Banner a carosello

I banner a carosello consentono agli addetti al marketing di guidare la conversione creando facilmente contenuti promozionali interattivi rotanti e consegnandoli a qualsiasi schermo.

La creazione e la modifica dei contenuti contenuti contenuti nei banner promozionali può richiedere molto tempo, limitando la possibilità di pubblicare rapidamente nuovi contenuti o renderli più mirati. I banner a carosello consentono di creare o modificare rapidamente i banner rotanti. È possibile aggiungere interattività quali punti attivi che si collegano ai dettagli del prodotto o alle risorse correlate e consegnarli a qualsiasi schermo, consentendo di immettere nuovi contenuti promozionali sul mercato più rapidamente.

I banner a carosello sono contrassegnati da un banner con la parola CAROUSELSET

chlimage_1-438

Sul sito web, un banner a carosello può essere visualizzato come segue:

chlimage_1-439

Qui puoi navigare tra le immagini (facendo clic sui numeri). Inoltre, le diapositive ruotano automaticamente in base a un intervallo di tempo personalizzabile. Le immagini aggiunte nei banner carosello supportano sia punti attivi che mappe immagine, in cui gli utenti possono selezionare o passare a un collegamento ipertestuale o accedere a una finestra Quickview.

In questo esempio, un utente ha toccato o fatto clic su una mappa immagine e ha effettuato l’accesso alla finestra Quickview per i guanti:

chlimage_1-440

Segui una procedura dettagliata su come vengono creati i banner a carosello(10 minuti e 33 secondi). Inoltre, viene illustrato come visualizzare in anteprima, modificare e distribuire banner a carosello.

NOTA

Per poter creare o modificare i banner carosello, è necessario aggiungere utenti non amministratori al gruppo dam-users . In caso di problemi durante la creazione o la modifica, rivolgiti all'amministratore di sistema che può aggiungerti al gruppo dam-users .

Per iniziare a usare rapidamente i banner a carosello:

  1. Identificare le variabili di punti attivi e mappe immagine (solo per i clienti che utilizzano Experience Manager Assets + Dynamic Media)

    Per iniziare, identifica le variabili dinamiche utilizzate dall’implementazione Quickview esistente in modo da poter inserire correttamente i punti attivi e i dati della mappa immagine durante il processo di creazione del banner carosello in Adobe Experience Manager Assets.

    NOTA

    Se sei un cliente di Experience Manager Sites o di e-commerce, puoi utilizzare la funzione integrata per passare alle pagine dei prodotti e cercare gli SKU esistenti (Stock Keeping Unit) nel catalogo dei prodotti. Non è necessario immettere manualmente le variabili punto attivo o mappa immagine. Consulta le informazioni sulla configurazione di eCommerce.

    Se sei un cliente di Experience Manager Assets e Dynamic Media, immetti manualmente i dati per gli hotspot e le mappe immagine, e quindi integra l’URL pubblicato o il codice da incorporare con il tuo sistema di gestione dei contenuti di terze parti.

  2. Facoltativo: se necessario, crea un predefinito visualizzatore per set carosello.

    Gli amministratori possono personalizzare il comportamento e l’aspetto del carosello creando un proprio predefinito per visualizzatori Carosello. Il vantaggio principale è che è possibile riutilizzare questo predefinito visualizzatore personalizzato per più caroselli. Tuttavia, se lo desideri, gli utenti possono personalizzare direttamente il comportamento e l’aspetto del carosello durante la creazione del carosello. Questo metodo è l’approccio preferito quando si desidera una progettazione specifica per un determinato carosello.

  3. Carica un banner immagine.

    Carica i banner immagine che desideri rendere interattivi.

  4. Creare set carosello.

    In Set caroselli, gli utenti navigano tra le immagini dei banner e selezionano punti attivi o mappe immagine per accedere ai contenuti pertinenti.

    Per creare un set carosello in Assets, seleziona Crea, quindi seleziona Set carosello. Aggiungi le risorse alle diapositive e seleziona Salva. Inoltre, puoi modificare l’aspetto e il comportamento del carosello direttamente nell’editor.

