Metadati in Visualizza Risorse metadata

Con metadati si intendono i dati o la descrizione dei dati. Ad esempio, le immagini come risorsa possono contenere informazioni sulla fotocamera con cui sono state scattate o su eventuale copyright. Queste informazioni sono metadati dell’immagine. I metadati sono fondamentali per una gestione efficiente delle risorse. I metadati raccolgono tutti i dati disponibili per una risorsa, ma non sono necessariamente contenuti in essa.

I metadati consentono di categorizzare ulteriormente le risorse, cosa molto utile con il crescere della quantità di informazioni digitali. Ricorrendo solo ai nomi dei file, alle miniature e alla memoria dell’utente, è possibile gestire alcune centinaia di file. Tuttavia, questo approccio non è scalabile. E diventa praticamente inutile quando aumentano sia il numero di persone coinvolte che il numero di attività gestite.

Con l’aggiunta dei metadati, il valore di una risorsa digitale aumenta, perché la risorsa diventa:

  • Più accessibile: i sistemi e gli utenti possono trovarla facilmente.
  • Più semplice da gestire: puoi trovare e modificare più facilmente le risorse che hanno uno stesso set di proprietà.
  • Completa: la risorsa contiene più informazioni e contesto grazie a un maggior numero di metadati.

Per questi motivi, Assets offre i mezzi giusti per creare, gestire e scambiare metadati per le risorse digitali.

Visualizzare i metadati view-metadata

Per visualizzare i metadati di una risorsa, cerca la risorsa, selezionala e fai clic su Dettagli nella barra degli strumenti.

Visualizzare i metadati di una risorsa

Figura: per visualizzare una risorsa e i relativi metadati, fai clic su Dettagli  nella barra degli strumenti o fai doppio clic sulla risorsa.

I metadati di base quali titolo, descrizione e data di caricamento sono disponibili nella scheda Base. La scheda Avanzate contiene metadati più avanzati, ad esempio il modello della fotocamera, i dettagli dell’obiettivo e i geotag. La scheda Tag contiene tag applicati automaticamente in base al contenuto dell’immagine.

Aggiornare i metadati update-metadata

Una volta che l’amministratore ha configurato il modulo metadati, è possibile aggiornare manualmente gli altri campi. Potrebbe essere utile modificare tale impostazione, in quanto viene letta solo in base al modulo di metadati predefinito.

Tag avanzati smart-tags

Experience Manager Assets utilizza l’intelligenza artificiale fornita da Adobe Sensei per applicare automaticamente tag rilevanti a tutte le risorse caricate. Questi tag, o “tag avanzati”, consentono di velocizzare le attività relative ai contenuti dei progetti grazie alla possibilità di trovare rapidamente le risorse rilevanti. I tag avanzati sono un esempio di metadati non contenuti nell’immagine.

I tag avanzati vengono applicati quasi in tempo reale e vengono generati in base al contenuto dell’immagine. Quando carichi una risorsa, sulla sua miniatura viene inizialmente visualizzata la dicitura In elaborazione. Una volta completata l’elaborazione, puoi visualizzare i metadati e i tag avanzati.

Visualizzare i tag avanzati di una risorsa

Figura: per visualizzare i tag avanzati di una risorsa, fai clic su Dettagli  nella barra degli strumenti o fai doppio clic sulla risorsa.

I tag avanzati contengono anche un punteggio di affidabilità in percentuale. Indica l’affidabilità associata al tag applicato. È possibile moderare i tag avanzati applicati automaticamente.

Aggiungere o aggiornare le parole chiave manually-tag

Puoi aggiungere più tag alle risorse, oltre ai tag avanzati che vengono aggiunti automaticamente utilizzando servizio intelligente Adobe Sensei. Apri una risorsa per l’anteprima, fai clic su Tag e digita le parole chiave desiderate nel campo Parole chiave. Per aggiungere il tag, premi Invio. Assets view indicizza la parola chiave quasi in tempo reale e dopo poco il tuo team può già cercare le risorse aggiornate utilizzando le nuove parole chiave.

Dalla sezione Tag avanzati puoi anche rimuovere i tag aggiunti automaticamente da Assets view a tutte le risorse caricate.

