Importare altri dati sulla spesa pubblicitaria

Il caricamento dei dati sulla spesa pubblicitaria consente di misurare il ROI della campagna sposando i costi pubblicitari e customer lifetime value (CLV) degli utenti acquisiti dalle campagne.

Caricamento dei dati sui costi della pubblicità

Il primo passaggio nell’analisi dei dati relativi ad annunci spesi è ottenere i dati. Poiché la maggior parte delle piattaforme pubblicitarie ti consentono di esportare rapporti, Adobe consiglia di esportare i dati non elaborati dalla piattaforma di annunci e caricarli direttamente in Commerce Intelligence senza alcuna manipolazione. Puoi eseguire operazioni sui dati presenti nella Data Warehouse, quindi non è necessario raddoppiare gli sforzi.

Dopo aver esportato i dati sulla spesa pubblicitaria, utilizza File Upload funzionalità per inserire i dati nella Data Warehouse. Puoi caricare nuovi dati nello stesso Commerce Intelligence tabella nel tempo.

Origini offline

Oltre alle campagne online, è possibile che siano presenti anche annunci non in linea, ad esempio alla radio o su un cartellone pubblicitario. Per tenere conto di questi casi, puoi caricare manualmente un foglio di calcolo con i dati dei costi in Commerce Intelligence.

La struttura della tabella illustrata di seguito è consigliata per la creazione di un .csv file per registrare i dati relativi alle spese pubblicitarie. Nella parte inferiore di questo argomento viene inoltre allegato un file modello da utilizzare come esempio. Le colonne consigliate sono:

  • ID : identificatore univoco per ogni riga di dati utilizzata dal database come chiave primaria. Deve essere diverso per ogni riga.
  • Date : data di esecuzione della campagna, in formato aaaa-mm-gg.
  • Amount - Questo è l'importo speso per la campagna.
  • campaign - Nome della campagna. Se sta usando Google Analytics per tenere traccia degli altri dati sulla spesa pubblicitaria, questi devono corrispondere al nome utm_campaign.
  • source - Nome di origine. Se sta usando Google Analytics, deve corrispondere al utm_source nome.
  • other (Facoltativo) - Puoi anche incorporare colonne aggiuntive che ti aiutano a segmentare campagne e costi. Può anche essere un modo per riepilogare diversi nomi di campagne UTM diversi in un’unica campagna coerente a scopo di tracciamento. Invece di impostarlo manualmente, potrebbe essere utile utilizzare una ricerca V in un secondo foglio per far corrispondere ogni nome della campagna all’altro nome e segnalarlo qui in modo dinamico.

Correlato

recommendation-more-help
e1f8a7e8-8cc7-4c99-9697-b1daa1d66dbc