PREMIUM Creare un’attività di personalizzazione automatizzata

Crea un Automated Personalization (AP) attività in Adobe Target utilizzando Compositore esperienza visivo (Compositore esperienza visivo).

La Automated Personalization Flusso di lavoro delle attività (AP) in Adobe Target varia dal flusso di lavoro degli altri tipi di attività.

  1. Da Target Attività elenco, fai clic su Crea attività > Automated Personalization.

    Crea attività: Personalizzazione automatizzata

  2. Per utilizzare il Compositore esperienza visivo, fai clic su Visivo (predefinito).

    Finestra di dialogo Crea attività di personalizzazione automatizzata

    Per utilizzare Compositore esperienza basato su moduli, seleziona Modulo. Per ulteriori informazioni, consulta Compositore esperienza basato su moduli.

    NOTA

    Oltre al Compositore esperienza visivo e al Compositore esperienza basato su moduli, Target offre VEC per applicazione a pagina singola. Per ulteriori informazioni sui vari moduli di composizione, consulta Esperienze e offerte.

    Per informazioni sulla risoluzione dei problemi relativi al Compositore esperienza visivo, consulta Risoluzione dei problemi relativi al Compositore esperienza visivo.

  3. (Condizionale) Scegliere un’area di lavoro.

  4. Verifica o inserisci l’URL di attività, quindi fai clic su Avanti.

    NOTA

    Target non distingue tra protocolli URL (https e http). Di conseguenza, http://www.adobe.com e https://wwww.adobe.com sono entrambi validi.

    La pagina con l’URL specificato viene visualizzata nel Compositore esperienza visivo.

  5. Per assegnare un nome all’attività, fai clic sul pulsante Nome e digita il nome dell’attività.

    Campo Nome

    Il nome dell’attività non può iniziare con uno dei seguenti caratteri:

    Carattere Descrizione
    = Uguale
    + Più
    - Meno
    @ Chiocciola

    Inoltre, il nome dell'attività non può contenere le seguenti sequenze di caratteri: ';=', ';+', ';-', ';@', ', ',=', ',+', ',-', ',@', '["", ""]', '['', '']".

  6. Modifica gli elementi della pagina come descritto in Opzioni del Compositore esperienza visivo.

    È possibile selezionare più immagini contemporaneamente dal gestore delle risorse. In questo modo è possibile visualizzare rapidamente la pagina con ciascuna delle immagini configurate per l'attività. Inoltre è possibile modificare facilmente gli elementi di testo nelle offerte. Quando si modifica un elemento, su tale elemento vengono visualizzate delle barre per indicare che è stato modificato.

  7. Fai clic su Gestisci contenuto per configurare le combinazioni disponibili.

    Opzione Gestione contenuto

    Viene visualizzata una finestra di dialogo con tre opzioni nella parte superiore dello schermo: Esperienze, Offertee Gruppi di esclusione.

    Finestra di dialogo Gestione contenuto

    NOTA

    Anche se è possibile creare fino a 30.000 esperienze in un’attività Personalizzazione automatizzata, l’attività fornisce migliori prestazioni quando si utilizzano meno di 5.000 esperienze. Lo stesso limite viene applicato anche quando l’attività ha abilitato l’opzione Disabilita duplicati.

    La Esperienze L’elenco mostra ogni elemento di contenuto selezionato per l’attività e la posizione a cui è assegnato.

    Per escludere esperienze specifiche, passa il cursore sull’esperienza desiderata e fai clic sul pulsante Escludi icona.

    Icona Escludi per una singola esperienza

    Puoi escludere e includere esperienze in blocco selezionando la casella di spunta per le esperienze rilevanti e quindi facendo clic sul pulsante Escludi nell’angolo in alto a destra della finestra di dialogo.

    Opzioni di esclusione per più esperienze

    Per filtrare l’elenco in modo da visualizzare solo le attività escluse o incluse, fai clic sull’elenco a discesa Stato.

  8. (Facoltativo) Fai clic su Offerte per selezionare parti di contenuto e assegnarle a gruppi di reporting o per consentire solamente a determinati visitatori di visualizzare alcune offerte con targeting.

    Per ulteriori informazioni sui gruppi di reporting, consulta Gruppi di reporting di offerte in Automated Personalization.

  9. (Condizionale) Fai clic su Gruppi di esclusione per scegliere le combinazioni di elementi da escludere dall’attività.

    Scheda Gruppi di esclusione della finestra di dialogo Gestione contenuto

    Anche se è possibile creare fino a 30.000 esperienze in un test di Personalizzazione automatizzata, l'algoritmo fornisce prestazioni migliori quando si utilizzano meno di 10.000 esperienze. Lo stesso limite viene applicato anche quando l’attività ha abilitato l’opzione Disabilita duplicati.

    Se nell'attività non sono presenti gruppi di esclusione, fai clic su Crea gruppo di esclusione. È possibile filtrare l'attività per creare un elenco che mostra solo le combinazioni che desideri escludere. Denomina il gruppo di esclusione e fai clic su Salva.

