Preparazione per la raccolta dati

Data Prep è un servizio Adobe Experience Platform che ti consente di mappare, trasformare e convalidare i dati da e verso Experience Data Model (XDM). Durante la configurazione di una piattaforma abilitata datastream, puoi utilizzare le funzionalità di preparazione dei dati per mappare i dati di origine a XDM al momento dell’invio a Platform Edge Network.

NOTA

Per una guida completa su tutte le funzionalità di preparazione dei dati, comprese le funzioni di trasformazione per i campi calcolati, consulta la seguente documentazione:

Questa guida illustra come mappare i dati nell’interfaccia utente di raccolta dati. Per seguire questi passaggi, avvia il processo di creazione di un datastream fino a (e includere) il passaggio di configurazione di base.

Per una rapida dimostrazione del processo di preparazione dei dati per la raccolta dei dati, fai riferimento al seguente video:

Seleziona dati

Seleziona Salvare e aggiungere mappature dopo aver completato la configurazione di base per un datastream, e Seleziona dati viene visualizzato il passaggio . Da qui, devi fornire un oggetto JSON di esempio che rappresenti la struttura dei dati che intendi inviare a Platform.

Per acquisire le proprietà direttamente dal livello dati, l’oggetto JSON deve avere una singola proprietà principale data. Le sottoproprietà della data L'oggetto deve quindi essere costruito in modo da essere mappato sulle proprietà del livello dati che si desidera acquisire. Seleziona la sezione seguente per visualizzare un esempio di oggetto JSON formattato correttamente con un data radice.

++Esempio di file JSON con data root

{
  "data": {
    "eventMergeId": "cce1b53c-571f-4f36-b3c1-153d85be6602",
    "eventType": "view:load",
    "timestamp": "2021-09-30T14:50:09.604Z",
    "web": {
      "webPageDetails": {
        "siteSection": "Product section",
        "server": "example.com",
        "name": "product home",
        "URL": "https://www.example.com"
      },
      "webReferrer": {
        "URL": "https://www.adobe.com/index2.html",
        "type": "external"
      }
    },
    "commerce": {
      "purchase": 1,
      "order": {
        "orderID": "1234"
      }
    },
    "product": [
      {
        "productInfo": {
          "productID": "123"
        }
      },
      {
        "productInfo": {
          "productID": "1234"
        }
      }
    ],
    "reservation": {
      "id": "anc45123xlm",
      "name": "Embassy Suits",
      "SKU": "12345-L",
      "skuVariant": "12345-LG-R",
      "priceTotal": "112.99",
      "currencyCode": "USD",
      "adults": 2,
      "children": 3,
      "productAddMethod": "PDP",
      "_namespace": {
        "test": 1,
        "priceTotal": "112.99",
        "category": "Overnight Stay"
      },
      "freeCancellation": false,
      "cancellationFee": 20,
      "refundable": true
    }
  }
}

+++

Per acquisire le proprietà da un elemento dati oggetto XDM, le stesse regole si applicano all’oggetto JSON, ma la proprietà principale deve essere impostata come chiave xdm invece. Seleziona la sezione seguente per visualizzare un esempio di oggetto JSON formattato correttamente con un xdm radice.

++Esempio di file JSON con xdm root

{
  "xdm": {
    "environment": {
      "type": "browser",
      "browserDetails": {
        "userAgent": "Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_7_5) AppleWebkit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/49.0.2623.112 Safari/537.36",
        "javaScriptEnabled": true,
        "javaScriptVersion": "1.8.5",
        "cookiesEnabled": true,
        "viewportHeight": 900,
        "viewportWidth": 1680,
        "javaEnabled": true
      },
      "domain": "adobe.com",
      "colorDepth": 24,
      "viewportHeight": 1050,
      "viewportWidth": 1680
    },
    "device": {
      "screenHeight": 1050,
      "screenWidth": 1680
    }
  }
}

+++

È possibile selezionare l’opzione per caricare l’oggetto come file oppure incollare l’oggetto non elaborato nella casella di testo fornita. Se il JSON è valido, nel pannello di destra viene visualizzato uno schema di anteprima. Seleziona Next (Avanti) per continuare.

