Domande frequenti

Questa guida fornisce le risposte alle domande che vengono spesso poste in merito a Adobe Experience Platform Web SDK.

Cos’è Adobe Experience Platform Web SDK?

Adobe Experience Platform Web SDK è una libreria JavaScript lato client che consente di interagire con i vari servizi di Adobe Experience Cloud.

L’SDK per web invia i dati in modo indipendente dalla soluzione (XDM) alla rete Edge di Experienci Platform, che quindi li mappa su formati e destinazioni specifici della soluzione e li invia in tempo reale.

Per ulteriori informazioni su Web SDK, guarda il video seguente: Scopri Alloy.js e non aggiungere mai più tag per un eVar o una Mbox.

Quali sono le differenze tra Adobe Experience Platform Web SDK e le soluzioni precedenti?

Prima di Experienci Platform Web SDK

Attualmente, è necessario distribuire librerie JavaScript diverse in base a ogni singola soluzione.

  • Ogni soluzione ha la propria libreria JavaScript, il proprio schema e dominio.
  • Nessuna di queste librerie è stata creata per funzionare tra loro.
  • I casi di utilizzo tra soluzioni e Adobe Experience Platform richiedono che queste librerie diverse siano interdipendenti, causando attriti di distribuzione.

Anche se i tag in Platform semplificano la distribuzione e la gestione di queste librerie, esistono ancora problemi con:

  • Dimensioni della libreria (troppo codice Adobe in una pagina)
  • Prestazioni (il caricamento dei siti richiede troppo tempo)
  • Più chiamate per un singolo caso d’uso
  • In attesa del ritorno dell’ECID prima delle chiamate di personalizzazione (causa ritardo)
  • Raccolta di dati frammentati (cos’è un’eVar?)
  • Confusione di schemi tra soluzioni (A4T)
  • Molte altre cose meno ottimali

Inoltre, attualmente non esiste una libreria JavaScript che invia i dati direttamente a Adobe Experience Platform.

Con Experienci Platform Web SDK

Il nuovo Web SDK invia i dati per le seguenti soluzioni a un’unica destinazione (Edge Network Experience Platform) e risolve i casi d’uso più comuni per le soluzioni di cui sopra.

  • Adobe Analytics
  • Adobe Audience Manager
  • Adobe Target
  • ID visitatore
  • Adobe Experience Platform

Seguiranno altre soluzioni.

Adobe Experience Platform Web SDK può anche inviare dati direttamente a Adobe Experience Platform. Questi dati sono in formato XDM e sono mappati allo schema della soluzione lato server.

Qual è il valore di questo nuovo Web SDK?

Prestazioni: L’SDK per web è più piccolo rispetto all’utilizzo di tutte le librerie di Adobi correnti e fornisce caricamenti di pagina significativamente più veloci.

Semplicità La combinazione di XDM, Web SDK, tag, Edge Network, soluzioni Adobe Experience Cloud e Adobe Experience Platform crea una storia di raccolta dati facile da capire e da seguire.

  • XDM: Schema indipendente dalla soluzione utilizzato per inviare dati ad Adobe. Non è più possibile assegnare tag a eVar o mbox.
  • SDK per web: Semplifica l’invio e la ricezione di dati all’Edge Network di Adobe Experience Platform.
  • Tag: Semplifica la distribuzione e la configurazione dell’SDK per web (e di qualsiasi altro tag JavaScript) su un sito.
  • Edge Network: Indirizza facilmente i dati a Adobe Experience Platform e alle soluzioni nel formato richiesto.
  • Soluzioni Adobe Experience Platform e Adobe: Abilita la proposta di valore.

Controllo: Poiché tutti i dati utilizzano un flusso di dati singolo e connesso, è possibile seguire e controllare in modo logico l'aspetto dei dati ogni millisecondo del percorso, da e verso le applicazioni.

Moderno e pronto per il futuro: L’SDK per web e la sua connessione all’Edge Network hanno consentito all’Adobe di modernizzare in modo significativo il modo in cui Adobe gestisce la raccolta di dati, la personalizzazione, il consenso e il futuro dei cookie di terze parti. Abilita un dominio di prima parte, gestito da Adobe.

