposta un progetto Workspace in Customer Journey Analytics deve comprendere gli ID utilizzati nei diversi set di dati. Il seguente video evidenzia l’uso delle identità nel Customer Journey Analytics:

Modifiche al concetto di elemento dimensione a traffico ridotto

In Adobe Analytics tradizionale, una variabile che riceve troppi valori univoci inizia a raccogliere gli elementi dimensionali definendoli Low-Traffic. Il Customer Journey Analytics presenta meno limitazioni per i campi ad alta cardinalità. Le modifiche apportate all’architettura di reporting consentono ad Analysis Workspace di fornire informazioni su molti più elementi di dimensione univoci. Consulta Dimensioni ad alta cardinalità per ulteriori informazioni su come Customer Journey Analytics ottimizza il reporting per le dimensioni con molti valori univoci.

In questa pagina