Flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi

Le aziende raccolgono dati da centinaia e migliaia di moduli, da diversi sistemi back-end e da fonti di dati online o offline. Hanno anche un set dinamico di utenti per prendere decisioni sui dati, il che implica processi di revisione e approvazione iterativi.

Oltre ai flussi di lavoro di revisione e approvazione per il pubblico interno ed esterno, le grandi organizzazioni e aziende hanno attività ripetitive. Ad esempio, la conversione di un documento PDF in un altro formato. Una volta eseguite manualmente, queste attività richiedono molto tempo e risorse. Le aziende hanno inoltre i requisiti legali necessari per firmare digitalmente un documento e archiviare i dati del modulo in modo da utilizzarli in formati predefiniti.

Introduzione al flusso di lavoro Forms-centric su OSGi

Puoi utilizzare flussi di lavoro AEM per creare rapidamente flussi di lavoro basati su moduli adattivi. Questi flussi di lavoro possono essere utilizzati per la revisione e le approvazioni, per i flussi dei processi aziendali, per avviare document services, per l’integrazione con il flusso di lavoro della firma Adobe Sign e per operazioni simili. Ad esempio, l'elaborazione delle applicazioni con carta di credito, il dipendente lascia i flussi di lavoro di approvazione, salvando un modulo come documento PDF. Inoltre, questi flussi di lavoro possono essere utilizzati all'interno di un'organizzazione o attraverso un firewall di rete.

Con il flusso di lavoro Forms-centric su OSGi, puoi creare e distribuire rapidamente flussi di lavoro per varie attività sullo stack OSGi, senza dover installare la funzionalità di Process Management completa sullo stack JEE. Lo sviluppo e la gestione dei flussi di lavoro utilizzano le funzionalità familiari AEM Workflow e AEM Inbox. I flussi di lavoro costituiscono la base per automatizzare i processi aziendali reali che si estendono su più sistemi software, reti, reparti e persino organizzazioni.

Una volta configurati, questi flussi di lavoro possono essere attivati manualmente per completare un processo definito o eseguiti a livello di programmazione quando gli utenti inviano un modulo o gestione della corrispondenza lettera. Con queste funzionalità avanzate del flusso di lavoro AEM, AEM Forms offre due funzionalità distinte ma simili. Come parte della strategia di implementazione, devi decidere quale funziona per te. Vedi confronto dei flussi di lavoro AEM incentrati su Forms su OSGi e Process Management su JEE. Inoltre, per la topologia di distribuzione vedere, Architettura e topologie di implementazione per AEM Forms.

Workflow Forms-centric su OSGi estende Casella in entrata AEM e fornisce componenti aggiuntivi (passaggi) per AEM editor di flussi di lavoro per aggiungere supporto per i flussi di lavoro incentrati su AEM Forms. La casella in entrata AEM estesa dispone di funzionalità simili a AEM Forms Workspace. Oltre a gestire flussi di lavoro incentrati sulle persone (approvazione, revisione e così via), puoi utilizzare flussi di lavoro AEM per automatizzare document servicesOperazioni correlate (ad esempio, Genera PDF) e documenti per la firma elettronica (Adobe Sign).

Tutti i passaggi del flusso di lavoro di AEM Forms supportano l’utilizzo di variabili. Le variabili consentono ai passaggi del flusso di lavoro di conservare e trasmettere i metadati tra i passaggi in fase di runtime. Puoi creare diversi tipi di variabili per memorizzare diversi tipi di dati. È inoltre possibile creare raccolte di variabili (array) per memorizzare più istanze di dati correlati con lo stesso tipo. In genere, si utilizza una variabile o una raccolta di variabili quando è necessario prendere una decisione in base al valore che contiene o per memorizzare le informazioni necessarie in un secondo momento in un processo. Per ulteriori informazioni sull’utilizzo delle variabili nei componenti del flusso di lavoro incentrati su Forms (passaggi), consulta Flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi - Riferimento dettagliato. Per informazioni sulla creazione e la gestione delle variabili, consulta Variabili nei flussi di lavoro AEM.

