Delega dei sottodomini in Journey Optimizer

Ultimo aggiornamento: 2024-02-21
  • Argomenti:
  • Subdomains
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Experienced
    Admin

La creazione di un sottodominio per le campagne e-mail consente ai brand di isolare diversi tipi di traffico (ad esempio marketing e aziendale) in pool IP specifici e con domini specifici, velocizzando il processo di riscaldamento dell’IP e migliorando complessivamente il recapito messaggi. Se condividi un dominio e questo viene bloccato o aggiunto all’elenco Bloccati, ciò potrebbe influire sulla consegna della posta aziendale. Tuttavia, problemi o blocchi di reputazione su un dominio specifico per le comunicazioni di e-mail marketing avranno un impatto solo su tale flusso di e-mail. L’utilizzo del dominio principale come mittente o indirizzo "Da" per più flussi di posta potrebbe inoltre interrompere l’autenticazione e-mail, causando il blocco o l’inserimento dei messaggi nella cartella di posta indesiderata.

NOTA

Impossibile utilizzare lo stesso dominio di invio per inviare messaggi da Adobe Journey Optimizer e da un altro prodotto, ad esempio Adobe Campaign o Adobe Marketo Engage.

Perché impostare i sottodomini?

Un sottodominio è una divisione del dominio che può essere utilizzata per isolare i brand o vari tipi di traffico, ad esempio messaggi transazionali e comunicazioni di marketing.

Prendiamo ad esempio il dominio “mybrand.com”, che viene utilizzato per inviare comunicazioni transazionali e di marketing. In questa situazione, puoi decidere di impostare due sottodomini:

  • sottodominio “info.mybrand.com” per le comunicazioni transazionali (conferma degli acquisti, reimpostazione della password, ecc.),
  • sottodominio “marketing.mybrand.com” per le e-mail di ricerca di potenziali clienti.

In questo modo potrai preservare la reputazione del tuo dominio e di altri sottodomini. Ad esempio, se i sottodomini “marketing.mybrand.com” venissero inseriti nell’elenco Bloccati dai provider di servizi Internet a causa di uno scarso recapito di messaggi, ciò impedirebbe l’inserimento nell’elenco Bloccati dell’intero dominio “mybrand.com” e del sottodominio “info.mybrand.com”.

Quando si implementa una soluzione, vi sono requisiti per i componenti rivolti verso l’esterno: ad esempio, è necessario configurare collegamenti e pagine web da tracciare, visualizzare pagine mirror e così via.

Questi requisiti vengono gestiti tramite componenti in hosting sia dall’Adobe che dal cliente, ma includono URL che possono essere visualizzati dai destinatari delle e-mail. Per evitare di avere URL che indicano la soluzione tecnica o il provider di hosting sottostante, è possibile configurare i sottodomini per rendere trasparente l’operazione ai destinatari delle e-mail.

Ulteriori informazioni

Metodi di configurazione dei sottodomini

La configurazione del sottodominio ti consente di configurare una sottosezione del dominio (tecnicamente una "zona DNS") per l’utilizzo con Adobe Campaign. I metodi di configurazione disponibili sono:

ATTENZIONE
  • La delega completa del sottodominio è il metodo preferito.

  • Il metodo CNAME è consigliato se i criteri dell’organizzazione limitano il metodo di delega del sottodominio completo. Questo approccio richiede di gestire e mantenere i record DNS autonomamente. Adobe non sarà in grado di fornire assistenza per la modifica, la manutenzione o la gestione del DNS per un sottodominio configurato tramite il metodo CNAME.

La tabella seguente fornisce un riepilogo del funzionamento di questi metodi, oltre al livello di impegno che comportano:

Metodo di configurazione Come funziona Livello di impegno
Delega completa Crea il record del sottodominio e dello spazio dei nomi. Adobe configurerà quindi tutti i record DNS necessari per Adobe Campaign.

In questa configurazione, Adobe si assume la piena responsabilità della gestione del sottodominio e di tutti i record DNS.
Bassa
CNAME, metodo personalizzato Crea il record del sottodominio e dello spazio dei nomi. Adobe fornirà quindi i record da inserire nei server DNS e configurerà i valori corrispondenti nei server DNS di Adobe Campaign.

In questa configurazione, tu e Adobe condividete la responsabilità di mantenere il DNS.
Alta

Per ulteriori informazioni sulla configurazione del dominio, consulta questa documentazione.

Se hai domande sui metodi di configurazione dei sottodomini, contatta un Adobe o contatta l’Assistenza clienti per richiedere consulenza sul recapito dei messaggi.

Accedere ai sottodomini delegati

Tutti i sottodomini delegati vengono visualizzati nel Amministrazione > Canali > Sottodomini menu. Sono disponibili dei filtri per aiutarti a perfezionare l’elenco (data di delega, utente o stato).

Il Stato fornisce informazioni sul processo di delega del sottodominio:

  • Bozza: la delega del sottodominio è stata salvata come bozza. Fai clic sul nome del sottodominio per riprendere il processo di delega,
  • Elaborazione: il sottodominio sta attraversando diversi controlli di configurazione prima di poter essere utilizzato,
  • Completato: il sottodominio ha superato correttamente i controlli e può essere utilizzato per inviare messaggi,
  • Non riuscito: uno o più controlli non sono riusciti dopo l’invio della delega del sottodominio.

Per accedere a informazioni dettagliate su un sottodominio con Completato stato, aprilo dall’elenco.

Puoi eseguire le seguenti operazioni:

  • Recupera il nome del sottodominio (sola lettura) configurato durante il processo di delega, nonché gli URL generati (risorse, pagine mirror, URL di tracciamento).

  • Aggiungi un record TXT di Google per la verifica del sito al tuo sottodominio per assicurarti che sia verificato (vedi Aggiungere un record TXT di Google a un sottodominio).

ATTENZIONE

La configurazione del sottodominio è comune a tutti gli ambienti. Pertanto, qualsiasi modifica a un sottodominio influirà anche sulle sandbox di produzione.

In questa pagina