  5. Aggiungi punti attivi o mappe immagine a un banner immagine.

    Aggiungi uno o più punti attivi o mappe immagine a un banner immagine e associali ciascuno di essi a un'azione come un collegamento, una visualizzazione rapida o un frammento esperienza. Dopo aver aggiunto punti attivi o mappe immagine, finisci questa attività pubblicando il set carosello. La pubblicazione crea il codice di incorporamento che puoi utilizzare per copiare e applicare alla pagina di destinazione del tuo sito web.

    Consulta (Facoltativo) Anteprima banner carosello - Facoltativo. Se lo desideri, puoi visualizzare una rappresentazione del set carosello e verificarne l’interattività.

  6. Pubblicare banner a carosello.

    Puoi pubblicare un set carosello come faresti con una risorsa. In Assets, passa al set carosello e selezionalo, quindi seleziona Pubblica. La pubblicazione di un set carosello attiva l’URL e la stringa di incorporamento.

  7. Effettua una delle operazioni seguenti:

Per modificare i set carosello, consulta modifica di set carosello. Inoltre, puoi visualizzare e modificare le proprietà del Set carosello.

Identificare le variabili dei punti attivi e delle mappe immagine

Per iniziare, identifica le variabili dinamiche utilizzate dall’implementazione di Quickview esistente in modo da poter inserire correttamente i punti attivi o i dati della mappa immagine durante il processo di creazione del set carosello in Experience Manager Assets.

Quando aggiungi punti attivi o mappe immagine a un'immagine del banner in Experience Manager Assets, assegna uno SKU e variabili aggiuntive facoltative a ogni punto attivo o mappa immagine. Tali variabili vengono utilizzate in seguito per far corrispondere hotspot o mappe immagine con contenuto Quickview.

NOTA

Se sei un cliente di Experience Manager Sites e/o Experience Manager e-commerce, salta questo passaggio. Non è necessario identificare manualmente le variabili dei punti attivi o delle mappe immagine; puoi utilizzare l’integrazione con e-commerce per l’integrazione dei prodotti. Consulta le informazioni sulla configurazione di eCommerce. Inoltre, puoi utilizzare il componente interattivo e aggiungerlo alla pagina web.

Se sei un cliente di Experience Manager Assets o Media, pubblica l’URL o il codice da incorporare e poi ti integra con il tuo sistema di gestione dei contenuti di terze parti e individua manualmente gli hotspot e le mappe immagine.

È importante identificare in modo appropriato il numero e il tipo di variabili da associare ai dati del punto attivo o della mappa immagine. Ogni punto attivo o mappa immagine aggiunta a un'immagine del banner deve contenere informazioni sufficienti per identificare in modo non ambiguo il prodotto nel sistema di back-end esistente. Allo stesso tempo, ogni punto attivo o mappa immagine non deve includere più dati del necessario. Questo perché renderebbe il processo di immissione dei dati eccessivamente complesso e la gestione continua dei punti attivi o delle mappe immagine più soggetta a errori.

Esistono diversi modi per identificare un set di variabili da utilizzare per i dati dei punti attivi o delle mappe immagine.

A volte è sufficiente consultare gli specialisti IT responsabili dell'implementazione di Quickview esistente. È probabile che sappiano qual è il set minimo di dati necessari per identificare Quickview nel sistema. Tuttavia, in genere è anche possibile analizzare semplicemente il comportamento esistente del codice front-end.

La maggior parte delle implementazioni di Quickview utilizza il seguente paradigma:

  • L’utente attiva un elemento dell’interfaccia utente sul sito web. Ad esempio, tocca un pulsante Quickview .
  • Il sito web invia una richiesta Ajax al backend per caricare i dati o il contenuto della visualizzazione rapida, se necessario.
  • I dati Quickview vengono tradotti nel contenuto in preparazione al rendering sulla pagina web.
  • Infine, il codice front-end esegue il rendering visivo di tali contenuti sullo schermo.

L’approccio consiste quindi nel visitare diverse aree del sito web esistente in cui è implementata la funzione Quickview. Attiva la visualizzazione rapida e acquisisci l’URL Ajax inviato dalla pagina web per il caricamento dei dati o del contenuto della visualizzazione rapida.

