Creare una connessione sorgente Adobe Analytics nell’interfaccia utente

Questa esercitazione fornisce passaggi per creare una connessione sorgente Adobe Analytics nell’interfaccia utente per inserire i dati della suite di rapporti Adobe Analytics in Adobe Experience Platform.

Introduzione

Questa esercitazione richiede una comprensione approfondita dei seguenti componenti dell'Experience Platform:

  • Sistema Experience Data Model (XDM): Il framework standardizzato in base al quale l’Experience Platform organizza i dati sulla customer experience.
  • Profilo cliente in tempo reale: Fornisce un profilo di consumatore unificato e in tempo reale basato su dati aggregati provenienti da più origini.
  • Sandbox: Experience Platform fornisce sandbox virtuali che suddividono una singola istanza di Platform in ambienti virtuali separati per sviluppare e sviluppare applicazioni di esperienza digitale.

Terminologia chiave

È importante comprendere i seguenti termini chiave utilizzati in questo documento:

  • Attributo standard: Gli attributi standard sono tutti gli attributi predefiniti di Adobe. Contengono lo stesso significato per tutti i clienti e sono disponibili nel Analytics dati di origine e Analytics gruppi di campi dello schema.
  • Attributo personalizzato: Gli attributi personalizzati sono qualsiasi attributo nella gerarchia delle variabili personalizzate in Analytics. Gli attributi personalizzati vengono utilizzati all’interno di un’implementazione di Adobe Analytics per acquisire informazioni specifiche in una suite di rapporti e possono differire per quanto riguarda l’utilizzo da suite di rapporti a suite di rapporti. Gli attributi personalizzati includono eVar, prop ed elenchi. Vedi quanto segue Analytics documentazione sulle variabili di conversione per ulteriori informazioni sulle eVar.
  • Qualsiasi attributo nei gruppi di campi personalizzati: Gli attributi che provengono da gruppi di campi creati dai clienti sono tutti definiti dall’utente e non sono considerati attributi standard o personalizzati.
  • Nomi descrittivi: I nomi descrittivi sono etichette fornite dall'utente per variabili personalizzate in un Analytics implementazione. Vedi quanto segue Analytics documentazione sulle variabili di conversione per ulteriori informazioni sui nomi descrittivi.

Creare una connessione sorgente con Adobe Analytics

Nell’interfaccia utente di Platform, seleziona Origini dalla navigazione a sinistra per accedere al Origini workspace. La Catalogo in questa schermata vengono visualizzate diverse sorgenti con cui è possibile creare un account.

Puoi selezionare la categoria appropriata dal catalogo sul lato sinistro dello schermo. Puoi anche usare la barra di ricerca per limitare le sorgenti visualizzate.

Sotto la Applicazioni di Adobe categoria, seleziona Adobe Analytics quindi seleziona Aggiungi dati.

catalogo

Seleziona dati

La Aggiungere dati alla sorgente di Analytics fornisce un elenco di Analytics i dati della suite di rapporti con cui creare una connessione sorgente.

Una suite di rapporti è un contenitore di dati che costituisce la base di Analytics rapporti. Un'organizzazione può avere molte suite di rapporti, ciascuna contenente set di dati diversi.

È possibile acquisire suite di rapporti da qualsiasi regione (Stati Uniti, Regno Unito o Singapore) purché siano mappate nella stessa organizzazione dell’istanza sandbox di Experience Platform in cui viene creata la connessione sorgente. È possibile acquisire una suite di rapporti utilizzando un solo flusso di dati attivo. Una suite di rapporti non selezionabile è già stata assimilata, nella sandbox che stai utilizzando o in un’altra sandbox.

È possibile creare più connessioni in-bound per inserire più suite di rapporti nella stessa sandbox. Se le suite di rapporti hanno schemi diversi per le variabili (ad esempio eVar o eventi), devono essere mappate a campi specifici nei gruppi di campi personalizzati ed evitare conflitti di dati utilizzando Preparazione dei dati. Le suite di rapporti possono essere aggiunte a un solo sandbox.

NOTA

I dati provenienti da più suite di rapporti possono essere abilitati per Profilo dati cliente in tempo reale solo se non sono presenti conflitti di dati, ad esempio due proprietà personalizzate (eVar, elenchi e proprietà) che hanno un significato diverso.

