Generazione di lead

Nel settore dell'e-commerce, un lead è chiunque mostri interesse per il brand e i suoi prodotti; che sia cliccando sul sito web, controllando una pubblicità sui social media o esplorando i prodotti. Generare un lead nel settore dell’e-commerce è una parte critica del business perché un lead oggi può essere un cliente domani. La generazione di lead è un processo lungo che richiede tempo e pazienza.

Il diagramma seguente mostra un flusso di lavoro semplice che i retailer possono utilizzare per la generazione di lead:

Diagramma del funnel di generazione dei lead

Best practice

Le best practice per la generazione di lead includono:

  • Contenuto univoco—I retailer devono svolgere le proprie ricerche per scoprire cosa apprezzano i clienti, cosa sono interessati e cosa desiderano acquistare. I contenuti devono attirare l’attenzione dei clienti, incuriosirli e creare un legame con loro. Il contenuto non è limitato solo a video e immagini, ma include anche i social media.

  • Community online—È possibile avere comunicazioni online, ad esempio una pagina di Instagram o una community di Facebook, in cui gli utenti possono pubblicare recensioni, domande o dubbi. Il team del Servizio Clienti può essere coinvolto attivamente sui social media.

  • Influencer—Potete pagare gli influencer per promuovere il vostro marchio. Gli influencer hanno una base di fan (un gruppo di follower) che li ascoltano, il che può essere utile per il tuo marchio. Puoi collaborare ufficialmente o inviare prodotti gratuiti all’influencer affinché li promuova.

  • Social media- La presenza sui social media è importante per i brand di oggi. I brand devono assicurarsi di fare sentire la loro presenza pubblicando regolarmente, pubblicando contenuti per diversi clienti, assicurandosi che il contenuto sia corretto e sempre ripubblicando i commenti sui post originali.

  • SEO Devi disporre di una buona SEO (Search Engine Optimization), perché la classificazione SEO (Search Engine Optimization) aumenta il traffico del sito e offre al tuo marchio una migliore possibilità di essere notato.

  • Campagne a pagamento: puoi concentrarti sulla pubblicazione di campagne a pagamento, che porta l’attenzione sul tuo sito.

  • Clienti non soddisfatti: dovresti rivolgerti ai clienti che non sono soddisfatti.

Anche se la generazione di piombo potrebbe non essere facile, è necessario se si vuole il vostro marchio per avere successo nel mercato e per avere un vantaggio competitivo.

B2B e B2C

La generazione di lead è diversa tra le aziende B2B e B2C:

  • Ciclo di vendita—La generazione di lead per le imprese B2B è molto più lunga rispetto alle imprese B2C, perché i contratti B2B hanno durata più lunga rispetto alle transazioni B2C. I prezzi, il tempo e le risorse allocati per le transazioni B2B sono maggiori. I cicli di vendita B2C sono molto più brevi e richiedono meno tempo, denaro e risorse.

  • Contenuto—I clienti B2B di solito hanno più conoscenze sui prodotti perché fanno più ricerca sui prodotti, mentre i clienti B2C di solito acquistano in base al contenuto delle tendenze di mercato.

  • Pubblico—Le imprese B2C raggiungono un ampio pubblico, mentre le imprese B2B hanno un pubblico specifico

  • Obiettivo—Le imprese B2C tendono ad attrarre clienti da un mercato altamente saturo, mentre le imprese B2B creano relazioni con i clienti sulla base della fiducia. Sia le aziende B2B che B2C hanno lo stesso obiettivo finale, ovvero aumentare il ROI.

  • Interazione—I clienti B2C prendono le decisioni di acquisto singolarmente, mentre le parti interessate sono coinvolte nel processo decisionale per gli acquisti B2B.

Non esiste un metodo predefinito per la generazione di lead, ma è possibile aumentarne la generazione analizzando i metodi che meglio soddisfano le esigenze dell’azienda e aiutano a modellare l’organizzazione.

recommendation-more-help
576492ba-8a33-4b55-90e7-bf54be87ceb8