Strumenti sandbox

Ultimo aggiornamento: 2024-01-25
  • Argomenti:
  • Sandboxes
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer
    User
    Admin
    Leader
NOTA

Gli strumenti sandbox sono una funzionalità fondamentale che supporta sia Real-Time Customer Data Platform e Journey Optimizer per migliorare l'efficienza del ciclo di sviluppo e la precisione della configurazione.

Per utilizzare la funzione strumenti sandbox, è necessario disporre delle due autorizzazioni di controllo dell'accesso basate sul ruolo seguenti:
- manage-sandbox o view-sandbox
- manage-package

Migliora la precisione della configurazione nelle sandbox ed esporta e importa facilmente le configurazioni sandbox tra sandbox con la funzione di strumenti sandbox. Utilizza gli strumenti sandbox per ridurre il time-to-value per il processo di implementazione e spostare le configurazioni corrette tra le sandbox.

È possibile utilizzare la funzione degli strumenti sandbox per selezionare oggetti diversi ed esportarli in un pacchetto. Un pacchetto può essere costituito da uno o più oggetti. Tutti gli oggetti inclusi in un pacchetto devono appartenere alla stessa sandbox.

Oggetti supportati per gli strumenti sandbox

La funzione di strumenti sandbox consente di esportare Adobe Real-Time Customer Data Platform e Adobe Journey Optimizer in un pacchetto.

Oggetti Real-time Customer Data Platform

La tabella seguente elenca Adobe Real-Time Customer Data Platform oggetti attualmente supportati per gli strumenti sandbox:

Piattaforma Oggetto Dettagli
Customer Data Platform Origini Le credenziali dell’account di origine non vengono replicate nella sandbox di destinazione per motivi di sicurezza e sarà necessario aggiornarle manualmente. Per impostazione predefinita, il flusso di dati di origine viene copiato in stato di bozza.
Customer Data Platform Tipi di pubblico Solo il Pubblico cliente tipo Servizio di segmentazione è supportato. Le etichette esistenti per il consenso e la governance verranno copiate nello stesso processo di importazione.
Customer Data Platform Identità Durante la creazione nella sandbox di destinazione, il sistema deduplica automaticamente gli spazi dei nomi di identità standard Adobe. I tipi di pubblico possono essere copiati solo quando tutti gli attributi nelle regole del pubblico sono abilitati nello schema di unione. Gli schemi necessari devono prima essere spostati e abilitati per il profilo unificato.
Customer Data Platform Schemi Le etichette esistenti per il consenso e la governance verranno copiate nello stesso processo di importazione. Lo stato del profilo unificato dello schema verrà copiato così come è dalla sandbox di origine. Se lo schema è abilitato per il profilo unificato nella sandbox di origine, tutti gli attributi vengono spostati nello schema di unione. Il caso edge delle relazioni di schema non è incluso nel pacchetto.
Customer Data Platform Set di dati I set di dati vengono copiati con l’impostazione di profilo unificato disabilitata per impostazione predefinita.

I seguenti oggetti vengono importati ma sono in stato bozza o disabilitato:

Funzione Oggetto Stato
Stato importazione Flusso di dati di origine Bozza
Stato importazione Percorso Bozza
Profilo unificato Set di dati Profilo unificato disabilitato
Criteri Criteri di governance dei dati Disabilitata

Oggetti Adobe Journey Optimizer

La tabella seguente elenca Adobe Journey Optimizer oggetti attualmente supportati per gli strumenti e le limitazioni della sandbox:

Piattaforma Oggetto Dettagli
Adobe Journey Optimizer Pubblico Un pubblico può essere copiato come oggetto dipendente dell’oggetto percorso. Puoi selezionare Crea un nuovo pubblico o riutilizzarne uno esistente nella sandbox di destinazione.
Adobe Journey Optimizer Schema Gli schemi utilizzati nel percorso possono essere copiati come oggetti dipendenti. Puoi selezionare Crea un nuovo schema o riutilizzarne uno esistente nella sandbox di destinazione.
Adobe Journey Optimizer Percorso - dettagli area di lavoro La rappresentazione del percorso nell’area di lavoro include gli oggetti del percorso, quali condizioni, azioni, eventi, tipi di pubblico letti e così via, che vengono copiati. L’attività Salta viene esclusa dalla copia.
Adobe Journey Optimizer Evento Gli eventi e i dettagli dell’evento utilizzati nel percorso vengono copiati. Crea sempre una nuova versione nella sandbox di destinazione.
Adobe Journey Optimizer Azione I messaggi e-mail e push utilizzati nel percorso possono essere copiati come oggetti dipendenti. Le attività di azione del canale utilizzate nei campi del percorso, che vengono utilizzate per la personalizzazione nel messaggio, non vengono controllate per completezza. I blocchi di contenuto non vengono copiati.