Time-to-value: Adobe ha lavorato sodo (e continuerà) per semplificare il più possibile l’implementazione dell’SDK web tramite tag e la mappatura dei dati lato client su XDM. Al termine di questo lavoro, tutte le altre soluzioni di Adobe e i servizi Adobe Experience Platform possono essere attivati o disattivati sul lato server. Ad esempio, se utilizzi questo per Adobe Analytics e desideri attivare Target o Experienci Platform, puoi semplicemente attivare la configurazione Datastream e illuminare questi casi d’uso.

Che cosa è l’alloy.js?

alloy.js è il nome della libreria JavaScript dell’SDK web. Vi si fa riferimento nel codice sorgente e nel nome file dell’SDK.

I clienti devono acquistare Adobe Experience Platform per utilizzare Web SDK?

No. Qualsiasi cliente di esperienza digitale Adobe può utilizzare gratuitamente Adobe Experience Platform Web SDK. Clienti che desiderano utilizzare Web SDK dovrà configurare le autorizzazioni corrette per la creazione di schemi, set di dati, spazi dei nomi delle identità e flussi di dati nell’interfaccia utente di Data Collection o nell’interfaccia utente di Experienci Platform.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione di queste autorizzazioni, consulta la documentazione su gestione autorizzazioni raccolta dati.

Chi deve utilizzare l’SDK per web?

Adobe Experience Platform Web SDK è stato sviluppato per i seguenti clienti:

  • Utenti Adobe Experience Platform

    • Se devi inviare i dati direttamente da un dispositivo a Adobe Experience Platform, questo è il metodo ufficialmente consigliato.
    • Adobe è consapevole del fatto che l’utilizzo del connettore Adobe Analytics è più veloce se si dispone già di Adobe Analytics, ma non rappresenta la strategia a lungo termine per la raccolta dei dati.
  • Clienti delle soluzioni Adobe Experience Cloud

    • I nuovi clienti di Adobe Analytics, Adobe Audience Manager e Adobe Target devono iniziare con il nuovo Web SDK e non utilizzare le librerie legacy.
    • I clienti esistenti che desiderano ottenere l’implementazione più ottimizzata possibile devono utilizzare il nuovo Web SDK.

Come posso accedere a Web SDK?

L’SDK per web è attualmente disponibile al pubblico e può essere utilizzato per inviare dati ai prodotti Adobe Experience Cloud. La capacità di inviare dati a soluzioni di terze parti sarà presto disponibile.

L’SDK è gratuito ed è ospitato gratuitamente da Adobe. Se necessario, è possibile scaricarlo e ospitarlo sui propri server senza alcun costo.

Web SDK richiede l’accesso a configurazioni dello stream di dati e l'Experience Platform Generatore di schemi XDM, affinché i server di Adobe possano gestire correttamente i dati in entrata provenienti dall’SDK. Se desideri ottenere l’accesso, contatta il team del tuo account di Adobe per avviare la procedura di richiesta.

Quali casi di utilizzo sono attualmente supportati dall’SDK per web?

L’SDK per web si sta evolvendo rapidamente. Si stanno elaborando altri casi d’uso. È possibile trovare elenco dei casi d’uso attualmente supportati qui.

I clienti attuali devono rinominare i tag dei loro siti?

Dipende. Adobe Experience Platform Web SDK può essere distribuito in due stili diversi. Un futuro documento di migrazione fornirà ulteriori dettagli.

  • Solo un altro tag: Se al sito sono già stati assegnati dei tag per le soluzioni e non puoi rinominarli, ma desideri inviare dati ad Edge Network di Adobe Experience Platform, ad Experience Platform casi d’uso o le prossime funzioni di inoltro degli eventi (vedi di seguito), puoi aggiungere alloy.js sul sito, dove funziona come "solo un altro tag".

  • L’unico tag: Se desideri utilizzare l’SDK web per una soluzione di Experience Cloud, devi utilizzarlo per tutto delle soluzioni sulla pagina. Ad esempio, se il tuo sito è già taggato per Adobe Analytics e desideri utilizzarlo per Target, devi utilizzarlo per entrambi, così come per qualsiasi altro in futuro.

