Installazione e configurazione di document services

AEM Forms fornisce un set di servizi OSGi per eseguire diverse operazioni a livello di documento, ad esempio servizi per creare, assemblare, distribuire e archiviare documenti PDF, aggiungere firme digitali per limitare l’accesso ai documenti e decodificare Forms con codice a barre. Questi servizi sono inclusi nel pacchetto aggiuntivo di AEM Forms. Collettivamente, questi servizi sono noti come document services. L’elenco dei servizi di documentazione disponibili e le relative funzionalità principali è il seguente:

  • Servizio Assembler: Consente di combinare, ridisporre e integrare documenti PDF e XDP e di ottenere informazioni sui documenti PDF. Consente inoltre di convertire e convalidare i documenti PDF in PDF/A standard, di trasformare PDF forms, moduli XML e PDF forms in PDF/A-1b, PDF/A-2b e PDFA/A-3b. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio Assembler.

  • Servizio ConvertPDF: Consente di convertire i documenti PDF in file PostScript o di immagine (JPEG, JPEG 2000, PNG e TIFF). Per ulteriori informazioni, consulta Servizio ConvertPDF.

  • Servizio Forms barcoded: Consente di estrarre dati da immagini elettroniche di codici a barre. Il servizio accetta file TIFF e PDF che includono uno o più codici a barre come input ed estrae i dati dei codici a barre. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio Forms barcoded.

  • Servizio DocAssurance: Consente di crittografare e decrittografare i documenti, di estendere le funzionalità di Adobe Reader con diritti di utilizzo aggiuntivi e di aggiungere firme digitali ai documenti. Il servizio di garanzia documenti contiene tre servizi: firma, crittografia ed estensione del lettore. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio DocAssurance.

  • Servizio di crittografia: Consente di crittografare e decrittografare i documenti. Quando un documento viene crittografato, il suo contenuto diventa illeggibile. Un utente autorizzato può decrittografare il documento per ottenere l'accesso ai relativi contenuti. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio di crittografia.

  • Servizio Forms: Consente di creare applicazioni client di acquisizione dati interattive per la convalida, la elaborazione, la trasformazione e la distribuzione di moduli generalmente creati in Forms Designer. Il servizio Forms esegue il rendering di qualsiasi struttura del modulo sviluppata in documenti PDF. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio Forms.

  • Servizio di uscita: Consente di creare documenti in diversi formati, tra cui PDF, formati di stampante laser e formati di stampa delle etichette. I formati della stampante laser sono PostScript e PCL (Printer Control Language). Per ulteriori informazioni, consulta Servizio di output.

  • Servizio PDF Generator: Il servizio PDF Generator fornisce API per la conversione dei formati di file nativi in PDF. Converte anche PDF in altri formati di file e ottimizza le dimensioni dei documenti PDF. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio PDF Generator.

  • Servizio Estensione Reader: Consente alla tua organizzazione di condividere facilmente i documenti PDF interattivi estendendo le funzionalità di Adobe Reader con diritti di utilizzo aggiuntivi. Il servizio attiva le funzioni non disponibili quando un documento di PDF viene aperto tramite Adobe Reader, ad esempio l’aggiunta di commenti a un documento, la compilazione di moduli e il salvataggio del documento. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio di estensione del Reader.

  • Servizio firma: Consente di utilizzare firme digitali e documenti sul server AEM. Ad esempio, il servizio Firma viene generalmente utilizzato nelle situazioni seguenti:

    • Il server AEM certifica un modulo prima che venga inviato a un utente per l’apertura utilizzando Acrobat o Adobe Reader.
    • Il server AEM convalida una firma aggiunta a un modulo utilizzando Acrobat o Adobe Reader.
    • Il server AEM firma un modulo per conto di un notaio pubblico.

    Il servizio firma accede ai certificati e alle credenziali archiviati nell’archivio attendibilità. Per ulteriori informazioni, consulta Servizio Firma.

AEM Forms è una potente piattaforma di classe enterprise e document services è solo una delle funzionalità di AEM Forms. Per un elenco completo delle funzionalità, consulta Introduzione ad AEM Forms.

Topologia di distribuzione

Il pacchetto aggiuntivo di AEM Forms è un'applicazione distribuita su AEM. In genere, per eseguire AEM Forms Document Services è necessaria una sola istanza AEM (authoring o pubblicazione). Per eseguire AEM Forms document services, si consiglia di utilizzare la seguente topologia. Per informazioni dettagliate sulle topologie, vedi Architettura e topologie di implementazione per AEM Forms.

Architettura e topologie di implementazione per AEM Forms

NOTA

Sebbene AEM Forms ti consenta di configurare ed eseguire tutte le funzionalità da un singolo server, devi eseguire la pianificazione della capacità, il bilanciamento del carico e configurare server dedicati per funzionalità specifiche in un ambiente di produzione. Ad esempio, per un ambiente che utilizza il servizio PDF Generator per convertire migliaia di pagine al giorno e più moduli adattivi per l’acquisizione dei dati, configura server AEM Forms separati per il servizio PDF Generator e le funzionalità dei moduli adattivi. Consente di fornire prestazioni ottimali e di scalare i server in modo indipendente l'uno dall'altro.

Requisiti di sistema

Prima di iniziare a installare e configurare AEM Forms Document Services, assicurati che:

  • L'infrastruttura hardware e software è in funzione. Per un elenco dettagliato dell'hardware e del software supportati, consultare requisiti tecnici.

  • Il percorso di installazione dell'istanza AEM non contiene spazi bianchi.

