Risolvere i problemi relativi all’ Adobe Experience Manager app desktop

Adobe Experience Manager l’app desktop si connette all’archivio DAM (Digital Asset Management) di una Experience Manager distribuzione. L’app recupera le informazioni sull’archivio e i risultati della ricerca sul computer, scarica e carica file e cartelle e include funzionalità per gestire i conflitti con l’interfaccia utente di Assets.

Continua a leggere per risolvere i problemi dell’app, scopri le best practice e le limitazioni.

Best practice

Segui le best practice riportate di seguito per evitare alcuni problemi e risolvere i problemi più comuni.

  • Scopri come funziona l’app desktop: Prima di iniziare a utilizzare l’applicazione, passa alcuni minuti sapendo come funziona l’app. Scopri i collegamenti tra l’interfaccia web e il desktop Experience Manager, la mappatura dell’archivio, il caching delle risorse, il salvataggio locale e il caricamento in background. Vedi come funziona.

  • Evitare i caratteri non supportati nei nomi delle cartelle: Non utilizzare spazi bianchi e caratteri non validi durante la creazione o il caricamento di cartelle. Consulta un elenco di caratteri in Crea cartelle in Experience Manager Assets. Alcuni casi d’uso Experience Manager possono essere interessati dai caratteri non supportati nel nome della cartella.

  • Best practice per evitare conflitti: Per evitare potenziali conflitti durante la collaborazione su più risorse, consulta evitare conflitti di modifica.

  • Utilizza il caricamento delle cartelle per le cartelle gerarchiche di grandi dimensioni: Invece di utilizzare l’interfaccia web Assets o altri metodi, usa l’app Experience Manager desktop per caricare cartelle di grandi dimensioni. L’app carica le risorse in background con registrazione e monitoraggio. Consulta Caricamento in serie di risorse.

  • Utilizza la versione più recente: Utilizza la versione più recente dell’app e verifica sempre la compatibilità prima di installare una nuova versione dell’app o prima di eseguire l’aggiornamento a una Experience Manager versione più recente. Consulta le note sulla versione.

  • Utilizzare la stessa lettera di unità: Utilizza la stessa lettera di unità in un'organizzazione per eseguire la mappatura sul Experience Manager DAM. Per visualizzare le risorse inserite da altri utenti, i percorsi devono essere gli stessi. L’utilizzo della stessa lettera di unità assicura un percorso costante alle risorse DAM. Le risorse rimangono posizionate e non vengono rimosse anche se vengono utilizzate lettere di unità diverse da utenti diversi.

  • Attenzione alla rete: Le prestazioni di rete sono fondamentali per le prestazioni dell’app Experience Manager desktop. Se ti trovi di fronte a una risposta rallentata ai trasferimenti di file o alle operazioni in blocco, disattiva le funzioni o le app che potrebbero causare un sacco di traffico di rete.

  • Casi d’uso non supportati per l’app desktop: Non utilizzare l’app per la migrazione di Assets (che richiede pianificazione e altri strumenti); per operazioni DAM complesse (come lo spostamento di cartelle di grandi dimensioni, caricamenti di grandi dimensioni, la ricerca di file tramite ricerche avanzate di metadati); e come client di sincronizzazione (i principi di progettazione e i pattern di utilizzo sono diversi dai client in-sync come la sincronizzazione desktop Microsoft OneDrive o Adobe Creative Cloud).

  • Timeout: Al momento, l’app desktop non dispone di un valore di timeout configurabile che disconnette la connessione tra app Experience Manager server e desktop dopo un intervallo di tempo fisso. Quando carichi risorse di grandi dimensioni, se la connessione si interrompe dopo un po' di tempo, l’app tenta nuovamente di caricare la risorsa qualche volta aumentando il timeout di caricamento. Non è consigliabile modificare le impostazioni di timeout predefinite.

