Configurare le origini dati

Integrazione dei dati AEM Forms consente di configurare e connettersi a origini dati diverse. I seguenti tipi sono supportati out-of-the-box. Tuttavia, con poca personalizzazione, è possibile integrare anche altre origini dati.

  • Database relazionali - MySQL, Microsoft SQL Server, IBM DB2 e Oracle RDBMS
  • AEM profilo utente
  • Servizi Web RESTful
  • Servizi Web basati su SOAP
  • Servizi OData

L'integrazione dei dati supporta tipi di autenticazione oututh2.0, autenticazione di base e chiave API out-of-the-box e consente l'implementazione dell'autenticazione personalizzata per l'accesso ai servizi Web. Mentre i servizi RESTful, SOAP e OData sono configurati in AEM Cloud Services, JDBC per i database relazionali e il connettore per AEM profilo utente è configurato in AEM console Web.

Configurare il database relazionale

È possibile configurare i database relazionali utilizzando AEM Configurazione console Web. Effettua le seguenti operazioni:

  1. Passate AEM console Web all’indirizzo https://server:host/system/console/configMgr.

  2. Cercare la configurazione di Apache Sling Connection Pooled DataSource. Toccate per aprire la configurazione in modalità di modifica.

  3. Nella finestra di dialogo di configurazione, specificate i dettagli per il database da configurare, ad esempio:

    • Nome dell'origine dati
    • Proprietà del servizio origine dati che memorizza il nome dell'origine dati
    • Nome della classe Java per il driver JDBC
    • URI connessione JDBC
    • Nome utente e password per stabilire la connessione con il driver JDBC
    NOTA

    Prima di configurare l'origine dati, assicurarsi di crittografare le informazioni riservate come password. Per crittografare:

    1. Andate a https://'[server]:[porta]'/system/console/crypto.
    2. Nel campo Testo normale, specificare la password o qualsiasi stringa da cifrare e toccare Protect.

    Il testo cifrato viene visualizzato nel campo Testo protetto che è possibile specificare nella configurazione.

  4. Selezionare Test on Bfuture o Test on Return per specificare che gli oggetti vengono convalidati prima di essere presi in prestito o restituiti dal pool, rispettivamente.

  5. Specificare una query SQL SELECT nel campo Query convalida per convalidare le connessioni dal pool. La query deve restituire almeno una riga. In base al database, specificate una delle seguenti opzioni:

    • SELECT 1 (MySQL e MS SQL)
    • SELECT 1 from dual ( Oracle)
  6. Toccate Salva per salvare la configurazione.

Configurare AEM profilo utente

È possibile configurare AEM profilo utente mediante la configurazione Connettore profilo utente in AEM console Web. Effettua le seguenti operazioni:

  1. Andate AEM console Web all'indirizzo https://'[server]:[porta]'system/console/configMgr.

  2. Cercare AEM Forms Data Integrations - User Profile Connector Configuration e toccare per aprire la configurazione in modalità di modifica.

  3. Nella finestra di dialogo Configurazione connettore profilo utente, potete aggiungere, rimuovere o aggiornare le proprietà del profilo utente. Le proprietà specificate saranno disponibili per l'uso nel modello dati del modulo. Utilizzate il formato seguente per specificare le proprietà del profilo utente:

    name=[property_name_with_location_in_user_profile],type=[property_type]

    Esempi:

    • name=profile/phoneNumber,type=string
    • name=profile/empLocation/*/city,type=string
    NOTA

    Nell'esempio precedente, * indica tutti i nodi sotto il nodo profile/empLocation/ nel profilo utente AEM struttura CRXDE. Ciò significa che il modello dati modulo può accedere alla proprietà city di tipo string presente in qualsiasi nodo sotto il nodo profile/empLocation/. Tuttavia, i nodi che contengono la proprietà specificata devono seguire una struttura coerente.

  4. Toccate Salva per salvare la configurazione.

Configurare la cartella per le configurazioni del servizio cloud

NOTA

La configurazione della cartella dei servizi cloud è necessaria per configurare i servizi cloud per i servizi RESTful, SOAP e OData.

Tutte le configurazioni del servizio cloud in AEM sono consolidate nella cartella /conf AEM repository. Per impostazione predefinita, la cartella conf contiene la cartella global in cui è possibile creare configurazioni del servizio cloud. Tuttavia, è necessario abilitarlo manualmente per le configurazioni cloud. In conf è inoltre possibile creare cartelle aggiuntive per creare e organizzare le configurazioni del servizio cloud.

Per configurare la cartella per le configurazioni del servizio cloud:

  1. Vai a Strumenti > Generale > Browser di configurazione.

  2. Effettuate le seguenti operazioni per abilitare la cartella globale per le configurazioni cloud o saltate questo passaggio per creare e configurare un'altra cartella per le configurazioni del servizio cloud.

    1. Nel Browser di configurazione, selezionare la cartella global e toccare Properties.

    2. Nella finestra di dialogo Proprietà di configurazione, abilita Configurazioni cloud.

    3. Toccate Salva e chiudi per salvare la configurazione e uscire dalla finestra di dialogo.

  3. Nel Browser di configurazione, toccare Crea.

  4. Nella finestra di dialogo Crea configurazione, specificate un titolo per la cartella e abilitate le Configurazioni cloud.