È possibile copiare l'azione di aggiornamento del profilo utilizzata nel percorso. Vengono copiati anche le azioni personalizzate e i dettagli delle azioni utilizzati nel percorso. Crea sempre una nuova versione nella sandbox di destinazione.

Le superfici (ad esempio i predefiniti) non vengono copiate. Il sistema seleziona automaticamente la corrispondenza più simile possibile nella sandbox di destinazione in base al tipo di messaggio e al nome della superficie. Se nella sandbox di destinazione non è presente alcuna superficie, la copia della superficie avrà esito negativo e la copia del messaggio avrà esito negativo perché un messaggio richiede che una superficie sia disponibile per l’impostazione. In questo caso, affinché la copia funzioni, è necessario creare almeno una superficie per il canale destro del messaggio.

I tipi di identità personalizzati non sono supportati come oggetti dipendenti durante l’esportazione di un percorso.

Esportare oggetti in un pacchetto

NOTA

Tutte le azioni di esportazione vengono registrate nei registri di audit.

NOTA

È possibile importare un pacchetto solo se si dispone dell'autorizzazione per accedere agli oggetti.

Questo esempio documenta il processo di esportazione di uno schema e di aggiunta a un pacchetto. È possibile utilizzare lo stesso processo per esportare altri oggetti, ad esempio set di dati, percorsi e molto altro.

Aggiungi oggetto a un nuovo pacchetto

Seleziona Schemi dal menu di navigazione a sinistra, quindi seleziona la Sfoglia , in cui sono elencati gli schemi disponibili. Quindi, seleziona i puntini di sospensione (...) accanto allo schema selezionato, e un menu a discesa visualizza i controlli. Seleziona Aggiungi al pacchetto dal menu a discesa.

Elenco di schemi che mostrano il menu a discesa che evidenzia Aggiungi al pacchetto controllo.

Dalla sezione Aggiungi al pacchetto , seleziona la Crea nuovo pacchetto opzione. Fornisci un Nome per il pacchetto e un'opzione Descrizione, quindi seleziona Aggiungi.

Il Aggiungi al pacchetto dialogo con Crea nuovo pacchetto selezionato ed evidenziazione Aggiungi.

Viene visualizzata di nuovo la Schemi ambiente. È ora possibile aggiungere altri oggetti al pacchetto creato seguendo i passaggi successivi elencati di seguito.

Aggiungere un oggetto a un pacchetto esistente e pubblicarlo

Per visualizzare un elenco degli schemi disponibili, seleziona Schemi dal menu di navigazione a sinistra, quindi seleziona la Sfoglia scheda. Quindi, seleziona i puntini di sospensione (...) accanto allo schema selezionato per visualizzare le opzioni di controllo in un menu a discesa. Seleziona Aggiungi al pacchetto dal menu a discesa.

Elenco di schemi che mostrano il menu a discesa che evidenzia Aggiungi al pacchetto controllo.

Il Aggiungi al pacchetto viene visualizzata. Seleziona la Pacchetto esistente , quindi selezionare Nome pacchetto e selezionare il pacchetto richiesto. Infine, seleziona Aggiungi per confermare le scelte effettuate.

Aggiungi al pacchetto , visualizzando un pacchetto selezionato dal menu a discesa.

Viene elencato l'elenco degli oggetti aggiunti al pacchetto. Per pubblicare il pacchetto e renderlo disponibile per l’importazione in sandbox, seleziona Pubblica.

Un elenco di oggetti nel pacchetto, che evidenzia Pubblica opzione.

Seleziona Pubblica per confermare la pubblicazione del pacchetto.

Finestra di conferma della pubblicazione del pacchetto, con evidenziazione Pubblica opzione.

NOTA

Una volta pubblicato, il contenuto del pacchetto non può essere modificato. Per evitare problemi di compatibilità, accertati che siano state selezionate tutte le risorse necessarie. Se è necessario apportare modifiche, è necessario creare un nuovo pacchetto.

Viene visualizzata di nuovo la Pacchetti scheda in Sandbox ambiente, in cui puoi visualizzare il nuovo pacchetto pubblicato.

Elenco dei pacchetti sandbox che evidenziano il nuovo pacchetto pubblicato.

Importare un pacchetto in una sandbox di destinazione

NOTA

Tutte le azioni di importazione vengono registrate nei registri di audit.

Per importare il pacchetto in una sandbox di destinazione, passa a Sandbox Sfoglia e seleziona l’opzione più (+) accanto al nome della sandbox.