  • Un'istanza AEM è in esecuzione. Nella terminologia AEM, un'istanza è una copia di AEM in esecuzione su un server in modalità di authoring o pubblicazione. In genere, per eseguire AEM Forms Document Services è necessaria una sola istanza AEM (authoring o pubblicazione):

    • Autore: Un’istanza AEM utilizzata per creare, caricare e modificare i contenuti e per amministrare il sito web. Quando il contenuto è pronto per essere live, viene replicato nell’istanza di pubblicazione.
    • Pubblica: Un'istanza AEM che trasmette il contenuto pubblicato al pubblico tramite Internet o una rete interna.
  • I requisiti di memoria sono soddisfatti. Il pacchetto aggiuntivo di AEM Forms richiede:

    • 15 GB di spazio temporaneo per le installazioni basate su Microsoft® Windows.
    • 6 GB di spazio temporaneo per installazioni basate su UNIX.
  • Il software client richiesto per il generatore PDF per eseguire la conversione su Microsoft® Windows e Linux® è installato:

NOTA
  • In Microsoft® Windows, PDF Generator supporta i percorsi di conversione WebKit, Acrobat WebCapture e PhantomJS per convertire i file HTML in documenti PDF.
  • Nei sistemi operativi basati su UNIX, PDF Generator supporta percorsi di conversione WebKit e PhantomJS per convertire i file HTML in documenti PDF.

Requisiti aggiuntivi per il sistema operativo basato su UNIX

Se si utilizza il sistema operativo basato su UNIX, installare i seguenti pacchetti dal supporto di installazione del rispettivo sistema operativo:

  • espatriare
  • libxcb
  • freetype
  • libXau
  • libSM
  • zlib
  • libICE
  • libuuuid
  • glibc
  • libXext
  • nss-softokn-freebl
  • fontconfig
  • libX11
  • libXrender
  • libXrandr
  • libXinerama
  • (Solo PDF Generator)) Installa la versione a 32 bit delle librerie libcurl, libcrypto e libssl e crea i seguenti link simbolici. I collegamenti simbolici puntano all'ultima versione delle rispettive librerie:

    • /usr/lib/libcurl.so
    • /usr/lib/libcrypto.so
    • /usr/lib/libssl.so
  • (Solo PDF Generator) Il servizio PDF Generator supporta i percorsi WebKit e PhantomJS per convertire i file HTML in documenti PDF. Per abilitare la conversione per la route PhantomJS, installa le librerie a 64 bit elencate di seguito. In genere, queste librerie sono già installate. Se manca una libreria, installala manualmente:

    • linux-gate.so.1
    • libz.so.1
    • libfontconfig.so.1
    • libfreetype.so.6
    • libdl.so.2
    • librt.so.1
    • libpthread.so.0
    • libstdc++.so.6
    • libm.so.6
    • libgcc_s.so.1
    • libc.so.6
    • ld-linux.so.2
    • libexpat.so.1

Configurazioni pre-installazione

Le configurazioni elencate nella sezione sulle configurazioni di preinstallazione sono applicabili solo al servizio PDF Generator. Se non si configura il servizio PDF Generator, è possibile saltare la sezione relativa alla configurazione di preinstallazione.

Installare Adobe Acrobat e applicazioni di terze parti

Se si utilizza il servizio PDF Generator per convertire i formati di file nativi come Microsoft® Word, Microsoft® Excel, Microsoft® PowerPoint, OpenOffice, WordPerfect X7 e Adobe Acrobat in PDF Documents, assicurarsi che queste applicazioni siano installate su AEM Forms Server.

NOTA
  • Se il server AEM Forms si trova in un ambiente offline o protetto e Internet non è disponibile per attivare Adobe Acrobat, consulta Attivazione offline per istruzioni su come attivare tali istanze di Adobe Acrobat.
  • Adobe Acrobat, Microsoft® Word, Excel e Powerpoint sono disponibili solo per Microsoft® Windows. Se si utilizza il sistema operativo basato su UNIX, installare OpenOffice per convertire i file RTF e i file Microsoft® Office supportati in documenti PDF.
  • Ignora tutte le finestre di dialogo visualizzate dopo l’installazione di Adobe Acrobat e software di terze parti per tutti gli utenti configurati per l’utilizzo del servizio PDF Generator.
  • Avviare il software installato almeno una volta. Ignora tutte le finestre di dialogo per tutti gli utenti configurati per utilizzare il servizio PDF Generator.
  • Controlla la data di scadenza dei tuoi numeri di serie Adobe Acrobat e impostare una data per l'aggiornamento della licenza o trasferire il numero di serie in base alla data di scadenza.

Dopo aver installato Acrobat, apri Microsoft® Word. Sulla Acrobat scheda , fai clic su Crea PDF e convertire un file .doc o .docx disponibile sul computer in un documento PDF. Se la conversione ha esito positivo, AEM Forms è pronto per utilizzare Acrobat con il servizio PDF Generator.

Variabili dell’ambiente di configurazione

Imposta le variabili di ambiente per Java Development Kit a 32 bit e 64 bit, applicazioni di terze parti e Adobe Acrobat. Le variabili di ambiente devono contenere il percorso assoluto dell'eseguibile utilizzato per avviare l'applicazione corrispondente. Ad esempio, la tabella seguente elenca le variabili di ambiente per alcune applicazioni:

Applicazione

Variabile di ambiente

Esempio

JDK (64 bit)

