Pianificare e implementare Recommendations

Ultimo aggiornamento: 2023-11-14
  • Argomenti:
  • Recommendations
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer

Informazioni utili per pianificare e implementare Adobe Target Recommendations.

NOTA

Oltre a questo articolo, il Guida di Adobe Target per professionisti aziendali contains in-depth information about Target Recommendations.

Prima di configurare il primo Recommendations attività in Adobe Target, completa i passaggi seguenti:

  1. Implementare Target sulle superfici dell’app web e mobile che desideri utilizzare per acquisire il comportamento degli utenti e distribuire i consigli.
  2. Configurare Recommendations catalogo di prodotti o contenuti che desideri consigliare ai tuoi utenti.
  3. Trasmettere informazioni comportamentali e contesto a Target Recommendations per consentirgli di fornire consigli personalizzati.
  4. Configurare le esclusioni globali.
  5. Configura Recommendations impostazioni.
  6. (Facoltativo) Amministrare Recommendations utilizzo delle API di amministrazione.

1. Implementare Target

Target Recommendations richiede l’implementazione di Adobe Experience Platform Web SDK o at.js 0.9.2 (o versione successiva). Consulta la Target guide all’implementazione lato client per ulteriori informazioni.

Per fornire consigli di alta qualità, Target devono conoscere i prodotti o i contenuti che desideri consigliare. I cataloghi in genere includono tre tipi di informazioni sugli elementi consigliati. Supponiamo che tu stia consigliando dei film. Includi quanto segue:

  1. Dati da presentare all’utente che riceve il consiglio. Ad esempio, è possibile visualizzare il nome del filmato e un URL per una miniatura del poster.
  2. Dati utili per applicare controlli di marketing e merchandising. Ad esempio, è possibile visualizzare la classificazione del filmato in modo da non consigliare i film NC-17.
  3. Dati utili per determinare la somiglianza degli elementi con altri elementi. Ad esempio, è possibile visualizzare il genere del filmato e il regista del filmato.

Target offre più opzioni di integrazione per compilare il catalogo. Queste opzioni possono essere utilizzate in combinazione per aggiornare articoli diversi nel catalogo o per aggiornare attributi di articoli diversi su frequenze diverse.

Metodo Che cos’è Quando utilizzarlo Informazioni aggiuntive
Feed catalogo Pianifica il caricamento e l’acquisizione di un feed (CSV, Google Product XML o Classificazioni di prodotto Analytics) su base giornaliera. Per inviare informazioni su più elementi alla volta. Per l’invio di informazioni che non cambiano frequentemente. Consulta Feed.
API entità Chiama un’API per inviare aggiornamenti immediati per un singolo elemento. Per l’invio di aggiornamenti man mano che si verificano su un elemento alla volta. Per l’invio di informazioni che cambiano frequentemente (ad esempio prezzo, livello di magazzino/scorte). Consulta la Documentazione per gli sviluppatori API per le entità.
Trasmettere gli aggiornamenti sulla pagina Invia aggiornamenti al minuto per un singolo elemento utilizzando JavaScript nella pagina o utilizzando l’API di consegna. Per l’invio di aggiornamenti man mano che si verificano su un elemento alla volta. Per l’invio di informazioni che cambiano frequentemente (ad esempio prezzo, livello di magazzino/scorte). Consulta Visualizzazioni elemento/pagine prodotto di seguito.

La maggior parte dei clienti deve implementare almeno un feed. Puoi quindi scegliere di integrare il feed con aggiornamenti per gli attributi o gli elementi modificati di frequente utilizzando l’API delle entità o il metodo on-the-page.

3. Trasmettere informazioni comportamentali e contesto

Informazioni e contesto comportamentali da trasmettere a Target dipende dall’azione intrapresa dal visitatore, che è spesso associata al tipo di pagina con cui il visitatore interagisce.

Visualizzazioni di elementi o pagine di prodotti

Nelle pagine in cui un visitatore visualizza un singolo elemento, ad esempio la pagina dei dettagli di un prodotto, devi trasmettere l’identità dell’elemento che il visitatore sta visualizzando. Per consentire al visitatore di filtrare i consigli per la categoria corrente, devi passare anche la categoria più granulare dell’elemento che sta visualizzando.

Puoi anche trasmettere alcuni attributi che si modificano rapidamente sulla pagina stessa del prodotto. Ad esempio, puoi trasmettere il prezzo (value) e a livello di inventario/scorte.

Trasmetti prezzo e inventario

<script type="text/javascript">
function targetPageParams() {
   return {
      "entity": {
         "id": "32323",
         "categoryId": "running-shoes",
         "value": 119.99,
         "inventory": 329
      }
   }
}
</script>

Visualizzazioni per categoria/pagine per categoria

In una pagina di categoria, è probabile che si desideri limitare i consigli ai prodotti o contenuti all’interno di tale categoria. A questo scopo, assicurati di trasmettere l’identità della categoria attualmente visualizzata.

Trasmetti categoria corrente

function targetPageParams() {
   return {
      "entity": {
         "categoryId": "running-shoes"
      }
   }
}

Aggiunte al carrello/Visualizzazioni carrello/Pagine di pagamento

In una pagina del carrello, puoi consigliare gli articoli in base al contenuto del carrello corrente del visitatore. A questo scopo, passa gli ID di tutti gli elementi nel carrello corrente del visitatore utilizzando il parametro speciale cartIds.

Passa elementi attualmente nel carrello

function targetPageParams() {
   return {
      "cartIds": "352,223,23432,432,553"
      }
}

Per ulteriori informazioni sui consigli basati sul carrello, consulta Basato su carrello nel Adobe TargetGuida per professionisti aziendali.