Per creare un Analytics connessione sorgente, seleziona una suite di rapporti e seleziona Successivo per procedere.

Mappatura

IMPORTANTE

Le trasformazioni di Data Prep possono aggiungere latenza al flusso di dati complessivo. La latenza aggiuntiva aggiunta varia in base alla complessità della logica di trasformazione.

Prima di poter mappare il tuo Analytics per eseguire il targeting di uno schema XDM, è innanzitutto necessario selezionare se si utilizza uno schema predefinito o uno schema personalizzato.

Uno schema predefinito crea un nuovo schema per conto dell'utente, contenente Adobe Analytics ExperienceEvent Template gruppo di campi. Per utilizzare uno schema predefinito, selezionare Schema predefinito.

default-schema

Con uno schema personalizzato è possibile scegliere qualsiasi schema disponibile per il Analytics purché tale schema abbia Adobe Analytics ExperienceEvent Template gruppo di campi. Per utilizzare uno schema personalizzato, selezionare Schema personalizzato.

schema personalizzato

La Mappatura La pagina fornisce un’interfaccia per mappare i campi di origine ai campi dello schema di destinazione appropriati. Da qui puoi mappare variabili personalizzate a nuovi gruppi di campi dello schema e applicare calcoli supportati da Data Prep. Seleziona uno schema di destinazione per avviare il processo di mappatura.

SUGGERIMENTO

Solo gli schemi che hanno Adobe Analytics ExperienceEvent Template il gruppo di campi viene visualizzato nel menu di selezione dello schema. Gli altri schemi vengono omessi. Se non sono disponibili schemi appropriati per i dati della suite di rapporti, devi creare un nuovo schema. Per i passaggi dettagliati sulla creazione degli schemi, consulta la guida in creazione e modifica di schemi nell’interfaccia utente.

select-schema

La Mappa campi standard vengono visualizzati pannelli per Mappature standard applicate, Mappature standard non corrispondenti e Mappature personalizzate. Per informazioni specifiche relative a ciascuna categoria, consultare la tabella seguente:

Mappa campi standard Descrizione
Mappature standard applicate La Mappature standard applicate visualizza il numero totale di attributi mappati. Le mappature standard si riferiscono ai set di mappatura tra tutti gli attributi nell’origine Analytics dati e attributi corrispondenti in Analytics gruppo di campi. Questi sono pre-mappati e non possono essere modificati.
Mappature standard non corrispondenti La Mappature standard non corrispondenti Il pannello fa riferimento al numero di attributi mappati che contengono conflitti di nomi descrittivi. Questi conflitti vengono visualizzati quando si riutilizza uno schema che dispone già di un set popolato di descrittori di campo di una suite di rapporti diversa. Puoi procedere con il tuo Analytics flusso di dati anche con conflitti di nomi descrittivi.
Mappature personalizzate La Mappature personalizzate visualizza il numero di attributi personalizzati mappati, inclusi eVar, prop ed elenchi. Le mappature personalizzate fanno riferimento ai set di mappature tra attributi personalizzati nella sorgente Analytics dati e attributi nei gruppi di campi personalizzati inclusi nello schema selezionato.

map-standard-fields

Per visualizzare in anteprima Analytics Gruppo di campi dello schema del modello ExperienceEvent, seleziona Visualizza in Mappature standard applicate pannello.

view

La Gruppo di campi schema modello di Adobe Analytics ExperienceEvent La pagina fornisce un’interfaccia da utilizzare per analizzare la struttura dello schema. Al termine, seleziona Chiudi.

field-group-preview

Platform rileva automaticamente i set di mappatura per eventuali conflitti di nomi descrittivi. Se non ci sono conflitti con i set di mappatura, seleziona Successivo per procedere.

mappatura

Se esistono conflitti di nomi descrittivi tra la suite di rapporti di origine e lo schema selezionato, è comunque possibile continuare con Analytics flusso di dati, riconoscendo che i descrittori del campo non verranno modificati. In alternativa, puoi scegliere di creare un nuovo schema con un set vuoto di descrittori.