Come risolvere i problemi

Per risolvere i problemi relativi all’app desktop, tieni presente quanto segue. Inoltre, ti prepara a comunicare meglio i problemi ad Adobe Customer Care se scegli di cercare il supporto.

Posizione dei file di registro

Experience Manager l’app desktop memorizza i propri file di registro nelle seguenti posizioni a seconda del sistema operativo:

In Windows: %LocalAppData%\Adobe\AssetsCompanion\Logs

Su Mac: ~/Library/Logs/Adobe\ Experience\ Manager\ Desktop

Quando carichi molte risorse, se alcuni file non vengono caricati, consulta il file backend.log per identificare i caricamenti non riusciti.

NOTA

Quando lavori con l’Assistenza clienti di Adobe su una richiesta di supporto o su un ticket, ti può essere chiesto di condividere i file di registro per aiutare il team di Assistenza clienti a comprendere il problema. Archivia l’intera cartella Logs e condividila con il contatto dell’Assistenza clienti.

Cambia il livello di dettagli nei file di log

Per modificare il livello di dettagli nei file di log:

  1. Assicurati che l'applicazione non sia in esecuzione.

  2. Sul sistema Windows:

    1. Apri una finestra di comando.

    2. Avvia l'app desktop Adobe Experience Manager eseguendo il comando:

    set AEM_DESKTOP_LOG_LEVEL=DEBUG&"C:\Program Files\Adobe\Adobe Experience Manager Desktop.exe
    

    Sul sistema Mac:

    1. Apri una finestra terminale.

    2. Avvia l'app desktop Adobe Experience Manager eseguendo il comando:

    AEM_DESKTOP_LOG_LEVEL=DEBUG open /Applications/Adobe\ Experience\ Manager\ Desktop.app
    

I livelli di registro validi sono DEBUG, INFO, WARN o ERROR. La verbosità dei log è più alta in DEBUG e più bassa in ERROR.

Attiva la modalità di debug

Per risolvere i problemi, puoi abilitare la modalità di debug e ottenere ulteriori informazioni nei registri.

NOTA

I livelli di registro validi sono DEBUG, INFO, WARN o ERROR. La verbosità dei log è più alta in DEBUG e più bassa in ERROR.

Per utilizzare l'app in modalità di debug su Mac:

  1. Aprire una finestra terminale o un prompt dei comandi.

  2. Avvia l'app desktop Experience Manager eseguendo il seguente comando:

    AEM_DESKTOP_LOG_LEVEL=DEBUG open /Applications/Adobe\ Experience\ Manager\ Desktop.app.

Per abilitare la modalità di debug su Windows:

  1. Apri una finestra di comando.

  2. Avvia l'app desktop Experience Manager eseguendo il seguente comando:

AEM_DESKTOP_LOG_LEVEL=DEBUG&"C:\Program Files\Adobe\Adobe Experience Manager Desktop.exe.

Conoscere la versione Adobe Experience Manager dell’app desktop

Per visualizzare il numero di versione:

  1. Avvia l'applicazione.

  2. Fai clic sui puntini di sospensione nell'angolo in alto a destra, passa il puntatore del mouse su Help, quindi fai clic su About.

    Il numero di versione è elencato in questa schermata.

Cancella cache

Esegui i seguenti passaggi:

  1. Avvia l'applicazione e connetti un'istanza Experience Manager.

  2. Apri le preferenze dell'applicazione facendo clic sull'ellissi nell'angolo in alto a destra e selezionando Preferences.

  3. Individua la voce che visualizza il valore Current Cache Size. Fai clic sull’icona del cestino accanto a questo elemento.

Per cancellare manualmente la cache, procedi con i passaggi seguenti.

ATTENZIONE

Si tratta di un’operazione potenzialmente distruttiva. Se ci sono modifiche locali al file che non vengono caricate in Adobe Experience Manager, tali modifiche andranno perse procedendo.