    Per modificare un gruppo di esclusione esistente, posiziona il puntatore del mouse sul gruppo che desideri modificare, quindi fai clic sull'icona a forma di matita.

  10. Una volta completata l’impostazione del contenuto dell’attività, fai clic su Fine.

  11. La Targeting se hai utilizzato altri Target tipi di attività. Qui puoi selezionare un pubblico e specificare la percentuale di visitatori che visualizzano l’esperienza di controllo facendo clic sul pulsante Personalizza allocazione elenco a discesa, quindi fai clic su Successivo.

    L’elenco a discesa Personalizza allocazione consente di scegliere tra le seguenti opzioni:

    Elenco a discesa Obiettivo di allocazione traffico

    • Valuta algoritmo di personalizzazione (50/50): Se l’obiettivo è quello di testare l’algoritmo, assegna il 50% dei visitatori all’algoritmo di controllo e l’altro 50% a quello di destinazione. Questa suddivisione fornisce la stima più accurata dell’incremento. Consigliato per l’utilizzo con "esperienze casuali" come controllo.
    • Massimizza il traffico di personalizzazione (90/10): Se l’obiettivo è quello di creare un’attività "sempre attiva", inserisci il 10% dei visitatori nel controllo. Questa opzione assicura che vi siano abbastanza dati per consentire agli algoritmi di continuare a imparare nel tempo. In questo caso, il compromesso è che, in cambio della personalizzazione di una proporzione maggiore del traffico, la precisione nell’incremento esatto è inferiore. Indipendentemente dall’obiettivo, questa è la suddivisione del traffico consigliata quando si utilizza come controllo un’esperienza specifica.
    • Personalizza allocazione: Suddividi manualmente la percentuale come desiderato.
  12. (Condizionale) Dall’elenco a discesa Controllo, seleziona un’esperienza specifica da usare come controllo oppure seleziona Esperienza casuale.

    L'esperienza di controllo fornisce un confronto per determinare l'incremento fornito dal test automatizzato.

    Nella personalizzazione automatizzata le prestazioni vengono sempre misurate in base al confronto con un gruppo di controllo. ​ La migliore prassi è quella di collocare almeno il 10% dei partecipanti nel gruppo di controllo. Se l'obiettivo è quello di verificare se l'algoritmo di personalizzazione sui dati stia fornendo migliori prestazioni rispetto all'assenza di personalizzazione (vale a dire, il controllo eseguito in modo casuale), allora il modo più veloce e preciso per raggiungere questo obiettivo è la suddivisione di un 50% e l'altro 50% del traffico tra il controllo e l'algoritmo di personalizzazione. Se desideri massimizzare la quantità di traffico personalizzato e sei meno interessato a conoscere l'incremento esatto generato dall'attività, allora il modo più veloce e preciso per raggiungere questo obiettivo è la suddivisione del 10% e del 90% del traffico tra il controllo e l'algoritmo di personalizzazione.

    NOTA

    In Automated Personalization per ogni richiesta vengono valutati le attività, i criteri di ingresso (targeting URL, regole modello e target di pubblico). Nelle versioni precedenti, i criteri di ingresso venivano valutati una volta a sessione.