Il diagramma seguente illustra la procedura end-to-end per creare, eseguire e monitorare un flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi.

introduzione ad aem-forms-workflow

Prima di iniziare

  • Un flusso di lavoro è una rappresentazione di un processo aziendale reale. Prepara il tuo processo aziendale e l'elenco dei partecipanti al processo aziendale. Inoltre, tieni il materiale collaterale (moduli adattivi, documenti PDF e altro ancora) pronto prima di iniziare a creare un flusso di lavoro.
  • Un flusso di lavoro può avere più fasi. Queste fasi vengono visualizzate nella casella in entrata AEM e consentono di segnalare l’avanzamento del flusso di lavoro. Dividi il tuo processo aziendale in fasi logiche.
  • Puoi configurare la fase di assegnazione dell’attività dei flussi di lavoro AEM per inviare notifiche e-mail agli utenti o agli assegnatari. Quindi, abilitare le notifiche e-mail.
  • Un flusso di lavoro può inoltre utilizzare il segno Adobe per le firme digitali. Se prevedi di utilizzare Adobe Sign in un flusso di lavoro, la configurare Adobe Sign per AEM Forms prima di utilizzarlo in un flusso di lavoro.

Creare un modello di flusso di lavoro

Un modello di flusso di lavoro è costituito dalla logica e dal flusso di un processo aziendale. È costituito da una serie di passi. Questi passaggi sono componenti AEM. Puoi estendere i passaggi del flusso di lavoro con parametri e script per fornire ulteriori funzionalità e controlli, a seconda delle necessità. AEM Forms fornisce alcuni passaggi oltre a AEM passaggi disponibili. Per un elenco dettagliato dei passaggi di AEM e AEM Forms, vedi Riferimento dettagliato sui flussi di lavoro AEM e Flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi - Riferimento dettagliato.

AEM fornisce un’interfaccia utente intuitiva per creare un modello di flusso di lavoro utilizzando i passaggi del flusso di lavoro forniti. Per istruzioni dettagliate sulla creazione di un modello di flusso di lavoro, consulta Creazione di modelli di flussi di lavoro. L'esempio seguente fornisce istruzioni passo passo per creare un modello di flusso di lavoro per un flusso di lavoro di approvazione e revisione:

NOTA

Per creare o modificare un modello di flusso di lavoro, devi essere membro del gruppo editor-flussi di lavoro.

Creare un modello per un flusso di lavoro di approvazione e revisione

Il flusso di lavoro di approvazione e revisione riguarda i compiti che richiedono l'intervento umano per prendere decisioni. Nell'esempio seguente viene creato un modello di flusso di lavoro per un'applicazione di mutui ipotecari che deve essere compilata da un agente bancario di front-office. Una volta compilata, la domanda viene inviata per l'approvazione. Successivamente, la domanda approvata viene inviata al richiedente la firma elettronica utilizzando Adobe Sign.

L’esempio è disponibile come pacchetto allegato di seguito. Importa e installa l'esempio utilizzando il gestore di pacchetti. Puoi anche eseguire i seguenti passaggi per creare manualmente il modello di flusso di lavoro per l’applicazione:

Nell'esempio viene creato un modello di flusso di lavoro un'applicazione mutuo che deve essere compilata da un agente bancario front-office. Una volta compilata la domanda viene inviata per l'approvazione. Successivamente, l'applicazione approvata viene inviata al cliente per le firme elettroniche che utilizzano Adobe Sign. Puoi importare e installare l’esempio utilizzando il gestore dei pacchetti.

Ottieni file

  1. Apri la console Modelli di flusso di lavoro . L’URL predefinito è https://[server]:[port]/libs/cq/workflow/admin/console/content/models.html/etc/workflow/models

  2. Seleziona Crea, quindi Crea modello. Viene visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi modello flusso di lavoro.

