Configurazione headless

Ultimo aggiornamento: 2023-09-05

Di seguito è riportato un semplice percorso in cinque passaggi per creare, gestire e distribuire esperienze utilizzando AEM as a Cloud Service, destinato agli utenti che hanno già familiarità con AEM e la tecnologia headless. Ogni guida si basa sulla precedente, pertanto si consiglia di esaminarla in modo approfondito e coerente.

  1. Creazione di una configurazione
  2. Creazione di un modello di frammento di contenuto
  3. Creazione di una cartella di risorse
  4. Creazione di un frammento di contenuto
  5. Creare una richiesta API
SUGGERIMENTO

Questa guida introduttiva presuppone la conoscenza delle tecnologie AEM e headless.

Se non conosci AEM o la tecnologia headless, consulta i percorsi di documentazione headless di Adobe per un’introduzione completa alla tecnologia headless e informazioni su come è supportata da AEM.

Pubblico

Per una dimostrazione di base completa delle funzionalità headless di AEM, sono necessarie le attività specificate. Chiunque abbia accesso come amministratore a un’istanza di prova di AEM può seguire queste istruzioni per comprendere la distribuzione headless in AEM. Tuttavia, è consigliabile avere esperienza come sviluppatore.

In situazioni di produzione, però, le attività sono eseguite da diversi utenti per un numero variabile di volte. Ad esempio:

  • Gli amministratori devono impostare la configurazione iniziale e la struttura delle cartelle per il contenuto, di solito una sola volta o occasionalmente.
  • Gli architetti dell’informazione in genere aggiungono nuovi modelli in base a nuove esigenze dell’organizzazione.
  • Gli autori di contenuti creano in modo continuativo contenuti come frammenti di contenuto, in base ai modelli definiti dagli architetti.

Passaggio successivo

Vuoi saperne di più? Inizia consultando la prima parte della Configurazione headless: Creazione di una configurazione.

In questa pagina