Creare e modificare gli schemi nell’interfaccia utente

Ultimo aggiornamento: 2024-02-07
  • Argomenti:
  • Schemas
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer
    User
    Admin
    Leader

Questa guida fornisce una panoramica su come creare, modificare e gestire gli schemi Experience Data Model (XDM) per la tua organizzazione nell’interfaccia utente di Adobe Experience Platform.

IMPORTANTE

Gli schemi XDM sono estremamente personalizzabili, pertanto i passaggi necessari per la creazione di uno schema possono variare a seconda del tipo di dati che desideri che lo schema acquisisca. Di conseguenza, questo documento descrive solo le interazioni di base che è possibile eseguire con gli schemi nell’interfaccia utente ed esclude i passaggi correlati, come la personalizzazione di classi, gruppi di campi di schema, tipi di dati e campi.

Per una panoramica completa del processo di creazione dello schema, segui insieme alla tutorial sulla creazione di schemi per creare uno schema di esempio completo e acquisire familiarità con le numerose funzionalità di Schema Editor.

Prerequisiti

Questa guida richiede una buona conoscenza del sistema XDM. Consulta la sezione Panoramica di XDM per un’introduzione al ruolo di XDM nell’ecosistema Experience Platform e nozioni di base sulla composizione dello schema per una panoramica della costruzione degli schemi.

Crea un nuovo schema

NOTA

Questa sezione illustra come creare manualmente un nuovo schema nell’interfaccia utente. Se acquisisci dati CSV in Platform, puoi scegliere di mappare tali dati su uno schema XDM creato dai consigli generati dall’intelligenza artificiale (attualmente in versione beta) senza dover creare manualmente lo schema.

In Schemi workspace, seleziona Crea schema in alto a destra.

L’area di lavoro Schemi con Crea schema evidenziato.

Il Crea schema viene visualizzato workflow. È possibile scegliere una classe base per lo schema selezionando Profilo individuale, Evento esperienza, o Altro, seguito da Successivo per confermare la scelta. Consulta la Profilo individuale XDM e XDM ExperienceEvent per ulteriori informazioni su queste classi.

Il Crea schema con le tre opzioni di classe e Successivo evidenziato.

Dopo aver selezionato una classe, Nome e recensione viene visualizzata la sezione. In questa sezione, fornisci un nome e una descrizione per identificare lo schema. ​La struttura di base dello schema (fornita dalla classe) viene visualizzata nell’area di lavoro per rivedere e verificare la struttura di classe e schema selezionata.

Inserisci un Nome visualizzato schema nel campo di testo. Quindi, inserisci una descrizione adatta per identificare lo schema. Dopo aver rivisto la struttura dello schema e aver impostato correttamente le impostazioni, seleziona Fine per creare lo schema.

Il Nome e recensione sezione del Crea schema workflow con Nome visualizzato schema, Descrizione, e Fine evidenziato.

Il Schema Sfoglia viene visualizzata la scheda. Lo schema creato di recente è ora elencato nella Libreria schemi e disponibile per la modifica nel Schema Editor.

Nell’area di lavoro Schemi è disponibile la scheda Sfoglia che mostra lo schema creato di recente.

Modificare uno schema esistente

NOTA

Una volta che uno schema è stato salvato e utilizzato nell’acquisizione dei dati, è possibile apportarvi solo modifiche aggiuntive. Consulta la regole di evoluzione dello schema per ulteriori informazioni.

Per modificare uno schema esistente, seleziona la Sfoglia e quindi selezionare il nome dello schema da modificare. È inoltre possibile utilizzare la barra di ricerca per limitare l'elenco delle opzioni disponibili.

L’area di lavoro Schema con uno schema evidenziato.

SUGGERIMENTO

Puoi utilizzare le funzionalità di ricerca e filtro dell’area di lavoro per trovare più facilmente lo schema. Consulta la guida su esplorazione delle risorse XDM per ulteriori informazioni.

Dopo aver selezionato uno schema, Schema Editor viene visualizzato con la struttura dello schema mostrata nell’area di lavoro. Ora puoi aggiungi gruppi di campi allo schema (o aggiungi singoli campi da tali gruppi), modifica nomi visualizzati campi, o modifica gruppi di campi personalizzati esistenti se lo schema utilizza.