  3. Inserisci il Titolo e Nome (facoltativo). Ad esempio, un'applicazione ipotecaria. Toccate Chiudi.

  4. Seleziona il modello di flusso di lavoro appena creato e tocca Modifica. Ora puoi aggiungere passaggi del flusso di lavoro per creare una logica di business. Quando crei un modello di flusso di lavoro per la prima volta, questo contiene:

    • I passaggi: Inizio flusso e Fine flusso. Questi passaggi rappresentano l’inizio e la fine del flusso di lavoro. Questi passaggi sono obbligatori e non possono essere modificati o rimossi.
    • Esempio di passaggio partecipante denominato Passaggio 1. Questo passaggio è configurato per assegnare un elemento di lavoro all’utente amministratore. Rimuovi questo passaggio.
  5. Abilitare le notifiche e-mail. Puoi configurare un flusso di lavoro Forms-centric su OSGi per inviare notifiche e-mail agli utenti o agli assegnatari. Esegui le seguenti configurazioni per abilitare le notifiche e-mail:

    1. Vai a AEM gestione della configurazione all'indirizzo https://[server]:[port]/system/console/configMgr.
    2. Apri Servizio e-mail Day CQ configurazione. Specifica un valore per Nome host server SMTP, porta server SMTP, e Indirizzo "Da" campi. Fai clic su Salva.
    3. Apri Day CQ Link Externalizer configurazione. In Domini Specifica l’indirizzo IP o nome host effettivo e il numero di porta per le istanze locali, di authoring e di pubblicazione. Fai clic su Salva.
  6. Crea fasi del flusso di lavoro. Un flusso di lavoro può avere più fasi. Queste fasi vengono visualizzate nella casella in entrata AEM e segnalano l’avanzamento del flusso di lavoro.

    Per definire un’area di visualizzazione, tocca info-cerchio per aprire le proprietà del modello di flusso di lavoro, apri Fasi scheda , aggiungi aree di visualizzazione per il modello di flusso di lavoro e tocca Salva e chiudi. Per l'esempio di applicazione ipotecaria, creare le fasi: richiesta di prestito, stato della richiesta di prestito, documenti da firmare e documento di prestito firmato.

  7. Trascina e rilascia la Assegna attività passa il browser al modello di flusso di lavoro. Impostalo come primo passo del modello.

    Il componente Assegnazione attività assegna l’attività, creata dal flusso di lavoro, a un utente o a un gruppo. Oltre ad assegnare l’attività, è possibile utilizzare il componente per specificare un modulo adattivo o un PDF non interattivo per l’attività. Il modulo adattivo è necessario per accettare l’input degli utenti e PDF non interattivo o un modulo adattivo di sola lettura viene utilizzato per i flussi di lavoro di sola revisione.

    È inoltre possibile utilizzare il passaggio per controllare il comportamento dell’attività. Ad esempio, per creare un documento di record automatico, assegnare l’attività a un utente o a un gruppo specifico, il percorso dei dati inviati, il percorso dei dati da precompilare e le azioni predefinite. Per informazioni dettagliate sulle opzioni della fase di assegnazione delle attività, vedere Flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi - Riferimento dettagliato documento.

    editor di workflow

    Per l’esempio di applicazione ipotecaria, configurare il passaggio dell’attività di assegnazione in modo da utilizzare un modulo adattivo di sola lettura e visualizzare il documento di PDF una volta completata l’attività. Inoltre, selezionare il gruppo utenti autorizzato ad approvare la richiesta di prestito. Sulla Azioni disabilita Invia opzione . Crea un actionTaken variabile del tipo di dati String e specifica la variabile come Variabile di percorso. Ad esempio, actionTaken. Inoltre, aggiungere le route Approva e Rifiuta. Le route vengono visualizzate come azioni separate (pulsanti) nella casella in entrata AEM. Il flusso di lavoro seleziona un ramo in base all’azione (pulsante) che un utente tocca.

    È possibile importare il pacchetto di esempio, disponibile per il download all'inizio della sezione, per l'insieme completo di valori di tutti i campi della fase di assegnazione delle attività configurate, ad esempio l'applicazione mutuo.

