Modelli di hosting

Adobe Campaign offre una scelta di tre modelli di hosting, che offrono flessibilità e libertà nella scelta del modello migliore, o modelli adatti alle esigenze aziendali.

NOTA

Ad Adobe, gli ambienti ospitati, i passaggi principali di installazione e configurazione possono essere eseguiti solo per Adobe, ad esempio per configurare il server e personalizzare i file di configurazione dell’istanza. Per ulteriori informazioni sulle principali differenze tra le modalità di distribuzione, consulta questa pagina.

Managed Services / In hosting

Adobe Campaign può essere implementato come servizio gestito: tutti i componenti di Adobe Campaign, inclusa l’interfaccia utente, il motore di gestione dell’esecuzione e il database Campaign del cliente, sono interamente ospitati per Adobe, inclusi l’esecuzione di e-mail, le pagine mirror, il server di tracciamento e i componenti web rivolti all’esterno, come l’annullamento della sottoscrizione a un centro pagine/preferenze e le pagine di destinazione.

In qualità di cliente in hosting, la maggior parte dei passaggi di installazione e configurazione viene eseguita per Adobe. Puoi accedere alle seguenti sezioni per personalizzare la tua implementazione:

  • Configura il tracciamento e gli URL della pagina speculare per marchio. Per i messaggi transazionali, consulta questa sezione.
  • Installa la console client: fare riferimento a a questa sezione.
  • Ulteriori informazioni sugli strumenti di recapito messaggi e sulle best practice leggendo la documentazione dettagliata.
  • Configura le opzioni di Campaign: fare riferimento a a questa sezione.
  • Configurare i connettori di gestione delle relazioni con i clienti: fare riferimento a a questa sezione.

On-Premise

Adobe Campaign può essere implementato on-premise: tutti i componenti di Adobe Campaign, inclusa l’interfaccia utente, il motore di gestione dell’esecuzione e il database, risiedono sul sito nel data center del cliente. In questo modello di implementazione, il cliente gestisce tutti gli aggiornamenti e gli aggiornamenti software e hardware e un amministratore di database dedicato deve eseguire attività di manutenzione e ottimizzazione per garantire la gestione delle istanze di Campaign.

In qualità di cliente on-premise, prima di iniziare la distribuzione di Campaign Classic, è necessario soddisfare i seguenti prerequisiti e consigli:

Ibrido

Quando viene implementato come modello ibrido, il software della soluzione Adobe Campaign risiede on-premise sul sito del cliente e la gestione dell’esecuzione viene fornita come servizio cloud per Adobe. L’istanza di marketing Adobe Campaign è installata all’interno del firewall di un cliente, pertanto le informazioni personali identificabili (PII) rimangono interne e solo i dati necessari per personalizzare le e-mail vengono inviati al Cloud per l’esecuzione delle e-mail. L’istanza di esecuzione, ospitata nel cloud, riceve le richieste dall’istanza On-Premise di inviare e-mail. Questa istanza personalizza tutte le e-mail e le distribuisce. Nessun dato di alcun tipo viene memorizzato in modo permanente nel cloud.

In qualità di cliente ibrido, la maggior parte dei passaggi di installazione e configurazione viene eseguita per Adobe. Puoi accedere alle seguenti sezioni per personalizzare la tua implementazione:

  • Configurare i messaggi transazionali: fare riferimento a a questa sezione.
  • Configura il tracciamento e gli URL della pagina speculare per marchio. Per i messaggi transazionali, consulta questa sezione.
  • Installa la console client: fare riferimento a a questa sezione.
  • Installa pacchetti incorporati: fare riferimento a a questa sezione.
  • Consegna: configura regole MX e formati e-mail. Ulteriori informazioni sugli strumenti di recapito messaggi e sulle best practice leggendo la documentazione dettagliata.
  • Configura le opzioni di Campaign: fare riferimento a a questa sezione.
  • Configurare un database esterno (Federated Data Access): fare riferimento a a questa sezione.
  • Configurazione dei connettori di gestione delle relazioni con i clienti: fare riferimento a a questa sezione.
  • Per ulteriori informazioni sui principi di distribuzione di mid-sourcing, consulta questa sezione.

In questa pagina