Modelli di query

Ultimo aggiornamento: 2024-01-30
  • Argomenti:
  • Queries
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer
    User
    Admin
    Leader

Adobe Experience Platform Query Service consente di salvare e riutilizzare il codice SQL sotto forma di modelli di query. I modelli consentono di risparmiare tempo evitando la ripetizione di operazioni eseguite di frequente. È possibile condividere i modelli all'interno dell'organizzazione e modificare facilmente i valori delle query senza dover accedere o comprendere le istruzioni SQL sottostanti.

Questo documento fornisce le informazioni necessarie per creare modelli di query in Query Service.

Prerequisiti

È necessario disporre di Gestire le query autorizzazione abilitata per accedere all’editor delle query e visualizzare il dashboard delle query nell’interfaccia utente di Platform. L’autorizzazione è abilitata tramite l’Adobe Admin Console. Se non disponi dei privilegi di amministratore per abilitare questa autorizzazione, contatta l’amministratore della tua organizzazione. Consulta la documentazione sul controllo degli accessi per istruzioni complete sull’aggiunta di autorizzazioni tramite Admin Console.

Creare un modello di query

È possibile creare modelli di query tramite due metodi, effettuando una richiesta POST all’API di Query Service query-templates o scrivendo, denominando e salvando una query tramite l'editor delle query.

Utilizza l’editor delle query per creare e salvare una query come modello

Per istruzioni su come utilizzare l’editor di query per scrivere e salvare le query. Una volta denominata e salvata la query, questa può essere riutilizzata come modello di query dall' Modelli scheda.

SUGGERIMENTO

Quando salvi una query nell’editor delle query, viene visualizzato un messaggio di conferma per informarti dell’azione riuscita. Questo messaggio a comparsa contiene un collegamento che consente di accedere facilmente all’area di lavoro di pianificazione delle query. Consulta la documentazione sulle query di pianificazione per scoprire come eseguire query su una cadenza personalizzata.

Sfoglia modelli di query

Dall’area di lavoro Query dell’interfaccia utente di Platform, seleziona Modelli per visualizzare l'elenco delle query salvate disponibili.

L’area di lavoro delle query con la scheda Modelli evidenziata.

Per trovare informazioni rilevanti sul modello, seleziona un modello di query dall’elenco disponibile per aprire il pannello dei dettagli.

Il pannello dei dettagli nell’area di lavoro query con l’ID query evidenziato.

Dal pannello dei dettagli è possibile eseguire le azioni seguenti:

  • Seleziona Esegui come CTAS per creare una nuova tabella selezionando i dati da una o più tabelle esistenti. Questa opzione è disponibile solo se si dispone di una query SELECT.
  • Seleziona Aggiungi pianificazione per iniziare a modificare la pianificazione per il modello di query.
  • Seleziona Visualizza pianificazione per passare al Schedules dell'editor di query. Questa visualizzazione contiene tutte le informazioni sulla programmazione associate alla query.
  • Seleziona Elimina query per eliminare il modello.
  • Selezionare il nome del modello per passare all'editor di query in cui l'istruzione SQL è precompilata per la modifica.

Utilizzare l’API Query Service per creare un modello

Per istruzioni su, consulta la documentazione di come creare un modello di query utilizzando l’API Query Service. I dettagli di un modello di query appena creato sono contenuti nel corpo della risposta.

NOTA

I modelli creati utilizzando l’API sono visibili anche nella scheda Modelli del servizio di query dell’interfaccia utente di Platform.

Passaggi successivi

La lettura di questo documento consente di comprendere meglio come creare modelli di query in Query Service. Consulta la Panoramica dell’interfaccia utenteo Guida API di Query Service per ulteriori informazioni sulle funzionalità di Query Service.

Consulta la guida dell’endpoint "scheduled queries" per scoprire come pianificare le query utilizzando l’API o Guida all’editor delle query per l’interfaccia utente.

In questa pagina