Esempio JSON di dati in arrivo previsti

Mappatura

La Mappatura viene visualizzato un passaggio che ti consente di mappare i campi nei dati di origine a quelli dello schema dell’evento di destinazione in Platform. Da qui, puoi configurare la mappatura in due modi:

Creare una nuova mappatura

Per iniziare, seleziona Aggiungi nuova mappatura per creare una nuova riga di mappatura.

Aggiunta di una nuova mappatura

Seleziona l’icona sorgente (Icona Sorgente) e nella finestra di dialogo visualizzata seleziona il campo sorgente da mappare nell’area di lavoro fornita. Dopo aver scelto un campo, utilizza le Seleziona per continuare.

Selezione del campo da mappare nello schema di origine

Quindi, seleziona l’icona dello schema (Icona Schema) per aprire una finestra di dialogo simile per lo schema dell’evento di destinazione. Scegli il campo a cui desideri mappare i dati prima di confermare con Seleziona.

Selezione del campo da mappare nello schema di destinazione

Viene visualizzata nuovamente la pagina di mappatura con la mappatura del campo completata. La Avanzamento mappatura aggiornamenti della sezione per riflettere il numero totale di campi mappati correttamente.

Campo mappato con avanzamento riflesso

SUGGERIMENTO

Se si desidera mappare una matrice di oggetti (nel campo di origine) a una matrice di oggetti diversi (nel campo di destinazione), aggiungere [*] dopo il nome della matrice nei percorsi dei campi di origine e di destinazione, come illustrato di seguito.

Mappatura degli oggetti array

Importa regole di mappatura esistenti

Se in precedenza hai creato un datastream, puoi riutilizzarne le regole di mappatura configurate per un nuovo datastream.

AVVERTENZA

L’importazione di regole di mappatura da un altro datastream sovrascrive eventuali mappature di campo aggiunte prima dell’importazione.

Per iniziare, seleziona Mapping importazione.

Immagine che mostra Mapping importazione pulsante selezionato

Nella finestra di dialogo visualizzata, seleziona il datastream di cui desideri importare le regole di mappatura. Una volta selezionato il datastream, seleziona Anteprima.

Immagine che mostra un datastream esistente selezionato

NOTA

I datastreams possono essere importati solo all’interno dello stesso sandbox. In altre parole, non è possibile importare un datastream da una sandbox all’altra.

La schermata successiva mostra un'anteprima delle regole di mappatura salvate per il datastream selezionato. Assicurati che le mappature visualizzate siano quelle previste, quindi seleziona Importa per confermare e aggiungere le mappature al nuovo datastream.

Immagine che mostra le regole di mappatura da importare

NOTA

Se i campi di origine nelle regole di mappatura importate non sono inclusi nei dati JSON di esempio che precedente, tali mappature dei campi non verranno incluse nell’importazione.

Completare la mappatura

Continua seguendo i passaggi precedenti per mappare il resto dei campi allo schema di destinazione. Anche se non è necessario mappare tutti i campi di origine disponibili, per completare questo passaggio è necessario mappare tutti i campi dello schema di destinazione impostati come necessario. La Campi obbligatori contatore indica quanti campi obbligatori non sono ancora stati mappati nella configurazione corrente.

Una volta che il conteggio dei campi obbligatori raggiunge lo zero e si è soddisfatti della mappatura, selezionare Salva per finalizzare le modifiche.

Mapping completato

Passaggi successivi

Questa guida illustra come mappare i dati su XDM durante la configurazione di un datastream nell’interfaccia utente di raccolta dati. Se stavi seguendo un'esercitazione generale sui datastreams, ora puoi tornare al passaggio visualizzazione dei dettagli del datastream.

In questa pagina