La cache viene cancellata eliminando la directory della cache dell'applicazione, che si trova nelle preferenze dell'applicazione.

  1. Avvia l'applicazione.

  2. Apri le preferenze dell'applicazione selezionando i puntini di sospensione nell'angolo in alto a destra e selezionando Preferences.

  3. Osserva il valore Cache Directory .

    In questa directory sono presenti sottodirectory denominate dopo gli endpoint Adobe Experience Manager codificati. I nomi sono una versione codificata dell'URL di destinazione Adobe Experience Manager. Ad esempio, se l’applicazione esegue il targeting di localhost:4502, il nome della directory sarà localhost_4502.

Per cancellare la cache, elimina la directory Encoded Adobe Experience Manager Endpoint desiderata. In alternativa, se si elimina l’intera directory specificata nelle preferenze, la cache verrà cancellata per tutte le istanze utilizzate dall’applicazione.

La cancellazione della cache dell’app desktop Adobe Experience Manager è un’attività preliminare per la risoluzione dei problemi che può risolvere diversi problemi. Elimina la cache dalle preferenze dell'app. Consulta impostare le preferenze. Il percorso predefinito della cartella cache è:

Impossibile vedere le risorse inserite

Se non riesci a visualizzare le risorse inserite nei file di supporto da te o da altri professionisti creativi (ad esempio, file INDD), controlla quanto segue:

  • Connessione al server. La connettività di rete debole può arrestare i download delle risorse.

  • Dimensione file. Il download e la visualizzazione delle risorse di grandi dimensioni richiedono più tempo.

  • Coerenza della lettera di unità. Se le risorse sono state inserite da un utente o da un altro collaboratore durante la mappatura di Experience Manager DAM a una lettera di unità diversa, le risorse inserite non vengono visualizzate.

  • Autorizzazioni. Per verificare di disporre delle autorizzazioni necessarie per recuperare le risorse inserite, contatta l’ amministratore di Experience Manager .

Le modifiche apportate ai file nell’interfaccia utente dell’app desktop non si riflettono immediatamente in Adobe Experience Manager

Adobe Experience Manager l’app desktop lascia all’utente la facoltà di decidere quando tutte le modifiche apportate a un file devono essere completate. A seconda delle dimensioni e della complessità di un file, il trasferimento della nuova versione di un file a Adobe Experience Manager richiede molto tempo. La progettazione dell'applicazione richiede di ridurre al minimo il numero di volte in cui un file viene trasferito avanti e indietro, invece di indovinare quando le modifiche del file sono complete e vengono caricate automaticamente. Si consiglia all'utente di avviare il trasferimento del file su Adobe Experience Manager scegliendo di caricare le modifiche di un file.

Problemi durante l'aggiornamento su macOS

Talvolta possono verificarsi problemi durante l’aggiornamento dell’ Experience Manager app desktop su macOS. Ciò è causato dalla cartella di sistema legacy per l’ app desktop Experience Manager che impedisce il caricamento corretto delle nuove versioni dell’ app desktop Experience Manager. Per risolvere questo problema, è possibile rimuovere manualmente le cartelle e i file seguenti.

Prima di eseguire i seguenti passaggi, trascina l'applicazione Adobe Experience Manager Desktop dalla cartella macOS Applications nel Cestino. Quindi apri il terminale, esegui il seguente comando e fornisci la tua password quando richiesto.

sudo rm -rf ~/Library/Application\ Support/com.adobe.aem.desktop
sudo rm -rf ~/Library/Preferences/com.adobe.aem.desktop.plist
sudo rm -rf ~/Library/Logs/Adobe\ Experience\ Manager\ Desktop

sudo find /var/folders -type d -name "com.adobe.aem.desktop" | xargs rm -rf
sudo find /var/folders -type d -name "com.adobe.aem.desktop.finderintegration-plugin" | xargs rm -rf

Impossibile caricare i file

Se utilizzi l’app desktop con Experience Manager 6.5.1 o versione successiva, aggiorna il connettore S3 o Azure alla versione 1.10.4 o successiva. Risolve il problema di errore di caricamento file relativo a OAK-8599. Vedere istruzioni di installazione.