Altre azioni

Nell’Editor di schema è inoltre possibile eseguire azioni rapide per copiare la struttura JSON dello schema o eliminare lo schema, se non è stato abilitato per Real-Time Customer Profile o se a esso sono associati set di dati. Seleziona Altro nella parte superiore della visualizzazione per visualizzare un elenco a discesa con azioni rapide.

La funzionalità di copia della struttura JSON consente di visualizzare l’aspetto di un payload di esempio durante la creazione dello schema e delle pipeline di dati. È particolarmente utile nelle situazioni in cui sono presenti strutture complesse di mappa oggetto nello schema, ad esempio una mappa di identità.

Editor di schema con il pulsante Altro evidenziato e le opzioni a discesa visualizzate.

Attiva/Disattiva nome visualizzato

Per comodità, l’Editor di schema fornisce un’opzione per passare dai nomi dei campi originali a quelli più leggibili dall’utente. Questa flessibilità consente di migliorare la reperibilità sul campo e la modifica degli schemi. L’interruttore si trova in alto a destra nella vista Editor di schema.

NOTA

Il passaggio dai nomi dei campi ai nomi visualizzati è puramente cosmetico e non modifica le risorse a valle.

Editor di schema con Mostra nomi visualizzati per i campi evidenziato.

I nomi visualizzati per i gruppi di campi standard sono generati dal sistema ma possono essere personalizzati, come descritto nella nomi visualizzati sezione. I nomi visualizzati si riflettono tra più visualizzazioni dell’interfaccia utente, incluse le anteprime di mappature e set di dati. L'impostazione predefinita è disattivata e mostra i nomi dei campi in base ai valori originali.

Aggiungere gruppi di campi a uno schema

NOTA

Questa sezione spiega come aggiungere gruppi di campi esistenti a uno schema. Se si desidera creare un nuovo gruppo di campi personalizzato, vedere la guida creazione e modifica di gruppi di campi invece.

Dopo aver aperto uno schema all’interno di Schema Editor, è possibile aggiungere campi allo schema tramite l’utilizzo di gruppi di campi. Per iniziare, seleziona Aggiungi accanto a Gruppi di campi nella barra a sinistra.

Editor di schema con Aggiungi dal Gruppi di campi sezione evidenziata.

Viene visualizzata una finestra di dialogo con l’elenco dei gruppi di campi che è possibile selezionare per lo schema. Poiché i gruppi di campi sono compatibili solo con una classe, verranno elencati solo i gruppi di campi associati alla classe selezionata dello schema. Per impostazione predefinita, i gruppi di campi elencati sono ordinati in base alla popolarità di utilizzo all’interno dell’organizzazione.

Il Aggiungi gruppi di campi finestra di dialogo evidenziata con Popolarità colonna evidenziata.

Se conosci l’attività generale o l’area aziendale dei campi che desideri aggiungere, seleziona una o più categorie verticali di settore nella barra a sinistra per filtrare l’elenco visualizzato dei gruppi di campi.

Il Aggiungi gruppi di campi finestra di dialogo evidenziata con Settore filtri e Settore colonna evidenziata.

NOTA

Per ulteriori informazioni sulle best practice per la modellazione dati specifica per il settore in XDM, consulta la documentazione su modelli dati di settore.

È inoltre possibile utilizzare la barra di ricerca per individuare facilmente il gruppo di campi desiderato. I gruppi di campi il cui nome corrisponde alla query vengono visualizzati nella parte superiore dell’elenco. Sotto Campi standard, vengono visualizzati i gruppi di campi contenenti campi che descrivono gli attributi di dati desiderati.

Il Aggiungi gruppi di campi dialogo con Campi standard funzione di ricerca evidenziata.

Seleziona la casella di controllo accanto al nome del gruppo di campi che desideri aggiungere allo schema. Dall’elenco puoi selezionare più gruppi di campi, ciascuno dei quali viene visualizzato nella barra a destra.

Il Aggiungi gruppi di campi con la funzione di selezione della casella di controllo evidenziata.

