Avvisi gestiti su Adobe Commerce: avvisi MariaDB

Questo articolo fornisce i passaggi per la risoluzione dei problemi quando si ricevono gli avvisi MariaDB per Adobe Commerce in New Relic. Gli avvisi MariaDB monitorano il caricamento elevato delle query e le query DML (Data Manipulation Language) eccessive. Entrambe possono comportare una riduzione dell’esperienza utente o addirittura tempi di inattività. Puoi ricevere quattro tipi di avvisi:

  • Avviso query DML
  • Query DML critiche

Prodotti e versioni interessati

Architettura del piano Pro di Adobe Commerce su infrastruttura cloud

Problema

Riceverai un avviso gestito in New Relic se ti sei registrato a Avvisi gestiti per Adobe Commerce e una o più soglie di allarme sono state superate. Questi avvisi sono stati sviluppati da Adobe per fornire ai clienti un set standard utilizzando le informazioni provenienti da Supporto e Progettazione.

Sì!

  • Interrompi qualsiasi distribuzione pianificata fino a quando l'avviso non viene cancellato.
  • Attiva immediatamente la modalità di manutenzione se il sito non risponde o se non risponde completamente. Per i passaggi, consulta Guida all’installazione > Abilitare o disabilitare la modalità di manutenzione nella documentazione per gli sviluppatori. Assicurarsi di aggiungere l'IP all'elenco degli indirizzi IP esenti per assicurarsi di poter accedere al sito per la risoluzione dei problemi. Per i passaggi, consulta Gestisci l'elenco di indirizzi IP esenti.
  • Termina gli script, ad esempio le importazioni, che potrebbero essere la causa dell’avviso se le prestazioni del sito sono interessate.

Non farlo!

  • Eseguire indicizzatori o nodi aggiuntivi che possono causare ulteriore stress su MariaDB.
  • Esegui le principali attività amministrative (ad esempio, amministrazione di Commerce, importazioni/esportazioni di dati).
  • Cancella la cache.

Soluzione

Query DML (query che modificano il database utilizzando UPDATE, INSERT e DELETE)

Se si riceve un avviso Critico query DML, iniziare dal primo passaggio. Se viene visualizzato un avviso di avviso di query DML, iniziare dal passaggio 2.

  1. Controlla se è presente un ticket di supporto Adobe Commerce. Per i passaggi, consulta la knowledge base Tracciare i ticket di supporto. Il supporto potrebbe aver ricevuto un avviso di soglia New Relic, aver creato un ticket e iniziato a lavorare sul problema. Se non esiste alcun ticket, creane uno. Il ticket deve contenere le seguenti informazioni:
  2. Motivo contatto: selezionare "Avviso New Relic MariaDB ricevuto".
  3. Descrizione dell'avviso.
  4. Collegamento per incidente New Relic. Questo è incluso nel tuo Avvisi gestiti per Adobe Commerce.
  5. Per identificare l’origine del problema, prova a identificare le query DML:
  6. Esaminare le operazioni del database utilizzando i passaggi di New Relic Pagina interfaccia utente APM > Monitoraggio > Pagina Database .
  7. Ordina per CONTEGGIO CHIAMATE, quindi OPERAZIONE. Esaminare le operazioni INSERT, DELETE e UPDATE.
  8. Cerca AVG alta.
  9. Fare clic per trovare i chiamanti delle operazioni del database. In questo modo verranno identificate le transazioni che utilizzano tale query in base al tempo.
  10. Cerca ottimizzazioni del codice o ottimizzazioni operative:
  11. Ottimizzazioni del codice: cerca di ottimizzare le query con inserimenti/aggiornamenti in blocco, riducendo al minimo l’utilizzo dell’indice o limitando il codice.
  12. Ottimizzazioni operative: consente di effettuare l’offload delle modifiche dei dati che richiedono un utilizzo intensivo delle risorse per ridurre i tempi di traffico.
  13. Ulteriori ottimizzazioni: accertati di aver utilizzato l’ultima versione di ECE-Tools. Per i passaggi, consulta Cloud for Adobe Commerce > Aggiorna versione strumenti ece nella documentazione per gli sviluppatori.

Lettura correlata

recommendation-more-help
8bd06ef0-b3d5-4137-b74e-d7b00485808a