Normalmente non è necessario utilizzare strumenti di debug specializzati. I browser web moderni dispongono di ispettori web che svolgono un lavoro adeguato. Di seguito sono riportati alcuni esempi di browser web che includono ispettori web:

  • Per visualizzare tutte le richieste HTTP in uscita in Google Chrome, premere F12 (Windows) o Comando-Opzione-I (Mac) per aprire il pannello Strumenti per sviluppatori, quindi selezionare la scheda Rete.
  • In Firefox, è possibile attivare il plug-in Firebug premendo F12 (Windows) o Comando-Opzione-I (Mac) e utilizzando la relativa scheda Net, oppure è possibile utilizzare lo strumento integrato Inspector e la relativa scheda Rete.

Quando il monitoraggio della rete è attivato nel browser, attiva la visualizzazione rapida nella pagina.

Ora trova l'URL Ajax Quickview nel registro di rete e copia l'URL registrato per analisi future. Solitamente, quando si attiva la visualizzazione rapida sono presenti numerose richieste inviate al server. In genere, l’URL Ajax Quickview è uno dei primi dell’elenco. Dispone di una porzione o di un percorso complesso della stringa di query e il relativo tipo MIME di risposta è text/html, text/xml o text/javascript.

Durante questo processo, è importante visitare diverse aree del sito web, con diverse categorie di prodotti e tipi. Il motivo è che gli URL di visualizzazione rapida hanno parti comuni per una determinata categoria di siti web, ma cambiano solo se visiti un’area diversa del sito web.

Nel caso più semplice, l’unica parte variabile nell’URL Quickview è lo SKU del prodotto. In questo caso, il valore SKU è l’unico elemento dati necessario per aggiungere punti attivi o mappe immagine all’immagine del banner.

Tuttavia, in casi complessi, l’URL Quickview presenta diversi elementi diversi rispetto all’SKU, ad esempio ID categoria, codice colore e codice dimensione. In questi casi, ogni elemento è una variabile separata nella definizione dei dati del punto attivo o della mappa immagine nella funzione del banner carosello.

Prendi in considerazione i seguenti esempi di URL di visualizzazione rapida e le relative variabili di punti attivi o mappe immagine risultanti:

SKU singolo, trovato nella stringa query.

Gli URL registrati di Quickview includono quanto segue:

  • https://server/json?productId=866558&source=100

  • https://server/json?productId=1196184&source=100

  • https://server/json?productId=1081492&source=100

  • https://server/json?productId=1898294&source=100

L’unica parte variabile nell’URL è il valore del parametro della stringa di query productId= ed è chiaramente un valore SKU. Pertanto, gli hotspot o le mappe immagine richiedono solo campi SKU popolati con valori come 866558, 1196184, 1081492, 1898294.

SKU singolo, trovato nel percorso URL.

Gli URL registrati di Quickview includono quanto segue:

  • https://server/product/6422350843

  • https://server/product/1607745002

  • https://server/product/0086724882

La parte variabile si trova nell'ultima parte del percorso e diventa il valore SKU degli hotspot/mappe immagine:6422350843, 1607745002, 0086724882.

SKU e ID categoria nella stringa query.

Gli URL registrati di Quickview includono quanto segue:

  • https://server/quickView/product/?category=1100004&prodId=305466

  • https://server/quickView/product/?category=1100004&prodId=310181

  • https://server/quickView/product/?category=1740148&prodId=308706

In questo caso, l’URL contiene due parti diverse. Lo SKU viene memorizzato nel parametro prodId e l’ID categoria nel parametro category=.

Di conseguenza, le definizioni dei punti attivi e delle mappe immagine sono coppie. In altre parole, un valore SKU e una variabile aggiuntiva denominata categoryId. Le coppie risultanti sono le seguenti:

  • SKU è 305466 e categoryId è 1100004.

  • SKU è 310181 e categoryId è 1100004.

  • SKU è 308706 e categoryId è 1740148.

Carica banner immagine

Se hai già caricato le immagini da utilizzare, passa al passaggio successivo, Crea set carosello. Le immagini utilizzate nel carosello devono essere caricate dopo l’abilitazione di Dynamic Media.

Per caricare i banner immagine, consulta Caricare risorse.

NOTA

Per poter creare o modificare i banner carosello, è necessario aggiungere utenti non amministratori al gruppo dam-users . In caso di problemi durante la creazione o la modifica, rivolgiti all'amministratore di sistema che può aggiungerti al gruppo dam-users .