SUGGERIMENTO

Per qualsiasi gruppo di campi elencato, puoi passare il cursore sull’icona delle informazioni () per visualizzare una breve descrizione del tipo di dati acquisiti dal gruppo di campi. È inoltre possibile selezionare l'icona di anteprima () per visualizzare la struttura dei campi forniti dal gruppo di campi prima di decidere di aggiungerlo allo schema.

Dopo aver scelto i gruppi di campi, seleziona Aggiungi gruppi di campi per aggiungerli allo schema.

Il Aggiungi gruppi di campi finestra di dialogo con i gruppi di campi selezionati e Aggiungi gruppi di campi evidenziato.

Il Schema Editor viene nuovamente visualizzato con i campi forniti dal gruppo di campi rappresentati nell’area di lavoro.

Il Schema Editor con uno schema di esempio visualizzato.

Dopo aver aggiunto un gruppo di campi a uno schema, puoi facoltativamente rimuovi campi esistenti o aggiungi nuovi campi personalizzati a tali gruppi, in base alle tue esigenze.

Rimuovi campi aggiunti dai gruppi di campi

Dopo aver aggiunto un gruppo di campi a uno schema, puoi rimuovere tutti i campi non necessari.

NOTA

La rimozione di campi da un gruppo di campi influisce solo sullo schema su cui si lavora e non sul gruppo di campi stesso. Se rimuovi i campi in uno schema, tali campi sono ancora disponibili in tutti gli altri schemi che utilizzano lo stesso gruppo di campi.

Nell'esempio seguente, il gruppo di campi standard Dettagli demografici è stato aggiunto a uno schema. Per rimuovere un singolo campo come taxId, seleziona il campo nell’area di lavoro, quindi seleziona Rimuovi nella barra a destra.

Il Schema Editor con Rimuovi evidenziato. Questa azione rimuove un singolo campo.

Se si desidera rimuovere più campi, è possibile gestire il gruppo di campi nel suo complesso. Seleziona un campo appartenente al gruppo nell’area di lavoro, quindi seleziona Gestire i campi correlati nella barra a destra.

Il Schema Editor con Gestire i campi correlati evidenziato.

Viene visualizzata una finestra di dialogo che mostra la struttura del gruppo di campi in questione. Da qui puoi utilizzare le caselle di controllo fornite per selezionare o deselezionare i campi necessari. Quando sei soddisfatto, seleziona Conferma.

Il Gestire i campi correlati finestra di dialogo con i campi selezionati e Conferma evidenziato.

L’area di lavoro viene nuovamente visualizzata con solo i campi selezionati presenti nella struttura dello schema.

Campi aggiunti

Aggiungere campi personalizzati ai gruppi di campi

Dopo aver aggiunto un gruppo di campi a uno schema, puoi definire campi aggiuntivi per tale gruppo. Tuttavia, tutti i campi aggiunti a un gruppo di campi in uno schema verranno visualizzati anche in tutti gli altri schemi che utilizzano lo stesso gruppo di campi.

Inoltre, se un campo personalizzato viene aggiunto a un gruppo di campi standard, tale gruppo verrà convertito in un gruppo di campi personalizzato e il gruppo di campi standard originale non sarà più disponibile.

Se si desidera aggiungere un campo personalizzato a un gruppo di campi standard, fare riferimento alla sezione successiva per istruzioni specifiche. Se stai aggiungendo campi a un gruppo di campi personalizzato, consulta la sezione su modifica di gruppi di campi personalizzati nella guida dell’interfaccia utente dei gruppi di campi.

Se non si desidera modificare i gruppi di campi esistenti, è possibile crea un nuovo gruppo di campi personalizzato per definire invece campi aggiuntivi.

Aggiungere singoli campi a uno schema

L’Editor di schema consente di aggiungere singoli campi direttamente a uno schema, per evitare di aggiungere un intero gruppo di campi per un caso d’uso specifico. È possibile aggiungi singoli campi da gruppi di campi standard o aggiungere campi personalizzati invece.

IMPORTANTE

Anche se l’Editor di schema consente di aggiungere singoli campi direttamente a uno schema, questo non cambia il fatto che tutti i campi in uno schema XDM devono essere forniti dalla sua classe o da un gruppo di campi compatibile con tale classe. Come spiegato nelle sezioni seguenti, tutti i singoli campi sono ancora associati a una classe o a un gruppo di campi come passaggio chiave quando vengono aggiunti a uno schema.