Seleziona Successivo per procedere.

cautela

Mappature personalizzate

Per utilizzare le funzioni di preparazione dei dati e aggiungere nuovi campi di mappatura o calcolati per gli attributi personalizzati, seleziona Visualizza mappature personalizzate.

view-custom-mapping

Quindi, seleziona Aggiungi nuova mappatura.

A seconda delle tue esigenze, puoi selezionare Aggiungi nuova mappatura o Aggiungi campo calcolato dalle opzioni visualizzate.

add-new-mapping

Viene visualizzato un set di mappature vuoto. Seleziona l’icona di mappatura per aggiungere un campo sorgente.

select-source-field

È possibile utilizzare l'interfaccia per navigare nella struttura dello schema di origine e identificare il nuovo campo di origine che si desidera utilizzare. Dopo aver selezionato il campo di origine da mappare, seleziona Seleziona.

select-mapping

Quindi, seleziona l’icona di mappatura in Campo di destinazione per eseguire il mapping del campo di origine selezionato al relativo campo di destinazione appropriato.

select-target-field

Analogamente allo schema di origine, è possibile utilizzare l’interfaccia per navigare nella struttura dello schema di destinazione e selezionare il campo di destinazione a cui si desidera eseguire la mappatura. Dopo aver selezionato il campo di destinazione appropriato, seleziona Seleziona.

select-target-mapping

Completata la mappatura personalizzata, seleziona Successivo per procedere.

complete-custom-mapping

La seguente documentazione fornisce ulteriori risorse sulla preparazione dei dati, sui campi calcolati e sulle funzioni di mappatura:

Filtro per Profile Service (Beta)

IMPORTANTE

Supporto per il filtro Analytics i dati sono attualmente in versione beta e non sono disponibili per tutti gli utenti. La documentazione e le funzionalità sono soggette a modifiche.

Una volta completate le mappature per Analytics dati della suite di rapporti, puoi applicare regole e condizioni di filtro per includere o escludere in modo selettivo i dati dall’acquisizione al Profile Service. Il supporto per il filtro è disponibile solo per Analytics i dati e i dati vengono filtrati solo prima dell'immissione Profile. Tutti i dati vengono acquisiti nel lago dati.

Filtro a livello di riga

IMPORTANTE

Utilizza il filtro a livello di riga per applicare condizioni e dettare a quali dati include per l’acquisizione di profili. Utilizza il filtro a livello di colonna per selezionare le colonne di dati che desideri escludi per l’acquisizione di profili.

Puoi filtrare i dati per Profile inserimento a livello di riga e di colonna. Il filtro a livello di riga consente di definire criteri quali la stringa contiene, è uguale a, inizia o termina con. Puoi anche utilizzare il filtro a livello di riga per unire le condizioni utilizzando AND nonché ORe nega le condizioni utilizzando NOT.

Per filtrare il Analytics a livello di riga, seleziona Filtro a righe.

filtro a righe

Utilizza la barra a sinistra per navigare nella gerarchia dello schema e seleziona l’attributo dello schema desiderato per approfondire la ricerca di uno schema specifico.

barra a sinistra

Una volta identificato l’attributo da configurare, seleziona e trascina l’attributo dalla barra a sinistra al pannello di filtraggio.

pannello filtrante

Per configurare condizioni diverse, seleziona è quindi selezionare una condizione dalla finestra a discesa visualizzata.

L’elenco delle condizioni configurabili include:

  • è uguale a
  • non è uguale a
  • inizia con
  • termina con
  • non termina con
  • contiene
  • non contiene
  • esiste
  • non esiste

condizioni

Quindi, immetti i valori da includere in base all'attributo selezionato. Nell’esempio seguente: Apple e Google sono selezionati per l’acquisizione come parte del Produttore attributo.

produttore di inclusione

Per specificare ulteriormente le condizioni di filtro, aggiungi un altro attributo dallo schema e quindi aggiungi valori basati su tale attributo. Nell’esempio seguente, la Modello viene aggiunto l’attributo e modelli come iPhone 13 e Google Pixel 6 vengono filtrati per l’acquisizione.

include-model

Per aggiungere un nuovo contenitore, seleziona i puntini di sospensione (...) in alto a destra nell’interfaccia di filtraggio e seleziona Aggiungi contenitore.

add-container

Una volta aggiunto un nuovo contenitore, seleziona Includi quindi seleziona Escludi dalla finestra a discesa visualizzata.

escludere

Quindi, completa lo stesso processo trascinando gli attributi dello schema e aggiungendo i relativi valori corrispondenti da escludere dal filtro. Nell’esempio seguente, la iPhone 12, iPhone 12 minie Google Pixel 5 vengono tutti filtrati dall'esclusione dal Modello attributo , paesaggio è escluso Orientamento dello schermo e numero del modello A1633 è escluso da Numero del modello.