Experience Manager problemi di connessione all’app desktop

Se si verificano problemi di connettività generali, ci sono alcuni modi per ottenere ulteriori informazioni sulle prestazioni dell’app desktop Experience Manager.

Controlla il registro delle richieste

Experience Manager l’app desktop registra tutte le richieste che invia, insieme al codice di risposta di ogni richiesta, in un file di registro dedicato.

  1. Apri request.log nella directory di registro dell'applicazione per visualizzare queste richieste.

  2. Ogni riga del registro rappresenta una richiesta o una risposta. Le richieste avranno un carattere > seguito dall’URL richiesto. Le risposte avranno un carattere < seguito dal codice di risposta e dall’URL richiesto. Le richieste e la risposta possono essere soddisfatte utilizzando il GUID di ogni riga.

Controlla le richieste caricate dal browser incorporato dell'applicazione

La maggior parte delle richieste dell'applicazione si trovano nel registro delle richieste. Tuttavia, se non sono presenti informazioni utili, può essere utile esaminare le richieste inviate dal browser incorporato dell'applicazione.
Per istruzioni su come visualizzare tali richieste, consulta la sezione SAML .

Autenticazione di accesso SAML non funzionante

Experience Manager l’app desktop potrebbe non connettersi alla Adobe Experience Manager distribuzione con abilitazione SSO (SAML). Il design dell'applicazione cerca di adattarsi alle variazioni e alle complessità delle connessioni e dei processi SSO. Tuttavia, una configurazione potrebbe richiedere ulteriori interventi di risoluzione dei problemi.

A volte il processo SAML non reindirizza al percorso originariamente richiesto, o il reindirizzamento finale è a un host diverso da quello configurato nell’ Adobe Experience Manager app desktop. Per verificare che non sia così:

  1. Apri un browser web. Accedi all'URL https://[aem_server]:[port]/content/dam.json.

  2. Accedi alla distribuzione Adobe Experience Manager.

  3. Al termine dell'accesso, controlla l'indirizzo corrente del browser nella barra degli indirizzi. Dovrebbe corrispondere esattamente all’URL immesso inizialmente.

  4. Verifica anche che tutti gli elementi precedenti a /content/dam.json corrispondano al valore Adobe Experience Manager di destinazione configurato nelle impostazioni dell’ Adobe Experience Manager app desktop.

Il processo SAML di accesso funziona correttamente in base ai passaggi precedenti, ma gli utenti non sono ancora in grado di accedere

La finestra all’interno dell’ Adobe Experience Manager app desktop che visualizza il processo di accesso è semplicemente un browser web che visualizza l’interfaccia utente Web dell’istanza di destinazione Adobe Experience Manager:

  • La versione Mac utilizza un WebView.

  • La versione Windows utilizza Chromium-based CefSharp.

Assicurati che il processo SAML supporti tali browser.

Per risolvere ulteriormente i problemi, è possibile visualizzare gli URL esatti che il browser sta tentando di caricare. Per visualizzare queste informazioni:

  1. Seguire le istruzioni per avviare l'applicazione in modalità di debug.

  2. Riproduci il tentativo di accesso.

  3. Passa alla directory di log dell'applicazione

  4. Per Windows:

    1. Apri "aemcompanionlog.txt".

    2. Cerca i messaggi che iniziano con "Indirizzo browser di accesso modificato in". Queste voci contengono anche l'URL caricato dall'applicazione.

    Per Mac:

    1. com.adobe.aem.desktop-nnnnnnnn-nnnnnn.log, dove il nome ​viene sostituito da qualsiasi numero presente nel nome di file più recente.