JAVA_HOME

C:\Program Files\Java\jdk1.8.0_74

Adobe Acrobat

Acrobat_PATH

C:\Program Files (x86)\Adobe\Acrobat 2015\Acrobat\Acrobat.exe

Blocco note

Notepad_PATH

C:\WINDOWS\notepad.exe

OpenOffice

OpenOffice_PATH

C:\Program Files (x86)\OpenOffice.org4

NOTA
  • Tutte le variabili di ambiente e i rispettivi percorsi sono sensibili all’uso di maiuscole e minuscole.
  • JAVA_HOME, JAVA_HOME_32 e Acrobat_PATH (solo Windows) sono variabili di ambiente obbligatorie.
  • La variabile di ambiente OpenOffice_PATH viene impostata sulla cartella di installazione anziché sul percorso dell'eseguibile.
  • Non impostare variabili di ambiente per applicazioni Microsoft® Office quali Word, PowerPoint, Excel e Project o per AutoCAD. Se queste applicazioni sono installate sul server, il servizio Generate PDF avvia automaticamente queste applicazioni.
  • Sulle piattaforme basate su UNIX, installare OpenOffice come /root. Se OpenOffice non è installato come radice, il servizio PDF Generator non riesce a convertire i documenti OpenOffice in documenti PDF. Se è necessario installare ed eseguire OpenOffice come utente non root, fornire i diritti di sudo all'utente non root.
  • Se si utilizza OpenOffice su una piattaforma basata su UNIX, eseguire il comando seguente per impostare la variabile del percorso:

export OpenOffice_PATH=/opt/openoffice.org4

(Solo per IBM® WebSphere®) Configura il provider di socket SSL IBM®

Esegui i seguenti passaggi per configurare il provider di socket SSL IBM®:

  1. Crea una copia del file java.security. La posizione predefinita del file è [WebSphere_installation_directory]\Appserver\java_[version]\jre\lib\security.

  2. Apri il file java.security copiato per la modifica.

  3. Cambia le fabbriche di socket SSL predefinite per utilizzare le fabbriche JSSE2 invece delle fabbriche IBM® WebSphere® predefinite:

    Contenuto predefinito:

    #ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLSocketFactoryImpl
    #ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLServerSocketFactoryImpl
    #WebSphere socket factories (in cryptosf.jar)
    ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLSocketFactory
    ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLServerSocketFactory
    

    Contenuto modificato:

    ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLSocketFactoryImpl
    ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLServerSocketFactoryImpl
    
    #WebSphere socket factories (in cryptosf.jar)
    #ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLSocketFactory
    #ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLServerSocketFactory
    
  4. Per abilitare AEM Forms Server all'utilizzo del file java.security aggiornato, all'avvio del server AEM Forms, aggiungi il seguente argomento java:

    -Djava.security.properties= [path of newly created Java.security file].

(Solo Windows) Configura l'installazione del servizio di input penna e scrittura a mano

Se si esegue Microsoft® Windows Server, configurare il servizio Ink e Handwriting. Il servizio è necessario per aprire i file Microsoft® PowerPoint che utilizzano le funzionalità di collegamento di Microsoft® Office:

  1. Apri Server Manager. Fai clic sul pulsante Server Manager sulla barra di avvio rapido.
  2. Fai clic su Aggiungi funzionalità in Funzioni menu. Seleziona la Servizi di input penna e scrittura a mano casella di controllo.
  3. Selezionare le funzioni finestra di dialogo con Servizi di input penna e scrittura a mano selezionato. Fai clic su Installa e il servizio è installato.

(Solo Windows) Configura le impostazioni dei blocchi di file per Microsoft® Office

Modificare le impostazioni del centro di attendibilità di Microsoft® Office per consentire al servizio PDF Generator di convertire i file creati con versioni precedenti di Microsoft® Office.

  1. Aprire un'applicazione Microsoft® Office. Ad esempio, Microsoft® Word. Passa a File> Opzioni. Viene visualizzata la finestra di dialogo delle opzioni.

  2. Fai clic su Centro protezione e fai clic su Impostazioni del Centro protezione.

  3. In Impostazioni del Centro protezione, fai clic su Impostazioni blocco file.

  4. In Tipo di file deseleziona Apri per il tipo di file che il servizio PDF Generator deve poter convertire in documenti PDF.

(Solo Windows) Concedi il privilegio Sostituisci un token a livello di processo

L'account utente utilizzato per avviare l'application server richiede Sostituire un token a livello di processo privilegio. L'account di sistema locale ha Sostituire un token a livello di processo per impostazione predefinita. Per i server in esecuzione con un utente del gruppo Amministratori locali, il privilegio deve essere concesso esplicitamente. Esegui i seguenti passaggi per concedere il privilegio:

  1. Aprire l'Editor Criteri di gruppo per Microsoft® Windows. Per aprire Editor Criteri di gruppo, fare clic su Inizio, tipo gpedit.msc nella casella Inizia ricerca e fai clic su Editor Criteri di gruppo.
  2. Passa a Criteri computer locali > Configurazione computer > Impostazioni di Windows > Impostazioni di protezione > Criteri locali > Assegnazione diritti utente e modifica le Sostituire un token a livello di processo e includere il gruppo Administrators.
  3. Aggiungi l’utente alla voce Replace a Process Level Token (Sostituisci token a livello di processo).

(Solo Windows) Abilitare il servizio PDF Generator per i non amministratori

È possibile abilitare un utente non amministratore per l’utilizzo del servizio PDF Generator. Normalmente, solo gli utenti con privilegi amministrativi possono utilizzare il servizio:

  1. Crea una variabile di ambiente, PDFG_NON_ADMIN_ENABLED.
  2. Imposta il valore della variabile di ambiente su TRUE.
  3. Riavvia l'istanza AEM Forms.

(Solo Windows) Disattiva Controllo account utente (UAC)

  1. Per accedere all'Utilità di configurazione del sistema, vai a Start > Esegui e quindi inserisci MSCONFIG.

  2. Fai clic sul pulsante Strumenti scorri verso il basso e seleziona Modifica impostazioni UAC. Fai clic su Launch per eseguire il comando in una nuova finestra.

  3. Regolare il cursore sul livello di notifica Mai. Al termine, chiudere la finestra del comando e chiudere la finestra Configurazione di sistema.

