Ripristinare l’ambiente su Adobe Commerce nell’infrastruttura cloud

Questo articolo mostra diversi scenari di ripristino dello stato precedente di un ambiente su Adobe Commerce su un’infrastruttura cloud.

Scegliere il caso più appropriato:

Scenario 1: attività pianificata

Con un'implementazione o un aggiornamento pianificato, il più semplice e consigliato Rollback sarebbe per il commerciante, come parte dei vostri preparativi, fare quanto segue:

NOTE
Esegui sempre il test di questi passaggi nel Staging Environment prima!

Cinque giorni prima delle attività di aggiornamento/installazione:

  1. Controllare le dimensioni del database corrente.
  2. Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente /data/exports per mantenere una Database Dump. Se lo spazio su disco non è sufficiente, rimuovere i dati indesiderati oppure creare un caso di supporto e richiedere l'espansione del disco.

Il giorno delle modifiche:

  1. Inserisci il sito web in Maintenance Mode.

    Ulteriori informazioni su Attiva o disattiva Maintenance Mode nella guida utente di e Maintenance Mode opzioni per l'aggiornamento nella guida all’aggiornamento.
  2. Prendi un Database Dump.

Se un Rollback è obbligatorio:

  1. Se applicazioni come MariaDB è stato aggiornato nell'ambito di questa attività pianificata, fai reinstallare prima l'applicazione a una versione precedente.
  2. Rollback il database utilizzando il Database Dumpe reimportalo in MariaDB.
  3. Rollback il codice tramite Git a una versione precedente.

Utilizzo di Snapshots non è il metodo consigliato per l'aggiornamento/attività pianificata rollbacks/restores, poiché il recupero dei dati richiede molto più tempo rispetto a un Database Dump, come illustrato in precedenza al punto 2 della Se un Rollback è obbligatorio sezione.

Snapshots non sono conservati sul nodo/server, sono conservati su un blocco di archiviazione separato e poiché tali dati devono essere trasmessi dall'archiviazione del blocco in rete a un nuovo disco, il processo richiede tempo. Il nuovo disco viene quindi montato sul nodo pronto per il recupero/l'importazione sul disco originale connesso al nodo/server.

Quando si confronta questo con l'importazione di un Database Dump, i dati sono già recuperabili sul nodo/server, pertanto viene risparmiato molto tempo in quanto solo Database Import è obbligatorio.

Scenario 2: ripristinare uno snapshot

Leggi: Ripristinare un’istantanea su Adobe Commerce nell’infrastruttura cloud nella documentazione per gli sviluppatori.

NOTE
La creazione di un’istantanea deve essere il primo passaggio dopo l’accesso all’account Adobe Commerce sull’infrastruttura cloud e prima di applicare modifiche principali. Si tratta di una best practice fortemente consigliata.

Leggi: Creare un’istantanea nella documentazione per gli sviluppatori.

Scenario 3: nessuna istantanea, compilazione stabile (connessione SSH disponibile)

Questa sezione mostra come ripristinare un ambiente quando non è stata creata una copia istantanea ma è possibile accedere all’ambiente tramite SSH.

I passaggi sono i seguenti:

  1. Disabilita Gestione configurazione.
  2. Disinstallare il software Adobe Commerce.
  3. Reimposta git filiale.

Dopo aver eseguito questi passaggi:

  • L’installazione di Adobe Commerce ritorna allo stato Vanilla (database ripristinato; configurazione di distribuzione rimossa; directory in var deselezionato).
  • Il tuo git il ramo è stato ripristinato allo stato desiderato in passato.

Leggi i passaggi dettagliati riportati di seguito.

Passaggio 0 (prerequisito): rimuovere config.php per disabilitare Configuration Management

È necessario disabilitare Gestione configurazione in modo che non applichi automaticamente le impostazioni di configurazione precedenti durante la distribuzione.

Per disabilitare la gestione della configurazione, assicurati che /app/etc/ la directory non contiene config.php file.

