Risoluzione dei problemi relativi all'errore 503 causato dalla necessità di modificare le impostazioni predefinite di Vernice

In questo articolo vengono fornite soluzioni per la risoluzione dell'errore 503 causato da valori predefiniti non sufficienti per l'archivio.

Problema

Se la lunghezza dei tag della cache utilizzati da Adobe Commerce supera il valore predefinito di 8192 byte di Varnish, nel browser vengono visualizzati gli errori HTTP 503 (recupero back-end non riuscito). Gli errori potrebbero essere simili ai seguenti: "Errore 503: recupero back-end non riuscito. Recupero back-end non riuscito"

Soluzione

Per risolvere questo problema, aumenta il valore predefinito del http_resp_hdr_len parametro nel file di configurazione di Vernice. Il http_resp_hdr_len Il parametro specifica la lunghezza massima dell'intestazione entro dimensione di risposta predefinita totale di 32768 byte.

NOTE
Se il http_resp_hdr_len supera i 32 K, è necessario anche aumentare le dimensioni di risposta predefinite utilizzando http_resp_size parametro.
  1. Come utente con root , apri il file di configurazione Vanish in un editor di testo:

    • CentOS 6: /etc/sysconfig/varnish
    • CentOS 7: /etc/varnish/varnish.params
    • Debian: /etc/default/varnish
    • Ubuntu: /etc/default/varnish
  2. Cerca http_resp_hdr_len parametro.

  3. Se il parametro non esiste, aggiungilo dopo thread_pool_max .

  4. Imposta http_resp_hdr_len a un valore uguale al numero di prodotti della categoria più grande moltiplicato per 21. (Ogni tag di prodotto è lungo circa 21 caratteri). Ad esempio, l’impostazione del valore su 65536 byte dovrebbe funzionare se la categoria più grande dispone di 3.000 prodotti. Ad esempio: conf -p http_resp_hdr_len=65536 \

  5. Imposta il http_resp_size a un valore che soddisfa l’aumento della lunghezza dell’intestazione di risposta. Ad esempio, l’utilizzo della somma dell’aumento della lunghezza dell’intestazione e della dimensione della risposta predefinita è un buon punto di partenza (ad esempio, 65536 + 32768 = 98304): -p http_resp_size=98304. Di seguito è riportato uno snippet:

    code language-none
    # DAEMON_OPTS is used by the init script.
    DAEMON_OPTS="-a ${VARNISH_LISTEN_ADDRESS}:${VARNISH_LISTEN_PORT} \
        -f ${VARNISH_VCL_CONF} \
        -T ${VARNISH_ADMIN_LISTEN_ADDRESS}:${VARNISH_ADMIN_LISTEN_PORT} \
        -p thread_pool_min=${VARNISH_MIN_THREADS} \
        -p thread_pool_max=${VARNISH_MAX_THREADS} \
        -p http_resp_hdr_len=65536 \
        -p http_resp_size=98304 \
        -p workspace_backend=98304 \
        -S ${VARNISH_SECRET_FILE} \
        -s ${VARNISH_STORAGE}" \
    

Timeout di verifica stato health-check-timeouts

Se si disattiva la cache mentre Microsoft è configurato come applicazione di caching e Adobe Commerce è in modalità sviluppatore, potrebbe risultare impossibile accedere all’amministratore.

Questa situazione può verificarsi perché il controllo di integrità predefinito presenta un timeout valore di 2 secondi. Potrebbero essere necessari più di 2 secondi prima che il controllo di integrità raccolga e unisca le informazioni su ogni richiesta di controllo. Se ciò si verifica in 6 controlli di integrità su 10, il server Adobe Commerce viene considerato non integro. La vernice fornisce contenuti non aggiornati quando il server non è integro.

Poiché si accede ad Admin tramite Microsoft, non è possibile accedere ad Admin per abilitare il caching (a meno che Adobe Commerce non torni integro). Tuttavia, puoi utilizzare il seguente comando per abilitare la cache:

$ bin/magento cache:enable

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della riga di comando, vedere Introduzione alla configurazione della riga di comando.

recommendation-more-help
8bd06ef0-b3d5-4137-b74e-d7b00485808a