  8. Trascina il componente O diviso dal browser dei passaggi al modello di flusso di lavoro. La divisione OR crea una suddivisione nel flusso di lavoro, dopodiché è attivo un solo ramo. Questo passaggio ti consente di introdurre i percorsi di elaborazione condizionale nel flusso di lavoro. Puoi aggiungere i passaggi del flusso di lavoro a ogni ramo in base alle tue esigenze.

    È possibile definire l'espressione di indirizzamento per un ramo utilizzando una definizione di regola, uno script ECMA o uno script esterno.

    Utilizzare l'editor espressioni per creare espressioni di indirizzamento per Branch 1 e Branch 2. Queste espressioni di indirizzamento consentono di scegliere un ramo in base all'azione dell'utente in AEM casella in entrata.

    Espressione di routing per il ramo 1

    Quando un utente tocca Approva in AEM casella in entrata viene attivato il ramo 1.

    Esempio di divisione OR

    Espressione di routing per il ramo 2

    Quando un utente tocca Rifiuta in AEM casella in entrata viene attivato il ramo 2.

    Esempio di divisione OR

    Per informazioni sulla creazione di espressioni di indirizzamento utilizzando le variabili, consulta Variabili nei flussi di lavoro AEM Forms.

  9. Aggiungi altri passaggi del flusso di lavoro per generare la logica di business.

    Per l'esempio di ipoteca, aggiungere un documento di generazione del record, due fasi di assegnazione delle attività e un passaggio del documento di firma al ramo 1 del modello, come illustrato nell'immagine seguente. Una fase dell'attività di assegnazione consiste nel visualizzare e inviare da firmare al richiedente e un altro componente dell’attività di assegnazione è visualizzazione di documenti firmati. Inoltre, aggiungi un componente task assegnato al ramo 2. Viene attivato quando un utente tocca Rifiuta nella casella in entrata AEM.

    Per l'insieme completo di valori di tutti i campi dei passaggi dell'attività di assegnazione, della fase del documento e della fase del documento di firma configurati ad esempio per l'applicazione di ipoteca, importare il pacchetto di esempio, disponibile per il download all'inizio di questa sezione.

    Il modello di flusso di lavoro è pronto. Puoi avviare il flusso di lavoro attraverso vari metodi. Per maggiori dettagli, vedi Avvia un flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi.

    workflow-editor-mutui

Creare un’applicazione per flussi di lavoro incentrata su Forms

L’applicazione è il modulo adattivo associato al flusso di lavoro. Quando un'applicazione viene inviata tramite Posta in arrivo, avvia il flusso di lavoro associato. Per rendere disponibile un flusso di lavoro Forms come applicazione in AEM Posta in arrivo e nell’app AEM Forms, procedi come segue per creare un’applicazione flusso di lavoro:

NOTA

È necessario essere membri del gruppo fd-administrator per poter creare e gestire le applicazioni del flusso di lavoro.

  1. Nell’istanza di authoring di AEM, vai a tools-1 > Forms > Gestisci applicazione flusso di lavoro e tocco Crea.
  2. Nella finestra Crea applicazione flusso di lavoro, fornisci gli input per i campi seguenti e tocca Crea. Viene creata una nuova applicazione ed è elencata nella schermata Applicazioni flusso di lavoro .
Campo Descrizione
Titolo Il titolo è visibile AEM casella in entrata e consente agli utenti di scegliere un’applicazione. Tenetela descrittiva. Ad esempio, Salvataggio dell'applicazione di apertura dell'account.
Nome Specifica il nome dell'applicazione. Tutti i caratteri diversi da alfabeti, numeri, trattini e caratteri di sottolineatura vengono sostituiti con trattini.
Descrizione La descrizione è visibile AEM casella in entrata. Fornisci informazioni dettagliate sull’applicazione nei campi di descrizione. Ad esempio, Scopo dell'applicazione.
Modulo adattivo

Specifica il percorso di un modulo adattivo. Quando un utente avvia un'applicazione, viene visualizzato il modulo adattivo specificato.

