Creare un Oracle Object Storage connessione di base tramite Flow Service API

Ultimo aggiornamento: 2023-03-14
  • Argomenti:
  • Sources
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer

Una connessione di base rappresenta la connessione autenticata tra un'origine e Adobe Experience Platform.

Questo tutorial illustra i passaggi necessari per creare una connessione di base per Oracle Object Storage utilizzando Flow Service API.

Introduzione

Questa guida richiede una buona conoscenza dei seguenti componenti di Adobe Experience Platform:

  • Sorgenti: un Experience Platform consente di acquisire dati da varie origini, consentendoti allo stesso tempo di strutturare, etichettare e migliorare i dati in arrivo tramite i servizi di Platform.
  • Sandbox: Experience Platform fornisce sandbox virtuali che permettono di suddividere una singola istanza Platform in ambienti virtuali separati, utili per le attività di sviluppo e aggiornamento delle applicazioni di esperienza digitale.

Le sezioni seguenti forniscono informazioni aggiuntive che è necessario conoscere per connettersi correttamente a Oracle Object Storage utilizzando Flow Service API.

Raccogli le credenziali richieste

Per ottenere Flow Service per connettersi a Oracle Object Storage, è necessario fornire valori per le seguenti proprietà di connessione:

Credenziali Descrizione
serviceUrl Il Oracle Object Storage endpoint necessario per l'autenticazione. Il formato dell’endpoint è: https://{OBJECT_STORAGE_NAMESPACE}.compat.objectstorage.eu-frankfurt-1.oraclecloud.com
accessKey Il Oracle Object Storage ID della chiave di accesso richiesto per l’autenticazione.
secretKey Il Oracle Object Storage password richiesta per l'autenticazione.
bucketName Il nome del bucket consentito è necessario se l’utente dispone di accesso limitato. Il nome del bucket deve contenere tra tre e 63 caratteri, deve iniziare e terminare con una lettera o un numero e può contenere solo lettere minuscole, numeri o trattini (-). Il nome del bucket non può essere formattato come un indirizzo IP.
folderPath Il percorso della cartella consentito è necessario se l’utente ha limitato l’accesso.
connectionSpec.id La specifica di connessione restituisce le proprietà del connettore di un'origine, incluse le specifiche di autenticazione relative alla creazione delle connessioni di base e di origine. ID della specifica di connessione per Oracle Object Storage è: c85f9425-fb21-426c-ad0b-405e9bd8a46c.

Per ulteriori informazioni su come ottenere questi valori, consulta Guida all’autenticazione di Oracle Object Storage.

Utilizzo delle API di Platform

Per informazioni su come effettuare correttamente chiamate alle API di Platform, consulta la guida su introduzione alle API di Platform.

Creare una connessione di base

Una connessione di base mantiene le informazioni tra l’origine e Platform, incluse le credenziali di autenticazione dell’origine, lo stato corrente della connessione e l’ID univoco della connessione di base. L’ID della connessione di base consente di esplorare e navigare tra i file dall’interno dell’origine e identificare gli elementi specifici che desideri acquisire, comprese le informazioni relative ai tipi di dati e ai formati.

Per creare un ID di connessione di base, effettua una richiesta POST al /connections endpoint durante la fornitura del Oracle Object Storage credenziali di autenticazione come parte dei parametri della richiesta.

Formato API

POST /connections

Richiesta

La richiesta seguente crea una connessione di base per Oracle Object Storage:

curl -X POST \
    'https://platform.adobe.io/data/foundation/flowservice/connections' \
    -H 'Authorization: Bearer {ACCESS_TOKEN}' \
    -H 'x-api-key: {API_KEY}' \
    -H 'x-gw-ims-org-id: {ORG_ID}' \
    -H 'x-sandbox-name: {SANDBOX_NAME}' \
    -H 'Content-Type: application/json' \
    -d '{
        "name": "Oracle Object Storage connection",
        "description": "Oracle Object Storage connection",
        "auth": {
            "specName": "Access Key",
            "params": {
                "serviceUrl": "{SERVICE_URL}",
                "accessKey": "{ACCESS_KEY}",
                "secretKey": "{SECRET_KEY}",
                "bucketName": "{BUCKET_NAME}",
                "folderPath", "{FOLDER_PATH}"
            }
        },
        "connectionSpec": {
            "id": "c85f9425-fb21-426c-ad0b-405e9bd8a46c",
            "version": "1.0"
        }
    }'
Proprietà Descrizione
auth.params.serviceUrl Il Oracle Object Storage endpoint necessario per l'autenticazione.
auth.params.accessKey Il Oracle Object Storage ID della chiave di accesso richiesto per l’autenticazione.
auth.params.secretKey Il Oracle Object Storage password richiesta per l'autenticazione.
auth.params.bucketName Il nome del bucket consentito è necessario se l’utente dispone di accesso limitato.
auth.params.folderPath Il percorso della cartella consentito è necessario se l’utente ha limitato l’accesso.
connectionSpec.id Il Oracle Object Storage ID specifica di connessione: c85f9425-fb21-426c-ad0b-405e9bd8a46c.

Risposta

In caso di esito positivo, la risposta restituisce l’ID di connessione della connessione appena creata. Questo ID è necessario per esplorare i dati dell’archiviazione cloud nella prossima esercitazione.

{
    "id": "4cb0c374-d3bb-4557-b139-5712880adc55",
    "etag": "\"6507cfd8-0000-0200-0000-5e18fc600000\""
}

Passaggi successivi

Seguendo questa esercitazione, hai creato un’ Oracle Object Storage connessione tramite Flow Service e hanno ottenuto il relativo ID di connessione univoco. Puoi usare questo ID connessione per esplorare gli archivi cloud utilizzando l’API del servizio Flow.

In questa pagina