Aggiungi campi standard

Puoi aggiungere campi da gruppi di campi standard direttamente a uno schema, senza dover conoscere in anticipo il gruppo di campi corrispondente. Per aggiungere un campo standard a uno schema, seleziona il segno più (+) accanto al nome dello schema nell’area di lavoro. Un Campo senza titolo il segnaposto viene visualizzato nella struttura dello schema e la barra a destra viene aggiornata per visualizzare i controlli per configurare il campo.

Segnaposto campo

Sotto Nome campo, inizia a digitare il nome del campo che desideri aggiungere. Il sistema cerca automaticamente i campi standard che corrispondono alla query e li elenca in Campi standard consigliati, inclusi i gruppi di campi a cui appartengono.

Campi standard consigliati

Mentre alcuni campi standard condividono lo stesso nome, la loro struttura può variare a seconda del gruppo di campi da cui provengono. Se un campo standard è nidificato all’interno di un oggetto principale nella struttura del gruppo di campi, anche il campo principale verrà incluso nello schema se viene aggiunto il campo secondario.

Seleziona l’icona di anteprima (Icona Anteprima) accanto a un campo standard per visualizzare la struttura del relativo gruppo di campi e capire meglio come potrebbe essere nidificato. Per aggiungere il campo standard allo schema, seleziona l’icona più (Icona Più).

Aggiungi campo standard

L’area di lavoro viene aggiornata per mostrare il campo standard aggiunto allo schema, inclusi eventuali campi principali nidificati all’interno della struttura del gruppo di campi. Il nome del gruppo di campi è inoltre elencato in Gruppi di campi nella barra a sinistra. Se si desidera aggiungere più campi dallo stesso gruppo di campi, selezionare Gestire i campi correlati nella barra a destra.

Campo standard aggiunto

Aggiungere campi personalizzati

Analogamente al flusso di lavoro per i campi standard, puoi anche aggiungere campi personalizzati direttamente a uno schema.

Per aggiungere campi al livello principale di uno schema, seleziona il segno più (+) accanto al nome dello schema nell’area di lavoro. Un Campo senza titolo il segnaposto viene visualizzato nella struttura dello schema e la barra a destra viene aggiornata per visualizzare i controlli per configurare il campo.

Campo personalizzato principale

Iniziare a digitare il nome del campo che si desidera aggiungere e il sistema avvia automaticamente la ricerca dei campi standard corrispondenti. Per creare un nuovo campo personalizzato, seleziona l’opzione in alto con (Nuovo campo).

Nuovo campo

Dopo aver fornito un nome visualizzato e un tipo di dati per il campo, il passaggio successivo consiste nell’assegnare il campo a una risorsa XDM principale. Se lo schema utilizza una classe personalizzata, puoi scegliere di aggiungi il campo alla classe assegnata o un gruppo di campi invece. Tuttavia, se lo schema utilizza una classe standard, puoi assegnare il campo personalizzato solo a un gruppo di campi.

Assegnare il campo a un gruppo di campi personalizzato

NOTA

In questa sezione viene descritto solo come assegnare il campo a un gruppo di campi personalizzato. Se invece desideri estendere un gruppo di campi standard con il nuovo campo personalizzato, consulta la sezione su aggiunta di campi personalizzati a gruppi di campi standard.

Sotto Assegna a, seleziona Gruppo di campi. Se lo schema utilizza una classe standard, questa è l’unica opzione disponibile ed è selezionata per impostazione predefinita.

Successivamente, è necessario selezionare un gruppo di campi al quale associare il nuovo campo. Inizia a digitare il nome del gruppo di campi nell’input di testo fornito. Se esistono gruppi di campi personalizzati corrispondenti all’input, questi verranno visualizzati nell’elenco a discesa. In alternativa, è possibile digitare un nome univoco per creare un nuovo gruppo di campi.

Seleziona gruppo di campi

AVVERTENZA

Se si seleziona un gruppo di campi personalizzato esistente, anche gli altri schemi che utilizzano tale gruppo di campi ereditano il campo appena aggiunto dopo il salvataggio delle modifiche. Per questo motivo, selezionare un gruppo di campi esistente solo se si desidera questo tipo di propagazione. In caso contrario, è consigliabile creare un nuovo gruppo di campi personalizzato.