Nota: Le applicazioni per flussi di lavoro non supportano moduli e documenti PDF che hanno più pagine o richiedono lo scorrimento su Apple iPad. Quando un’applicazione viene aperta in Apple iPad e il modulo adattivo o il documento PDF è più lungo di una pagina, i campi modulo e il contenuto della seconda pagina vengono persi.

Gruppo di accesso

Seleziona un gruppo. L'applicazione è visibile AEM casella in entrata solo ai membri del gruppo selezionato. L’opzione gruppo di accesso rende disponibili per la selezione tutti i gruppi del gruppo utenti del flusso di lavoro.


Servizio preriempimento Seleziona una servizio di precompilazione per il modulo adattivo.
Modello flusso di lavoro Seleziona una modello di flusso di lavoro per la domanda. Un modello di flusso di lavoro è costituito dalla logica e dal flusso del processo aziendale.
Percorso del file di dati Specifica il percorso del file di dati in crx-repository. Il percorso è relativo al payload del modulo adattivo e contiene il nome del file di dati. Includi sempre il nome completo del file, inclusa l’estensione, se applicabile. Ad esempio, [payload]/data.xml.
Percorso allegato Specifica il percorso della cartella degli allegati in crx-repository. Il percorso allegato è relativo alla posizione del payload. Ad esempio, [payload]/data.xml.
Percorso del documento record Specifica il percorso del file del documento di record in crx-repository. Il percorso è relativo alla posizione del payload del modulo adattivo. Includi sempre il nome completo del file, inclusa l’estensione, se applicabile. Ad esempio, [payload]/DOR/creditcard.pdf.

Avvia un flusso di lavoro incentrato su Forms su OSGi

Puoi avviare o attivare un flusso di lavoro incentrato su Forms:

Invio di un’applicazione da AEM casella in entrata

L’applicazione del flusso di lavoro creata è disponibile come applicazione nella casella in entrata. Gli utenti membri del gruppo utenti del flusso di lavoro possono compilare e inviare l’applicazione che attiva il flusso di lavoro associato. Per informazioni sull'utilizzo di AEM Posta in arrivo per inviare le applicazioni e gestire le attività, vedere Gestione di applicazioni e attività Forms nella casella in entrata AEM.

Invio di un’applicazione dall’app AEM Forms

L’app AEM Forms si sincronizza con un server AEM Forms e consente di apportare modifiche ai dati del modulo, alle attività, alle applicazioni del flusso di lavoro e alle informazioni salvate (bozze/modelli) nel tuo account. Per ulteriori informazioni, consulta app AEM Forms e articoli correlati.

Invio di un modulo adattivo

Puoi configurare le azioni di invio di un modulo adattivo per avviare un flusso di lavoro dopo l’invio del modulo adattivo. I moduli adattivi forniscono Richiamare un flusso di lavoro AEM invia un’azione per avviare un flusso di lavoro dopo l’invio di un modulo adattivo. Per informazioni dettagliate sull’azione di invio, consulta Configurazione dell’azione Invia. Per inviare un modulo adattivo tramite l’app AEM Forms, abilita Sincronizza con app AEM Forms nelle proprietà del modulo adattivo.

Puoi configurare un modulo adattivo per sincronizzare, inviare e attivare un flusso di lavoro dall’app AEM Forms. Per maggiori dettagli, vedi utilizzo di un modulo.

Utilizzo di una cartella controllata

Un amministratore (membro del gruppo fd-administrators ) può configurare una cartella di rete per eseguire un flusso di lavoro preconfigurato quando un utente inserisce un file (ad esempio un file PDF) nella cartella. Al termine del flusso di lavoro, può salvare il file dei risultati in una cartella di output specificata. Tale cartella è nota come Cartella osservata. Esegui la seguente procedura per configurare una cartella controllata per avviare un flusso di lavoro:

