Sandbox guida all’API per strumenti

Il Sandbox L’API per strumenti fornisce diversi endpoint che consentono di esportare e importare snapshot tra le sandbox disponibili all’interno dell’organizzazione. Tutte le interazioni si verificano tramite endpoint HTTP. Prima di esportare un'istantanea, nella sandbox di origine vengono verificati gli artefatti, ovvero gli oggetti contenuti in un pacchetto. Quando viene effettuata una richiesta di importazione, viene Azure Blob l’istantanea viene ottenuta e utilizzata come modello per produrre artefatti quasi simili per la sandbox di destinazione. Consulta la strumenti sandbox per un elenco di oggetti e limitazioni supportati.

Questi endpoint sono descritti di seguito. Per informazioni dettagliate, consulta le guide dei singoli endpoint e fai riferimento a guida introduttiva per informazioni importanti sulle intestazioni richieste, leggi le chiamate API di esempio e altro ancora.

Pacchetti packages

L’endpoint "sandbox tooling packages" consente di gestire i pacchetti. Il pacchetto di strumenti sandbox è una raccolta di definizioni di artefatti che includono ID pacchetto, nome, descrizione, ID organizzazione e ID creatore. Consulta la guida dell’endpoint "packages" per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei pacchetti nell’API.

Strumenti tools

L’endpoint "sandbox tooling tools" consente di recuperare in modo indipendente i dati JSON del processo. Consulta la guida dell’endpoint "tools" per ulteriori informazioni sul recupero dei dati JSON del processo nell’API.

Passaggi successivi next-steps

Per iniziare a effettuare chiamate utilizzando l’API degli strumenti sandbox, leggi la guida introduttiva quindi seleziona una delle guide degli endpoint per scoprire come utilizzare endpoint specifici.

recommendation-more-help
e243ad8f-a318-46b3-9930-159a80f82b42