  5. Toccate Crea per creare la cartella abilitata per le configurazioni del servizio cloud.

Configurare i servizi Web RESTful

Il servizio Web RESTful può essere descritto utilizzando le specifiche Swagger in formato JSON o YAML in un file di definizione Swagger. Per configurare il servizio Web RESTful nei servizi cloud di AEM, accertatevi di disporre del file Swagger nel file system o dell'URL in cui è ospitato il file.

Per configurare i servizi RESTful, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Vai a Strumenti > Cloud Services > Origini dati. Toccate per selezionare la cartella in cui desiderate creare una configurazione cloud.

    Per informazioni sulla creazione e la configurazione di una cartella per le configurazioni del servizio cloud, consultate Configurare la cartella per le configurazioni del servizio cloud.

  2. Toccate Crea per aprire la procedura guidata di configurazione della sorgente dati. Specificate un nome ed eventualmente un titolo per la configurazione, selezionate RESTful Service dal menu a discesa Service Type (Tipo di servizio), eventualmente sfogliate e selezionate una miniatura per la configurazione, quindi toccate Next (Avanti).

  3. Specificare i seguenti dettagli per il servizio RESTful:

    • Selezionate URL o File dal menu a discesa Sorgente swagger, quindi specificate l'URL Swagger per il file di definizione Swagger oppure caricate il file Swagger dal file system locale.

    • In base all'input Sorgente Swagger, i seguenti campi sono precompilati con valori:

      • Schema: I protocolli di trasferimento utilizzati dall'API REST. Il numero di tipi di schema visualizzati nell'elenco a discesa dipende dagli schemi definiti nell'origine Swagger.

      • Host: Il nome di dominio o l'indirizzo IP dell'host che fornisce l'API REST. È un campo obbligatorio.

      • Percorso di base: Prefisso URL per tutti i percorsi API. È un campo facoltativo.\

        Se necessario, modificate i valori precompilati per questi campi.

    • Selezionare il tipo di autenticazione — Nessuno, OAuth2.0, autenticazione di base, chiave API, autenticazione personalizzata o autenticazione reciproca — per accedere al servizio RESTful e fornire quindi i dettagli per l'autenticazione.

    Se selezionate Chiave API come tipo di autenticazione, specificate il valore per la chiave API. La chiave API può essere inviata come intestazione di richiesta o come parametro di query. Selezionare una di queste opzioni dall'elenco a discesa Posizione e specificare di conseguenza il nome dell'intestazione o il parametro di query nel campo Nome parametro.

    Se si seleziona Autenticazione reciproca come tipo di autenticazione, vedere Autenticazione reciproca basata su certificato per i servizi Web RESTful e SOAP.

  4. Toccate Crea per creare la configurazione cloud per il servizio RESTful.

Configurazione client HTTP del modello dati modulo per ottimizzare le prestazioni

Experience Manager Forms modello dati modulo per l'integrazione con i servizi Web RESTful come origine dati include configurazioni client HTTP per l'ottimizzazione delle prestazioni.
Per configurare il client HTTP del modello dati modulo, effettuare le seguenti operazioni:

  1. Accedete a Experience Manager Forms Author Instance come amministratore e andate ai bundle della console Web Experience Manager. L'URL predefinito è https://localhost:4502/system/console/configMgr.

  2. Toccare Configurazione client HTTP modello dati modulo per l'origine dati REST.

  3. Nella finestra di dialogo Configurazione client HTTP modello dati modulo per l'origine dati REST:

    • Specificare il numero massimo di connessioni consentite tra il modello dati del modulo e i servizi Web RESTful nel campo Limite di connessione in totale. Il valore predefinito è 20 connessioni.

    • Specificare il numero massimo di connessioni consentite per ogni route nel campo Limite di connessione per ogni route. Il valore predefinito è 2 connessioni.

    • Specificate la durata, per la quale una connessione HTTP persistente viene mantenuta in vita, nel campo Mantieni in vita. Il valore predefinito è 15 secondi.

    • Specificare la durata, per la quale il server Experience Manager Forms attende che venga stabilita una connessione, nel campo Timeout connessione. Il valore predefinito è 10 secondi.

    • Specificare il periodo di tempo massimo per l'inattività tra due pacchetti di dati nel campo Timeout socket. Il valore predefinito è 30 secondi.

Configurare i servizi Web SOAP

I servizi Web basati su SOAP sono descritti utilizzando le specifiche WSDL (Web Services Description Language). Per configurare il servizio Web basato su SOAP nei servizi cloud AEM, accertatevi di disporre dell'URL WSDL per il servizio Web ed effettuate le seguenti operazioni:

  1. Vai a Strumenti > Cloud Services > Origini dati. Toccate per selezionare la cartella in cui desiderate creare una configurazione cloud.

    Per informazioni sulla creazione e la configurazione di una cartella per le configurazioni del servizio cloud, consultate Configurare la cartella per le configurazioni del servizio cloud.