Gestione della tassonomia taxonomy-management

I tag possono anche essere nidificati in una gerarchia per supportare relazioni come categoria e sottocategoria. Se devi inserire dei tag gerarchici, questi vengono facilmente gestiti dall’amministratore nella sezione Gestione tassonomia delle Impostazioni. Puoi creare un set regolamentato di spazi dei nomi e tag a cui tutti gli utenti possono accedere per l’utilizzo durante la descrizione del contenuto. Solo gli amministratori possono impostare gerarchie di tag nella Gestione tassonomia garantendo che i valori siano controllati e utilizzati in modo coerente.

Configurare i moduli di metadati metadata-forms

La vista Risorse fornisce molti campi di metadati standard per impostazione predefinita. Spesso le organizzazioni hanno l’esigenza di aggiungere altri metadati, specifici per l’azienda. I moduli di metadati consentono alle aziende di aggiungere campi di metadati personalizzati alla pagina Dettagli di una risorsa. I metadati specifici per l’azienda migliorano la governance e l’individuazione delle risorse. Puoi creare nuovi moduli o riutilizzare quelli esistenti.

Puoi configurare i moduli di metadati per diversi tipi di risorse (diversi tipi MIME). Utilizza un modulo con lo stesso nome del tipo MIME del file. La vista Risorse abbina automaticamente il tipo MIME delle risorse caricate al nome del modulo e aggiorna i metadati delle risorse caricate in base ai campi del modulo.
La vista Risorse utilizza la seguente sequenza per cercare i nomi dei moduli di metadati esistenti per applicare i campi di metadati alle risorse caricate di un particolare tipo:

Sottotipo MIME > Tipo MIME > Modulo default > Modulo fornito con il prodotto

Ad esempio, se è presente un modulo di metadati denominato PDF o pdf, i documenti PDF caricati contengono i campi di metadati definiti in tale modulo. Se un modulo di metadati viene denominato PDF o pdf non esiste, la visualizzazione delle risorse corrisponde se è presente un modulo di metadati denominato application. Se è presente un modulo metadati denominato application, i documenti PDF caricati contengono campi di metadati definiti nel modulo. Se la vista Assets non trova un modulo di metadati corrispondente, cerca il default modulo di metadati per applicare ai documenti di PDF caricati i campi di metadati definiti nel modulo. Se nessuno di questi passaggi funziona, la vista Risorse applica i campi di metadati definiti nel modulo fornito con il prodotto a tutti i documenti di PDF caricati.
Anche se se si desidera assegnare un modulo di metadati a una cartella vedi.

IMPORTANT
Un nuovo modulo di metadati per un tipo di file specifico sostituisce interamente quello predefinito fornito da Assets view. Se elimini o rinomini un modulo di metadati, i campi di metadati predefiniti diventano di nuovo disponibili per le nuove risorse.

Per creare un modulo di metadati, effettua le seguenti operazioni:

  1. Nella barra a sinistra, fai clic su Impostazioni > Moduli metadati.

    opzione Moduli di metadati nella barra laterale a sinistra

  2. Fai clic su Crea in alto a destra nell’interfaccia utente.

  3. Assegna un nome al modulo, quindi fai clic su Crea.

  4. Nella barra a destra, specifica un nome per la scheda in Impostazioni.

  5. Da Componenti nella barra a sinistra, trascina i componenti richiesti su una scheda del modulo. Trascina i componenti nella sequenza desiderata.

    opzione oduli di metadati nella barra laterale a sinistra

    Figura: Interfaccia per la creazione di moduli di metadati, con opzioni che consentono di aggiungere componenti e visualizzare l’anteprima del modulo.

  6. Per ogni componente, specifica un nome nelle Impostazioni nella barra a destra e una mappatura con le proprietà supportate.

  7. Se necessario, per un singolo componente, seleziona Obbligatorio per rendere obbligatorio il campo di metadati e seleziona Solo lettura per impedire la modifica del campo nella pagina Dettagli della risorsa.

  8. Se necessario, fai clic su Anteprima per visualizzare in anteprima il modulo che stai creando.

  9. Se necessario, aggiungi altre schede e i relativi componenti in ogni scheda.

  10. Dopo aver completato il modulo, fai clic su Salva.

Guarda questo video per visualizzare la sequenza di passaggi:

Dopo aver creato il modulo, quest’ultimo viene applicato automaticamente quando gli utenti caricano una risorsa del tipo MIME corrispondente.