Per rimuovere il file di configurazione, effettuare le seguenti operazioni:

  1. SSH per l’ambiente.
  2. Rimuovi il file di configurazione: rm app/etc/config.php

Ulteriori informazioni sulla gestione della configurazione:

Passaggio 1: disinstallare il software Adobe Commerce con il comando setup:uninstall

La disinstallazione del software Adobe Commerce fa cadere e ripristina il database, rimuove la configurazione di distribuzione e cancella le directory in var.

Leggi: Disinstallare il software Adobe Commerce nella documentazione per gli sviluppatori.

Per disinstallare il software Adobe Commerce, effettuare le seguenti operazioni:

  1. SSH per l’ambiente.
  2. Esegui setup:uninstall : bin/magento setup:uninstall
  3. Confermare la disinstallazione.

Per confermare la disinstallazione corretta viene visualizzato il seguente messaggio:

[SUCCESS]: Magento uninstallation complete.

Questo significa che abbiamo ripristinato l’installazione di Adobe Commerce (incluso DB) al suo stato autentico (Vanilla).

Passaggio 2: reimpostare git filiale

Con git ripristinando, il codice torna allo stato desiderato nel passato.

  1. Clona l’ambiente nell’ambiente di sviluppo locale. Puoi copiare il comando nella console Cloud: copy_git_clone.png
  2. Accedi alla cronologia dei commit. Utilizzare --reverse per visualizzare la cronologia in ordine inverso per maggiore comodità: git log --reverse
  3. Seleziona l’hash di commit su cui sei stato bravo. Per ripristinare il codice al suo stato autentico (Vanilla), individua il primo commit che ha creato il ramo (ambiente).
    Selezione di un hash di commit nella console Git
  4. Applicare duramente git ripristina: git reset --h <commit_hash>
  5. Invia modifiche al server: git push --force <origin> <branch>

Dopo aver eseguito questi passaggi, git il ramo viene reimpostato e l'intero git changelog è chiaro. L'ultimo git push attiva la ridistribuzione per applicare tutte le modifiche e reinstallare Adobe Commerce.

Scenario 4: nessuna istantanea; compilazione interrotta (no SSH connessione)

Questa sezione mostra come ripristinare un ambiente quando si trova in uno stato critico: la procedura di distribuzione non può riuscire a creare un’applicazione funzionante, rendendo così SSH connessione non disponibile.

In questo scenario, devi prima ripristinare lo stato di funzionamento dell’applicazione Adobe Commerce utilizzando git ripristina, quindi disinstalla il software Adobe Commerce (per eliminare e ripristinare il database, rimuovere la configurazione di distribuzione, ecc.). Lo scenario prevede gli stessi passaggi dello scenario 3, ma l’ordine dei passaggi è diverso ed è presente un ulteriore passaggio: forzare la ridistribuzione. I passaggi sono i seguenti:

Dopo aver eseguito questi passaggi, si otterranno gli stessi risultati dello Scenario 3.

Passaggio 4: forzare la ridistribuzione

Esegui un commit (potrebbe essere vuoto, anche se non è consigliato) e invialo al server per attivarne la ridistribuzione:

git commit --allow-empty -m "<message>" && git push <origin> <branch>

Se l'installazione:disinstallazione non riesce, reimpostare il database manualmente

Se si esegue setup:uninstall Il comando ha esito negativo e non può essere completato. È possibile che il DB venga cancellato manualmente con i seguenti passaggi:

  1. SSH per l’ambiente.
  2. Connettersi al database MySQL: mysql -h database.internal (Per gli ambienti Pro consulta: Configura servizio MySQL).
  3. Rilascia il main DB : drop database main;
  4. Crea un elemento vuoto main DB: create database main;
  5. Elimina i seguenti file di configurazione: config.php , config.php , .bak, , env.php, env.php.bak

Dopo aver ripristinato il DB, creare un git invia all’ambiente per attivare la ridistribuzione e installare Adobe Commerce in un database appena creato. Oppure eseguire il comando ridistribuisci.

recommendation-more-help
8bd06ef0-b3d5-4137-b74e-d7b00485808a