Per creare dei set carosello:

  1. In Assets, individua la cartella in cui vuoi creare il set carosello e vai a Crea > Set carosello.

  2. Nella pagina dell’editor dei banner a carosello, seleziona Tocca per aprire Selettore risorse per selezionare l’immagine per la prima diapositiva.

    Nella pagina dell’editor dei banner carosello, effettua una delle seguenti operazioni:

    • Nell’angolo in alto a sinistra della pagina, seleziona l’icona Aggiungi diapositiva .

    • Vicino al centro della pagina, seleziona Tocca per aprire Selettore risorse.

    Seleziona per selezionare le risorse da includere nel set carosello. Le risorse selezionate dispongono di un’icona a forma di segno di spunta. Al termine, vicino all'angolo superiore destro della pagina, seleziona Seleziona.

    Con il Selettore risorse, puoi cercare le risorse digitando una parola chiave e toccando o facendo clic su Invio. Per perfezionare i risultati della ricerca, puoi anche applicare i filtri. Puoi filtrare in base a percorso, raccolta, tipo di file e tag. Seleziona il filtro e quindi fai clic sull'icona Filtro sulla barra degli strumenti. Per modificare la visualizzazione, tocca l’icona Visualizza e fai clic su Vista a colonne, Vista a schede o Vista a elenco.

    Per ulteriori informazioni, consulta Lavorare con i selettori .

  3. Continua ad aggiungere diapositive finché non avrai aggiunto tutte le immagini da ruotare nel set carosello.

  4. (Facoltativo) Effettua una delle seguenti operazioni:

    • Se necessario, trascinate le diapositive per riordinare le immagini nell’elenco del set.

    • Per eliminare un'immagine, selezionarla, quindi selezionare Elimina diapositiva sulla barra degli strumenti.

    • Per applicare un predefinito, vicino all’angolo superiore destro della pagina, seleziona l’elenco a discesa dei predefiniti , quindi seleziona un predefinito da applicare al set contemporaneamente.

    Per eliminare una diapositiva, selezionarla, quindi sulla barra degli strumenti selezionare Elimina diapositiva. Per spostare una diapositiva, selezionate l'icona di riordino e tenete premuto e spostate nella posizione desiderata.

  5. Dopo aver aggiunto le immagini nelle diapositive, puoi aggiungere un punto attivo, una mappa immagine o entrambi all’immagine. Consulta Aggiungere punti attivi o mappe immagine a un banner immagine.

  6. È possibile modificare la progettazione visiva e il comportamento dei set carosello. Seleziona le schede Comportamento e Aspetto e regola il modo in cui viene visualizzato il banner carosello o il comportamento di componenti specifici. Per ulteriori informazioni su come utilizzare l’editor per visualizzatori, consulta Gestire i predefiniti visualizzatore .

    NOTA

    Per i banner a carosello, puoi regolare quanto segue:

    • Durata visualizzata da un’immagine. Per impostazione predefinita, ogni immagine viene visualizzata per 9 secondi.
    • Animazione. Per impostazione predefinita, ogni transizione di diapositiva è una dissolvenza. È possibile passare a una transizione diapositiva.
    • Stile dei pulsanti. Gli utenti possono ruotare attraverso i banner toccando ogni punto o numero. È possibile modificare la posizione in cui vengono visualizzati i pulsanti degli indicatori impostati (e se si tratta di uno stile numerico o punteggiato) e la loro dimensione.
    • Modifica lo stile di evidenziazione di una mappa immagine o dell’icona utilizzata per gli hotspot.
    • Prima di modificare un predefinito visualizzatore, scegli lo stile su cui desideri che sia basato il predefinito. Se non scegli uno stile, quando inizi a modificare il predefinito visualizzatore, perderai tutte le modifiche se decidi di cambiare un predefinito diverso.

    Per istruzioni dettagliate e ulteriori informazioni sull’editor visualizzatore, consulta Considerazioni speciali per i banner a carosello .

    È inoltre possibile visualizzare in anteprima l’aspetto del banner carosello. Consulta (Facoltativo) Anteprima banner carosello.