Per creare un nuovo modulo riutilizzandone uno esistente, seleziona un modulo di metadati e fai clic su Copia nella barra degli strumenti, specifica un nome e fai clic su Conferma. A questo punto puoi modificare il modulo di metadati. Quando modifichi un modulo, quest’ultimo viene utilizzato per le risorse caricate in seguito alla modifica. L’operazione non modifica le risorse esistenti.

Componenti proprietà property-components

Puoi personalizzare il modulo metadati utilizzando uno dei seguenti componenti proprietà. Trascina il tipo di componente sul modulo nella posizione desiderata e modifica le impostazioni del componente.
Di seguito è riportata una panoramica di ciascun tipo di proprietà e della relativa modalità di archiviazione.

Nome componente
Descrizione
Contenitore pannello a soffietto
Aggiungi un’intestazione comprimibile per un elenco di proprietà e componenti comuni. Per impostazione predefinita, può essere espanso o compresso.
Testo su riga singola
Aggiungi una proprietà di testo a riga singola.
Testo su più righe
Aggiungi più righe di testo o un paragrafo. Si espande quando un utente digita per contenere tutto il contenuto.
Testo con più valori
Aggiungi una proprietà di testo con più valori.
Numero
Aggiungi un componente numero.
Casella di selezione
Aggiungi un valore booleano. Memorizzato come TRUE o FALSE dopo il salvataggio di un valore.
Data
Aggiungi un componente data.
Elenchi a discesa
Aggiungi un elenco a discesa.
Stato
Aggiungi la proprietà dello stato del repository (mappata a repo:state)
Stato risorsa
Aggiungi la proprietà predefinita Stato risorsa (mappata a dam:assetStatus)
Tag
Aggiungi un tag dai valori memorizzati in Gestione tassonomia (mappato a xcm:tags).
Parole chiave
Aggiungi parole chiave in formato libero (mappate a dc:subject).
Tag avanzati
Migliora le funzionalità di ricerca aggiungendo automaticamente tag di metadati.

Assegnare un modulo di metadati a una cartella assign-metadata-form-folder

Puoi anche assegnare un modulo di metadati a una cartella all’interno della distribuzione di visualizzazione delle risorse. Il modulo di metadati assegnato a una cartella in base al tipo MIME viene sovrascritto quando si applica manualmente un modulo di metadati a una cartella. Per tutte le risorse nella cartella, comprese le risorse nelle sottocartelle, vengono quindi visualizzate le proprietà definite nel modulo di metadati.

Per assegnare un modulo di metadati a una cartella:

  1. Passa a Impostazioni > Moduli di metadati e seleziona un modulo di metadati.

  2. Fai clic su Assegna a cartella.

  3. Seleziona la cartella e fai clic su Assegna. È possibile selezionare le cartelle facendo clic sui nomi delle cartelle.

    assegnare un modulo di metadati a una cartella

    Per assegnare un modulo di metadati alla cartella, puoi anche passare alla pagina dei dettagli della cartella e selezionare un modulo di metadati dalle proprietà della cartella, nel riquadro a destra.

    Modulo metadati dalle proprietà della cartella

Rimuovi modulo metadati dalle cartelle remove-metadata-form-folder

Dopo aver assegnato un modulo metadati a una o più cartelle, Experience Manager Assets consente inoltre di rimuovere il modulo metadati dalle cartelle selezionate.

Per rimuovere un modulo di metadati da una cartella:

  1. Passa a Impostazioni > Moduli di metadati e seleziona un modulo di metadati.

  2. Clic Rimuovi da cartelle. Viene visualizzato l’elenco delle cartelle assegnate al modulo metadati.

  3. Seleziona la cartella e fai clic su Rimuovi. È inoltre possibile selezionare più cartelle dall'elenco.

Puoi anche passare alla pagina dei dettagli della cartella e selezionare Modulo metadati mappato dal sistema dal Forms metadati per rimuovere il modulo di metadati assegnato da una cartella.

Passaggi successivi next-steps

recommendation-more-help
fbcff2a9-b6fe-4574-b04a-21e75df764ab