Convalida ID dispositivo globale global-device-id-validation

Gli identificatori di Device Advertising (ovvero iDFA, GAID, Roku ID) dispongono di standard di formattazione che devono essere soddisfatti per essere utilizzabili nell’ecosistema della pubblicità digitale. Oggi, clienti e partner possono caricare gli ID sulle nostre origini dati globali in qualsiasi formato senza essere avvisati della corretta formattazione dell’ID. Questa funzione introdurrà la convalida degli ID dispositivo inviati alle origini dati globali per la formattazione corretta e fornirà messaggi di errore quando gli ID non sono formattati correttamente. La convalida per iDFA, Google Advertising e Roku IDs al momento del lancio.

Panoramica degli standard di formato overview-of-format-standards

Di seguito sono riportati i pool globali di ID Device Advertising attualmente riconosciuti e supportati dall’AAM. Questi vengono implementati come condivisi Data Sources che può essere utilizzato da qualsiasi cliente o partner di dati che lavora con dati associati agli utenti di queste piattaforme.

Piattaforma
ID sorgente dati AAM
Formato ID
PID AAM
Note
Google Android (GAID)
20914
32 numeri esadecimali, generalmente presentati come 8-4-4-4-12 esempio: 97987bca-ae59-4c7d-94ba-ee4f19ab8c21
1352
Questo ID deve essere raccolto in un modulo grezzo/senza hash/inalterato Riferimento - https://play.google.com/about/monetization-ads/ads/ad-id/
Apple iOS (IDFA)
20915
32 numeri esadecimali, generalmente presentati come 8-4-4-4-12 esempio: 6D92078A-8246-4BA4-AE5B-76104861E7DC
3560
Questo ID deve essere raccolto in un modulo grezzo/senza hash/inalterato Riferimento - https://support.apple.com/en-us/HT205223
Roku (RIDA)
121963
32 numeri esadecimali, generalmente presentati come 8-4-4-4-12 esempio: fcb2a29c-315a-5e6b-bcfd-d889ba19aada
11536
Questo ID deve essere raccolto in un modulo grezzo/senza hash/inalterato Riferimento - https://sdkdocs.roku.com/display/sdkdoc/Roku+Advertising+Framework
Microsoft Advertising ID (MAID)
389146
Stringa alfanumerica
14593
Questo ID deve essere raccolto in un modulo grezzo/senza hash/inalterato Riferimento - https://docs.microsoft.com/en-us/uwp/api/windows.system.userprofile.advertisingmanager.advertisingid
https://msdn.microsoft.com/en-us/library/windows/apps/windows.system.userprofile.advertisingmanager.advertisingid.aspx
Samsung DUID
404660
Esempio di stringa numerica alfa, 7XCBNROQJQPYW
15950
Questo ID deve essere raccolto in un modulo grezzo/senza hash/inalterato Riferimento - https://developer.samsung.com/tv/develop/api-references/samsung-product-api-references/productinfo-api

Impostazione di un identificatore pubblicitario nell’app setting-an-advertising-identifier-in-the-app

L'impostazione dell'ID inserzionista nell'app è in realtà un processo in due fasi: prima recupera l'ID inserzionista e quindi lo invia all'Experience Cloud. Di seguito sono riportati i collegamenti per l’esecuzione di questi passaggi.

  1. Recuperare l’ID

    1. Apple informazioni su advertising ID può essere trovato QUI.
    2. Alcune informazioni sull'impostazione di advertiser ID per Android sviluppatori disponibili QUI.
  2. Invialo all’Experience Cloud utilizzando setAdvertisingIdentifier metodo nell’SDK

    1. Informazioni per l’utilizzo setAdvertisingIdentifier è in documentazione per entrambi iOS e Android.

// iOS (Swift) example for using setAdvertisingIdentifier:
ACPCore.setAdvertisingIdentifier([AdvertisingId]) // ...where [AdvertisingId] is replaced by the actual advertising ID

Messaggi di errore DCS per ID non corretti dcs-error-messaging-for-incorrect-ids

Quando un ID dispositivo globale errato (IDFA, GAID, ecc.) viene inviato in tempo reale all’Audience Manager, viene restituito un codice di errore sull’hit. Di seguito è riportato un esempio di errore restituito perché l'ID viene inviato come Apple IDFA, che deve contenere solo lettere maiuscole, ma l’ID contiene una "x" in minuscolo.

immagine di errore

Consulta la sezione documentazione per l’elenco dei codici di errore.

Onboarding degli ID dispositivo globali onboarding-global-device-ids

Oltre all’invio in tempo reale degli ID dispositivo globali, puoi anche "onboard" (caricare) dati anche rispetto agli ID. Questo processo è uguale a quello seguito per l’onboarding dei dati in base agli ID cliente (in genere tramite coppie chiave/valore), ma dovrai semplicemente utilizzare gli ID origine dati corretti, in modo che i dati vengano assegnati all’ID dispositivo globale. La documentazione sul processo di onboarding è disponibile nella sezione documentazione. Ricorda di utilizzare l’ID sorgente dati globale, a seconda della piattaforma in uso.

Se attraverso il processo di onboarding vengono inviati ID dispositivo globali errati, gli errori vengono visualizzati nel Onboarding Status Report.

Di seguito è riportato un esempio di errore che verrebbe generato da tale rapporto:

immagine di errore

recommendation-more-help
468cbaa0-07ce-4354-9a38-4f23b645a466