Configurare le regole di traduzione

Scopri come definire le regole di traduzione per identificare i contenuti per la traduzione.

La storia finora

Nel documento precedente del percorso di traduzione AEM headless, Configurare il connettore di traduzione, hai imparato a installare e configurare il connettore di traduzione e ora dovresti:

  • Comprendere i parametri importanti del framework di integrazione della traduzione in AEM.
  • Essere in grado di impostare la propria connessione al servizio di traduzione.

Ora che il connettore è configurato, questo articolo illustra il passaggio successivo per identificare il contenuto da tradurre.

ATTENZIONE

Questo passaggio del percorso di documentazione è necessario solo se non utilizzi il contrassegno Traducibile nei frammenti di contenuto.

  • Il contrassegno Traducibile crea automaticamente le regole di traduzione per te e non richiede alcun intervento.
  • Il contrassegno Traducibile viene utilizzato solo se la configurazione del Framework di integrazione della traduzione è impostata su Abilita i campi del modello di contenuto per la traduzione.
  • L’abilitazione di questa opzione nella configurazione TIF sostituirà eventuali regole di traduzione create manualmente.|

Obiettivo

Questo documento ti aiuta a capire come utilizzare le regole di traduzione di AEM per identificare il contenuto per la traduzione. Dopo aver letto questo documento, dovresti:

  • Comprendere come funzionano le regole di traduzione.
  • Essere in grado di definire le tue regole di traduzione.

Regole di traduzione

I frammenti di contenuto, che rappresentano il contenuto headless, possono contenere molte informazioni organizzate in campi strutturati. A seconda delle esigenze del progetto, è probabile che non tutte le informazioni all’interno di un frammento di contenuto debbano essere tradotte.

Le regole di traduzione identificano il contenuto incluso o escluso nei progetti di traduzione. Quando il contenuto viene tradotto, AEM estrae o raccoglie il contenuto in base a queste regole. In questo modo solo il contenuto da tradurre viene inviato al servizio di traduzione.

Le regole di traduzione includono le seguenti informazioni:

  • Percorso del contenuto a cui si applica la regola
    • La regola si applica anche ai discendenti del contenuto
  • Nomi delle proprietà che contengono il contenuto da tradurre
    • La proprietà può essere specifica per un tipo di risorsa specifica o per tutti i tipi di risorsa

Poiché i modelli per frammenti di contenuto, che definiscono la struttura dei frammenti di contenuto, sono specifici del tuo progetto, è fondamentale impostare le regole di traduzione in modo che AEM conosca gli elementi dei modelli di contenuto da tradurre.

SUGGERIMENTO

Generalmente l’architetto dei contenuti fornisce a chi si occupa della traduzione il Nome proprietà di tutti i campi necessari per la traduzione. Questi nomi sono necessari per configurare le regole di traduzione. Se ti occupi della traduzione, puoi trovare questi Nomi proprietà in autonomia, come descritto in precedenza in questo percorso.

Creazione di regole di traduzione

È possibile creare più regole per supportare requisiti di traduzione complessi. Ad esempio, potresti lavorare su un progetto che richiede la traduzione di tutti i campi del modello e su un altro in cui devono essere tradotti solo i campi descrizione mentre i titoli non vengono tradotti.

Le regole di traduzione sono progettate per gestire tali scenari. Tuttavia, in questo esempio viene illustrato come creare regole concentrandosi su una configurazione semplice e singola.

Una console Configurazione della traduzione è disponibile per la configurazione delle regole di traduzione. Per accedervi:

  1. Passa a Strumenti -> Generale.
  2. Tocca o fai clic su Configurazione della traduzione.

Nell’interfaccia utente di Configurazione della traduzione sono disponibili diverse opzioni per le regole di traduzione. Qui vengono evidenziati i passaggi più necessari e tipici necessari per una configurazione di base della localizzazione headless.

  1. Tocca o fai clic su Aggiungi contesto, che ti consente di aggiungere un percorso. Questo è il percorso del contenuto interessato dalla regola.
    Aggiungi contesto
  2. Utilizza il browser percorsi per selezionare il percorso desiderato e tocca o fai clic sul pulsante Conferma per salvare. Ricorda che i frammenti di contenuto, che contengono contenuto headless, si trovano in genere in /content/dam/<your-project>.
    Seleziona il percorso
  3. AEM salva la configurazione.
  4. Seleziona il contesto appena creato, quindi tocca o fai clic su Modifica. Viene aperto l’Editor regole di traduzione per configurare le proprietà.
    Editor regole di traduzione
  5. Per impostazione predefinita, tutte le configurazioni vengono ereditate dal percorso padre, in questo caso /content/dam. Deseleziona l'opzione Eredita da/content/dam per aggiungere ulteriori campi alla configurazione.
  6. Una volta deselezionato, sotto la sezione Generale aggiungi i nomi delle proprietà dei modelli per frammento di contenuto precedentemente identificati come campi per la traduzione.
    1. Immetti il nome della proprietà nel campo Nuova proprietà.
    2. Le opzioni Traduci e Eredita vengono controllate automaticamente.
    3. Tocca o fai clic su Avanti.
    4. Ripeti questi passaggi per tutti i campi da tradurre.
    5. Tocca o fai clic su Salva.
      Aggiungi proprietà

Hai configurato le regole di traduzione.

Utilizzo avanzato

È possibile configurare una serie di proprietà aggiuntive come parte delle regole di traduzione. Inoltre, è possibile specificare le regole manualmente come XML, il che consente maggiore specificità e flessibilità.

Tali funzioni generalmente non sono necessarie per iniziare a localizzare il contenuto headless ma, se ti interessa, puoi avere maggiori informazioni nella sezione Risorse aggiuntive.

Passaggio successivo

Ora cha hai completato questa parte del percorso di traduzione headless, dovresti:

  • Comprendere come funzionano le regole di traduzione.
  • Essere in grado di definire le tue regole di traduzione.

Sviluppa questa conoscenza e continua il tuo percorso di traduzione AEM headless esaminando successivamente il documento Tradurre il contenuto dove scoprirai come il connettore e le regole collaborano alla traduzione dei contenuti.

Risorse aggiuntive

Anche se si consiglia di spostarsi nella parte successiva del percorso per lo sviluppo headless studiando il documento Tradurre i contenuti, di seguito si trovano alcune risorse aggiuntive e facoltative per approfondire concetti menzionati in questo documento, ma non sono indispensabili per continuare il percorso headless.

In questa pagina