    2. Cerca i messaggi che iniziano con "frame caricato". Queste voci contengono anche l'URL caricato dall'applicazione.

Osservare la sequenza URL caricata può aiutare a risolvere i problemi alla fine di SAML per determinare cosa è sbagliato.

Problema di configurazione SSL

Le librerie utilizzate dall’app desktop Experience Manager per la comunicazione HTTP utilizzano l’applicazione SSL restrittiva. A volte, una connessione può avere esito positivo utilizzando un browser ma non riesce a utilizzare l’ Experience Manager app desktop. Per configurare SSL in modo appropriato, installa il certificato intermedio mancante in Apache. Vedere Come installare un certificato CA intermedio in Apache.

Le librerie utilizzate dall’app desktop Experience Manager per la comunicazione HTTP utilizzano un’applicazione SSL restrittiva. Ci possono essere quindi casi in cui le connessioni SSL che hanno successo tramite un browser non riescono con l’ Adobe Experience Manager app desktop. Questo è positivo perché incoraggia la corretta configurazione di SSL e aumenta la sicurezza, ma può essere frustrante quando l'applicazione non è in grado di connettersi.

In questo caso, l’approccio consigliato consiste nell’utilizzare uno strumento per analizzare il certificato SSL di un server e identificare i problemi in modo che possano essere corretti. Ci sono siti web che controllano il certificato di un server quando fornisce il suo URL.

Come misura temporanea, è possibile disabilitare l’imposizione SSL restrittiva nell’app desktop Adobe Experience Manager. Questa non è una soluzione a lungo termine consigliata, in quanto riduce la sicurezza nascondendo la causa principale di SSL configurato in modo errato. Per disabilitare l'applicazione rigorosa:

  1. Utilizza l'editor desiderato per modificare il file di configurazione JavaScript dell'applicazione, che si trova (per impostazione predefinita) nelle seguenti posizioni (a seconda del sistema operativo):

    Su Mac: /Applications/Adobe Experience Manager Desktop.app/Contents/Resources/javascript/lib-smb/config.json

    In Windows: C:\Program Files (x86)\Adobe\Adobe Experience Manager Desktop\javascript\config.json

  2. Individua la seguente sezione nel file :

    ...
    "assetRepository": {
        "options": {
    ...
    
  3. Modifica la sezione aggiungendo "strictSSL": false come segue:

    ...
    "assetRepository": {
        "options": {
            "strictSSL": false,
    ...
    
  4. Salva il file e riavvia l'app desktop Adobe Experience Manager.

Problemi di accesso quando si passa a un server diverso

Dopo aver utilizzato un server Experience Manager, quando si tenta di modificare la connessione a un server diverso, potrebbero verificarsi problemi di accesso. È dovuto a vecchi cookie che interferiscono con la nuova autenticazione. È utile un’opzione nel menu principale per Clear Cookies . Esci dalla sessione corrente nell’app e seleziona Clear Cookies prima di procedere alla connessione.

Cancella i cookie quando si cambia server

L'app non risponde

Raramente l'applicazione può diventare non reattiva, visualizzare solo uno schermo bianco o visualizzare un errore nella parte inferiore dell'interfaccia senza alcuna opzione sull'interfaccia. Prova quanto segue nell'ordine:

  • Fai clic con il pulsante destro del mouse sull'interfaccia dell'applicazione e fai clic su Refresh.
  • Esci dall’applicazione e riaprila.

In entrambi i metodi, l’app viene avviata dalla cartella DAM principale.

Nascondi risorse scadute

Quando esplori le risorse dall’interfaccia utente di Experience Manager, le risorse scadute non vengono visualizzate. Per impedire la visualizzazione, la ricerca e il recupero delle risorse scadute durante la navigazione dalle app desktop e da Asset Link, gli amministratori possono effettuare le seguenti operazioni di configurazione. La configurazione funziona per tutti gli utenti, indipendentemente dal privilegio di amministratore.

In questa pagina