  2. Toccate Crea per aprire la procedura guidata di configurazione della sorgente dati. Specificate un nome ed eventualmente un titolo per la configurazione, selezionate Servizio Web SOAP dal menu a discesa Tipo di servizio, eventualmente sfogliate e selezionate una miniatura per la configurazione, quindi toccate Avanti.

  3. Specificate quanto segue per il servizio Web SOAP:

    • URL WSDL per il servizio Web.

    • Endpoint servizio. Specificate un valore in questo campo per ignorare l'endpoint del servizio indicato in WSDL.

    • Selezionare il tipo di autenticazione — Nessuno, OAuth2.0, autenticazione di base, autenticazione personalizzata, token X509 o autenticazione reciproca — per accedere al servizio SOAP e fornire di conseguenza i dettagli per l'autenticazione.

      Se selezionate X509 Token come tipo di autenticazione, configurate il certificato X509. Per ulteriori informazioni, vedere Configurare i certificati.
      Specificare l'alias KeyStore per il certificato X509 nel campo Alias chiave. Specificate il tempo, in secondi, fino a quando la richiesta di autenticazione non rimane valida, nel campo Time To Live. Facoltativamente, selezionare per firmare il corpo del messaggio, l'intestazione della marca temporale o entrambe.

      Se si seleziona Autenticazione reciproca come tipo di autenticazione, vedere Autenticazione reciproca basata su certificato per i servizi Web RESTful e SOAP.

  4. Toccate Crea per creare la configurazione cloud per il servizio Web SOAP.

Configurare i servizi OData

Un servizio OData è identificato dall'URL principale del servizio. Per configurare un servizio OData nei servizi cloud AEM, accertatevi di disporre dell’URL principale del servizio per il servizio ed effettuate le seguenti operazioni:

NOTA

Per una guida dettagliata sulla configurazione di Microsoft Dynamics 365, online o in locale, vedere Configurazione OData Microsoft Dynamics.

  1. Vai a Strumenti > Cloud Services > Origini dati. Toccate per selezionare la cartella in cui desiderate creare una configurazione cloud.

    Per informazioni sulla creazione e la configurazione di una cartella per le configurazioni del servizio cloud, consultate Configurare la cartella per le configurazioni del servizio cloud.

  2. Toccate Crea per aprire la procedura guidata di configurazione della sorgente dati. Specificate un nome ed eventualmente un titolo per la configurazione, selezionate OData Service dal menu a discesa Service Type (Tipo di servizio), eventualmente sfogliate e selezionate una miniatura per la configurazione, quindi toccate Next (Avanti).

  3. Specificate i seguenti dettagli per il servizio OData:

    • URL radice del servizio per il servizio OData da configurare.
    • Selezionare il tipo di autenticazione — Nessuno, OAuth2.0, autenticazione di base o autenticazione personalizzata — per accedere al servizio OData e fornire quindi i dettagli per l'autenticazione.
    NOTA

    È necessario selezionare il tipo di autenticazione OAuth 2.0 per connettersi con i servizi di Microsoft Dynamics utilizzando l'endpoint OData come radice del servizio.

  4. Toccate Crea per creare la configurazione cloud per il servizio OData.

Autenticazione reciproca basata su certificato per i servizi Web RESTful e SOAP

Se si abilita l'autenticazione reciproca per il modello di dati del modulo, sia l'origine dati che AEM server in cui è in esecuzione il modello dati del modulo eseguono l'autenticazione reciproca prima della condivisione dei dati. È possibile utilizzare l'autenticazione reciproca per connessioni REST e SOAP (origini dati). Per configurare l'autenticazione reciproca per un modello dati modulo nell'ambiente AEM Forms :

  1. Caricate la chiave privata (certificato) nel server AEM Forms. Per caricare la chiave privata:
    1. Accedi al tuo AEM Forms server come amministratore.
    2. Passare a Strumenti > Sicurezza > Utenti. Selezionare l'utente fd-cloudservice e toccare Proprietà.
    3. Aprite la scheda Keystore, espandete l'opzione Aggiungi chiave privata dal file KeyStore, caricate il file KeyStore, specificate gli alias, le password e toccate Invia. Il certificato viene caricato. L'alias della chiave privata viene indicato nel certificato e impostato durante la creazione del certificato.
  2. Carica il certificato di affidabilità in Global Trust Store. Per caricare il certificato:
    1. Passare a Strumenti > Protezione > Archivio attendibili.
    2. Espandete l'opzione Aggiungi certificato da file CER, toccate Seleziona file certificato, caricate il certificato e toccate Invia.
  3. Configurare i servizi Web SOAP o RESTful come origine dati e selezionare Autenticazione reciproca come tipo di autenticazione. Se configurate più certificati autofirmati per l'utente fd-cloudservice, specificate il nome alias chiave per il certificato.

Passaggi successivi

Hai configurato le origini dati. È quindi possibile creare un modello dati del modulo o, se è già stato creato un modello dati del modulo senza un'origine dati, è possibile associarlo alle origini dati appena configurate. Per ulteriori informazioni, vedere Creare un modello dati del modulo.

In questa pagina