Dopo aver selezionato il gruppo di campi dall’elenco, seleziona Applica.

Applica campo

Il nuovo campo viene aggiunto all’area di lavoro e gli viene assegnato il namespace sotto il ID tenant per evitare conflitti con i campi XDM standard. Il gruppo di campi a cui è stato associato il nuovo campo viene visualizzato anche in Gruppi di campi nella barra a sinistra.

ID tenant

NOTA

Gli altri campi forniti dal gruppo di campi personalizzato selezionato vengono rimossi dallo schema per impostazione predefinita. Se desideri aggiungere alcuni di questi campi allo schema, seleziona un campo appartenente al gruppo, quindi seleziona Gestire i campi correlati nella barra a destra.

Assegnare il campo a una classe personalizzata

Sotto Assegna a, seleziona Classe. Il campo di input seguente viene sostituito con il nome della classe personalizzata dello schema corrente, che indica che il nuovo campo verrà assegnato a questa classe.

Il Classe opzione selezionata per la nuova assegnazione di campi.

Continua a configurare il campo come desiderato e seleziona Applica al termine.

Applica per il nuovo campo.

Il nuovo campo viene aggiunto all’area di lavoro e gli viene assegnato il namespace sotto il ID tenant per evitare conflitti con i campi XDM standard. Selezionando il nome della classe nella barra a sinistra, il nuovo campo viene visualizzato come parte della struttura della classe.

Il nuovo campo applicato alla struttura della classe personalizzata, rappresentata nell’area di lavoro.

Aggiungere campi personalizzati alla struttura dei gruppi di campi standard

Se lo schema su cui stai lavorando dispone di un campo di tipo oggetto fornito da un gruppo di campi standard, puoi aggiungere campi personalizzati a tale oggetto standard.

AVVERTENZA

Tutti i campi aggiunti a un gruppo di campi in uno schema verranno visualizzati anche in tutti gli altri schemi che utilizzano lo stesso gruppo di campi. Inoltre, se un campo personalizzato viene aggiunto a un gruppo di campi standard, tale gruppo verrà convertito in un gruppo di campi personalizzato e il gruppo di campi standard originale non sarà più disponibile.

Se hai partecipato alla versione beta di questa funzione, riceverai una finestra di dialogo che ti informa sui gruppi di campi standard che hai personalizzato in precedenza. Dopo aver selezionato Riconosci, le risorse elencate vengono convertite in gruppi di campi personalizzati.

Finestra di dialogo di conferma per convertire i gruppi di campi standard

Per iniziare, seleziona il segno più (+) accanto alla radice dell'oggetto fornito dal gruppo di campi standard.

Aggiungi campo all'oggetto standard

Viene visualizzato un messaggio di avviso che richiede di confermare se si desidera convertire il gruppo di campi standard. Seleziona Continua a creare il gruppo di campi per procedere.

Conferma conversione gruppo di campi

L’area di lavoro viene nuovamente visualizzata con un segnaposto senza titolo per il nuovo campo. Il nome del gruppo di campi standard è stato aggiunto con "(Esteso)" per indicare che è stato modificato rispetto alla versione originale. Da qui, utilizza i controlli nella barra a destra per definire le proprietà del campo.

Campo aggiunto all'oggetto standard

Dopo aver applicato le modifiche, il nuovo campo viene visualizzato sotto lo spazio dei nomi dell’ID tenant all’interno dell’oggetto standard. Questo spazio dei nomi nidificato evita conflitti di nomi di campo all’interno del gruppo di campi stesso, al fine di evitare di interrompere le modifiche in altri schemi che utilizzano lo stesso gruppo di campi.

Campo aggiunto all'oggetto standard

Abilitare uno schema per il profilo cliente in tempo reale

Profilo cliente in tempo reale unisce dati provenienti da origini diverse per creare una visualizzazione completa di ogni singolo cliente. Se desideri che i dati acquisiti da uno schema partecipino a questo processo, devi abilitare lo schema per l’utilizzo in Profile.

