Rendering di Forms

Esempi ed esempi in questo documento sono solo per AEM Forms in ambiente JEE.

Informazioni sul servizio Forms

Il servizio Forms consente di creare applicazioni client interattive per l’acquisizione di dati che consentono di convalidare, elaborare, trasformare e distribuire i moduli generalmente creati in Designer. Gli autori dei moduli possono sviluppare una singola struttura del modulo che il servizio Forms esegue in formato PDF, SWF o HTML in vari ambienti del browser.

Quando un utente finale richiede un modulo, un'applicazione client invia la richiesta al servizio Forms, che restituisce il modulo in un formato appropriato. Non appena il servizio Forms riceve una richiesta, unisce i dati a una struttura del modulo e quindi distribuisce il modulo nel formato desiderato. L’output del servizio Modulo è un modulo interattivo, in genere un documento PDF. Un modulo interattivo consente agli utenti di compilare i campi presenti nel modulo.

A seconda del tipo di applicazione client, è possibile scrivere il modulo in un browser Web client o salvarlo come file PDF. Un’applicazione basata sul web può scrivere il modulo nel browser web. Un’applicazione desktop può salvare il modulo come file PDF. Per illustrare come eseguire la scrittura in un browser Web e in un file PDF, gli avvii rapidi che si trovano nella sezione Rendering Forms sono organizzati nel modo seguente:

  • Gli esempi di API Java fortemente tipizzati (modalità SOAP) sono un servlet Java.
  • Gli esempi di servizi web (Java Base64) sono un servlet Java.
  • Gli esempi di servizio Web (MTOM) sono un’applicazione console (non tutti gli avvii rapidi hanno un esempio MTOM).
NOTA

Per informazioni sulla creazione di un'applicazione Web che utilizza servlet java per richiamare il servizio Forms, vedere Creazione di applicazioni Web per il rendering di Forms.

È possibile passare una struttura del modulo (un file XDP) o un documento PDF al servizio Forms utilizzando uno dei due modi seguenti:

  • È possibile fare riferimento alla struttura del modulo utilizzando un valore URL. Questo approccio comporta l’utilizzo di un oggetto URLSpec. La directory principale del contenuto viene trasmessa al servizio Forms utilizzando il metodo URLSpec dell'oggetto setContentRootURI. Il nome della struttura del modulo ( formQuery) viene passato come parametro separato. I due valori vengono concatenati per ottenere il riferimento assoluto alla struttura del modulo. (La maggior parte degli avvii rapidi che si trovano nella sezione Rendering Forms utilizza questo approccio.)
  • È possibile passare un com.adobe.idp.Document contenente la struttura del modulo al servizio Forms. Due nuovi metodi denominati renderPDFForm2 e renderHTMLForm2 accettano un oggetto com.adobe.idp.Document contenente una struttura del modulo. (Consulta Trasmissione di documenti al servizio Forms

Puoi eseguire queste attività utilizzando il servizio Forms:

In questa pagina