Escludere gli elementi già presenti nel carrello del visitatore

Sulle pagine di tutto il sito, puoi escludere alcuni elementi dai consigli. Ad esempio, potresti non voler consigliare articoli già presenti nel carrello del visitatore. A questo scopo, passa gli ID di tutti gli elementi che desideri escludere utilizzando il parametro speciale excludedIds.

Passa elementi da escludere

function targetPageParams() {
   return {
      "excludedIds": "352,223,23432,432,553"
      }
}

Pagine di conferma acquisti/ordini

Quando si verifica un evento di acquisto, passa l’identità dell’articolo o degli articoli acquistati. Consulta Tracciare le conversioni nella sezione Come distribuire at.js > Implementare Target senza un sistema per la gestione dei tag articolo.

4. Configurare le esclusioni globali

Escludi gli elementi a livello globale che non desideri consigliare a un visitatore. Consulta Esclusioni nel Adobe TargetGuida per professionisti aziendali.

5. Configurare Recommendations impostazioni

Utilizza le impostazioni per gestire l’implementazione dei consigli.

Per accedere alle opzioni delle Impostazioni consigli, apri Target in Adobe Experience Cloud, quindi fai clic su Consigli > Impostazioni.

immagine alt

Sono disponibili le seguenti opzioni:

Impostazione Descrizione
Mbox globale personalizzata (Facoltativo) Specifica la mbox globale personalizzata utilizzata per le attività di Target. Per impostazione predefinita, la mbox globale utilizzata da Target viene utilizzata per la funzione Consigli.

Nota: questa opzione è impostata su Target Amministrazione pagina. Apri Target, quindi fai clic su Amministrazione > Compositore esperienza visivo.

Settore verticale Il settore verticale è utilizzato per aiutare a categorizzare i criteri per i consigli. Queste informazioni aiutano i membri del team a trovare i criteri più appropriati per una pagina specifica, ad esempio quelli più adatti per la pagina del carrello o per una pagina multimediale.
Filtra criteri incompatibili Abilita questa opzione per mostrare solo i criteri per i quali la pagina selezionata trasmette i dati richiesti. Non tutti i criteri vengono eseguiti correttamente su ogni pagina. La pagina o mbox deve passare entity.id o entity.categoryId per rendere compatibili i consigli per l'elemento o la categoria corrente. In generale, è consigliabile mostrare solo i criteri compatibili. Per fare in modo che i criteri incompatibili siano disponibili per l’attività, deseleziona questa opzione.

È consigliabile disattivare l’opzione se utilizzi una soluzione di gestione tag.

Per ulteriori informazioni su questa opzione, vedi Recommendations Domande frequenti nel Adobe TargetGuida per professionisti aziendali.

Gruppo host predefinito Seleziona il gruppo host predefinito.

Il gruppo di host può essere utilizzato per separare gli elementi disponibili nel catalogo per usi diversi. Ad esempio, puoi utilizzare i gruppi di host per ambienti di sviluppo e produzione, marchi diversi o diverse aree geografiche. Per impostazione predefinita, i risultati dell'anteprima in Ricerca nel catalogo, Raccolte ed Esclusioni si basano sul gruppo di host predefinito. Puoi anche selezionare un gruppo di host diverso per visualizzare in anteprima i risultati, utilizzando il filtro Ambiente. Per impostazione predefinita, gli elementi appena aggiunti sono disponibili in tutti i gruppi di host, a meno che non sia specificato un ID ambiente al momento della creazione o dell'aggiornamento dell'elemento. I consigli distribuiti dipendono dal gruppo di host specificato nella richiesta.

Se i prodotti non vengono visualizzati, assicurati di utilizzare il gruppo host corretto. Ad esempio, se imposti che il consiglio usi un ambiente di gestione temporanea e imposti il gruppo host su Gestione temporanea, potrebbe essere necessario ricreare le raccolte nell'ambiente di gestione temporanea perché si visualizzino i prodotti. Per visualizzare i prodotti disponibili in ogni ambiente, utilizza Ricerca catalogo con ogni ambiente. Puoi anche visualizzare in anteprima il contenuto di Recommendations raccolte ed esclusioni per un ambiente selezionato (gruppo di host).

Nota: dopo aver modificato l’ambiente selezionato, fai clic su Cerca per aggiornare i risultati restituiti.

Il filtro Ambiente è disponibile nelle seguenti posizioni nell’interfaccia utente di Target:

  • Ricerca nel catalogo (Recommendations > Ricerca nel catalogo)
  • Finestra di dialogo Crea raccolta (Recommendations > Raccolte > Crea nuovo)
  • Finestra di dialogo Aggiorna raccolta (Recommendations > Raccolte > Modifica)
  • Finestra di dialogo Crea esclusione (Recommendations > Esclusioni > Crea nuovo)
  • Finestra di dialogo Aggiorna esclusione (Recommendations > Esclusioni > Modifica)
Per ulteriori informazioni, consulta Host nel Adobe TargetGuida per professionisti aziendali.
URL di base per le miniature L’impostazione di un URL di base per il catalogo dei prodotti rende possibile l’utilizzo di URL relativi quando specifichi le miniature dei prodotti fornendo l’URL della miniatura.

Ad esempio:

"entity.thumbnailURL=/Images/Homepage/product1.jpg"

imposta un URL relativo all’URL di base della miniatura.

Token API per consigli Usa questo token in Recommendations Chiamate API, come API di download.

6. (Facoltativo) Amministrare Recommendations utilizzo delle API di amministrazione

Consulta la Utilizzare Recommendations API guida pratica per scoprire come configurare e utilizzare il Target API di amministrazione e consegna per Recommendations.

In questa pagina