  7. Al termine, seleziona Salva.

Aggiunta di punti attivi o mappe immagine a un banner immagine

Puoi aggiungere punti attivi o mappe immagine a un banner utilizzando l’editor per set carosello.

Quando aggiungi punti attivi o mappe immagine, puoi definirli come una visualizzazione a comparsa Quickview, come un collegamento ipertestuale o un frammento esperienza.

Consulta Frammento esperienza.

NOTA

Gli strumenti di condivisione social media nel banner carosello non sono supportati quando incorpori il visualizzatore in un frammento esperienza.

Per risolvere questo problema, puoi utilizzare o creare predefiniti visualizzatore privi di strumenti di condivisione social media. Questi predefiniti per visualizzatori consentono di incorporarli correttamente nei Frammenti esperienza.

Quando aggiungi punti attivi o mappe immagine a un'immagine, ricorda di salvare il tuo lavoro. Le opzioni Annulla e Ripristina, situate nell’angolo superiore destro della pagina, sono supportate durante la sessione di creazione/modifica corrente.

Al termine della creazione del banner carosello, puoi facoltativamente utilizzare Anteprima per visualizzare una rappresentazione dell’aspetto del banner carosello per i clienti.

Consulta (Facoltativo) Anteprima banner carosello.

NOTA

Quando aggiungi punti attivi a un'immagine in un Immagine interattiva o in un banner carosello, le informazioni relative al punto attivo vengono memorizzate nella stessa posizione dei metadati. Tale posizione è relativa alla posizione dell’immagine, indipendentemente dal fatto che si tratti di un’immagine interattiva o di un banner a carosello. Questa funzionalità consente di riutilizzare facilmente la stessa immagine, insieme ai relativi dati definiti per i punti attivi, in entrambi i visualizzatori.
Tuttavia, i banner carosello supportano mappe immagine su immagini che possono contenere anche punti attivi; un'immagine interattiva non lo è. Tieni presente questa regola se intendi creare un'immagine interattiva o un banner carosello che utilizza la stessa immagine. Prendi in considerazione la creazione di immagini interattive e di banner a carosello utilizzando copie separate della stessa immagine.

NOTA

Se modifichi immagini interattive con punti attivi e ritagli l’immagine, questi vengono rimossi.

Vedi anche Aggiungi mappe immagine.

Per aggiungere punti attivi o mappe immagine a un banner immagine:

  1. Da Risorse, accedi al set carosello che desideri rendere interattivo.

  2. Seleziona il set carosello e seleziona Modifica. Viene aperto l’Editor visualizzatore carosello.

  3. Selezionare la diapositiva da rendere interattiva.

  4. Nell’angolo in alto a sinistra della pagina, seleziona Punto attivo o Mappa immagine.

  5. Effettua una delle seguenti operazioni:

    • Per gli hotspot: Nell’immagine, seleziona la posizione in cui vuoi visualizzare il punto attivo.
    • Per le mappe immagine: Nell’immagine, seleziona , quindi trascina dall’alto a sinistra verso il basso a destra per creare l’area della mappa immagine. È possibile regolare le dimensioni della mappa immagine trascinando gli angoli.

    Se necessario, trascina il punto attivo o la mappa immagine in una nuova posizione. Aggiungi altri punti attivi o mappe immagine se necessario.

    Per eliminare un punto attivo o una mappa immagine, seleziona la scheda Azioni . Seleziona il nome del punto attivo o della mappa immagine da rimuovere dall’intestazione Mappe e punti attivi del menu a discesa Tipo selezionato. Seleziona l'icona Cestino accanto al menu, quindi seleziona Elimina.

  6. Nel campo di testo Nome , digita il nome del punto attivo o della mappa immagine. Questo nome viene visualizzato anche nell'elenco a discesa Mappe e punti attivi . Se specifichi un nome, identifica facilmente il punto attivo o la mappa immagine se decidi di modificarlo in futuro.

  7. Effettua una delle seguenti operazioni nella scheda Azioni :

    • Seleziona Quickview.

      • Se sei un cliente di Experience Manager Sites ed e-commerce, seleziona l’icona Selettore prodotto (lente di ingrandimento) per aprire la pagina Seleziona prodotto . Seleziona il prodotto da utilizzare, quindi fai clic sul segno di spunta nell’angolo superiore destro della pagina per tornare all’editor dei banner carosello.

