Risoluzione dei problemi di recapito messaggi

Di seguito sono riportate alcune best practice che possono aiutare a identificare e risolvere i problemi di recapito messaggi.

Identificare un problema di recapito messaggi

Per identificare un possibile problema, gli elementi elencati in quella pagina può attirare la sua attenzione.

Le cause del potenziale di ipotesia

Fai le seguenti domande per identificare le possibili cause del problema di recapito messaggi:

  • C'è stato un recente cambiamento nella segmentazione dell'elenco?
  • Ho acquisito nuove fonti di dati?
  • Ho inviato accidentalmente un file in quarantena?
  • Il problema potrebbe essere dovuto al mio contenuto del messaggio?
  • Invia frequentemente abbastanza per mantenere gli IP caldi?
  • Sto segmentando le mie invii per attività/impegno, o inviando file completi?
  • Qual è il segmento "sicuro" del file in termini di aggiornamento?
  • Sono state implementate strategie di riattivazione e riconferma per i segmenti che non sono definiti sicuri?

Risolvere il problema

Reclami

Reclami sono definiti dagli abbonati che segnalano l’e-mail come spam premendo il pulsante corrispondente dalla loro casella in entrata.

Se il problema di consegna è stato causato da reclami:

  • Devi cercare di determinare perché i destinatari si lamentano.
  • Puoi anche considerare di spostare il collegamento per l’annullamento all’abbonamento nella parte superiore dell’e-mail. Questo incoraggerà gli abbonati a annullare l’iscrizione invece di lamentarsi con il pulsante spam.

I mittenti possono raccogliere una grande quantità di informazioni dai loro circuito di retroazione reclami:

  • È importante mettere da parte i dati e cercare pattern in elementi come la sorgente di consenso, per quanto tempo l’indirizzo è stato sottoscritto o anche in determinate caratteristiche demografiche comportamentali.
  • I reclami possono spesso identificare un’origine dati o un segmento rischiosi all’interno del file. Risky è definito come più probabile lamentarsi, che può danneggiare la reputazione, e a sua volta, tariffe casella in entrata.

I reclami provengono anche dagli abbonati che semplicemente non desiderano più ricevere e-mail:

  • Questo può spesso essere dovuto a messaggi in eccesso, la percezione del messaggio da parte degli abbonati, che non si aspettavano il messaggio o che non si ricordavano di aver acconsentito.
  • È inoltre importante eseguire un controllo di audit per garantire che tutti i punti di raccolta siano chiari e che nei punti di acquisizione non siano presenti caselle di controllo preselezionate.
  • È inoltre necessario inviare un messaggio e-mail di benvenuto quando gli abbonati decidono di impostare il tono e spiegare quanto spesso possono aspettarsi di ricevere e-mail da te.

Validità dei dati

Rimbalzi netti si verifica quando si invia a un indirizzo non recapitato presso un ISP. Un indirizzo può non essere recapitato per molti motivi, ad esempio:

  • Indirizzo errato. Questo problema può essere risolto con un servizio di convalida dei dati in tempo reale o richiedendo un consenso confermato prima di inviare e-mail di marketing a tale indirizzo.
  • Elenco o origine dati non validi. Se proviene da una nuova origine, controlla in che modo gli indirizzi sono stati raccolti e assicurati che sia presente l’autorizzazione.
  • Invio a un indirizzo che era in una volta attivo, ma è stato chiuso o terminato dopo un periodo di inattività.

Coinvolgimento

Oltre alle denunce e alla validità dei dati, gli ISP si concentrano più che mai su coinvolgimento positivo prendere decisioni in materia di consegna. Stanno cercando di vedere se i tuoi abbonati stanno aprendo le tue e-mail, o cancellarle senza leggerle. Poiché non condividono questi dati con i mittenti, dobbiamo utilizzare le informazioni disponibili e tradurre aperture/clic/transazioni come coinvolgimento.

Come parte della manutenzione continua della reputazione, è importante comprendere quanto gli abbonati sono sulla tua lista e sviluppare un gerarchia dei rischi di recente per gli abbonati su ciascun file. La recency è definita come data dell’ultima apertura/clic/transazione o registrazione. Questo intervallo temporale può differire in verticale. Per effettuare questo collegamento:

  1. Determinare i segmenti attivi ("sicuri") per ogni verticale. Si tratta in genere di abbonati che sono stati attivi negli ultimi 3-6 mesi.
  2. Riduci la frequenza agli inattivi.
  3. Crea un rilancio serie per inattivi a rischio moderati. Questo è tipicamente 6-9 mesi senza impegno.
  4. Sviluppa una campagna di riconferma per attività a rischio più elevato. Si tratta in genere di abbonati che non hanno mai effettuato un’e-mail in 9-12 mesi.
  5. Infine, imposta una regola di drop-off e rimuovi gli abbonati che non hanno aperto le tue e-mail in 'x' mesi. In genere consigliamo più di 12 mesi, ma questo può differire in base al ciclo di vendita e di acquisto.

In questa pagina