  4. Verifica che l'impostazione del Registro di sistema per UAC sia impostata su 0 (zero). Esegui i seguenti passaggi per verificare:

    1. Microsoft® consiglia di eseguire il backup del registro prima di modificarlo. Per i passaggi dettagliati vedi Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows.
    2. Apri l'editor del Registro di sistema di Microsoft® Windows. Per aprire l'editor del Registro di sistema, vai a Start > Esegui, digita regedit e fai clic su OK.
    3. Accedi a HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\policies\system\. Assicurarsi che il valore di EnableLUA sia impostato su 0 (zero).
    4. Assicurare il valore di EnableLUA è impostato su 0 (zero). Se il valore non è 0, modificare il valore in 0. Chiudi l’editor del Registro di sistema.
  5. Riavvia il computer.

Disattivazione del servizio di segnalazione errori (solo per Windows)

Durante la conversione di un documento in PDF tramite il servizio PDF Generator su Windows Server, occasionalmente Windows Server segnala che l'eseguibile ha rilevato un problema e deve chiudersi. Tuttavia, non influisce sulla conversione di PDF in quanto continua in background.

Per evitare di ricevere l'errore, è possibile disabilitare la generazione di rapporti sugli errori di Windows. Per ulteriori informazioni sulla disattivazione della generazione di rapporti sugli errori, vedi https://technet.microsoft.com/en-us/library/cc754364.aspx.

(Solo Windows) Configurare la conversione da HTML a PDF

Il servizio PDF Generator fornisce percorsi o metodi WebKit, WebCapture e PhantomJS per convertire i file HTML in documenti PDF. In Windows, per abilitare la conversione per i percorsi WebKit e Acrobat WebCapture, copiare il font Unicode nella directory %windir%\fonts.

NOTA

Ogni volta che installi nuovi font nella cartella dei font, riavvia l’istanza AEM Forms.

(Solo piattaforme basate su UNIX) Configurazioni supplementari per la conversione da HTML a PDF

Sulle piattaforme basate su UNIX, il servizio PDF Generator supporta i percorsi WebKit e PhantomJS per convertire i file HTML in documenti PDF. Per abilitare la conversione da HTML a PDF, esegui le seguenti configurazioni, applicabili al percorso di conversione preferito:

(Solo piattaforme basate su UNIX) Attiva il supporto per i font Unicode (solo WebKit)

Copiare il font Unicode in una delle seguenti directory in base alle esigenze del sistema:

  • /usr/lib/X11/fonts/TrueType
  • /usr/share/fonts/default/TrueType
  • /usr/X11R6/lib/X11/fonts/ttf
  • /usr/X11R6/lib/X11/fonts/truetype
  • /usr/X11R6/lib/X11/fonts/TrueType
  • /usr/X11R6/lib/X11/fonts/TTF
  • /usr/openwin/lib/X11/fonts/TrueType (Solaris™)
NOTA
  • Su Red Hat® Enterprise Linux® 6.x e versioni successive, i caratteri corriere non sono disponibili. Per installare i font courier, scarica l'archivio font-ibm-type1-1.0.3.zip. Estrai l'archivio in /usr/share/fonts. Crea un collegamento simbolico da /usr/share/X11/fonts a /usr/share/fonts.
  • Elimina tutti i file della cache dei font .lst dalle directory Html2PdfSvc/bin e /usr/share/fonts .
  • Assicurati che le directory /usr/lib/X11/fonts e /usr/share/fonts esistano. Se le directory non esistono, utilizza il comando ln per creare un collegamento simbolico da /usr/share/X11/fonts a /usr/lib/X11/fonts e un altro collegamento simbolico da /usr/share/fonts a /usr/share/X11/fonts. Assicurati anche che i font del corriere siano disponibili in /usr/lib/X11/fonts.
  • Assicurati che tutti i font (Unicode e non-unicode) siano disponibili nella directory /usr/share/fonts o /usr/share/X11/fonts .
  • Quando si esegue il servizio PDF Generator come utente non root, fornire all'utente non root l'accesso in lettura e scrittura a tutte le directory dei font.
  • Ogni volta che installi nuovi font nella cartella dei font, riavvia l’istanza AEM Forms.

Installare il pacchetto aggiuntivo di AEM Forms

Il pacchetto aggiuntivo di AEM Forms è un'applicazione distribuita su AEM. Il pacchetto contiene AEM Forms Document Services e altre funzionalità di AEM Forms. Esegui i seguenti passaggi per installare il pacchetto:

  1. Apri Software Distribution. Per accedere a Software Distribution è necessario disporre di un Adobe ID.

  2. Tocca Adobe Experience Manager che si trova nel menu di intestazione.

  3. In Filtri sezione:

    1. Seleziona Forms dal Soluzione elenco a discesa.
    2. Seleziona la versione e digita il pacchetto. È inoltre possibile utilizzare Download di ricerca per filtrare i risultati.
  4. Toccare il nome del pacchetto applicabile al sistema operativo in uso, selezionare Accettare i termini dell'EULA, e tocca Scarica.

  5. Apri Gestione pacchetti e fai clic su Carica pacchetto per caricarlo.

  6. Seleziona il pacchetto e fai clic su Installa.

    Puoi anche scaricare il pacchetto tramite il collegamento diretto elencato in Versioni di AEM Forms articolo.

  7. Una volta installato il pacchetto, viene richiesto di riavviare l'istanza AEM. Non arrestare immediatamente il server. Prima di arrestare il server AEM Forms, attendere che i messaggi ServiceEvent REGISTERED e ServiceEvent UNREGISTERED smettano di apparire nel [AEM-Installation-Directory]/crx-quickstart/logs/error.log e il log è stabile.

Configurazioni post-installazione

Configurare la delega di avvio per le librerie RSA/BouncyCastle

  1. Interrompi l'istanza AEM. Passa a [Directory di installazione AEM]\crx-quickstart\conf\ folder. Apri il file sling.properties per la modifica.

    Se utilizzi [AEM installation directory]\crx-quickstart\bin\start.bat per avviare un'istanza AEM, modifica le proprietà sling.properties situate in [AEM_root]\crx-quickstart\.

