Note sulla versione di Privacy Service

Questo documento contiene informazioni sulle nuove funzioni di Adobe Experience Platform Privacy Service, nonché miglioramenti e correzioni di bug importanti.

NOTA

Le ultime note sulla versione di altri servizi Experience Platform sono disponibili qui.

9 settembre 2020

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Supporto per LGPD (Brasile) I lavori per la privacy possono ora essere creati nell'ambito della normativa brasiliana Lei Geral de Proteção de Dados (LGPD). Tali lavori vengono tracciati in base al codice di regolamentazione lgpd_bra.

8 aprile 2020

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Supporto PDPA Privacy Le richieste possono ora essere create e monitorate in base al Personal Data Protection Act (PDPA) in Thailandia. Quando si effettuano richieste di privacy nell'API, l'array regulation accetta il valore "pdpa_tha".
Tipi di namespace nell’interfaccia Ora è possibile specificare diversi tipi di spazio nomi nel Generatore di richieste nell'interfaccia Privacy Service. Per ulteriori informazioni, vedere la guida utente.
Obsoleto endpoint precedente Il vecchio endpoint API (data/privacy/gdpr) è stato dichiarato obsoleto.

14 gennaio 2020

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Privacy Service rebranding L'ex "GDPR Service" è stato rinominato in Privacy Service poiché il servizio è cresciuto fino a supportare altre normative oltre al GDPR.
Nuovi endpoint API Il percorso di base per l'API Privacy Service è stato aggiornato da /data/privacy/gdpr a /data/core/privacy/jobs
Nuova proprietà regulation obbligatoria Durante la creazione di nuovi processi nell'API Privacy Service, nel payload della richiesta deve essere specificata una proprietà regulation per indicare quale regola tenere traccia del processo. I valori accettati sono gdpr e ccpa. Per ulteriori informazioni, consultare il documento sui processi di privacy nella Privacy Service guida per gli sviluppatori.
Supporto per autenticazione Adobe Primetime Privacy Service accetta ora le richieste di accesso/eliminazione autenticazione Adobe Primetime, utilizzando primetimeAuthentication come valore del prodotto. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione sull'autenticazione Primetime.

Miglioramenti

  • Privacy Service Miglioramenti dell’interfaccia utente:
    • Pagine separate per il monitoraggio dei processi per le normative GDPR e CCPA.
    • Nuovo menu a discesa Tipo di regolamento per passare dai dati di tracciamento per GDPR e CCPA.

25 luglio 2019

Nuove funzionalità

Funzione Descrizione
Pannello Metriche richieste Il nuovo dashboard delle metriche nell' Privacy Service interfaccia utente offre visibilità sulle richieste GDPR inviate, errate e completate.
Request Builder Per le organizzazioni di assistenza con utenti tecnici e non tecnici che inviano richieste GDPR, all’interfaccia utente è stata aggiunta la funzionalità "Crea richiesta". La funzionalità di invio dei file JSON è ancora disponibile nell'interfaccia Privacy Service per le organizzazioni che preferiscono continuare a utilizzarla.
Notifiche evento processo GDPR Le notifiche degli eventi relative agli stati dei processi GDPR sono un elemento critico per molti flussi di lavoro. Sebbene in precedenza le notifiche venivano servite tramite notifiche e-mail singole, le notifiche evento GDPR sono messaggi che sfruttano eventi Adobe I/O, che vengono inviati a un webhook configurato per facilitare l'automazione della richiesta di un processo. Privacy Service Gli utenti dell'interfaccia utente possono iscriversi eventi GDPR di Adobe I/O per ricevere aggiornamenti al termine di un processo relativo a un prodotto o al GDPR.

18 aprile 2019

Miglioramenti

  • Intervallo predefinito per la tabella di stato nell'interfaccia utente di Privacy Service modificato in un intervallo di 7 giorni.
  • Migliore gestione delle eccezioni interne.
  • Prestazioni migliorate grazie all'introduzione del caching per le chiamate interne comuni con basse velocità di modifica dei dati.

Correzioni di bug

  • Sono state aggiunte informazioni di registrazione mancanti per le query filtrate per l'endpoint GET / nell'API Privacy Service.

11 aprile 2019

Miglioramenti

  • Interfaccia utente aggiornata per supportare nuove funzionalità per i clienti beta
  • Nuove API metriche per il supporto delle funzionalità di UI 2.0 nella versione beta

9 aprile 2019

Miglioramenti

  • Sono state aggiornate tutte le chiamate API di ricerca (GET) per impostazione predefinita a un intervallo di lookback di 30 giorni
  • Utilizzo API limitato per un intervallo massimo di lookback di 45 giorni

14 febbraio 2019

Miglioramenti

  • Applica il campo include in ogni invio di POST.
  • Applica il campo include durante il caricamento di JSON.

Correzioni di bug

  • È stato risolto un problema che impediva ai clienti di caricare l'interfaccia Privacy Service.

In questa pagina