Servizio Adobe Experience Cloud Identity

Ultimo aggiornamento: 2023-05-24
  • Argomenti:
  • Identities
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Integrations
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer
    User
    Admin
    Leader

Il servizio Experience Cloud Identity abilita il framework comune di identificazione delle applicazioni e dei servizi Experience Cloud. Funziona tramite l’assegnazione a un visitatore del sito di un ID univoco e persistente noto come Experience Cloud ID (ECID).

Informazioni sulle principali entità di identità

Per capire meglio in che modo Adobe aiuta a identificare in modo univoco i visitatori e a risolvere le informazioni sull’identità, leggi i seguenti punti:

  • Servizio Experience Cloud Identity: il Servizio Experience Cloud Identity è responsabile dell’impostazione dell’identificatore Experience Cloud ID (ECID). Per ulteriori informazioni, consulta Panoramica del servizio Experience Cloud Identity.
  • Experience Cloud ID (ECID): ECID è uno spazio dei nomi di identità condiviso e utilizzato dalle varie applicazioni Adobe Experience Platform e Adobe Experience Cloud per identificare persone e dispositivi. Per ulteriori informazioni sull’identificatore ECID, consulta la sezione Panoramica di ECID.
  • Servizio Experience Platform Identity: il servizio Experience Platform Identity fornisce una panoramica completa dei clienti e del loro comportamento, collegando le identità attraverso i disversi dispositivi e sistemi. Per ulteriori informazioni, consulta Panoramica del servizio Experience Platform Identity.

Introduzione

Librerie JavaScript di Experience Cloud ID

JavaScript per il servizio Experience Cloud Identity si trova all’indirizzo: https://github.com/Adobe-Marketing-Cloud/id-service/releases

Novità e funzioni

Note sulla versione

La versione 4.4 del 17 luglio 2019 include il supporto dell’algoritmo di hashing SHA-256 che consente di ricevere gli ID o indirizzi e-mail dei clienti e di inoltrarli con hashing.

La versione 4.0 del 12 febbraio 2019 include il servizio Opt-in utilizzato per identificare se è possibile inserire un cookie sul dispositivo o nel browser di un utente quando visita il sito.

Risorse di Experience Cloud

In questa pagina