IMPORTANTE

Per abilitare uno schema per Profile, deve avere un campo di identità principale definito. Consulta la guida su definizione dei campi di identità per ulteriori informazioni.

Per abilitare lo schema, inizia selezionando il nome dello schema nella barra a sinistra, quindi seleziona la Profilo attiva la barra a destra.

Viene visualizzato un popover che avvisa che uno schema, una volta attivato e salvato, non può essere disattivato. Seleziona Abilita per continuare.

L’area di lavoro viene nuovamente visualizzata con Profilo attiva/disattiva.

IMPORTANTE

Poiché lo schema non è ancora stato salvato, questo è il punto di non ritorno se cambi idea su come consentire allo schema di partecipare a Real-Time Customer Profile: una volta salvato uno schema abilitato, non può più essere disabilitato. Seleziona la Profilo attiva di nuovo per disabilitare lo schema.

Per completare il processo, selezionare Salva per salvare lo schema.

Lo schema è ora abilitato per l’utilizzo in Real-Time Customer Profile. Quando Platform acquisisce i dati in set di dati basati su questo schema, questi verranno incorporati nei dati del profilo amalgamati.

Modifica dei nomi visualizzati per i campi schema

Dopo aver assegnato una classe e aggiunto gruppi di campi a uno schema, puoi modificare i nomi visualizzati di qualsiasi campo dello schema, indipendentemente dal fatto che tali campi siano stati forniti da risorse XDM standard o personalizzate.

NOTA

Tieni presente che i nomi visualizzati dei campi che appartengono a classi o gruppi di campi standard possono essere modificati solo nel contesto di uno schema specifico. In altre parole, la modifica del nome visualizzato di un campo standard in uno schema non influisce sugli altri schemi che utilizzano la stessa classe o lo stesso gruppo di campi associato.

Dopo aver apportato modifiche ai nomi visualizzati dei campi di uno schema, tali modifiche vengono immediatamente applicate a tutti i set di dati esistenti basati su tale schema.

Per modificare il nome visualizzato di un campo schema, seleziona il campo nell’area di lavoro. Nella barra a destra, inserisci il nuovo nome in Nome visualizzato.

Seleziona Applica nella barra a destra, e l’area di lavoro si aggiorna per mostrare il nuovo nome visualizzato del campo. Seleziona Salva per applicare le modifiche allo schema.

Modificare la classe di uno schema

È possibile modificare la classe di uno schema in qualsiasi momento durante il processo di composizione iniziale prima che lo schema sia stato salvato.

AVVERTENZA

La riassegnazione della classe per uno schema deve essere eseguita con estrema cautela. I gruppi di campi sono compatibili solo con determinate classi, pertanto la modifica della classe reimposterà l’area di lavoro e tutti i campi aggiunti.

Per riassegnare una classe, selezionare Assegna sul lato sinistro dell’area di lavoro.

Viene visualizzata una finestra di dialogo in cui viene visualizzato un elenco di tutte le classi disponibili, incluse quelle definite dall’organizzazione (il proprietario è "Cliente") nonché le classi standard definite dall'Adobe.

Selezionare una classe dall'elenco per visualizzarne la descrizione sul lato destro della finestra di dialogo. Puoi anche selezionare Anteprima struttura classe per visualizzare i campi e i metadati associati alla classe. Seleziona Assegna classe per continuare.

Viene visualizzata una nuova finestra di dialogo che richiede di confermare l'assegnazione di una nuova classe. Seleziona Assegna per confermare.

Dopo aver confermato la modifica della classe, l’area di lavoro verrà reimpostata e tutti gli avanzamenti della composizione andranno persi.

Passaggi successivi

Questo documento illustra le nozioni di base sulla creazione e la modifica di schemi nell’interfaccia utente di Platform. Si consiglia vivamente di rivedere tutorial sulla creazione di schemi per un flusso di lavoro completo per la creazione di uno schema completo nell’interfaccia utente, inclusa la creazione di gruppi di campi personalizzati e tipi di dati per casi d’uso univoci.

Per ulteriori informazioni sulle funzionalità di Schemi Workspace, consulta la sezione Schemi panoramica di workspace.

Per scoprire come gestire gli schemi in Schema Registry API, consulta guida all’endpoint degli schemi.

In questa pagina