Ciclo dei dati

Gli eventi sono chiamate API POST. Gli eventi vengono inviati ad Adobe Experience Platform tramite le API Streaming Ingestion. La destinazione URL degli eventi inviati tramite le API di messaggistica transazionale è denominata “entrata”. Il payload degli eventi segue la formattazione XDM.

Nell’intestazione del payload sono contenute le informazioni richieste per il funzionamento delle API Streaming Ingestion, oltre alle informazioni necessarie all’operatività di Journey Orchestration, come l’ID evento e una parte del corpo del payload, e infine le informazioni da utilizzare nei percorsi (ad esempio, nel corpo, la quantità presente in un carrello abbandonato). Lo streaming ingestion può avvenire in modalità autenticata e non autenticata. Per informazioni dettagliate sulle API Streaming Ingestion, fai riferimento a questo collegamento.

Una volta arrivati attraverso le API Streaming Ingestion, gli eventi si propagano in un servizio interno denominato Pipeline e infine passano ad Adobe Experience Platform. Se nello schema dell’evento è abilitato il flag Profilo del cliente in tempo reale ed è presente un ID set di dati con il medesimo flag, tale schema si propaga nel Profilo del cliente in tempo reale.

Per gli eventi generati dal sistema, la pipeline filtra gli eventi che presentano un payload contenente Journey Orchestration eventIDs (vedi il processo di creazione dell’evento riportato di seguito) fornito da Journey Orchestration e contenuto nel payload dell’evento. Per gli eventi basati su regole, il sistema identifica l'evento utilizzando la condizione eventID . Journey Orchestration fa da listener agli eventi, il che attiva il percorso corrispondente.

In questa pagina

Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now