      • Se non sei un cliente Experience Manager Sites o e-commerce

        • Per definire queste variabili, consulta Identificare le variabili del punto attivo .

        • Quindi, inserisci manualmente il valore SKU. Nel campo di testo Valore SKU digitare la SKU (Stock Keeping Unit) del prodotto, che è un identificatore univoco per ogni prodotto o servizio distinto offerto. Il valore SKU inserito popola automaticamente la parte variabile del modello Quickview in modo che il sistema sappia associare il punto attivo toccato a una particolare visualizzazione rapida SKU.

        • (Facoltativo) Se all'interno di Quickview sono presenti altre variabili che è necessario utilizzare per identificare ulteriormente un prodotto, selezionare Aggiungi variabile generica. Nel campo di testo, specifica una variabile aggiuntiva. Ad esempio, category=Mens è una variabile aggiunta.

        • Per ulteriori informazioni, consulta Lavorare con i selettori .

    • Selezionare Collegamento ipertestuale.

      • Se sei un cliente di Experience Manager Sites, seleziona l’icona Selettore sito (cartella) per passare a un URL.

        NOTA

        Il metodo di collegamento basato su URL non è possibile se il contenuto interattivo include collegamenti con URL relativi, in particolare con le pagine di Experience Manager Sites.

      • Se si è un cliente autonomo, nel campo di testo HREF specificare il percorso completo dell'URL di una pagina Web collegata.

    Assicurati di specificare se aprire il collegamento in una nuova scheda del browser (impostazione predefinita consigliata) o nella stessa scheda.

    Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo dei selettori .

    • Seleziona Frammento esperienza.

      • Se sei un cliente di Experience Manager Sites, seleziona l’icona Ricerca (lente di ingrandimento) per aprire la pagina Frammento esperienza . Seleziona il frammento esperienza da utilizzare, quindi seleziona Seleziona nell’angolo in alto a destra della pagina, in modo da poter tornare alla pagina di gestione dei punti attivi.
        Consulta Frammenti esperienza.

      • Specifica la larghezza e l’altezza del frammento esperienza così come viene visualizzato sul banner.

        NOTA

        Gli strumenti di condivisione social media nel banner carosello non sono supportati quando incorpori il visualizzatore in un frammento esperienza.
        Per risolvere questo problema, crea predefiniti visualizzatore che non dispongono di strumenti di condivisione social media. Questi predefiniti per visualizzatori consentono di incorporarli correttamente nei Frammenti esperienza.

    experience_fragment-carouselbanner

    È inoltre possibile visualizzare in anteprima l’aspetto del banner carosello. Consulta (Facoltativo) Anteprima dei banner carosello.

  8. Seleziona Salva.

  9. Pubblica il set carosello. La pubblicazione crea il codice di incorporamento o l’URL che puoi utilizzare sulla pagina del tuo sito web. Se sei un cliente di Experience Manager Sites, puoi aggiungere il set carosello direttamente alla tua pagina web.

    Consulta Pubblicazione di risorse.

    Consulta Aggiunta di un set carosello alla pagina di destinazione del sito web

NOTA

Per poter creare o modificare i banner carosello, è necessario aggiungere utenti non amministratori al gruppo dam-users . In caso di problemi durante la creazione o la modifica, rivolgiti all'amministratore di sistema che può aggiungerti al gruppo dam-users .

È possibile eseguire varie attività di modifica sui set carosello, ad esempio:

  • Aggiungi le diapositive a un set carosello. Vedere anche Operazioni con i selettori.
  • Riordinare le diapositive nel set carosello.
  • Elimina le risorse nel set carosello.
  • Applica un predefinito visualizzatore.
  • Elimina il set carosello.
  • Aggiungi o modifica punti attivi e mappe immagine. Vedere anche Operazioni con i selettori.

Per modificare i set carosello:

  1. Effettua una delle seguenti operazioni:

    • Passa il puntatore del mouse su una risorsa Set carosello, quindi seleziona Modifica (icona a forma di matita).

    • Passa il puntatore del mouse su una risorsa Set carosello, seleziona Seleziona (icona a forma di segno di spunta), quindi seleziona Modifica sulla barra degli strumenti.