Al termine, seleziona Successivo.

escludi-esempi

Filtro a livello di colonna

Seleziona Filtro a colonne dall’intestazione per applicare il filtro a livello di colonna.

filtro a colonne

La pagina viene aggiornata in una struttura dello schema interattiva, con gli attributi dello schema a livello di colonna. Da qui puoi selezionare le colonne di dati da cui desideri escludere Profile ingestione. In alternativa, puoi espandere una colonna e selezionare attributi specifici da escludere.

Per impostazione predefinita, tutti Analytics vai a Profile e questo processo consente di escludere rami di dati XDM da Profile ingestione.

Al termine, seleziona Successivo.

colonne selezionate

Fornire i dettagli del flusso di dati

La Dettaglio flusso di dati viene visualizzato un passaggio in cui è necessario specificare un nome e una descrizione facoltativa per il flusso di dati. Seleziona Successivo una volta finito.

dettaglio del flusso di dati

Revisione

La Revisione viene visualizzato un passaggio che consente di rivedere il nuovo flusso di dati di Analytics prima della creazione. I dettagli della connessione sono raggruppati per categorie, tra cui:

  • Connessione: Visualizza la piattaforma sorgente della connessione.
  • Tipo di dati: Visualizza la suite di rapporti selezionata e il relativo ID suite di rapporti.

revisione

Monitorare il flusso di dati

Una volta creato il flusso di dati, puoi monitorare i dati che vengono acquisiti tramite di esso. Da Catalogo schermata, seleziona Flussi di dati per visualizzare un elenco dei flussi stabiliti associati al tuo account Analytics.

select-dataflows

La Flussi di dati viene visualizzata la schermata . In questa pagina è presente una coppia di flussi di set di dati, che include informazioni su nome, dati di origine, tempo di creazione e stato.

Il connettore crea un'istanza di due flussi di set di dati. Un flusso rappresenta i dati di backfill e l’altro è per i dati live. I dati di backfill non sono configurati per il profilo, ma vengono inviati al data lake per casi d’uso analitici e per la scienza dei dati.

Per ulteriori informazioni su backfill, dati live e le rispettive latenze, consulta la sezione Panoramica del connettore dati di Analytics.

Seleziona il flusso di set di dati da visualizzare dall’elenco.

select-target-dataset

La Attività set di dati viene visualizzata la pagina . In questa pagina viene visualizzata la frequenza dei messaggi visualizzati sotto forma di grafico. Seleziona Governance dei dati dall’intestazione superiore per accedere ai campi di etichettatura.

dataset-activity

Puoi visualizzare le etichette ereditate di un flusso di dati dalla Governance dei dati schermo. Per ulteriori informazioni su come etichettare i dati provenienti da Analytics, visita il guida alle etichette per l’utilizzo dei dati.

data-gov

Per eliminare un flusso di dati, testa alla Flussi di dati quindi seleziona i puntini di sospensione (...) accanto al nome del flusso di dati, quindi seleziona Elimina.

delete

Passaggi successivi e risorse aggiuntive

Una volta creata la connessione, il flusso di dati viene creato automaticamente per contenere i dati in arrivo e compilare un set di dati con lo schema selezionato. Inoltre, avviene il recupero dei dati e vengono acquisiti fino a 13 mesi di dati storici. Al termine dell’acquisizione iniziale, Analytics dati e utilizzati dai servizi della piattaforma a valle, quali Real-time Customer Profile e il servizio di segmentazione. Per ulteriori informazioni, consulta i seguenti documenti:

Il seguente video è pensato per comprendere come acquisire i dati utilizzando il connettore Adobe Analytics Source:

AVVERTENZA

La Platform L’interfaccia utente mostrata nel video seguente è obsoleta. Fai riferimento alla documentazione precedente per le ultime schermate e funzionalità dell’interfaccia utente.

In questa pagina