  2. Aggiungi le seguenti proprietà al file sling.properties :

    sling.bootdelegation.class.com.rsa.jsafe.provider.JsafeJCE=com.rsa.*
    
  3. (Solo AIX®) Aggiungi le seguenti proprietà al file sling.properties :

    sling.bootdelegation.xerces=org.apache.xerces.*
    
  4. Salva e chiudi il file

Configurazione del servizio di gestione dei font

  1. Accedi a Gestione configurazione AEM come amministratore.

  2. Individua e apri la Manager font CQ-DAM-Handler-Gibson servizio. Specifica il percorso delle directory Font di sistema, Font del server di Adobe e Font cliente. Fai clic su Salva.

    NOTA

    Il tuo diritto di utilizzare i font forniti da soggetti diversi dall'Adobe è disciplinato dai contratti di licenza forniti da tali soggetti con tali font e non è coperto dalla tua licenza per l'uso del software di Adobe. L'Adobe consiglia di rivedere e assicurarsi di essere in conformità con tutti i contratti di licenza applicabili non Adobi prima di utilizzare font non Adobi con il software di Adobe, in particolare per quanto riguarda l'utilizzo di font in un ambiente server.
    Quando installi nuovi font nella cartella dei font, riavvia l’istanza AEM Forms.

Configurare un account utente locale per eseguire il servizio PDF Generator

Per eseguire il servizio PDF Generator è necessario un account utente locale. Per i passaggi necessari per creare un utente locale, vedi Creare un account utente in Windows oppure creare un account utente nelle piattaforme basate su UNIX.

  1. Apri Configurazione di AEM Forms PDF Generator pagina.

  2. In Account utente specificare le credenziali di un account utente locale e fare clic su Invia. Se Microsoft® Windows richiede, consentire l'accesso all'utente. Una volta aggiunto con successo, l’utente configurato viene visualizzato sotto il Account utente nella sezione Account utente scheda .

Configurare le impostazioni di timeout

  1. In Gestione configurazione AEM, individua e apri le Provider ORB Jacorb servizio.

    Aggiungi quanto segue al Proprietà personalizzate.name campo e fai clic su Salva. Imposta il timeout della risposta in sospeso (noto anche come timeout client CORBA) a 600 secondi.

    jacorb.connection.client.pending_reply_timeout=600000

  2. Accedi all'istanza di authoring AEM e passa a Adobe Experience Manager > Strumenti > Forms > Configura PDF Generator. L’URL predefinito è http://localhost:4502/libs/fd/pdfg/config/ui.html.

    Apri Configurazione generale imposta e modifica il valore dei campi seguenti per l’ambiente:

Campo Descrizione Valore predefinito
Timeout conversione server Una conversione PDFG rimane attiva per il numero di secondi definiti nel timeout di conversione del server 270 secondi
Scansione di pulizia PDFG in secondi Il numero di secondi necessari per eseguire le operazioni post-conversione.
3600 secondi
Scadenza processo in secondi Durata per la quale il servizio PDF Generator può eseguire una conversione. Assicurati che il valore dei secondi di scadenza del processo sia maggiore del valore dei secondi di scansione della pulizia PDFG. 7200 secondi

(Solo Windows) Configura Acrobat per il servizio PDF Generator

In Microsoft® Windows, il servizio PDF Generator utilizza Adobe Acrobat per convertire i formati di file supportati in un documento PDF. Esegui i seguenti passaggi per configurare Adobe Acrobat per il servizio PDF Generator:

  1. Apri Acrobat e seleziona Modifica> Preferenze> Updater. In Verifica aggiornamenti, deseleziona Installa automaticamente gli aggiornamenti e fai clic su OK. Chiudi Acrobat.

  2. Fare doppio clic su un documento PDF nel sistema. Quando Acrobat viene avviato per la prima volta, vengono visualizzate le finestre di dialogo relative all’accesso, alla schermata di benvenuto e all’EULA. Ignora queste finestre di dialogo per tutti gli utenti configurati per utilizzare PDF Generator.

  3. Esegui il file batch dell'utilità PDF Generator per configurare Acrobat per il servizio PDF Generator:

    1. Apri Gestione pacchetti AEM e scarica il adobe-aemfd-pdfg-common-pkg-[version].zip da Gestione pacchetti.

    2. Decomprimi il file .zip scaricato. Apri il prompt dei comandi con privilegi amministrativi.

    3. Passa a [file zip estratto]\jcr_root\etc\packages\day\cq60\fd\adobe-aemds-common-pkg-[version]\jcr_root\etc\packages\day\cq60\fd\adobe-aemfd-pdfg-common-pkg-[version]\jcr_root\libs\fd\pdfg\tools\adobe-aemfd-pdfg-utilities-[version] directory. Esegui il seguente file batch:

      Acrobat_for_PDFG_Configuration.bat

      Acrobat è configurato per l’esecuzione con il servizio PDF Generator.

  4. Esegui Strumento di preparazione al sistema (SRT) per convalidare l’installazione di Acrobat.

(Solo Windows) Configura la route principale per la conversione da HTML a PDF

Il servizio PDF Generator fornisce più percorsi per convertire i file HTML in documenti PDF: Webkit, Acrobat WebCapture (solo Windows) e PhantomJS. Adobe consiglia di utilizzare la route PhantomJS perché dispone della capacità di gestire il contenuto dinamico e non ha dipendenze da librerie a 32 bit, JDK a 32 bit o non richiede font aggiuntivi. Inoltre, la route PhantomJS non richiede l'accesso a sudo o root per eseguire la conversione.

Il percorso principale predefinito per la conversione da HTML a PDF è Webkit. Per modificare il percorso di conversione:

  1. Nell'istanza AEM autore, passa a Strumenti> Forms> Configura PDF Generator.

  2. In Configurazione generale seleziona il percorso di conversione preferito dalla scheda Percorso principale per le conversioni da HTML a PDF a discesa.