Le sandbox Sfoglia evidenziare la selezione del pacchetto di importazione.

Utilizzando il menu a discesa, seleziona la Nome pacchetto desideri importare nella sandbox di destinazione. Aggiungi un elemento Nome processo, che verrà utilizzato per il monitoraggio futuro, quindi seleziona Successivo.

La pagina dei dettagli di importazione che mostra Nome pacchetto selezione a discesa

Il Oggetto pacchetto e dipendenze fornisce un elenco di tutte le risorse incluse in questo pacchetto. Il sistema rileva automaticamente gli oggetti dipendenti necessari per la corretta importazione degli oggetti padre selezionati.

Il Oggetto pacchetto e dipendenze mostra un elenco di risorse incluse nel pacchetto.

NOTA

Gli oggetti dipendenti possono essere sostituiti con quelli esistenti nella sandbox di destinazione, consentendo di riutilizzare gli oggetti esistenti anziché creare una nuova versione. Ad esempio, quando importi un pacchetto che include schemi, puoi riutilizzare gli spazi dei nomi dei gruppi di campi personalizzati e delle identità esistenti nella sandbox di destinazione. In alternativa, quando importi un pacchetto che include Percorsi, puoi riutilizzare i segmenti esistenti nella sandbox di destinazione.

Per utilizzare un oggetto esistente, selezionare l'icona della matita accanto all'oggetto dipendente. Vengono visualizzate le opzioni per creare nuovi o utilizzare quelli esistenti. Seleziona Usa esistente.

Il Oggetto pacchetto e dipendenze pagina che mostra le opzioni oggetto dipendente Crea nuovo e Usa esistente.

Il Gruppo di campi mostra un elenco di gruppi di campi disponibili per l’oggetto. Seleziona i gruppi di campi richiesti, quindi seleziona Salva.

Un elenco di campi visualizzati sul Gruppo di campi , evidenziando Salva selezione.

Viene visualizzata di nuovo la Oggetto pacchetto e dipendenze pagina. Da qui, seleziona Fine per completare l'importazione del pacchetto.

Il Oggetto pacchetto e dipendenze mostra un elenco delle risorse incluse nel pacchetto, evidenziando Fine.

Monitorare i processi di importazione e visualizzare i dettagli degli oggetti di importazione

Per visualizzare gli oggetti e i dettagli importati, passare alla Sandbox Importazioni e selezionare il pacchetto dall'elenco. In alternativa, utilizza la barra di ricerca per cercare il pacchetto.

Le sandbox Importazioni nella scheda viene evidenziata la selezione del pacchetto di importazione.

Visualizza oggetti importati

Il giorno Importazioni scheda in Sandbox ambiente, seleziona Visualizza oggetti importati nel riquadro dei dettagli a destra.

Seleziona Visualizza oggetti importati dal riquadro dei dettagli a destra nella Importazioni scheda in Sandbox ambiente.

Le sandbox Importazioni La scheda evidenzia Visualizza oggetti importati nel riquadro di destra.

Utilizzare le frecce per espandere gli oggetti e visualizzare l'elenco completo dei campi importati nel pacchetto.

Le sandbox Oggetti importati visualizzazione di un elenco di oggetti importati nel pacchetto.

Visualizza dettagli importazione

Seleziona Visualizza dettagli importazione dal riquadro dei dettagli a destra nella Importazioni nell’ambiente Sandbox.

Le sandbox Importazioni La scheda evidenzia Visualizza dettagli importazione nel riquadro di destra.

Il Dettagli importazione mostra una suddivisione dettagliata delle importazioni.

Il Dettagli importazione finestra di dialogo che mostra una ripartizione dettagliata delle importazioni.

NOTA

Al termine di un’importazione, riceverai notifiche nell’interfaccia utente di Platform. Puoi accedere a queste notifiche dall’icona degli avvisi. Se un processo non riesce, puoi passare alla risoluzione dei problemi da qui.

Esercitazione video

Il video seguente illustra gli strumenti della sandbox e spiega come creare un nuovo pacchetto, pubblicarlo e importarlo.

Passaggi successivi

Questo documento illustra come utilizzare la funzione di strumenti sandbox nell’interfaccia utente di Experienci Platform. Per informazioni sulle sandbox, consulta guida utente sulle sandbox.

Per informazioni su come eseguire diverse operazioni utilizzando l’API Sandbox, consulta guida per gli sviluppatori sulle sandbox. Per una panoramica di alto livello delle sandbox in questo Experience Platform, consulta panoramica della documentazione.

In questa pagina