In altre parole, se decidi di utilizzare Adobe Experience Platform Web SDK per casi di utilizzo non correlati alla soluzione, puoi assegnare al sito i tag alloy.js e andare avanti come se si trattasse di una nuova soluzione. Se desideri utilizzarlo per Adobe Analytics, Target o Audienci Manager o per i casi di utilizzo dell’applicazione, potrebbe essere necessario rimuovere uno qualsiasi dei codici legacy dalla pagina.

Posso eseguire la migrazione degli ECID quando inizio a utilizzare Web SDK in modo che i visitatori del mio sito web non inizino a essere visualizzati come nuovi visitatori?

Sì, Adobe Experience Platform Web SDK fornisce una funzione di migrazione delle identità. Segui le istruzioni per la migrazione degli ID in Documentazione di identità di Platform Web SDK per ulteriori dettagli.

Quali sono le differenze tra Web SDK e i tag?

  • Tag nell’Experience Platform gestisci il codice del dispositivo. Utilizzali per distribuire più facilmente il codice. Sono liberi e potenti.

  • Adobe Experience Platform Web SDK è il nome ufficiale del nuovo codice che verrebbe distribuito dai tag, ad Adobe nei casi di utilizzo. È anche libero e potente.

  • alloy.js è il nome file del codice Adobe Experience Platform Web SDK.

Devo utilizzare i tag per distribuire l’SDK web?

No. È possibile scaricare alloy.js archiviati.

Tuttavia:

  • Adobe Experience Platform Web SDK richiede un ID Datastream che consenta alla rete Edge di identificare il flusso e determinare cosa fare con i dati. Questo ID viene creato in Experienci Platform. Ciò non significa che devi utilizzare l’interfaccia utente per creare le proprietà o distribuire il codice JavaScript, ma che devi utilizzare i tag per creare un ID di configurazione.

  • I tag non sono solo i migliori gestori di tag e SDK disponibili, ma semplificano anche la distribuzione alloy.js e mappare i dati su schemi XDM. Se decidi di non utilizzare i tag, dovrai gestire la distribuzione alloy.js, eventi e mappatura dei dati in XDM prima di inviarli. Questo è un molto processo più difficile rispetto all’utilizzo dei tag.

  • È consigliabile utilizzare i tag per distribuire alloy.js, anche se è l’unico tag per cui lo utilizzi.

Cos’è l’inoltro di eventi?

Se utilizzi i nostri SDK e invii XDM all’Edge Network, l’inoltro di eventi per queste nuove funzioni consente di installare nuove estensioni lato server e mappare tali dati su qualsiasi cosa, e inviarli ovunque, dalla nostra rete Edge. Considerala come una "raccolta dati come servizio". Il pacchetto sarà disponibile a pagamento, oltre ad essere incluso in Adobe Experience Platform.

Cos’è un dominio CNAME o di prima parte e perché è importante?

Ulteriori informazioni su un CNAME sono disponibili nel Documentazione di Adobe

Sì, attualmente l’SDK web utilizza un numero di cookie compreso tra uno e sette, a seconda dell’implementazione. Di seguito è riportato un elenco dei cookie che è possibile visualizzare con Web SDK e del modo in cui vengono utilizzati:

Nome
maxAge
Età amichevole
Descrizione
kndct_orgid_identity
34128000
395 giorni
Il cookie di identità memorizza l’ECID, nonché altre informazioni relative all’ECID.
kndctr_orgid_consent_check
7200
2 ore
Questo cookie basato su sessione segnala al server di cercare le preferenze di consenso lato server.
kndctr_orgid_consent
15552000
180 giorni
Questo cookie memorizza le preferenze di consenso dell’utente per il sito web.
kndctr_orgid_cluster
1800
30 minuti
Questo cookie memorizza l’area dell’Edge Network che soddisfa le richieste dell’utente corrente. L’area viene utilizzata nel percorso URL in modo che l’Edge Network possa indirizzare la richiesta all’area corretta. Questo cookie ha una durata di 30 minuti, pertanto se un utente si connette con un indirizzo IP diverso, la richiesta può essere indirizzata all’area più vicina.
mbox
63072000
2 anni
Questo cookie viene visualizzato quando l’impostazione di migrazione di Target è impostata su true. Questo consentirà a Target di cookie mbox deve essere impostato dall’SDK per web.
mboxEdgeCluster
1800
30 minuti
Questo cookie viene visualizzato quando l’impostazione di migrazione di Target è impostata su true. Questo cookie consente a Web SDK di comunicare il cluster Edge corretto a at.js in modo che i profili di Target possano rimanere sincronizzati mentre gli utenti si spostano all'interno di un sito.
AMCV_###@AdobeOrg
34128000
395 giorni
Questo cookie viene visualizzato solo quando è abilitata la migrazione degli ID su Adobe Experience Platform Web SDK. Questo cookie è utile per la transizione a Web SDK quando alcune parti del sito utilizzano ancora visitor.js. Consulta idMigrationEnabled per ulteriori informazioni.

Quando si utilizza l’SDK per web, l’Edge Network imposta uno o più cookie qui sopra. L’Edge Network imposta tutti i cookie con secure e sameSite="none" attributi.

Se al momento sul sito web sono presenti sezioni protette e non protette, ciò potrebbe interferire con l’identificazione dell’utente. Quando un utente passa da una sezione protetta del sito a una non protetta, l’Edge Network genera una nuova ECID con la richiesta.

Quali browser supporta Adobe Experience Platform Web SDK?

Adobe Experience Platform Web SDK è progettato per funzionare in modo ottimale nelle versioni più recenti di Google Chrome, Safari, Firefox, Internet Explorer 11 e Microsoft Edge Chromium. Potresti riscontrare problemi nell’utilizzo di alcune funzioni nelle versioni precedenti dei browser.

Dove è possibile ottenere ulteriori informazioni su Adobe Experience Platform Web SDK?

Supporto di Internet Explorer support-internet-explore

Questo SDK utilizza le promesse, un metodo per comunicare il completamento di attività asincrone. Il Promessa L'implementazione utilizzata dall'SDK è supportata in modalità nativa da tutti i browser di destinazione eccetto Internet Explorer. Per utilizzare l’SDK su Internet Explorer, devi avere window.Promise poleriempito.

Per determinare se si dispone già di window.Promise poleriempito:

  1. Apri il sito web in Internet Explorer.
  2. Apri la console di debug del browser.
  3. Tipo window.Promise nella console, quindi premere Invio.

Se qualcosa di diverso da undefined è probabile che sia già stato eseguito il polyfill window.Promise. Un altro modo per determinare se window.Promise è polyfill è caricando il tuo sito web dopo aver completato le istruzioni di installazione di cui sopra. Se l’SDK genera un errore nel menzionare qualcosa su una promessa, probabilmente non sei stato polilemizzato window.Promise.

Se hai stabilito che devi riempire il computer window.Promise, includi il seguente tag script sopra il codice di base fornito in precedenza:

<script src="https://cdn.jsdelivr.net/npm/promise-polyfill@8/dist/polyfill.min.js"></script>

Questo tag carica uno script che assicura che window.Promise è un’implementazione Promise valida.

NOTE
Se scegli di caricare un’implementazione Promise diversa, assicurati che supporti Promise.prototype.finally.

Supporto di Internet Explorer

L’SDK di Adobe Experience Platform utilizza le promesse, un metodo per comunicare il completamento di attività asincrone. Il Promessa L'implementazione utilizzata dall'SDK è supportata in modalità nativa da tutti i browser di destinazione eccetto Internet Explorer. Per utilizzare l’SDK su Internet Explorer, devi avere window.Promise poleriempito.

Una libreria che potresti utilizzare per il polyfill della promessa è promise-polyfill. Consulta la documentazione promise-polyfill per ulteriori informazioni su come eseguire l'installazione con NPM.

NOTE
Se scegli di caricare un’implementazione Promise diversa, assicurati che supporti Promise.prototype.finally.
recommendation-more-help
ad108910-6329-42f1-aa1d-5920a2b13636