Tipi di azioni per le estensioni Edge

Ultimo aggiornamento: 2023-05-24
  • Argomenti:
  • Tags
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer
    User
    Admin
    Leader
NOTA

Adobe Experience Platform Launch è stato ridefinito come suite di tecnologie di raccolta dati in Adobe Experience Platform. Di conseguenza, sono state introdotte diverse modifiche terminologiche nella documentazione del prodotto. Consulta questo documento come riferimento consolidato delle modifiche terminologiche.

In una regola di tag, un’azione viene eseguita dopo che le condizioni della regola hanno superato la valutazione. I tipi di azione sono forniti dalle estensioni e i loro effetti sono completamente definiti dall’autore dell’estensione.

Ad esempio, un’estensione potrebbe fornire un tipo di azione “show support chat” che potrebbe mostrare una finestra di dialogo con la chat di supporto per aiutare gli utenti che riscontrano difficoltà nel concludere un acquisto.

Questo documento illustra come definire i tipi di azione per un’estensione Edge in Adobe Experience Platform.

IMPORTANTE

Se stai sviluppando un'estensione web, consulta invece la guida sui tipi di azione per le estensioni web.

In questo documento si presuppone che tu abbia familiarità con i moduli libreria e sul modo in cui vengono integrati nelle estensioni Edge. Per un'introduzione, vedere la panoramica sulla formattazione del modulo libreria prima di tornare a questa guida.

I tipi di azione sono in genere i seguenti:

  1. Una vista mostrata nell’interfaccia di Experience Platform e nell’interfaccia di Data Collection che consente agli utenti di modificare le impostazioni per l’azione.
  2. Modulo libreria emesso all’interno della libreria runtime dei tag per interpretare le impostazioni ed eseguire un’azione.

Ad esempio, un modulo l’inoltro di alcuni dati a un endpoint di terze parti potrebbe presentarsi come segue:

module.exports = (context) {
  const { arc, utils } = context;
  const { fetch } = utils;
  const { event: { xdm } } = arc;
  return fetch('http://someendpoint.com', {
    method: 'POST',
    headers: {
      'Content-Type': 'application/json'
    },
    body: JSON.stringify(xdm)
  })
};

Se si desidera rendere l’endpoint configurabile dall’utente e consentire l’input e la persistenza di un endpoint nell’oggetto impostazioni all’interno del modulo, l’oggetto avrà un aspetto simile al seguente:

{
  "endpoint": "http://someendpoint.com"
}

Per utilizzare il nome dell’endpoint definito dall’utente, è necessario modificare il modulo come segue:

module.exports = (context) {
  const { arc, utils } = context;
  const { fetch } = utils;
  const { event: { xdm } } = arc;
  const  { endpoint } = settings;
  return fetch(endpoint, {
    method: 'POST',
    headers: {
      'Content-Type': 'application/json'
    },
    body: JSON.stringify(xdm)
  })
};

Risultato azione

Il risultato restituito da un modulo di azione può essere qualsiasi cosa. Se l'azione deve eseguire un'attività asincrona, è possibile restituire una promessa che restituisce il risultato desiderato una volta risolta.

Il risultato dell'azione viene memorizzato all'interno di una chiave ruleStash che viene resa disponibile a tutti i moduli tramite il parametro context (context.arc.ruleStash). Ulteriori informazioni su ruleStash sono disponibili qui.

In questa pagina