  1. Nell’istanza di authoring di AEM, vai a tools-1 > Forms > Configura cartella osservata. Viene visualizzato un elenco di cartelle controllate già configurate.
  2. Tocca Nuovo. Viene visualizzato un elenco di campi. Specifica un valore per i campi seguenti per configurare una cartella sottoposta a controllo per un flusso di lavoro:
Campo Descrizione
Nome Specifica il nome della cartella controllata. Questo campo supporta solo caratteri alfanumerici.
Percorso Specificare la posizione fisica della cartella osservata. In un ambiente cluster, utilizza una cartella di rete condivisa accessibile AEM nodo cluster.
Elabora file tramite Seleziona la Flusso di lavoro opzione .
Modello flusso di lavoro Seleziona un modello di flusso di lavoro.
Motivo file di output Specifica la struttura della directory per i file e le directory di output. Puoi inoltre specificare un pattern per file e directory di output.
  1. Tocca Avanzate. Specifica un valore per i campi e i tocco seguenti Crea. La cartella controllata è configurata per avviare un flusso di lavoro. Ora, ogni volta che un file viene inserito nella directory di input della cartella sottoposta a controllo, viene attivato il flusso di lavoro specificato.

    Campo Descrizione
    Filtro servizio mappatura payload Quando crei una cartella controllata, crea una struttura di cartelle nell'archivio crx. La struttura delle cartelle può fungere da payload per il flusso di lavoro. È possibile scrivere uno script per mappare un flusso di lavoro AEM per accettare gli input dalla struttura delle cartelle controllate. Un’implementazione preconfigurata è disponibile ed elencata nel filtro Payload Mapper . Se non disponi di un’implementazione personalizzata, seleziona l’implementazione predefinita.

    La scheda Avanzate contiene altri campi. La maggior parte di questi campi contiene un valore predefinito. Per informazioni su tutti i campi, consulta Creare o configurare una cartella controllata articolo.

Invio di una comunicazione interattiva o di una lettera

Puoi associare ed eseguire un flusso di lavoro Forms-centric su OSGi all’invio di una comunicazione interattiva o di una lettera. Nei flussi di lavoro di gestione della corrispondenza vengono utilizzati per la post-elaborazione di comunicazioni e lettere interattive. Ad esempio, inviare e-mail, stampare, inviare fax o archiviare le lettere finali. Per i passaggi dettagliati vedi Post-elaborazione di comunicazioni e lettere interattive.

Configurazioni aggiuntive

Configurare il servizio e-mail

Puoi utilizzare i passaggi Assegna attività e Invia e-mail di flussi di lavoro AEM per inviare un’e-mail. Esegui i seguenti passaggi per specificare i server e-mail e le altre configurazioni necessarie per l’invio delle e-mail:

  1. Vai a AEM gestione della configurazione all'indirizzo https://[server]:[port]/system/console/configMgr.
  2. Apri Servizio e-mail Day CQ configurazione. Specifica un valore per Nome host server SMTP, porta server SMTP, e Indirizzo "Da" campi. Fai clic su Salva.
  3. Apri Day CQ Link Externalizer configurazione. In Domini Specifica l’indirizzo IP o nome host effettivo e il numero di porta per le istanze locali, di authoring e di pubblicazione. Fai clic su Salva.

Eliminare le istanze del flusso di lavoro

Minimizzare il numero di istanze del flusso di lavoro aumenta le prestazioni del motore del flusso di lavoro, in modo da poter eliminare regolarmente dall’archivio le istanze del flusso di lavoro completate o in esecuzione. Per informazioni dettagliate, consulta Rimozione regolare delle istanze del flusso di lavoro eliminazione delle istanze del flusso di lavoro.

parametrizzare dati sensibili alle variabili del flusso di lavoro e archiviarli negli archivi dati esterni

Dati inviati da moduli adattivi a Experience Manager I flussi di lavoro possono disporre di dati PII (personalmente identificabili) o SPD (Sensitive Personal Data) degli utenti finali della tua azienda. Tuttavia, non è obbligatorio memorizzare i dati in Adobe Experience Manager Archivio JCR. È possibile esternalizzare l’archiviazione dei dati degli utenti finali nell’archivio dati gestito (ad esempio l’archiviazione BLOB di Azure) parametrizzando le informazioni in variabili di flusso di lavoro.

