Condivisione di ID da mobile a web e tra domini diversi

Panoramica

Adobe Experience Platform Web SDK supporta le funzionalità di condivisione degli ID visitatore che consentono ai clienti di fornire esperienze personalizzate più accuratamente, tra app mobili e contenuti web per dispositivi mobili, e tra domini diversi.

Casi d’uso

Personalizzazione coerente tra app mobili e siti web per dispositivi mobili

Un'azienda di abbigliamento vuole personalizzare l'esperienza dei propri clienti in base ai propri interessi e mantenere la personalizzazione accurata in un'applicazione mobile che carica anche WebViews. Utilizzando la funzione di condivisione di ID da mobile a web, possono garantire che le offerte più precise siano presentate ai clienti, utilizzando lo stesso identificatore visitatore nell’app e il contenuto web per dispositivi mobili, passando il ECID all’URL web per dispositivi mobili.

Fornire una personalizzazione coerente tra i domini

Un rivenditore con più store online vuole personalizzare l'esperienza dell'acquirente nei propri domini in base agli interessi dei clienti. Utilizzando la funzione di condivisione ID tra domini diversi dell’SDK per web, il rivenditore può distribuire offerte accurate in base agli interessi dei clienti, su tutti i loro domini.

Migliorare la generazione di rapporti sulle attività dei visitatori

Un rivenditore di tecnologia desidera migliorare il rapporto sulle attività dei visitatori con informazioni su quando i visitatori passano dall’app mobile al sito web mobile o ad altri domini. Utilizzando la funzione di condivisione ID tra domini diversi dell’SDK per web, il team di marketing può tracciare con precisione i visitatori attraverso le loro proprietà web e generare rapporti sulle attività.

Prerequisiti

Per utilizzare la condivisione di ID da mobile a web e tra più domini, devi utilizzare Web SDK versione 2.11.0 o successiva.

Per le implementazioni mobili di Edge Network, questa funzione è supportata nel Identità per rete Edge estensione che inizia con la versione 1.1.0 (iOS e Android).

Questa funzione è compatibile anche con VisitorAPI.js versione 1.7.0 o successiva.

Condivisione di ID da mobile a web

Utilizza la getUrlVariables API da Identità per rete Edge per recuperare gli identificatori come parametri di query e allegarli all'URL all'apertura webViews.

Per accettare l’SDK web, non è necessaria alcuna configurazione aggiuntiva ECID nella stringa query.

Il parametro della stringa di query include:

  • MCID: L'ID Experience Cloud (ECID)
  • MCORGID: L'Experience Cloud orgID che deve corrispondere al orgID configurato in Web SDK.
  • TS: Un parametro di marca temporale che non può essere più vecchio di cinque minuti.

La condivisione degli ID da mobile a web utilizza l’ adobe_mc parametro . Quando il adobe_mc è presente e valido, il ECID dalla stringa query viene aggiunta automaticamente alla mappa identità nella prima richiesta effettuata a Edge Network. Tutte le successive interazioni di Edge Network utilizzeranno ECID.

Per ulteriori informazioni su come passare gli ID visitatore da un’app mobile a una WebView, consulta la documentazione su gestione di WebViews.

Condivisione di ID tra domini diversi

Per la condivisione di ID tra domini diversi, la versione 2.11.0 dell’SDK per web aggiunge il supporto per la appendIdentityToUrl comando. Se utilizzato, questo comando genera il adobe_mc parametro della stringa query.

Il comando accetta un oggetto con una proprietà, urle restituisce un oggetto con la proprietà url.

Questo comando non attende alcun aggiornamento del consenso. Se non è stato fornito il consenso, l’URL viene restituito invariato.

Se ECID non è fornito, /acquire verrà chiamato per generare un ECID.

Di seguito è riportato un esempio di come un cliente può implementare la condivisione di ID tra domini diversi sul suo sito web.

Questo codice aggiunge un listener di eventi per tutti i clic sulla pagina e se il clic si trovava su un collegamento a un dominio corrispondente (in questo caso adobe.com o behance.com), aggiunge l'identità all'URL e vi reindirizzerà l'utente.

document.addEventListener("click", event => {
  const anchor = event.target.closest("a");
  if (!anchor || !anchor.href) {
    return;
  }
  const url = new URL(anchor.href);
  if (!url.hostname.endsWith("adobe.com") && !url.hostname.endsWith("behance.com")) {
    return;
  }
  event.preventDefault();
  alloy("appendIdentityToUrl", { url: anchor.href }).then(result => {
    document.location = result.url;
  });
});

Utilizzo dell’estensione Tag

Simile all’utilizzo del Web SDK, non è necessaria alcuna configurazione aggiuntiva nel Tags per utilizzare le identità trasmesse attraverso l'URL.

Per utilizzare la condivisione di ID da mobile a web e tra domini diversi tramite l’estensione Tag, devi utilizzare la versione 2.12.0 o successiva dell’estensione Tag.

Per condividere le identità dalla pagina corrente ad altri domini, è disponibile una nuova azione nel Web SDK Tags estensione. Questa azione è progettata per essere utilizzata con un Core - Click tipo di evento e condizione di confronto dei valori.

Segui i passaggi descritti qui per creare una regola con la configurazione seguente:

  • Configurazione evento:

    • Estensione: Core

    • Tipo evento: Fai clic su

    • Seleziona Quando l'utente fa clic su > elementi specifici

    • Digita nel Selettore: a[href]. Questo evento si attiva ogni volta che si fa clic su un tag di ancoraggio sulla pagina con un href proprietà.

      Immagine dell’interfaccia utente che mostra la configurazione dell’evento con le impostazioni descritte sopra

  • Configurazione condizione

    • Tipo di logica: Regolare

    • Estensione: Core

    • Tipo di condizione: Value Comparison

    • Operatore a sinistra: %this.hostname%. Questo è un elemento dati speciale che funziona con Core - Click e restituisce il nome host del collegamento su cui hai fatto clic.

    • Operatore: Matches Regex

    • Opera destra: Digita un’espressione regolare che corrisponda ai domini con cui desideri condividere le identità. Ad esempio, per far corrispondere i collegamenti con i nomi host che terminano con adobe.com o behance.com, utilizza questa espressione regolare: behance.com$|adobe.com$. La pagina collegata deve avere Web SDK o Visitor ID installato per accettare l'identità.

      Immagine dell’interfaccia utente che mostra la configurazione della condizione con le impostazioni descritte sopra

  • Configurazione azione

    • Estensione: Adobe Experience Platform Web SDK

    • Tipo di azione: Reindirizzamento con identità

    • Istanza: Seleziona la tua istanza. Nella maggior parte dei casi, sarà configurata una sola istanza. Se disponi di più istanze, seleziona quella con l’identità da condividere.

      Immagine dell’interfaccia utente che mostra la configurazione dell’azione con le impostazioni descritte sopra

La Reindirizzamento con identità impedisce al browser di spostarsi all’interno del collegamento. Quindi, chiamerà il appendIdentityToUrl metodo Web SDK istanza.

Infine, reindirizza l’utente al URL con adobe_mc parametro della stringa query aggiunto.

In questa pagina