Definizione dei campi payload

La definizione del payload consente di scegliere le informazioni che il sistema prevede di ricevere dall'evento nel percorso e la chiave per identificare la persona associata all'evento. Il payload si basa sulla definizione del campo XDM del Experience Cloud . Per ulteriori informazioni su XDM, fare riferimento a questa pagina.

  1. Selezionare uno schema XDM dall'elenco e fare clic sul campo Payload o sull'icona Edit.

    Vengono visualizzati tutti i campi definiti nello schema. L'elenco dei campi varia da uno schema all'altro. È possibile cercare un campo specifico o utilizzare i filtri per visualizzare tutti i nodi e i campi o solo i campi selezionati. In base alla definizione dello schema, alcuni campi possono essere obbligatori e preselezionati. Non è possibile deselezionarli. Per impostazione predefinita, tutti i campi obbligatori per la ricezione dell’evento da parte del Journey Orchestration sono selezionati.

    NOTA

    Accertatevi di aver aggiunto il mixin "orchestrazione" allo schema XDM. In questo modo lo schema contiene tutte le informazioni necessarie per l'utilizzo di Journey Orchestration.

  2. Selezionate i campi che prevedete di ricevere dall’evento. Questi sono i campi che l'utente aziendale sfrutterà nel percorso. Devono inoltre includere la chiave che verrà utilizzata per identificare la persona associata all'evento (vedere questa pagina).

    NOTA

    Per gli eventi generati dal sistema, il campo eventID viene aggiunto automaticamente nell'elenco dei campi selezionati in modo che Journey Orchestration possa identificare l'evento. Il sistema che preme l'evento non deve generare un ID, ma deve utilizzare quello disponibile nell'anteprima del payload. Consulta questa pagina.

  3. Dopo aver selezionato i campi necessari, fare clic su Save o premere Enter.

    Il numero di campi selezionati viene visualizzato nel campo Payload.

In questa pagina