  13. Fai clic su Successivo per visualizzare la pagina Obiettivi e impostazioni.

  14. Configura l’attività con le impostazioni seguenti, quindi fai clic su Salva e chiudi.

    Impostazione Descrizione
    Nome Assegna un nome all’attività. Assegna all’attività un nome sufficientemente descrittivo da consentire ai membri del team di riconoscerla nel Attività elenco. Consultate la tabella qui sopra per vedere quali caratteri non sono consentiti nel nome di un’attività.
    Finalità (Facoltativo) Inserire la finalità del test. La finalità aiuta a ricordare lo scopo dell'attività.
    Priorità L’interfaccia utente e le opzioni per Priorità variano a seconda delle impostazioni. È possibile utilizzare le impostazioni legacy Bassa, Media o Alta, oppure attivare la priorità precisa da 0 a 999.
    La priorità è utilizzata se più attività vengono assegnate alla stessa posizione con lo stesso pubblico. Se due o più attività vengono assegnate alla posizione, viene visualizzata l’attività con priorità maggiore.
    Se questa opzione non è abilitata in Amministrazione > Reporting (impostazione predefinita), specifica una priorità: Bassa, Media o Alta.
    Per abilitare le priorità dettagliate, fai clic su Amministrazione > Reporting, quindi attiva/disattiva il Abilita priorità precise nella posizione "On".
    Se questa opzione è abilitata, specifica un valore compreso tra 0 e 999:
    • 0 = Bassa
    • 999 = Alta
    Per le attività create con le versioni precedenti di Target Standard/Premium, la priorità Bassa viene convertita in 0, la priorità Media in 5 e la priorità Alta in 10. Se necessario, è possibile modificare questi valori.
    Nota: prima di poter disabilitare questa opzione dopo aver utilizzato le priorità precise, tutte le priorità devono essere impostate su 0, 5 o 10.
    Durata Imposta le date di inizio e di fine dell'attività. È possibile selezionare Quando è attivato oppure puoi specificare una data e un’ora specifiche.
    Obiettivo di ottimizzazione Specifica l'obiettivo di ottimizzazione, costituito da due parametri:
    • Ciò che desideri misurare con l'attività
    • L'azione intrapresa da un partecipante a un'attività che dimostra che l'obiettivo è stato raggiunto.
    Puoi scegliere di assegnare un nome all’obiettivo di ottimizzazione selezionando i tre punti a destra di Obiettivo principale. Le attività personalizzazione automatizzata sono in grado di misurare conversione, RPV e AOV. ​ La conversione può essere ottenuta mediante la visualizzazione di una pagina o di una mbox. È possibile inoltre il tracciamento dei clic.
    L'obiettivo principale diventa anche la metrica di modellazione, utilizzata dal sistema di modellazione per calcolare il successo dell'esperienza.
    I visitatori possono essere mantenuti nell'attività per scopi di tracciamento, dopo aver raggiunto l'obiettivo di modellazione. Ad esempio, spesso un Automated Personalization L’attività viene utilizzata per migliorare le percentuali di clic e viene impostata come obiettivo di modellazione. Tuttavia è importante capire in che modo un maggior numero di clic porti alla conversione finale, perciò è essenziale effettuare il tracciamento fino alla conversione finale.
    È possibile fornire la dipendenza su più metriche insieme alla flessibilità necessaria, per scegliere se la metrica debba essere raggiunta o meno per incrementare il conteggio.
    È necessario definire entrambe le metriche (o più metriche) di successo prima di renderle interdipendenti tra loro.
    L’opzione Aggiungi dipendenza consente di incrementare la metrica di successo nel caso in cui un’altra metrica di successo venga raggiunta o meno.
    Per aggiungere una dipendenza:
    1. Dopo aver aggiunto ulteriori metriche, fai clic su Impostazioni avanzate​ sotto il menu a tre punti a destra di Obiettivo aggiuntivo.
    2. Fai clic sull’opzione Aggiungi dipendenza nella parte inferiore della sezione Impostazioni reporting.
    3. Trascina e rilascia le metriche desiderate dal riquadro di sinistra a quello di destra, quindi fai clic su Raggiunto per scegliere tra Raggiunto e Non raggiunto
    È possibile modificare o rimuovere le dipendenze dopo averle aggiunte.
    Metrica di conversione Per impostazione predefinita, la metrica di conversione è identica alla metrica di obiettivo ottimizzata. Tuttavia, puoi definire una metrica di conversione separata deselezionando l’opzione Uguale all’obiettivo di ottimizzazione.
    Altre metriche Aggiungi eventuali metriche di reporting aggiuntive da utilizzare. Puoi aggiungere metriche di conversione o ricavi.
    Nota: la metrica di coinvolgimento non è supportata anche come metrica aggiuntiva. L’interfaccia utente potrebbe consentire di selezionare Coinvolgimento , ma i dati non vengono visualizzati con precisione nei rapporti.
    Tipi di pubblico per i rapporti Aggiungi tipi di pubblico per poter filtrare i rapporti in base al pubblico. Per impostazione predefinita, il rapporto mostra risultati per tutti i visitatori idonei. Aggiungi dei tipi di pubblico per filtrare i risultati per sottoinsiemi più specifici di visitatori.
    Nota: A differenza di altri tipi di attività, Automated Personalization impossibile utilizzare Adobe Analytics come origine per la generazione di rapporti (A4T).
    Note Inserisci informazioni sull’attività, utili per te o per gli altri membri del gruppo. La Note è ridimensionabile.

    Quando denomini o rinomini una metrica, i seguenti caratteri non sono consentiti:

    Carattere Descrizione
    / Barra
    ? Punto interrogativo
    # Cancelletto
    : Due punti
    = Uguale
    + Più
    - Meno
    @ Chiocciola

Dopo aver fatto clic su Salva e chiudi, l’ Panoramica viene visualizzata la pagina . Fai clic su Anteprima esperienze per visualizzare in anteprima l'aspetto delle esperienze quando vengono distribuite. Viene visualizzato un pop-up che è possibile utilizzare per visualizzare e condividere i collegamenti alle esperienze di Personalizzazione automatizzata sul sito per ottenere una "anteprima fedele" al di fuori di TargetCompositore esperienza visivo (VEC) di . Per condividere l’anteprima, è necessario condividere i collegamenti dal messaggio. Non è possibile fare clic su un collegamento e quindi copiare l’URL direttamente dal browser. Copiare il collegamento fa sì che l’URL contenga un parametro che visualizza correttamente la pagina solo quando si accede alla pagina dal collegamento nel messaggio.

Per informazioni sull’attività di reporting, consulta Rapporti per Personalizzazione automatizzata.

In questa pagina