Pubblicazione di un evento transazionale

Una volta configurazione l’evento è pronto per essere pubblicato. Di seguito sono descritti i passaggi per visualizzare in anteprima, pubblicare, annullare la pubblicazione ed eliminare un evento.

IMPORTANTE

Solo Amministratori funzionali dispone dei diritti appropriati per pubblicare le configurazioni dell’evento.

È disponibile un grafico che illustra l’intero processo di pubblicazione dei messaggi transazionali, incluse le configurazioni di pubblicazione e annullamento della pubblicazione degli eventi, in questa sezione.

Al termine della pubblicazione:

Anteprima e pubblicazione di un evento

Prima di poter utilizzare l’evento, devi visualizzarlo in anteprima e pubblicarlo.

  1. Fai clic sul pulsante API preview per visualizzare una simulazione dell’API REST che verrà utilizzata dallo sviluppatore del sito web prima della sua pubblicazione.

    Una volta pubblicato l’evento, questo pulsante ti consente anche di visualizzare un’anteprima dell’API in produzione. Vedi Integrare l’attivazione dell’evento.

    NOTA

    L’API REST varia a seconda del canale selezionato e della dimensione di targeting selezionata. Per ulteriori dettagli sulle varie configurazioni, consulta questa sezione.

  2. Fai clic su Publish per avviare la pubblicazione.

    L’API che verrà utilizzata dallo sviluppatore del sito web viene distribuita e gli eventi transazionali possono ora essere inviati.

  3. Puoi visualizzare i registri di pubblicazione nella scheda corrispondente.

    IMPORTANTE

    Ogni volta che modifichi l’evento, devi fare clic su Publish per generare nuovamente l’API REST aggiornata che verrà utilizzata dallo sviluppatore del sito web.

    Una volta pubblicato l’evento, un messaggio sulle transazioni collegato al nuovo evento viene creato automaticamente.

  4. Puoi accedere direttamente a questo messaggio sulle transazioni tramite il collegamento situato nell’area a sinistra.

    NOTA

    Affinché l’evento attivi l’invio di un messaggio sulle transazioni, devi modificare e pubblicare il messaggio appena creato. Vedi Modifica e Pubblicazione di un messaggio sulle transazioni sezioni. Dovete anche integrare questo evento trigger nel sito web.

  5. Una volta che Adobe Campaign inizia a ricevere gli eventi relativi a questa configurazione di evento, puoi fare clic sul pulsante Latest transactional events link sotto History per accedere agli eventi più recenti inviati dal servizio di terze parti ed elaborati da Adobe Campaign.

Gli eventi (in formato JSON) sono elencati dal più recente al meno recente. Questo elenco consente di controllare i dati, ad esempio il contenuto o lo stato di un evento, a scopo di controllo e debug.

Annullamento della pubblicazione di un evento

La Unpublish consente di annullare la pubblicazione dell’evento, che elimina dall’API REST la risorsa corrispondente all’evento creato in precedenza.

Adesso, anche se l’evento viene attivato nel sito web, i messaggi corrispondenti non saranno più inviati e pertanto non verranno memorizzati nel database.

NOTA

Se hai già pubblicato il messaggio transazionale corrispondente, anche la pubblicazione del messaggio transazionale viene annullata. Vedi Annullamento della pubblicazione di un messaggio sulle transazioni.

Fai clic sul pulsante Publish per generare una nuova API REST.

Eliminazione di un evento

Una volta che un evento è stato annullato o se non è ancora stato pubblicato, puoi eliminarlo dall’elenco di configurazione dell’evento. Per eseguire questa operazione:

  1. Fai clic sul pulsante Adobe , nell’angolo in alto a sinistra, quindi seleziona Marketing plans > Transactional messages > Event configuration.

  2. Passa il puntatore del mouse sulla configurazione dell’evento desiderata e seleziona la Delete element pulsante .

    NOTA

    Assicurati che la configurazione dell’evento abbia Draft altrimenti non potrai eliminarlo. La Draft lo stato si applica a un evento non ancora pubblicato o che è stato non pubblicato.

  3. Fai clic sul pulsante Confirm.

IMPORTANTE

L’eliminazione di una configurazione di evento pubblicata e già utilizzata comporta anche l’eliminazione dei messaggi transazionali corrispondenti e dei relativi registri di invio e tracciamento.

In questa pagina