Inizializza archivio attendibilità globale

Utilizzando la gestione dell'archivio certificati è possibile importare, modificare ed eliminare i certificati ritenuti attendibili nel server per la convalida delle firme digitali e l'autenticazione dei certificati. È possibile importare ed esportare qualsiasi numero di certificati. Dopo l'importazione di un certificato, è possibile modificare le impostazioni di attendibilità e il tipo di archivio attendibilità. Esegui i seguenti passaggi per inizializzare un archivio attendibilità:

  1. Accedi all’istanza AEM Forms come amministratore.
  2. Vai a Strumenti > Sicurezza > Archiviazione attendibile.
  3. Fai clic su Crea TrustStore. Imposta password e tocca Salva.

Impostare i certificati per l'estensione del Reader e il servizio di crittografia

Il servizio DocAssurance può applicare diritti di utilizzo ai documenti PDF. Per applicare i diritti di utilizzo ai documenti PDF, configurare i certificati.

Prima di impostare i certificati, assicurati di disporre di un:

  • File di certificato (.pfx).

  • Password della chiave privata fornita con il certificato.

  • Alias chiave privata. Puoi eseguire il comando Java keytool per visualizzare l'alias della chiave privata:
    keytool -list -v -keystore [keystore-file] -storetype pkcs12

  • Password del file del Registro chiavi. Se utilizzi il certificato Estensioni Reader di Adobe, la password del file Registro chiavi è sempre la stessa della password della Chiave privata.

Esegui i seguenti passaggi per configurare i certificati:

  1. Accedi all’istanza di AEM Author come amministratore. Vai a Strumenti > Sicurezza > Utenti.

  2. Fai clic sul pulsante name campo dell’account utente. La Modifica impostazioni utente viene visualizzata la pagina . Nell’istanza di AEM Author, i certificati risiedono in un KeyStore. Se non hai creato un KeyStore in precedenza, fai clic su Crea KeyStore e impostare una nuova password per KeyStore. Se il server contiene già un KeyStore, salta questo passaggio. Se utilizzi il certificato Estensioni Reader di Adobe, la password del file Registro chiavi è sempre la stessa della password della Chiave privata.

  3. Sulla Modifica impostazioni utente , seleziona la KeyStore scheda . Espandi la Aggiungi chiave privata dal file dell'archivio chiavi e fornisci un alias. L’alias viene utilizzato per eseguire l’operazione Estensioni di Reader.

  4. Per caricare il file del certificato, fai clic su Seleziona il file dell'archivio chiavi e carica un <filename>file .pfx.

    Aggiungi il Password dell'archivio chiavi, Password chiave privata e Alias chiave privata associato al certificato ai rispettivi campi. Fai clic su Invia.

    NOTA

    Nell’ambiente di produzione, sostituisci le credenziali di valutazione con le credenziali di produzione. Assicurati di eliminare le credenziali delle estensioni di Reader precedenti prima di aggiornare una credenziale scaduta o di valutazione.

  5. Fai clic su Salva e chiudi sulla Modifica impostazioni utente pagina.

Abilita AES-256

Per utilizzare la crittografia AES 256 per i file PDF, ottieni e installa i file dei criteri di valutazione della forza illimitata dell’estensione Java Cryptography Extension (JCE). Sostituisci i file local_policy.jar e US_export_policy.jar nella cartella jre/lib/security . Ad esempio, se utilizzi Sun JDK, copia i file scaricati in [JAVA_HOME]/jre/lib/security cartella.

Il servizio Assembler dipende dal servizio Estensioni di Reader, servizio Signature, servizio Forms e servizio Output. Esegui i seguenti passaggi per verificare che i servizi richiesti siano operativi:

  1. Accedere all’URL https://'[server]:[port]'/system/console/bundles come amministratore.
  2. Cerca il servizio seguente e assicurati che i servizi siano operativi:
Nome servizio Nome bundle
Servizio Firme adobe-aemfd-signatures
Servizio estensioni Reader com.adobe.aemfd.adobe-aemfd-readerextensions
Servizio Forms com.adobe.livecycle.adobe-lc-forms-bedrock-connector
Servizio di output com.adobe.livecycle.adobe-lc-forms-bedrock-connector

Problemi noti e risoluzione dei problemi

  • La conversione da HTML a PDF non riesce se un file di input compresso contiene file HTML con caratteri a doppio byte nei nomi dei file. Per evitare questo problema, non utilizzare caratteri a doppio byte per la denominazione dei file HTML.

  • Nei sistemi operativi basati su UNIX, procedi come segue per trovare le librerie mancanti:

  1. Accedi a [crx-repository]/bedrock/svcnative/HtmlToPdfSvc/bin/.

  2. Esegui il comando seguente per elencare tutte le librerie richieste da PhantomJS per la conversione da HTML a PDF.

    ldd phantomjs

    Esegui il comando seguente per elencare le librerie mancanti.

    ldd phantomjs | grep not

  3. Installa manualmente le librerie mancanti.

Strumento di preparazione al sistema (SRT)

Lo strumento Preparazione del sistema controlla se il computer è configurato correttamente per eseguire le conversioni di PDF Generator. Lo strumento genera un rapporto nel percorso specificato. Per eseguire lo strumento:

  1. Apri il prompt dei comandi. Passa a [extracted-adobe-aemfd-pdfg-common-pkg]\jcr_root\libs\fd\pdfg\tools cartella.

  2. Esegui il seguente comando dal prompt dei comandi:

    java -jar forms-srt-[version].jar [Path_of_reports_folder] en

    Il comando genera il rapporto e crea anche il file srt_config.yaml .

    NOTA
    • Se il System Readiness Tool segnala che il file pdfgen.api non è disponibile nella cartella dei plug-in di Acrobat, copia il file pdfgen.api dal file [extracted-adobe-aemfd-pdfg-common-pkg]\jcr_root\libs\fd\pdfg\tools\adobe-aemfd-pdfg-utilities-[version]\plugins\x86_win32 nella directory [Acrobat_root]\Acrobat\plug_ins directory.