In un Adobe Experience Manager Flusso di lavoro di Forms, i dati vengono elaborati e trasmessi attraverso una serie di passaggi del flusso di lavoro tramite variabili di flusso di lavoro. Queste variabili sono proprietà denominate o coppie chiave-valore memorizzate nel nodo di metadati delle istanze del flusso di lavoro; per esempio /var/workflow/instances/<serverid>/<datebucket>/<uniquenameof model>_<id>/data/metaData. Queste variabili del flusso di lavoro possono essere esternalizzate in un archivio separato diverso da JCR ed elaborate da Adobe Experience Manager flussi di lavoro. Adobe Experience Manager fornisce API UserMetaDataPersistenceProvider per memorizzare le variabili del flusso di lavoro nell’archivio esterno gestito. Per ulteriori informazioni sull’utilizzo delle variabili del flusso di lavoro per i datastore di proprietà del cliente in Adobe Experience Manager, vedi Amministrare le variabili del flusso di lavoro per i datastore esterni.
Adobe fornisce quanto segue esempio per memorizzare le variabili dalla mappa dei metadati del flusso di lavoro all’archiviazione BLOB di Azure, utilizzando l’API UserMetaDataPersistenceProvider. Sulle linee simili è possibile utilizzare il campione come guida da utilizzare [UserMetaDataPersistenceProvider] API per esternalizzare le variabili del flusso di lavoro in qualsiasi altro archivio dati esterno a Adobe Experience Manager e gestire lo stesso.

NOTA

Quando archivi le variabili del flusso di lavoro in un archivio dati esterno, fai riferimento ai puntatori nel linee guida per i flussi di lavoro per l’archiviazione esterna dei dati.

Installare l’implementazione di esempio dell’API del flusso di lavoro

Per memorizzare le variabili del flusso di lavoro nell’archiviazione BLOB di Azure gestita:

  1. Installa il esempio API del flusso di lavoro UserMetaDataPersistenceProvider come segue:

    1. Esegui nella directory principale del progetto il mvn clean install comando con Maven 3.

    2. Per distribuire il bundle e il pacchetto di contenuti da creare, esegui mvn clean install -PautoInstallPackage.

    3. Per distribuire solo il bundle all'autore, esegui mvn clean install -PautoInstallBundle.

  2. Inizializzare le seguenti proprietà nel file di configurazione OSGi dell'esternalizzatore nel ui.config pacchetto di contenuti:

       accountKey=""
       accountName=""
       endpointSuffix=""
       containerName=""
       protocol=""
    

Di seguito sono riportati gli scopi (ed esempi) di queste proprietà:

  • accountKey è la chiave segreta per autorizzare l'accesso.

  • accountName è l'account azure in cui i dati devono essere memorizzati.

  • endpointSuffix, ad esempio core.windows.net.

  • containerName è il contenitore nell’account in cui i dati devono essere archiviati. L'esempio presuppone che il contenitore sia esistente.

  • protocollo, ad esempio https o http.

  1. Configura il modello di flusso di lavoro in Adobe Experience Manager. Per informazioni su come configurare il modello di flusso di lavoro per uno storage esterno, consulta Configurare il modello di flusso di lavoro.

Configura il modello di flusso di lavoro in Adobe Experience Manager per l'archiviazione dati esterna

Per configurare un modello di flusso di lavoro AEM per un’archiviazione dati esterna:

  1. Passa a Strumenti > Flusso di lavoro > Modelli.

  2. Seleziona un nome di modello e seleziona Modifica.

  3. Seleziona l’icona Informazioni pagina e seleziona Apri proprietà.

  4. Seleziona Esternalizzare l’archiviazione dei dati del flusso di lavoro.

  5. Seleziona Salva e chiudi per salvare le proprietà.

Linee guida per i flussi di lavoro AEM per l’archiviazione dei dati esterni

Di seguito sono riportate le linee guida per l’utilizzo Adobe Experience Manager flussi di lavoro e archiviazione di dati in archivi di dati esterni (ad esempio il server di archiviazione Microsoft Azure):

In questa pagina