Guida introduttiva all’ Real-time Customer Profile API

Utilizzando gli endpoint API del profilo cliente in tempo reale, puoi eseguire operazioni CRUD di base rispetto ai dati del profilo, ad esempio configurare attributi calcolati, accedere alle entità, esportare i dati del profilo ed eliminare set di dati o batch non necessari.

L’utilizzo della guida per gli sviluppatori richiede una buona comprensione dei vari servizi Adobe Experience Platform coinvolti nell’utilizzo dei dati Profile. Prima di iniziare a lavorare con l’ API Real-time Customer Profile, controlla la documentazione relativa ai seguenti servizi:

  • Real-time Customer Profile: Fornisce un profilo cliente unificato in tempo reale basato su dati aggregati provenienti da più origini.
  • Adobe Experience Platform Identity Service: Ottieni una visione migliore del tuo cliente e del suo comportamento attraverso il collegamento di identità tra dispositivi e sistemi.
  • Adobe Experience Platform Segmentation Service: Consente di creare segmenti di pubblico dai dati Profilo cliente in tempo reale.
  • Experience Data Model (XDM): Il framework standardizzato tramite il quale Platform organizza i dati sulla customer experience.
  • Sandboxes: Experience Platform fornisce sandbox virtuali che suddividono una singola Platform istanza in ambienti virtuali separati per sviluppare e sviluppare applicazioni di esperienza digitale.

Le sezioni seguenti forniscono informazioni aggiuntive che sarà necessario conoscere per effettuare correttamente le chiamate agli endpoint API Profile.

Lettura di chiamate API di esempio

La documentazione Real-time Customer Profile API fornisce esempi di chiamate API per dimostrare come formattare correttamente le richieste. Questi includono percorsi, intestazioni richieste e payload di richiesta formattati correttamente. Viene inoltre fornito un esempio di codice JSON restituito nelle risposte API. Per informazioni sulle convenzioni utilizzate nella documentazione per le chiamate API di esempio, consulta la sezione su come leggere le chiamate API di esempio nella guida alla risoluzione dei problemi di Experience Platform .

Intestazioni richieste

La documentazione API richiede inoltre di aver completato l’ esercitazione sull’autenticazione per effettuare correttamente le chiamate agli endpoint Platform. Il completamento dell’esercitazione di autenticazione fornisce i valori per ciascuna delle intestazioni richieste nelle chiamate API Experience Platform, come mostrato di seguito:

  • Authorization: Bearer {ACCESS_TOKEN}
  • x-api-key: {API_KEY}
  • x-gw-ims-org-id: {IMS_ORG}

Tutte le risorse in Experience Platform sono isolate in sandbox virtuali specifiche. Le richieste alle API Platform richiedono un’intestazione che specifichi il nome della sandbox in cui avrà luogo l’operazione:

  • x-sandbox-name: {SANDBOX_NAME}

Per ulteriori informazioni sulle sandbox in Platform, consulta la documentazione di panoramica sandbox.

Tutte le richieste con un payload nel corpo della richiesta (come le chiamate POST, PUT e PATCH) devono includere un’intestazione Content-Type. I valori accettati specifici per ogni chiamata sono forniti nei parametri della chiamata .

Passaggi successivi

Per iniziare a effettuare chiamate utilizzando l’ Real-time Customer Profile API , seleziona una delle guide dell’endpoint disponibili.

In questa pagina