Creare una connessione sorgente Adobe Campaign Managed Cloud Services tramite l’interfaccia utente di Platform

Questa esercitazione descrive i passaggi necessari per creare una connessione sorgente per trasferire i dati Adobe Campaign Managed Cloud Services a Adobe Experience Platform.

Introduzione

Questa guida richiede una buona comprensione dei seguenti componenti dell’Experience Platform:

  • Origini: Platform consente di acquisire dati da varie sorgenti e allo stesso tempo di strutturare, etichettare e migliorare i dati in arrivo tramite i servizi di Platform.
  • Experience Data Model (XDM) Sistema: Il framework standardizzato in base al quale l’Experience Platform organizza i dati sulla customer experience.
  • Sandbox: Platform fornisce sandbox virtuali che suddividono una singola istanza di Platform in ambienti virtuali separati per sviluppare e sviluppare applicazioni di esperienza digitale.

Collegare Adobe Campaign Managed Cloud Services a Platform

Nell’interfaccia utente di Platform, seleziona Origini dalla navigazione a sinistra per accedere al Origini workspace. La Catalogo in questa schermata vengono visualizzate diverse sorgenti con cui è possibile creare un account.

Puoi selezionare la categoria appropriata dal catalogo sul lato sinistro dello schermo. Puoi anche usare la barra di ricerca per limitare le sorgenti visualizzate.

Sotto la Applicazioni di Adobe categoria, seleziona Adobe Campaign Managed Cloud Services quindi seleziona Aggiungi dati.

Catalogo delle sorgenti che visualizza la scheda Adobe Campaign Managed Cloud Services.

Seleziona dati

La Seleziona dati viene visualizzato un passaggio che fornisce un’interfaccia per configurare il Istanza Adobe Campaign, Mappatura del targete Nome dello schema.

Proprietà Descrizione
Istanza Adobe Campaign Nome dell’istanza dell’ambiente Adobe Campaign in uso.
Mappatura del target Gli oggetti tecnici utilizzati da Campaign per inviare i messaggi e contengono tutte le impostazioni tecniche necessarie per l’invio delle consegne.
Nome dello schema Nome dell’entità schema che stai portando in Platform. Le opzioni includono Log di consegna e Registro di tracciamento.

Interfaccia in cui puoi configurare l’istanza Adobe Campaign, la mappatura della destinazione e il nome dello schema.

Dopo aver fornito i valori per l’istanza Campaign, la mappatura della destinazione e il nome dello schema, la schermata si aggiorna per visualizzare un’anteprima dello schema e un set di dati di esempio. Al termine, seleziona Successivo.

Anteprima della gerarchia dello schema e un esempio del set di dati

Utilizzare un set di dati esistente

La Dettaglio flusso di dati consente di selezionare se si desidera utilizzare un set di dati esistente o configurarne uno nuovo per il flusso di dati.

Per utilizzare un set di dati esistente, seleziona Set di dati esistente. Puoi recuperare un set di dati esistente utilizzando Ricerca avanzata o scorrendo l’elenco dei set di dati esistenti nel menu a discesa.

Con un set di dati selezionato, fornisci un nome per il flusso di dati e una descrizione facoltativa.

Interfaccia che mostra l’opzione esistente del set di dati.

Utilizzare un nuovo set di dati

Per utilizzare un nuovo set di dati, seleziona Nuovo set di dati e quindi fornisci il nome di un set di dati di output e una descrizione facoltativa. Quindi, seleziona uno schema a cui eseguire il mapping utilizzando Ricerca avanzata oppure scorrendo l’elenco degli schemi esistenti nel menu a discesa. Al termine, seleziona Successivo.

Interfaccia che mostra la nuova opzione set di dati.

Abilitare gli avvisi

Puoi abilitare gli avvisi per ricevere notifiche sullo stato del flusso di dati. Seleziona un avviso dall’elenco per iscriverti e ricevere notifiche sullo stato del flusso di dati. Per ulteriori informazioni sugli avvisi, consulta la guida su iscrizione agli avvisi sorgente tramite l’interfaccia utente.

Al termine della fornitura dei dettagli al flusso di dati, seleziona Successivo.

Selezione di diversi tipi di avvisi che è possibile abilitare per il flusso di dati.

Mappatura di campi dati su uno schema XDM

La Mappatura viene visualizzato un passaggio che fornisce un'interfaccia per mappare i campi di origine dallo schema di origine ai campi XDM di destinazione appropriati nello schema di destinazione.

Platform fornisce consigli intelligenti per i campi mappati automaticamente in base allo schema o al set di dati di destinazione selezionato. Puoi regolare manualmente le regole di mappatura in base ai tuoi casi d’uso. In base alle tue esigenze, puoi scegliere di mappare direttamente i campi oppure utilizzare le funzioni di preparazione dei dati per trasformare i dati di origine in valori calcolati o calcolati. Per i passaggi completi sull’utilizzo dell’interfaccia di mappatura e dei campi calcolati, consulta la sezione Guida all’interfaccia utente della preparazione dei dati.

IMPORTANTE

Quando mappi i campi di origine ai campi XDM di destinazione, assicurati di mappare il campo di identità principale designato al relativo campo XDM di destinazione appropriato.

Una volta mappati correttamente i dati di origine, seleziona Successivo.

Una struttura di mappatura con quattro campi dati di origine mappati ai campi dello schema XDM corrispondenti.

Controlla il tuo flusso di dati

La Revisione viene visualizzato un passaggio che consente di rivedere il nuovo flusso di dati prima della creazione. I dettagli sono raggruppati nelle seguenti categorie:

  • Connessione: Mostra il tipo di origine, il percorso pertinente del file di origine scelto e la quantità di colonne all'interno del file di origine.
  • Assegna set di dati e campi mappa: Mostra il set di dati in cui vengono acquisiti i dati di origine, incluso lo schema a cui il set di dati aderisce.

Dopo aver esaminato il flusso di dati, seleziona Fine e lascia un certo tempo per la creazione del flusso di dati.

Pagina di revisione che visualizza informazioni sulla connessione e sul set di dati.

Monitorare l’attività del set di dati

Una volta creato il flusso di dati, puoi monitorare i dati che vengono acquisiti tramite di esso per visualizzare informazioni sulle percentuali di acquisizione e sui batch di successo e di errore.

Per iniziare a visualizzare l’attività del set di dati, seleziona Flussi di dati nel catalogo origini.

La pagina del catalogo delle sorgenti con la scheda intestazione del flusso di dati selezionata.

Quindi, seleziona il set di dati di destinazione dall’elenco dei flussi di dati visualizzati.

Elenco di flussi di dati esistenti con il set di dati di destinazione Registri di consegna Adobe Campaign selezionato.

Viene visualizzata la pagina dell’attività del set di dati. Da qui puoi vedere le informazioni sulle prestazioni del flusso di dati, tra cui il tasso di acquisizione, i batch di successo e i batch di errori.

Questa pagina fornisce anche un’interfaccia per aggiornare la descrizione dei metadati del flusso di dati, abilitare l’acquisizione parziale e la diagnostica degli errori e aggiungere nuovi dati al set di dati.

Interfaccia con grafici che rappresentano il tasso di acquisizione di un set di dati selezionato.

Passaggi successivi

Seguendo questa esercitazione, hai creato correttamente un flusso di dati per portare i tuoi registri di consegna Campaign v8 e i dati dei registri di tracciamento in Platform. I dati in arrivo possono ora essere utilizzati dai servizi della piattaforma a valle, come Real-time Customer Profile e Data Science Workspace. Per ulteriori informazioni, consulta i seguenti documenti:

In questa pagina