    • Seleziona una risorsa Set carosello, quindi nell’angolo in alto a sinistra della pagina seleziona Modifica (icona a forma di matita).

  2. Per modificare il set carosello, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per aggiungere una diapositiva, seleziona l’icona Aggiungi diapositiva , quindi individua la risorsa da aggiungere alla diapositiva e seleziona il segno di spunta.
    • Per riordinare le diapositive, trascinate una diapositiva in una nuova posizione (selezionate l'icona di riordino per spostare gli elementi).
    • Per aggiungere un punto attivo o una mappa immagine, seleziona le icone del punto attivo o della mappa immagine e consulta aggiunta di punti attivi e mappe immagine.
    • Per modificare l'aspetto o il comportamento del set carosello, seleziona la scheda Aspetto o la scheda Comportamento , quindi imposta le opzioni desiderate.
    • Per modificare punti attivi o mappe immagine, nella diapositiva appropriata seleziona un punto attivo o una mappa immagine e modifica in base alle esigenze nella scheda Azioni .
    • Per eliminare una diapositiva, selezionarla, quindi selezionare Elimina diapositiva sulla barra degli strumenti.
    • Per applicare un predefinito, seleziona l’elenco a discesa Predefinito nell’angolo superiore destro della pagina, quindi seleziona un predefinito visualizzatore.
    • Per eliminare un intero set carosello, passare al set carosello, selezionarlo, quindi selezionare Elimina.
    NOTA

    Se modifichi immagini interattive con punti attivi e ritagli l’immagine, questi vengono rimossi.

Puoi utilizzare Anteprima per vedere come viene visualizzato il banner carosello ai clienti e per testare gli hotspot e le mappe immagine dei banner carosello per assicurarti che si comportino come previsto.

Quando sei soddisfatto del banner carosello, puoi pubblicarlo.
Consulta Incorporamento del visualizzatore di video o immagini in una pagina Web.
Consulta Collegamento di URL all'applicazione Web. Il metodo di collegamento basato su URL non è possibile se il contenuto interattivo include collegamenti con URL relativi, in particolare con le pagine di Experience Manager Sites.
Consulta Aggiunta di risorse Dynamic Media alle pagine.

Puoi visualizzare in anteprima i banner carosello dall’Editor carosello (metodo preferito) o dall’elenco Visualizzatori.

Per visualizzare in anteprima i banner carosello:

  1. In Risorse, individua il banner carosello esistente creato e seleziona per aprirlo.

  2. Seleziona Modifica.

  3. Nell’elenco dei predefiniti visualizzatore nell’angolo a destra della barra degli strumenti, seleziona un visualizzatore per visualizzare l’anteprima del banner carosello.

    experience_fragment-carouselbanner-riquadro a discesa

  4. Seleziona Anteprima.

  5. Seleziona gli hotspot o le mappe immagine sull'immagine in modo da poterne testare le azioni associate.

Per visualizzare in anteprima i banner a carosello dall’elenco Visualizzatori:

  1. In Risorse, individua il banner carosello esistente creato e seleziona per aprirlo.
  2. Nell’angolo in alto a sinistra della pagina Anteprima, seleziona l’icona Contenuto .
  3. Nell’elenco Visualizzatori nel pannello a sinistra della pagina, seleziona il nome del predefinito visualizzatore per banner carosello da usare.
  4. Seleziona gli hotspot o le mappe immagine sull'immagine in modo da poterne testare le azioni associate.

Pubblica il carosello in modo da poterlo utilizzare. La pubblicazione di un set carosello attiva l’URL e il codice di incorporamento. Pubblica anche il carosello su Dynamic Media cloud, integrato con una rete CDN per una distribuzione scalabile e performante.

NOTA

Se utilizzi un’immagine interattiva esistente con punti attivi per il banner carosello, devi pubblicare separatamente l’immagine interattiva dopo aver pubblicato il banner carosello.
Inoltre, se modifichi un’immagine interattiva pubblicata precedentemente che utilizzi in un banner carosello, devi pubblicare l’immagine interattiva prima che tali modifiche si riflettano nel banner carosello.

Per informazioni su come pubblicare i banner carosello, consulta Pubblicare risorse Dynamic Media .

