Note sulla versione 2015

Note sulla versione e aggiornamenti per la versione 2015.

Versione 1.5.3

Novembre 2015

Il Children's Online Privacy Protection Act (COPPA) proibisce la raccolta online di dati personali di bambini di età inferiore ai 13 anni senza disporre del consenso verificabile dei genitori. I clienti interessati dal COPPA possono aggiungere una variabile opzionale al codice del servizio Experience Cloud ID che impedisce l’impostazione di cookie nel dominio di un browser di terze parti. Consulta Supporto per COPPA nel servizio Experience Cloud Identity. Per le versioni a partire dalla 1.5.3.

Versione 1.5.2

Settembre 2015

  • È stato corretto un bug del browser Safari che impediva il funzionamento della sincronizzazione dei servizi quando gli utenti impostavano il blocco dei cookie di terze parti. (AAM-20764)
  • Ora le chiamate al servizio ID includono l'ID versione nel parametro d_visid_ver=. L’ID restituito aiuta i team interni a risolvere i problemi e a fornire assistenza. (AAM-20824)

Versione 1.5.1

Agosto 2015

  • È stato risolto un bug per impedire che il servizio ID richieda un iframe se non sono presenti dati da sincronizzare o attivare. (AAM-20164)

  • È stato risolto un bug che impediva al servizio ID di impostare correttamente un cookie di dominio multiparte di livello più alto. Per esempio, per un dominio come my_company.co.uk, in alcuni casi il servizio ID imposterebbe un cookie solo in co.uk. (AN-104683)

    Questo bug interessava solo alcuni clienti che soddisfacevano tutti i seguenti criteri:

    • Uso del servizio ID.

    • Hanno abilitato un periodo di grazia o utilizzano cookie di prime parti e gli utenti hanno bloccato i cookie di terze parti.

    • Avevano pagine con domini di livello superiore con più parti.

Le revisioni della documentazione in questa versione includono:

Versione 1.5

Luglio 2015

Il servizio Experience Cloud ID supporta più ID e stati di autenticazione. Questa modifica rimuove anche il supporto obsoleto per le mappature Audience Manager DPID di agli ID utente utilizzate dalla setCustomerIDsfunzione. Vedi Impostazione degli ID cliente e degli stati di autenticazione

Versione 1.4

Maggio 2015

Nella versione 1.4, il metodo migliore per effettuare la configurazione consiste nel trasferire un oggetto config come secondo parametro alla funzione Visitor.getInstance.

var visitor = Visitor.getInstance("016D5C175213CCA80A490D05@AdobeOrg",{ 
    "loadTimeout":1000, 
    "trackingServer":"myco.sc.omtrdc.net", 
    "idSyncContainerID":80 
});

Consulta Experience Cloud.

Versione 1.3.5

Febbraio 2015

È stata corretta la gestione del timeout per le richieste di Blob AAM e posizione hint. Ora, in caso di timeout, il sistema lascerà tali campi vuoti per la pagina corrente ed effettuerà tutti i callback. Il timeout viene trattato come una condizione di errore e verrà quindi ritentato nella pagina successiva. (AN-94473, AN-94474)

Versione 1.3.4

Gennaio 2015

La ricerca del tag <head>/<body> è stata rielaborata per il contenitore di tag <script> della richiesta JSONP; è stata rielaborata anche la creazione del tag <script> per diverse implementazioni DOM (HTML vs XHTML) con impostazioni potenzialmente diverse per la distinzione tra maiuscole e minuscole. (AN-9355)

In questa pagina