Invia l'origine

L'ultimo passaggio per integrare la nuova origine in Adobe Experience Platform utilizzando Origini self-service (SDK batch) consiste nel testare l'origine per la verifica. Una volta completata la procedura, puoi inviare la nuova origine contattando il rappresentante di Adobe.

Il seguente documento fornisce passaggi su come verificare ed eseguire il debug dell'origine utilizzando Flow Service API.

Introduzione

Verificare la sorgente

Per testare la sorgente, è necessario eseguire la Raccolta e ambiente di verifica di Origini self-service su Postman fornendo le variabili di ambiente appropriate relative all’origine.

Per avviare il test, devi prima impostare la raccolta e l’ambiente su Postman. Quindi, specifica l'ID della specifica di connessione da verificare.

Specifica authSpecName

Dopo aver immesso l’ID della specifica di connessione, devi quindi specificare la authSpecName che si sta utilizzando per la connessione di base. A seconda della scelta, potrebbe essere OAuth 2 Refresh Code o Basic Authentication. Una volta specificato il authSpecName, devi quindi includere le credenziali richieste nell’ambiente. Ad esempio, se specifichi authSpecName come OAuth 2 Refresh Code, devi quindi fornire le credenziali richieste per OAuth 2, che sono host e accessToken.

Specifica sourceSpec

Aggiungendo i parametri di autenticazione, è necessario aggiungere le proprietà richieste dalla specifica di origine. Puoi trovare le proprietà richieste in sourceSpec.spec.properties. Nel caso di MailChimp Members di seguito, l’unica proprietà richiesta è listId, ossia listId ed è il valore ID corrispondente al tuo Postman ambiente.

"spec": {
  "$schema": "http://json-schema.org/draft-07/schema#",
  "type": "object",
  "description": "Define user input parameters to fetch resource values.",
  "properties": {
    "listId": {
      "type": "string",
      "description": "listId for which members need to fetch."
    }
  }
}

Una volta forniti i parametri di autenticazione e specifica di origine, puoi iniziare a popolare le altre variabili di ambiente, vedi la tabella seguente per riferimento:

NOTA

Tutte le variabili di esempio riportate di seguito sono valori segnaposto che è necessario aggiornare, ad eccezione di flowSpecificationId e targetConnectionSpecId, che sono valori fissi.

Parametro Descrizione Esempio
x-api-key Identificatore univoco utilizzato per autenticare le chiamate alle API di Experience Platform. Guarda l’esercitazione su autenticazione e accesso alle API di Experience Platform per informazioni su come recuperare x-api-key. c8d9a2f5c1e03789bd22e8efdd1bdc1b
x-gw-ims-org-id Un'entità aziendale che può possedere o concedere in licenza prodotti e servizi e consentire l'accesso ai propri membri. Guarda l’esercitazione su configurazione di Developer Console e Postman per istruzioni su come recuperare x-gw-ims-org-id informazioni. ABCEH0D9KX6A7WA7ATQE0TE@adobeOrg
authorizationToken Token di autorizzazione necessario per completare le chiamate alle API di Experience Platform. Guarda l’esercitazione su autenticazione e accesso alle API di Experience Platform per informazioni su come recuperare authorizationToken. Bearer authorizationToken
schemaId Affinché i dati di origine possano essere utilizzati in Platform, è necessario creare uno schema di destinazione per strutturare i dati di origine in base alle tue esigenze. Per i passaggi dettagliati su come creare uno schema XDM di destinazione, consulta l’esercitazione su creazione di uno schema tramite API. https://ns.adobe.com/{TENANT_ID}.schemas.0ef4ce0d390f0809fad490802f53d30b
schemaVersion Versione univoca corrispondente allo schema. application/vnd.adobe.xed-full-notext+json; version=1
schemaAltId La meta:altId che viene restituito accanto al schemaId durante la creazione di un nuovo schema. _{TENANT_ID}.schemas.0ef4ce0d390f0809fad490802f53d30b
dataSetId Per i passaggi dettagliati su come creare un set di dati di destinazione, consulta l’esercitazione su creazione di un set di dati tramite API. 5f3c3cedb2805c194ff0b69a
mappings I set di mapping possono essere utilizzati per definire il modo in cui i dati di uno schema di origine vengono mappati su quello di uno schema di destinazione. Per i passaggi dettagliati su come creare una mappatura, consulta l’esercitazione su creazione di un set di mappature utilizzando l’API. [{"destinationXdmPath":"person.name.firstName","sourceAttribute":"email.email_id","identity":false,"version":0},{"destinationXdmPath":"person.name.lastName","sourceAttribute":"email.activity.action","identity":false,"version":0}]
mappingId L'ID univoco che corrisponde al set di mappatura. bf5286a9c1ad4266baca76ba3adc9366
connectionSpecId ID della specifica di connessione corrispondente alla tua origine. Questo è l'ID generato dopo creazione di una nuova specifica di connessione. 2e8580db-6489-4726-96de-e33f5f60295f
flowSpecificationId ID della specifica di flusso di RestStorageToAEP. Questo è un valore fisso. 6499120c-0b15-42dc-936e-847ea3c24d72
targetConnectionSpecId L’ID di connessione di destinazione del data lake in cui arrivano i dati acquisiti. Questo è un valore fisso. c604ff05-7f1a-43c0-8e18-33bf874cb11c
verifyWatTimeInSecond Intervallo di tempo designato da seguire per il controllo del completamento di un’esecuzione di flusso. 40
startTime L’ora di inizio designata per il flusso di dati. L'ora di inizio deve essere formattata in tempo unix. 1597784298

Dopo aver fornito tutte le variabili di ambiente, puoi iniziare a eseguire la raccolta utilizzando Postman interfaccia. In Postman , seleziona i puntini di sospensione () accanto Sources SSSs Verification Collection quindi seleziona Esegui raccolta.

corridore

La Runner viene visualizzata un’interfaccia che ti consente di configurare l’ordine di esecuzione del flusso di dati. Seleziona Esegui raccolta di verifica SSS per eseguire la raccolta.

NOTA

È possibile disabilitare Elimina flusso dalla lista di controllo per l’esecuzione se preferisci utilizzare il dashboard di monitoraggio delle sorgenti nell’interfaccia utente di Platform. Tuttavia, una volta terminato il test, è necessario assicurarsi che i flussi di test vengano eliminati.

raccolta

Invia l'origine

Una volta che la sorgente è in grado di completare l’intero flusso di lavoro, puoi contattare il tuo rappresentante di Adobe e inviare la tua sorgente per l’integrazione.

In questa pagina