Best practice per la configurazione del database

Scopri le best practice per migliorare le prestazioni del database e utilizzarlo in modo efficiente durante l’implementazione di Adobe Commerce sull’infrastruttura cloud.

Prodotti interessati

Adobe Commerce sull’infrastruttura cloud

Convertire tutte le tabelle MyISAM in InnoDB

L'Adobe consiglia di utilizzare il motore di database InnoDB. In un'installazione predefinita di Adobe Commerce, tutte le tabelle del database vengono memorizzate utilizzando il motore InnoDB. Tuttavia, alcuni moduli di terze parti (estensioni) possono introdurre tabelle in formato MyISAM. Dopo aver installato un modulo di terze parti, controlla il database per identificare eventuali tabelle in myisam formattare e convertirli in innodb formato.

Determinare se un modulo include tabelle MyISAM

Puoi analizzare il codice del modulo di terze parti prima di installarlo, per determinare se utilizza le tabelle MyISAM.

Se è già stata installata un'estensione, eseguire la query seguente per determinare se nel database sono presenti tabelle MyISAM:

SELECT table_schema, CONCAT(ROUND((index_length+data_length)/1024/1024),'MB')
    AS total_size FROM information_schema. TABLES WHERE engine='myisam' AND table_schema
    NOT IN ('mysql', 'information_schema', 'performance_schema', 'sys');

Cambia il motore di archiviazione in InnoDB

In db_schema.xml file che dichiara la tabella, impostare engine valore di attributo per il corrispondente table nodo a innodb. Per maggiori informazioni, consulta Configura schema dichiarativo > nodo tabella nella documentazione per gli sviluppatori.

Lo schema dichiarativo è stato introdotto in Adobe Commerce sulla versione 2.3 dell’infrastruttura cloud.

Configura il motore di ricerca consigliato per la ricerca MySQL nativa

L’Adobe consiglia di configurare sempre Elasticsearch o OpenSearch per il progetto di infrastruttura cloud di Adobe Commerce, anche se prevedi di configurare uno strumento di ricerca di terze parti per l’applicazione Adobe Commerce. Questa configurazione fornisce un’opzione di fallback nel caso in cui lo strumento di ricerca di terze parti non riesca.

Il motore di ricerca utilizzato dipende dalla versione di Adobe Commerce su cloud installata:

  • Per Adobe Commerce 2.4.4 e versioni successive, utilizzare il servizio OpenSearch per la ricerca MySQL nativa.

  • Per le versioni precedenti di Adobe Commerce, utilizza Elasticsearch.

Per determinare quale motore di ricerca è attualmente in uso, eseguire il comando seguente:

./bin/magento config:show catalog/search/engine

Per le istruzioni di configurazione, consulta la Guida per gli sviluppatori per Adobe Commerce sul cloud:

Evita trigger personalizzati

Se possibile, evita di utilizzare trigger personalizzati.

Gli attivatori vengono utilizzati per registrare le modifiche nelle tabelle di controllo. L’Adobe consiglia di configurare l’applicazione per scrivere direttamente nelle tabelle di controllo, anziché utilizzare la funzionalità di attivazione per i seguenti motivi:

  • I trigger vengono interpretati come codice e MySQL non li precompila. Collegandosi allo spazio delle transazioni della query, il sovraccarico viene aggiunto a un parser e a un interprete per ogni query eseguita con la tabella.
  • I trigger condividono lo stesso spazio di transazione delle query originali e, mentre tali query competono per i blocchi della tabella, i trigger competono in modo indipendente sui blocchi di un'altra tabella.

Per informazioni sulle alternative all'utilizzo di trigger personalizzati, consulta Trigger MySQL.

Aggiorna ECE-Tools alla versione 2002.0.21 o successiva ece-tools-version

Per evitare potenziali problemi con deadlock cron, aggiorna ECE-Tools alla versione 2002.0.21 o successiva. Per istruzioni, consulta Aggiorna ece-tools version nella documentazione per gli sviluppatori.

Cambia la modalità di indicizzazione in modo sicuro

Cambiare gli indicizzatori genera data definition language (DDL) per creare trigger che possono causare blocchi del database. Per evitare questo problema, imposta il sito Web in modalità di manutenzione e disabilita i processi cron prima di modificare la configurazione.
Per istruzioni, consulta Configurare gli indici nel Guida alla configurazione di Adobe Commerce.

Non eseguire istruzioni DDL in produzione

Evita di eseguire istruzioni DDL nell’ambiente di produzione per evitare conflitti (come modifiche e creazioni di tabelle). Il setup:upgrade processo è un'eccezione.

Se devi eseguire un’istruzione DDL, imposta il sito web in modalità di manutenzione e disattiva cron (consulta le istruzioni per il passaggio sicuro degli indici nella sezione precedente).

Abilita archiviazione ordini

Abilita l’archiviazione degli ordini dall’amministratore per ridurre lo spazio necessario per le tabelle Vendite in base alla crescita dei dati dell’ordine. L'archiviazione consente di risparmiare spazio su disco MySQL e di migliorare le prestazioni di estrazione.

Consulta Abilita archiviazione nella documentazione di Adobe Commerce Merchant.

Informazioni aggiuntive

recommendation-more-help
754cbbf3-3a3c-4af3-b6ce-9d34390f3a60