Sviluppo del commercio AEM develop

Lo sviluppo di progetti commerciali dell’AEM basati sulla Commerce integration framework (CIF) per l’AEM segue le stesse regole e migliori pratiche di altri progetti dell’AEM. Rivedi prima questi:

Sviluppo locale per il commercio AEM local

Si raccomanda l’utilizzo di un ambiente di sviluppo locale per i progetti CIF.

NOTE
Le istruzioni seguenti sono utili per creare un ambiente locale per lo sviluppo AEM per il commercio AEM con CIF (con particolare attenzione all’AEM 6.5). Se sta usando AEM as a Cloud Service, consulti il AEM Commerce as a Cloud Service documentazione.

Il componente aggiuntivo AEM Commerce per AEM 6.5, alias. Il componente aggiuntivo CIF è disponibile anche per lo sviluppo locale ed è fornito come pacchetto AEM. Può essere scaricato da Portale di distribuzione software come feature pack.

Software richiesto

È necessario installare localmente quanto segue:

Accesso al componente aggiuntivo CIF

Il componente aggiuntivo CIF può essere scaricato dal Portale di distribuzione software, cerca il componente aggiuntivo AEM Commerce.

TIP
Occorre utilizzare sempre la versione più recente del componente aggiuntivo CIF.

Configurazione locale

Per lo sviluppo locale di progetti CIF utilizzando l’AEM e il componente aggiuntivo CIF, procedere come segue:

  1. Scarica la versione AEM 6.5 e installa il Service Pack AEM 6.5. È richiesto AEM 6.5 Service Pack 7, tuttavia l’Adobe consiglia di installare l’ultimo service pack disponibile.

  2. Decomprimi il file AEM.jar per creare la cartella crx-quickstart ed esegui:

    code language-bash
    java -jar <jar name> -unpack
    
  3. Crea una cartella crx-quickstart/install.

  4. Copiare il pacchetto del componente aggiuntivo CIF, scaricato dal portale di distribuzione software, nella crx-quickstart/install cartella.

TIP
In alternativa, il pacchetto del componente aggiuntivo CIF può essere installato tramite Gestione pacchetti.
  1. Avviare l’avvio rapido dell’AEM

Verifica la configurazione tramite la console OSGI:http://localhost:4502/system/console/osgi-installer. L’elenco deve includere i bundle relativi al componente aggiuntivo CIF, il pacchetto di contenuti e le configurazioni OSGI. Assicurati che tutti i bundle siano avviati.

Configurazione del progetto project

Esistono due modi per avviare il progetto Commerce per l’AEM utilizzando l’CIF.

Usare AEM Project Archetype

Il AEM Project Archetype è lo strumento principale per avviare un progetto preconfigurato con cui iniziare a utilizzare CIF. I Componenti core CIF e tutte le configurazioni richieste possono essere inclusi in un progetto generato con un’opzione aggiuntiva.

TIP
Usa AEM Project Archetype 25 o versioni successive per generare il progetto.

Consulta le istruzioni d’uso di AEM Project Archetype per la generazione di un progetto AEM. Per includere CIF nel progetto, usa l’opzione includeCommerce.

Esempio:

mvn -B archetype:generate \
 -D archetypeGroupId=com.adobe.granite.archetypes \
 -D archetypeArtifactId=aem-project-archetype \
 -D aemVersion=6.5.5 \
 -D appTitle="My Site" \
 -D appId="mysite" \
 -D groupId="com.mysite" \
 -D frontendModule=general \
 -D includeExamples=n \
 -D includeCommerce=y

I Componenti core CIF possono essere utilizzati in qualsiasi progetto includendo all per singoli utenti utilizzando il pacchetto di contenuti CIF e i bundle OSGI correlati. Per aggiungere manualmente componenti core CIF a un progetto, usa le seguenti dipendenze:

<dependency>
    <groupId>com.adobe.commerce.cif</groupId>
    <artifactId>core-cif-components-apps</artifactId>
    <type>zip</type>
    <version>x.y.z</version>
</dependency>
<dependency>
    <groupId>com.adobe.commerce.cif</groupId>
    <artifactId>core-cif-components-config</artifactId>
    <type>zip</type>
    <version>x.y.z</version>
</dependency>
<dependency>
    <groupId>com.adobe.commerce.cif</groupId>
    <artifactId>core-cif-components-core</artifactId>
    <version>x.y.z</version>
</dependency>
<dependency>
    <groupId>com.adobe.commerce.cif</groupId>
    <artifactId>graphql-client</artifactId>
    <version>x.y.z</version>
</dependency>
<dependency>
    <groupId>com.adobe.commerce.cif</groupId>
    <artifactId>magento-graphql</artifactId>
    <version>x.y.z</version>
</dependency>

Usare AEM Venia Reference Store

Una seconda opzione per avviare un progetto CIF è clonare e utilizzare AEM Venia Reference Store. AEM Venia Reference Store è un esempio di applicazione di vetrina di riferimento che illustra l’utilizzo dei componenti core CIF di AEM. Si tratta di un insieme di esempi di best practice e di un potenziale punto di partenza per sviluppare le tue funzionalità.

Per iniziare a usare Venia Reference Store, è sufficiente clonare il file Archivio Git e inizia a personalizzare il progetto in base alle tue esigenze.

NOTE
Il progetto Venia Reference Store contiene due profili di build per AEM as a Cloud Service e AEM 6.5. Controlla la file readme.md del progetto per vedere come vengono utilizzati. Per l’AEM 6.5 utilizzare il classic profilo.

Collegare l’AEM al sistema Commerce

Per collegare il progetto al sistema commerciale, l’AEM deve essere configurato con l’endpoint GraphQL del sistema commerciale.

Entrambi, un progetto generato da Archetipo progetto AEM o Negozio di riferimento AEM Venia, include già un configurazione predefinita che devono essere corretti.

Sostituisci il valore di url in com.adobe.cq.commerce.graphql.client.impl.GraphqlClientImpl~default.cfg.json con l’endpoint GraphQL del sistema commerce utilizzato dal progetto.

Il componente aggiuntivo AEM Commerce e i componenti core CIF si connettono all’endpoint commerce GraphQL tramite il server AEM e direttamente tramite il browser. Per impostazione predefinita, i componenti core CIF lato client e gli strumenti di creazione di componenti aggiuntivi CIF si connettono a /api/graphql. Se necessario, questo può essere regolato tramite la configurazione del Cloud Service CIF (vedi sotto).

Il componente aggiuntivo CIF fornisce un servlet proxy di GraphQL all'indirizzo /api/graphql. Se non prevedi di utilizzare un’istanza di Dispatcher AEM locale, si consiglia di configurare anche il servlet proxy di GraphQL.

Passa a http://localhost:4502/system/console/configMgr e crea una configurazione OSGI per Adobe CIF GraphQL Proxy Configuration servizio. Utilizza lo stesso endpoint GraphQL del sistema commerce utilizzato per il client GraphQL di cui sopra.

Risorse aggiuntive

recommendation-more-help
19ffd973-7af2-44d0-84b5-d547b0dffee2