    • Puoi usare il file srt_config.yaml per configurare diverse impostazioni di . Il formato del file è:

    &#x200B;# Configurazione SRT
    
    
    &#x200B;# Nota - Seguire il formato corretto per evitare errori di analisi
    
    
    &#x200B;# &lt;param name=&quot;&quot;>:&lt;space>&lt;param value=&quot;&quot;>
    
    &#x200B;#locale: (campo obbligatorio)Impostazioni internazionali da utilizzare per l’SRT. Impostazioni internazionali supportate [en/fr/de/ja].
    locale: en
    
    &#x200B;#aemTempDir: Direteria Temp AEM
    aemTempDir:
    
    &#x200B;#users: elenco utenti conversione PDFG
    &#x200B;#users:
    
    &#x200B;# - utente1
    
    &#x200B;# - utente2
    utenti:
    
    &#x200B;#profile: seleziona profilo per eseguire controlli specifici. Scegli tra [LCM], verrà aggiunto presto altro
    profilo:
    
    &#x200B;#outputDir: directory in cui verranno salvati i file di output
    outputDir:
    
  3. Accedi a [Path_of_reports_folder]. Apri il file SystemReadinessTool.html . Verifica il rapporto e risolvi i problemi menzionati.

Risoluzione dei problemi

Se si verificano problemi anche dopo aver risolto tutti i problemi segnalati dallo strumento SRT, esegui i seguenti controlli:

Prima di eseguire i seguenti controlli, assicurati che Strumento di preparazione al sistema non segnala alcun errore.

 Adobe Acrobat
  • Solo versione supportata di Microsoft® Office (32 bit) e Adobe Acrobat è installato e le finestre di dialogo di apertura vengono annullate.
  • Assicurati che Adobe Acrobat Update Service sia disabilitato.
  • Assicurati che Acrobat_for_PDFG_Configuration.bat file batch eseguito con privilegi di amministratore.
  • Assicurati che un utente PDF Generator sia aggiunto nell’interfaccia utente di configurazione di PDF.
  • Assicurati che Sostituire un token a livello di processo viene aggiunta l’autorizzazione per l’utente PDF Generator.
  • Verificare che l'aggiunta COM di Acrobat PDFMaker Office sia abilitata per le applicazioni Microsoft Office.
 OpenOffice

Microsoft® Windows

  • Assicurati che a 32 bit versione supportata di Microsoft Office è installato e le finestre di dialogo di apertura vengono annullate per tutte le applicazioni.
  • Assicurati che un utente PDF Generator sia aggiunto nell’interfaccia utente di configurazione di PDF.
  • Assicurati che l’utente di PDF Generator sia membro del gruppo di amministratori e del Sostituire un token a livello di processo il privilegio è impostato per l'utente.
  • Assicurati che l’utente sia configurato nell’interfaccia utente di PDF Generator ed esegua le seguenti azioni:
    1. Accedi a Microsoft® Windows con l’utente PDF Generator.
    2. Aprire le applicazioni Microsoft® Office o OpenOffice e annullare tutte le finestre di dialogo.
    3. Imposta AdobePDF come stampante predefinita.
    4. Imposta Acrobat come programma predefinito per i file PDF.
    5. Eseguire la conversione manuale utilizzando le opzioni File > Stampa e barra multifunzione Acrobat nelle applicazioni Microsoft Office e annullare tutte le finestre di dialogo.
    6. Terminare tutti i processi relativi alla conversione, come winword.exe, powerpoint.exe ed excel.exe.
    7. Riavvia il server AEM Forms.

Linux®

  • Installa il versione supportata di OpenOffice. AEM Forms supporta sia le versioni a 32 bit che a 64 bit. Dopo l'installazione, aprire tutte le applicazioni OpenOffice, annullare tutte le finestre di dialogo e chiudere le applicazioni. Riaprire le applicazioni e assicurarsi che all'apertura di un'applicazione OpenOffice non venga visualizzata alcuna finestra di dialogo.

  • Creare una variabile di ambiente OpenOffice_PATH e impostarlo per puntare all'installazione di OpenOffice è impostato nel console o il profilo dt (Device Tree).

  • In caso di problemi durante l'installazione di OpenOffice, assicurati che Librerie a 32 bit necessari per l'installazione di OpenOffice sono disponibili.

Problemi di conversione da +++HTML a PDF

  • Assicurati che le directory dei font siano aggiunte nell’interfaccia utente di configurazione di PDF Generator.

Linux e Solaris (percorso di conversione PhantomJS)

  • Assicurati che la libreria a 32 bit sia disponibile (libicudata.so.42) per la conversione HTMLToPDF basata su Webkit e le librerie a 64 bit (libicudata.so.42 libs sono disponibili per la conversione HTMLoPDF basata su PhantomJS.

  • Esegui il seguente comando per elencare le librerie mancanti per phantomjs:

    ldd phantomjs | grep not
    
  • Assicurati che la variabile di ambiente JAVA_HOME_32 punti a una posizione corretta.

Linux® e Solaris™ (percorso di conversione WebKit)

  • Assicurati che le directory /usr/lib/X11/fonts e /usr/share/fonts esistono. Se le directory non esistono, crea un collegamento simbolico da /usr/share/X11/fonts a /usr/lib/X11/fonts e un altro collegamento simbolico da /usr/share/fonts a /usr/share/X11/fonts.

    ln -s /usr/share/fonts /usr/share/X11/fonts
    
    ln -s /usr/share/X11/fonts /usr/lib/X11/fonts
    
  • Assicurati che i font di IBM siano copiati in user/share/fonts.