Dopo aver caricato le immagini del banner per creare un carosello, aggiunto gli hotspot e/o le mappe immagine al banner e pubblicato il set carosello, ora puoi aggiungerlo alla pagina del sito web esistente.

NOTA

Se sei un cliente di Experience Manager Sites, puoi aggiungere il banner carosello direttamente alla pagina trascinando il componente File multimediali interattivi nella pagina. Consulta Aggiungere risorse Dynamic Media alle pagine.

Tuttavia, se sei un cliente di risorse di Experience Manager autonome, puoi aggiungere manualmente il banner carosello alla pagina di destinazione del sito web come descritto in questa sezione.

  1. Copia il codice di incorporamento del set carosello pubblicato.
    Consulta Incorporare il visualizzatore di video o immagini in una pagina web.

  2. Aggiungi il codice di incorporamento copiato da Experience Manager Assets alla pagina web.
    Il codice di incorporamento copiato è reattivo e deve quindi adattarsi automaticamente all’area di incorporamento della pagina.

NOTA

Questo passaggio si applica solo se sei un cliente di Experience Manager Assets indipendente.

L’ultimo passaggio di questo processo consiste nell’integrare il banner carosello con un’implementazione Quickview esistente sul sito web. Ogni implementazione di Quickview è unica ed è necessario un approccio specifico che implichi l'assistenza di un utente IT front-end.

L'implementazione di Quickview esistente rappresenta normalmente una catena di azioni correlate che avvengono sulla pagina web nel seguente ordine:

  1. Un utente attiva un elemento nell’interfaccia utente del sito web.
  2. Il codice front-end ottiene un URL Quickview basato sull’elemento dell’interfaccia utente attivato nel passaggio 1.
  3. Il codice front-end invia una richiesta Ajax utilizzando l’URL ottenuto al passaggio 2.
  4. La logica di back-end restituisce i dati o il contenuto Quickview corrispondenti al codice front-end.
  5. Il codice front-end carica i dati o il contenuto di Quickview.
  6. Facoltativamente, il codice front-end converte i dati Quickview caricati in una rappresentazione HTML.
  7. Il codice front-end visualizza una finestra di dialogo o un pannello modale ed esegue il rendering del contenuto HTML sullo schermo per l’utente finale.

Queste chiamate non rappresentano chiamate API pubbliche indipendenti che possono essere richiamate dalla logica della pagina web da un passaggio arbitrario. Si tratta invece di una chiamata concatenata in cui ogni passaggio successivo viene nascosto nell’ultima fase (callback) del passaggio precedente.

Contemporaneamente alla sostituzione del passaggio 1 e in parte del passaggio 2 da parte del banner carosello, quando un utente tocca un punto attivo o una mappa immagine all’interno del banner carosello, tale interazione viene gestita dal visualizzatore. Il visualizzatore restituisce un evento alla pagina web che contiene tutti i dati del punto attivo o della mappa immagine precedentemente aggiunti.

In un tale gestore di eventi, il codice front-end effettua le seguenti operazioni:

  • Ascolta un evento emesso dal banner carosello.
  • Crea un URL di visualizzazione rapida basato sui dati del punto attivo o della mappa immagine.
  • Attiva il processo di caricamento della visualizzazione rapida dal back-end e di rendering sullo schermo per la visualizzazione.

Il codice di incorporamento restituito da Experience Manager Assets dispone già di un gestore eventi pronto per l’uso, che viene aggiunto un commento.

Pertanto, è solo necessario rimuovere il commento dal codice e sostituire il corpo del gestore fittizio con il codice specifico per la pagina web specifica.

Il processo di costruzione dell’URL di visualizzazione rapida è opposto al processo utilizzato per identificare le variabili dei punti attivi e delle mappe immagine descritte in precedenza.

Consulta Identificare le variabili dei punti attivi e della mappa immagine.

L'ultimo passaggio per attivare l'URL Quickview e attivare il pannello Quickview richiede molto probabilmente l'assistenza di un esperto IT front-end del reparto IT. Hanno la conoscenza di sapere come attivare con precisione l'implementazione di Quickview dal passaggio appropriato, avendo un URL di Quickview pronto all'uso.

Creare pop-up personalizzati utilizzando Quickview

Consulta Creare pop-up personalizzati utilizzando Quickview.

In questa pagina