  • Assicurati che la vulnerabilità del fantasma fix glibc sia disponibile sul computer. Utilizza il tuo gestore di pacchetti predefinito per aggiornare alla versione più recente di glibc. Include la correzione della vulnerabilità fantasma.

  • Assicurati che nel sistema siano installate le versioni più recenti delle librerie curl, libcrypto e libssl a 32 bit. Crea anche collegamenti simbolici /usr/lib/libcurl.so (o libcurl.a per AIX®), /usr/lib/libcrypto.so (o libcrypto.a per AIX®) e /usr/lib/libssl.so (o libssl.a per AIX®) indica le versioni più recenti (a 32 bit) delle rispettive librerie.

  • Esegui i seguenti passaggi per il provider di socket SSL IBM®:

    1. Copia il file java.security da <WAS_Installed_JAVA>\jre\lib\security in qualsiasi posizione sul server AEM Forms. La posizione predefinita è Posizione predefinita = <WAS_Installed>\Appserver\java_[version]\jre\lib\security.

    2. Modifica il file java.security nel percorso copiato e modifica le fabbriche di socket SSL predefinite con le fabbriche JSSE2 (utilizza le fabbriche JSSE2 invece di WebSphere®).

      Modifica le seguenti fabbriche socket JSSE predefinite:

      #ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLSocketFactoryImpl
      #ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLServerSocketFactoryImpl
      WebSphere socket factories (in cryptosf.jar)
      ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLSocketFactory
      ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLServerSocketFactory
      

      con

      ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLSocketFactoryImpl
      ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.jsse2.SSLServerSocketFactoryImpl
      WebSphere socket factories (in cryptosf.jar)
      #ssl.SocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLSocketFactory
      #ssl.ServerSocketFactory.provider=com.ibm.websphere.ssl.protocol.SSLServerSocketFactory
      

+++

 Impossibile aggiungere un utente PDF Generator (PDFG)
  • Assicurarsi che Microsoft® Visual C++ 2012 x86 e Microsoft® Visual C++ 2013 x86 (32 bit) ridistribuibili siano installati su Windows.
 Errori di test di automazione
  • Per Microsoft® Office e OpenOffice, eseguire almeno una conversione manualmente (come ogni utente) per garantire che non venga visualizzata alcuna finestra di dialogo durante la conversione. Se viene visualizzata una finestra di dialogo, la ignora. Questa finestra di dialogo non deve essere visualizzata durante la conversione automatica.

  • Prima di eseguire l'automazione su un ambiente AEM Forms su OSGi, assicurati che il pacchetto di test sia installato e attivo.

 Errori di conversione utente multipli
  • Verifica i registri del server per verificare se la conversione non riesce per un particolare utente.(Process Explorer può essere utile per controllare il processo in esecuzione per utenti diversi)

  • Assicurati che l’utente configurato per PDF Generator disponga dei diritti di amministrazione locali.

  • Assicurati che l’utente PDF Generator abbia le autorizzazioni di lettura, scrittura ed esecuzione sugli utenti temporanei LC e PDFG.

  • Per Microsoft® Office e OpenOffice, eseguire almeno una conversione manualmente (come ogni utente) per garantire che non venga visualizzata alcuna finestra di dialogo durante la conversione. Se viene visualizzata una finestra di dialogo, la ignora. Questa finestra di dialogo non deve essere visualizzata durante la conversione automatica.

  • Esegui una conversione di esempio.

Scadenza ++ licenza di Adobe Acrobat installato su AEM Forms Server

  • Se disponi di una licenza esistente di Adobe Acrobat ed è scaduta, Scarica la versione più recente di Adobe Application Managere la migrazione del numero di serie. Prima migrazione del numero di serie.

    • Utilizza i seguenti comandi per generare prov.xml e serializzare nuovamente l'installazione esistente utilizzando il file prov.xml invece dei comandi forniti in migrazione del numero di serie numero articolo.

       &quot;
      
       adobe_prtk —tool=VolumeSerialize —generate —serial=&lt;serialnum> [—leid=&lt;leid>] [—regsuppress=ss] [—eulasuppress] [—locales=elenco limitato di impostazioni internazionali in formato xx_XX o ALL>] [—provfile=&lt;absolute path=&quot;&quot; to=&quot;&quot; prov.xml=&quot;&quot;>]
      
       &quot;
      
    • Il volume serializza il pacchetto (ri-serializza l'installazione esistente utilizzando il file prov.xml e la nuova serie): Esegui il seguente comando dalla cartella di installazione PRTK come amministratore per serializzare e attivare i pacchetti distribuiti sui computer client:

       &quot;
       adobe_prtk —tool=VolumeSerialize —provfile=C:\prov.xml -stream
      
       &quot;
      
  • Per installazioni su larga scala, utilizzare il Customization Wizard Acrobat per rimuovere le versioni precedenti di Reader e Acrobat. Personalizza il programma di installazione e distribuiscilo a tutti i computer della tua organizzazione.

+++

 AEM Forms Server si trova in un ambiente offline o protetto e Internet non è disponibile per attivare Acrobat.
  • È possibile accedere online entro 7 giorni dal primo avvio del prodotto di Adobe per completare l'attivazione e la registrazione online oppure utilizzare un dispositivo abilitato per Internet e il numero di serie del prodotto per completare il processo. Per istruzioni dettagliate, vedi Attivazione offline.
 Impossibile convertire il file Word o Excel in PDF su Windows Server

Quando l'utente prova a convertire i file Word o Excel in PDF su Microsoft Windows Server, si verifica il seguente errore:

Messaggio di errore dal convertitore principale: ALC-PDG-015-003-Il sistema non può aprire il file di input. Invia nuovamente il file o contatta l'amministratore di sistema.

Per risolvere il problema, vedi Impossibile convertire il file Word o Excel in PDF su Windows Server.

Passaggi successivi

È disponibile un ambiente AEM Forms Document Services funzionante. È possibile utilizzare document services tramite:

In questa pagina